Programmi

 

20/42/090 - LETTERATURA COMPARATA 2

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
MAURO ​PALA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

- dimostrare conoscenze e capacità di comprensione che estendono e/o rafforzano quelle esistenti, che consentono di elaborare e/o applicare idee originali in un contesto di ricerca;

- capacità di applicare le loro conoscenze, per comprendere criticamente tematiche nuove, inserite in contesti più ampi che abbracciano diverse discipline, a partire dalla letteratura;

- capacità di integrare le conoscenze in ambito letterario in relazione con i criteri estetici di periodi diversi: gestire in tal modo la complessità diacronica, nonché saper formulare giudizi sulla base di informazioni da fonti diverse, includendo la riflessione sulle ricadute sociali ed etiche collegate all’applicazione dei loro giudizi;

- abilità nel comunicare in modo chiaro e privo di ambiguità le loro conclusioni, nonché le conoscenze e la ratio ad esse sottese, sia ad un pubblico di specialisti che di non specialisti;

- sviluppare quelle capacità di apprendimento che consentano loro di continuare a studiare la storia della critica letteraria in modo autonomo.

Prerequisiti

- Conoscenza sufficiente della letteratura italiana ed europea;
- capacità di comprendere testi filosofici e di estetica.

Contenuti

LETTERATURA E SUBALTERNITÁ

La teoria gramsciana dell’egemonia coglie le profonde implicazioni politiche della letteratura che rappresenta condizioni inquadrabili nel fenomeno della subalternità. Come Ranajit Guha e Gayatri Spivak, fra gli altri, illustrano, a partire dal romanzo realista dell’Ottocento numerosi autori mettono in scena la subalternità così come si manifesta in relazione alle categorie di classe, casta, appartenenza etnica e identità sessuata. Alla crescente complessità della concezione di Meridione in Gramsci corrisponde un progressivo intreccio della cultura con fenomeni non esclusivamente legati alla base economica. Autori come Rocco Scotellaro e Carlo Levi, antropologi come Ernesto De Martino e intellettuali militanti come Frantz Fanon definiscono una nozione di agente storico in termini antagonisti rispetto al liberalismo capitalista europeo, la sua traiettoria sociale e i relativi principi ispiratori. Il corso intende illustrare come la subalternità evolva dall’alleanza fra contadini ed operai finalizzata al superamento della storica divisione fra città e campagna ad una più articolata comprensione delle relazioni di potere odierne: la subalternità nei testi letterari emerge allora come interfaccia tre l’economia politica globale e la relazione fra individuo, comunità e Stato.

Metodi Didattici

lezioni a distanza e frontali nel massimo rispetto delle norme di sicurezza previsti dai protocolli d’Ateneo per l’emergenza Covid -19.

Verifica dell'apprendimento

valutazione finale con esame finale orale e valutazione intermedia su eventuali relazioni il cui tema sarà concordato con gli studenti.

Testi

Testi in adozione per un’introduzione alla letteratura comparata:
Per una presentazione della disciplina si consiglia uno dei seguenti testi:
G. Gnisci (a cura di) Letteratura comparata, Bruno Mondadori 2002.
F. De Cristofaro (a cura di) Letterature comparate, Carocci (manuali), 2020.
H.Saussy (a cura di), Comparative Literature in an Age of Globalization, Johns Hopkins University Press, 2006.


Testi adottati per il corso:

Antonio Gramsci, Quaderni del carcere, Einaudi, 1975.
Rocco Scotellaro, Tutte le sue opere, Mondadori, 2019(scritti selezionati).
Carlo Levi, Cristo si è fermato a Eboli, Einaudi, 2014 (1945).
Frantz Fanon, I dannati della terra, Einaudi, 2020 (1961).
Ranajit Guha, Gayatri Spivak (a cura di), Subaltern Studies, Ombre Corte, 2002.
De Martino, Ernesto, Il mondo magico. Prolegomeni a una storia del magismo, Torino, Bollati Boringhieri, 2010 (1973)(brani scelti).
De Martino, Ernesto, Sud e magia, Feltrinelli, 2010 (1959).



Bibliografia secondaria adottata per il corso

Vinayak Chaturvedi (ed.), Mapping Subaltern Studies and the Postcolonial, Verso, 2000.
Cirese, Alberto Mario, Intellettuali, folklore, istinto di classe. Note su Verga, Deledda, Scotellaro, Gramsci, Einaudi, 1976.
Crehan, Kate, Gramsci, cultura e antropologia, Argo, 2010.
Crehan, Kate, Gramsci’s Common Sense. Inequality and its Narratives, Duke U.P., 2016.
Dainotto, Roberto e Jameson, Fredric (eds.), Gramsci in the World, Duke University Press, 2020.
Gigliola De Donato e Sergio D’Amaro, Un torinese del Sud: Carlo Levi. Una biografia. Baldini e Castoldi, 2005.
Ernesto De Martino, Intorno a una storia del mondo popolare subalterno, 1949.
Ernesto De Martino, Tra furore e valore, 1952.
Carlo Levi, Massimo Mila, Omaggio a Scotellaro, Laicata, 1974.
Nelson Moe, Un paradiso abitato da diavoli, L’ancora del Mediterraneo, 2004.
Rosalind Morris (ed.), Can the Subaltern Speak? Reflections on the History of an Idea, Columbia U.P., 2010.
Edward Said, Nel segno dell’esilio, Feltrinelli, 2008 (saggi scelti).
Gayatri Spivak, Morte di una disciplina, Roma, Meltemi, 2003.
Gayatri Spivak, «Can the Subaltern Speak?» in Nelson, Cary e Grossberg, Lawrence (eds.), Marxism and the Interpretation of Culture, Chicago, University of Illinois Press, 1988, pp.271-313.

Altre Informazioni

Il corso, organizzato su base seminariale, sarà tenuto congiuntamente dal Prof. Roberto Dainotto, Duke University (Northern Carolina) Visiting Professor presso l’Università di Cagliari.

All’inizio del corso saranno disponibili due dispense: la prima, dal titolo Letterature comparate: parte generale” illustra temi e metodi delle letterature comparate attraverso alcuni testi chiave.
Vari testi della bibliografia secondaria relativi al corso saranno invece compresi nella seconda dispensa dal titolo: Letteratura e subalternità.
Le dispense saranno disponibili presso la ditta Cresci Print Services in via Molise 72, 09127 Cagliari. Tel: 070276027. Mail: cresci@tiscali.it. Sulla dispensa saranno indicati, oltre al titolo del corso succitato, il nome del docente, l’anno accademico e il Corso di Laurea cui si riferisce.
La dispensa sarà disponibile in cartaceo o in pdf.

Si raccomanda agli studenti che vogliono sostenere l’esame finale di portare all’esame entrambe le dispense, i testi della bibliografia, eventuali materiali online indicati durante il corso.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy