Programmi

 

20/42/086 - LETTERATURA SPAGNOLA 2

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
ANTONINA ​PABA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Far acquisire agli studenti una solida base di conoscenze storico-letterarie e critico-teoriche dei processi e dei meccanismi di produzione, trasmissione e di ricezione del testo letterario. Far acquisire capacità di elaborazione critica. Far sviluppare autonome capacità di ricerca, di studio e di diffusione del sapere.

Prerequisiti

Padronanza della lingua spagnola. Conoscenza delle problematiche storico-letterarie del Siglo de oro con particolare riferimento alla poesia del Cinque e del Seicento.

Contenuti

Programma

Poesia e teatro nella Sardegna del Seicento.

Il corso prenderà in esame la figura e l’opera di José Delitala y Castelví, poeta e autore teatrale plurilingue vissuto tra Spagna e Sardegna nel XII secolo. La multiforme e complessa personalità dell’autore (fu anche viceré verso la fine del secolo) e la sua produzione poetica in lingua spagnola verranno analizzate tenendo presenti sia i condizionamenti del contesto storico-politico in cui operò sia gli evidenti rapporti sul piano culturale e letterario con i coevi autori spagnoli, Francisco de Quevedo e Luis de Góngora fra tutti.

Contenuti del corso

Introduzione alla letteratura sardo-ispanica.
Stato della questione. Bibliografia di riferimento.
Uno sguardo al romanzo barocco (J. Arnal de Bolea, El forastero, Cagliari, 1636).
Il Canzoniere ispano-sardo.
Poesia encomiastica e cortesana. Il teatro di palazzo.
Poesia religiosa.
Lettura selettiva dell’opera di José Delitala y Castelvì, Cima del Monte Parnaso español con las tres Musas castellanas Calíope, Urania y Euterpe (Cagliari, 1672).


Metodi Didattici

Il corso ha la durata complessiva di 30 ore e consiste in lezioni frontali in aula alternate ad attività seminariali. Inoltre, verranno programmate visite di studio alla Biblioteca Nazionale Universitaria di Cagliari e alla Biblioteca della Camera di Commercio per visionare testi antichi e manoscritti di interesse per il corso.

Verifica dell'apprendimento

Prova scritta finale.

Lo studente dovrà redigere un elaborato (estensione circa 20.000 caratteri spazi e note inclusi) nel quale sottoporrà a verifica una tesi ermeneutica relativa ai contenuti del corso o ad argomenti ad essi collegati.

Testi

Bibliografia essenziale

J. Delitala y Castelví, Cima del monte Parnaso español con las tres Musas castellanas Calíope, Urania y Euterpe, edizione a cura di Giovanni Cara, Padova, CLEUP, 2013.

«Loas palaciegas» nella Sardegna spagnola, a cura di Tonina Paba, Milano, FrancoAngeli, 2015.

G. Paulis, «L’espressione dilogica della trasgressione sessuale in un Canzoniere ispano-sardo del Seicento e in Calderón de la Barca (albur, tahúr e dintorni, tra semantica etimologia e testualità) in Etimologia fra testi e culture a cura di G. Paulis, Immacolata Pinto, Milano, FrancoAngeli, 2013, pp.106-277.

Ulteriori riferimenti bibliografici, specifici sui vari argomenti, potranno essere forniti a lezione.

Altre Informazioni

Chi non frequenta le lezioni è invitato a contattare la Docente negli orari di ricevimento per concordare programmi alternativi e relativa bibliografia.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy