Programmi

 

20/42/093 - LINGUA E LETTERATURA SANSCRITA 2

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
TIZIANA ​PONTILLO (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

A) (sapere) Approfondimento della conoscenza delle principali strutture morfologiche e sintattiche della lingua sanscrita e della storia della letteratura d'arte (Kavya) e della trattatistica sulla poetica/retorica (Alamkarasastra).
B) (saper fare) - Saper leggere in Devanagari testi in poesia in sanscrito, segmentarli, analizzarli e tradurli secondo i principi della grammatica di Panini.
C) (saper essere) - Orientarsi nella lettura dello specifico genere del Kavya, riconoscendone le peculiarità lessicali, sintattiche, stilistiche e logiche. (comportamenti) Essere capaci di riconoscere le specificità identitarie della poesia e della poetica in sanscrito nel quadro di una cultura multietnica come quella attuale.

Prerequisiti

Essendo previsto come proseguimento di Lingua e Letteratura Sanscrita 1, lo studente dovrà aver frequentato tale corso in precedenza.

Contenuti

Morfologia e sintassi della lingua sanscrita classica con particolare attenzione allo stile Kavya
Le principali figure retoriche di significato con particolare attenzione a similitudine, identificazione metaforica e paronomasia - teoria e prassi
Lettura antologica di un'opera della poesia d'arte, ossia del Buddhacarita (Le gesta del Buddha) di Asvaghosa (I-II d.C.)
Lettura mirata dei passi tratti dai più antichi trattati di retorica (VII-VI sec. d.C.) in merito alle figure retoriche in esame
Confronto con altre teorie linguistiche e retoriche antiche e moderne sulle figure retoriche di significato

Metodi Didattici

Lezioni frontali (con uso di slides e lavagna tradizionale)
Esercizio collettivo di lettura, analisi e traduzione in aula
Esercizio domestico individuale di translitterazione e traduzione con correzione anonima
Attività seminariali
+ Laboratorio (vedi sotto)

Verifica dell'apprendimento

SCRITTO E ORALE DISGIUNTI
(Facoltative)
- Prova scritta intermedia di conoscenza della storia della letteratura - 6 domande con punti 5/30 per ciascuna domanda)
- Prova scritta intermedia di traslitterazione, analisi e traduzione dal Sanscrito all'Italiano o all'Inglese - 1 ora di tempo 6 frasi o 5 versi d'autore da tradurre all'impronto con l'aiuto di un glossario predisposto per la prova - da 4 a 8 punti ciascuna frase/ciascun verso per un totale di 30 punti)
(Obbligatorie)
Prova scritta finale di traslitterazione, analisi e traduzione dal Sanscrito all'Italiano o all'Inglese - 1 ora di tempo 6 frasi o 5 versi d'autore da tradurre all'impronto con l'aiuto di un glossario predisposto per la prova - da 4 a 8 punti ciascuna frase/ciascun verso per un totale di 30 punti)
Prova orale finale - lettura della Devanagari, segmentazione e analisi morfologica e sintattica puntuale dei testi, traduzione con attenzione a strutture e lessico propri della lingua d'arrivo e commento fondato culturalmente dell'antologia di testi visti a lezione, con verifica della conoscenza dei principali paradigmi flessivi nominali, pronominali e verbali.
Valutazione finale 30/30 sulla base della media raggiunta nelle singole prove.

Testi

Testi adottati/suggeriti
• A. Aklujkar, Sanskrit: an Easy Introduction to an Enchanting Language or SEL 1992 (VERSIONE ITALIANA: A. Aklujkar, Corso di Sanscrito. Edizione Italiana a cura di Raffaele Torella e Carmela Mastrangelo, Hoepli 2012)
• G. Boccali, S. Piano and S. Sani, Le letterature dell'India, Torino 2000
• E. Gerow, Indian Poetics (A History of Indian Literature V, 3), Wisbaden: Harrassowitz 1977.
Testi suggeriti
• Boccali, Giuliano - Tiziana Pontillo (2010), The Background of the samastavastuviṣayarūpaka and its importance in early kāvya, in Pandanus 4/2 ’10 ed. by J. Vacek, Prague Czech Republik: Triton, 109-138
• F. Mawet, Grammaire sanskrite à l'usage des étudiants hellénistes et latinistes, Leuven: Peeters 2012.
• Bronner, Y. (2010). Extreme Poetry: The South Asian Movement of Simultaneous Narration. New York: Columbia University Press.
• T. Pontillo, “The yugapad-way of using words, i.e. how a linguistic taboo became a crucial literary strategy”. In: Proceedings of the International Conference on the South Asian Languages and Literatures, Moscow, 5-7/07/2012. “Lingua Posnaniensis” 55,2 (2013) [2014]. Ed. by A. Davison - H.H. Hock - Liudmila Khokhlova, p. 109-122.
T. Pontillo, “The samastavastuviṣayarūpaka between śāstric and literary tradition. The Questioned Separateness between Metaphor and Simile.” In: Stylistic Devices in Indian Literature and Arts. Ed. by G. Boccali and E. Mucciarelli. (Quaderni di Acme, vol. 135). Milano 2013, p. 13-36.

Altre Informazioni

A lezione si farà uso sia per le fonti in Vedico/Sanscrito sia per le tavole grammaticali di slides, che saranno poi caricate sulla pagina individuale del sito di Dipartimento o inviate via posta elettronica alla fine di ciascuna settimana di lezione. I questionari e le traduzioni assegnate per compito saranno oggetto di correzione in classe o individuale anonima.

Ciascuno studente potrà seguire nello stesso semestre il Laboratorio di Lingua Sanscrita di 40 ore (vedi programma specifico) e maturare (se non lo avesse mai seguito prima) altri 3CFU in F oltre i 6 CFU in C del corso, a patto che abbia frequentato l'80% minimo delle lezioni.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar