Programmi

 

20/42/1042 - FILOLOGIA SARDA

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
GIULIA ​MURGIA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Il corso di Filologia sarda si propone di fornire le conoscenze basilari in relazione alla storia, alla lingua, alle fonti e, più in generale, al contesto culturale che caratterizza la Sardegna nella tarda Antichità, nell’epoca giudicale e nella prima età moderna.
Mira, inoltre, a fornire una buona capacità di lettura e comprensione di un testo medievale e moderno in lingua sarda, e una specifica competenza metodologica relativa alla prassi critico-interpretativa del testo con i connessi problemi di grammatica storica e di interpretazione storico-letteraria e comparatistica.

I risultati e le abilità attese sono:

A (conoscenza e comprensione):
acquisizione di una diretta conoscenza delle vicende linguistiche del sardo a partire dalle attestazioni scritte;

B (capacità di applicare conoscenza e comprensione):
capacità di lettura e analisi della produzione testuale in lingua sarda; consapevolezza delle tappe fondamentali dell’evoluzione linguistica del sardo; capacità di applicare i metodi adeguati ai problemi posti dalla documentazione testuale superstite, e a quelli posti dall’edizione critica di testi manoscritti e a stampa;

C (autonomia di giudizio):
acquisizione degli strumenti utili a maturare un approccio interpretativo autonomo verso i testi medievali e moderni;

D (abilità comunicative):
sviluppo di efficaci capacità argomentative e di comunicazione in relazione ai problemi posti dalla genesi e dallo sviluppo del sardo e dalle peculiarità della trasmissione testuale dei testi sardi;

E (capacità di apprendimento)
approccio ragionato e interdisciplinare, che potrà essere esteso ad altre discipline filologico-linguistiche oggetto del percorso di studio.

Prerequisiti

Le lezioni del corso di Filologia sarda sono rivolte a tutti gli studenti: aver frequentato, durante il corso di laurea triennale, le lezioni degli insegnamenti di Lingua sarda o di Linguistica sarda è un prerequisito auspicabile, ma non strettamente necessario.

Prerequisiti:
- possesso degli strumenti teorici essenziali per affrontare una disciplina di carattere filologico-linguistico;
- conoscenza delle nozioni basilari relative alla genesi delle lingue romanze.

Tali conoscenze saranno comunque riprese e approfondite durante il corso.

Contenuti

Durante il corso, saranno affrontate le seguenti questioni:
il sostrato prelatino in Sardegna; caratteri della romanizzazione sarda; lo scriptorium cagliaritano sotto Fulgenzio; la Sardegna in età bizantina e il superstrato greco; la questione delle origini del volgare sardo; la produzione testuale giuridico-amministrativa in età giudicale e nella prima età moderna (carte giudicali; carte sarde in caratteri greci; condaghes; testi sardo-pisani; la Carta de Logu d’Arborea; atti notarili seicenteschi; ecc.); il genere della cronaca (il Libellus Judicum Turritanorum); le prime manifestazioni letterarie e la nascita della questione della lingua sarda; principali metodi e strumenti di edizione di testi manoscritti e a stampa.

Metodi Didattici

Il corso si svolgerà nel primo semestre e si articolerà in una serie di lezioni frontali svolte con l’ausilio di supporti multimediali e materiali didattici integrativi.
Qualora la situazione legata all’emergenza sanitaria dovesse consentirlo, saranno previste anche delle iniziative seminariali.

Verifica dell'apprendimento

Prova orale costituita da domande a risposta aperta e commento filologico-linguistico dei testi esaminati durante il corso.

Durante le fasi di accertamento delle competenze verranno valutati:
- il possesso delle conoscenze e l’acquisizione delle competenze disciplinari già indicati negli “Obiettivi”;
- la capacità di comprensione, sintesi, esposizione organica e ragionata delle conoscenze acquisite;
- la capacità di lettura, comprensione, analisi filologica e linguistica dei testi sardi esaminati.

Criteri di valutazione:
- raggiungimento degli obiettivi previsti in relazione a conoscenze e competenze;
- padronanza del linguaggio e dei contenuti specifici della disciplina;
- capacità critiche relative all’applicazione delle nozioni di grammatica storica al commento linguistico dei testi in sardo.

Il punteggio della prova d’esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.

Testi

1) Testi e materiali (presentazioni; riproduzioni digitali dei testi oggetto del corso; ecc.) presentati e commentati durante le lezioni.

2) Paolo Maninchedda, Medioevo latino e volgare in Sardegna, Nuova edizione ampliata, riveduta e corretta, Cagliari, Centro di Studi Filologici Sardi/CUEC, 2012.

3) Brevi saggi di approfondimento su alcuni dei testi che saranno analizzati a lezione:
3.1) Patrizia Serra, Genesi e testualità della scrittura sarda medioevale: sondaggi e ipotesi sulla Carta di Nicita, in Modelli epistemologici, metodologie della ricerca e qualità del dato, a cura di Piera Molinelli e Ignazio Putzu, Milano, FrancoAngeli, 2015, pp. 216-241.
3.2) Alessandro Soddu; Paola Crasta; Giovanni Strinna, Un’inedita carta sardo-greca del XII secolo nell’Archivio Capitolare di Pisa, in «Bollettino di Studi Sardi», 3 (2010), pp. 6-42 (in particolare le pp. 22-39).
3.3) Patrizia Serra, Alle origini della scrittura letteraria in Sardegna, in Questioni di letteratura sarda, a cura di Patrizia Serra, Milano, FrancoAngeli, 2012, pp. 19-60.
3.4) Giulia Murgia, Introduzione, in Carta de Logu d’Arborea. Edizione critica secondo l’editio princeps (BUC, Inc. 230), Milano, FrancoAngeli, 2016 (solo le pp. 13-33 e 72-76).
3.5) Sara Ravani, Per la lingua del Breve di Villa di Chiesa: gli influssi del sardo, in «Bollettino di Studi Sardi», 4 (2011), pp. 15-48.
3.6) Giancarlo Porcu, Antonio Cano e il primo testo poetico in lingua sarda: restauri codicologici, in «Studi e problemi di critica testuale», 79 (2009), pp. 83-101.

Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno fornite durante il corso.

Gli studenti non frequentanti sono tenuti a contattare la docente per ulteriori chiarimenti e indicazioni sul reperimento dei materiali necessari alla preparazione almeno due mesi prima dell’esame per concordare un programma specifico.

Altre Informazioni

La frequenza è vivamente raccomandata. Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare la docente per ulteriori chiarimenti almeno due mesi prima dell’esame.
Luogo di ricevimento: studio n. 97, 3° piano, Facoltà di Studi Umanistici, edificio centrale, via Is Mirrionis, 1.
Orario di ricevimento: il calendario dei ricevimenti viene pubblicato e aggiornato online sul sito istituzionale della docente
(https://www.unica.it/unica/it/ateneo_s07_ss01.page?contentId=SHD78809).
È preferibile controllare il sito della docente per accertarsi di eventuali modifiche.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar