Programmi

 

20/42/103 - LINGUISTICA SARDA 2

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
MAURIZIO ​VIRDIS (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Lauree magistrali:

Il corso di Linguistica sarda approfondisce ulteriormente le conoscenze e capacità
di comprensione relative gli argomenti trattati nel corso di Linguistica sarda 1 o di Lingua sarda; in particolare il corso mira ad approfondire le conoscenze relative ad alcuni aspetti della sintassi della lingua sarda, tanto da un punto di vista sincronico quanto da un punto di vista diacronico, anche attraverso la conoscenza diretta di testi storici e la riflessione sul parlato.

Le conoscenze attese sono una acquisita e maggiormente approfondita capacità di riflessione sulle strutture linguistiche in generale e su quelle della lingua sarda in particolare, sui testi storici e sull’evoluzione diacronica del Sardo, sui problemi
pragmatico-storici del trattamento delle lingue ‘minoritarie’, e del Sardo in particolare.

- le capacità di applicare conoscenze e comprensione a tematiche nuove o non familiari
quali l’aspetto sociale e istituzionale delle lingue, con particolare riferimento alla lingua sarda in un ottica comparativa con la situazione di altre lingue (‘minoritarie’, o già tali) europee in situazione di bilinguismo e/o diglossia.

Conoscenze più ampie e strutturate sulla struttura grammaticale (sintattica), inserite in contesti più ampi connessi al proprio settore della linguistica generale e della linguistica romanza;

- le capacità di integrare le conoscenze e gestirne la complessità;

- le capacità di elaborazione critica di informazioni inerenti al campo di studio linguistico attraverso la comprensione dei meccanismi tanto sociali e sociolinguistici delle lingue, quanto cognitivi sottostanti la sintassi, e la sintassi della lingua sarda in particolare;

- le capacità di comunicare in modo chiaro le conoscenze relative alla problematica linguistica (sociale e di intervento pianificatore, e grammaticale) a interlocutori specialisti e non specialisti;

- le capacità di apprendimento che consentano di continuare a studiare per lo più in modo auto-diretto o autonomo nel campo della linguistica e della linguistica sarda più in particolare.

Prerequisiti

Gli studenti che seguono il corso di Linguistica sarda e intendono sostenere il relativo esame dovranno preferibilmente aver già sostenuto l’esame di Linguistica sarda 1 o di Lingua sarda (laurea triennale); in ogni caso essi dovranno conoscere le basi fondamentali della linguistica romanza, e dovranno avere chiare le nozioni fondamentali riguardo alle caratteristiche generali della lingua sarda, della sua variazione diacronica e diatopica, e della sua storia.

Contenuti

Problemi della pianificazione linguistica: Problematica generale anche in chiave storico culturale; Corpus planning, Status Planning, Acquisition planning.
Fondamenti di grammatica generativa; tipologia linguistica dell’ordine dei costituenti; l’ordine dei costituenti nella frase sarda medievale: il verbo, il topic e il soggetto; la determinatezza, i clitici e il loro valore sintattico e pragmatico.

Metodi Didattici

Lezioni frontali.
Modalità interattiva studente-docente nella riflessione sulle strutture linguistiche, e esrcitazione sui testi antichi in lingua sarda.

Verifica dell'apprendimento

prova orale.

- criteri di attribuzione del voto finale

Tipologia di domanda: I candidati all’esame devono dimostrare di possedere un adeguato metalinguaggio sufficiente a spiegare e ad esporre le strutture linguistiche, sia secondo una prospettiva generale, sia secondo una prospettiva generativista. Sarà richiesto di esporre le basi teoriche della sintassi generale e della sintassi della lingua sarda, secondo i modi e i metodi presentati a lezione. Più in particolare essi dovranno saper distinguere fra topicalizzazione e dislocazione, dovranno saper definire un pronome clitico e spiegarne le funzioni.
Dovranno saper esporre i principali argomenti relativi alla pianificazione linguistica. Dovranno dimostrare di saper tradurre e commentare un testo in lingua sarda. Dovranno dimostrare padronanza espressiva, anche con riferimento al metalinguaggio della linguistica,
Dovranno dimostrare capacità di inquadramento dell’argomento anche in senso metodologico e cronologico; nonché capacità di elaborazione critica dei concetti, e l’utilizzo di una terminologia appropriata.

Testi

1. Gabriele IANNÀCCARO, Vittorio DELL’AQUILA, La pianificazione linguistica: lingue, società e istituzioni, Roma: Carocci, 2004;

2. Michael Allan JONES, Sintassi della lingua sarda, Cagliari, Condaghes, 2003 (saranno indicate a lezione le parti da preparare per l’esame);

3. Giorgio GRAFFI, Le strutture del linguaggio. Sintassi, il Mulino. 1994 (saranno indicate a lezione le parti da preparare per l’esame);

4. Maurizio VIRDIS, “Note di sintassi sarda medievale", in: D. Kremer et A. Monjour, (eds.). Studia ex hilaritate. 'Mélanges de linguistique et d’onomastique sardes et romanes offerts à Monsieurr Heinz Jürgen Wolf', Strasbourg – Nancy, Klincksieck, 1996, p. 507-526.

Altre Informazioni

Gli studenti non frequentanti e coloro che non hanno già sostenuto l’esame di Linguistica sarda 1, sono pregati di contattare il docente.
Giorni – Orario – Luogo di ricevimento studenti

Orario Martedì, h. 11-13; Mercoledì, h. 11-12.

Luogo: Studio n° 7, Via Is Mirrionis, 1-Sa Duchessa (corpo centrale, 1° piano)

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy