Programmi

 

LF/0115 - GRAMMATICA GRECA

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
TRISTANO ​GARGIULO (Tit.)
Periodo
Annuale ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE1260
Obiettivi

Obiettivo della prima parte del corso è fornire un’adeguata conoscenza e comprensione delle basi della prosodia e metrica greca, dei principali tipi di metri recitati e cantati, e dei corretti metodi di analisi e interpretazione delle strutture metriche, semplici e più complesse, che si incontrano nello studio dei vari generi poetici della Grecia arcaica, classica ed ellenistica.
Obiettivo della seconda parte del corso è fornire la capacità di valutare la correttezza di un testo in koinè su base linguistica (soprattutto morfologica e sintattica) e filologica, di interpretarne il senso e la lettera, e di valutare comparativamente traduzioni anche in lingue diverse dall’italiano.

Prerequisiti

Una buona conoscenza della lingua (fonetica e morfologia storica) e della letteratura greca (generi poetici e prosa) e la capacità di comprendere il significato e, se possibile, effettuare una traduzione all'impronta, di un testo non eccessivamente complesso.

Contenuti

La prima parte del corso avrà i seguenti contenuti:
La metrica come disciplina storica e come disciplina filologica. Bibliografia essenziale. Principali nozioni di prosodia. Correptio epica e correptio attica. Fenomeni prosodici particolari. Incisioni e ponti. Metri recitati(vi) e metri cantati. Le unità della versificazione greca dall'elemento alla strofe. I criteri boeckhiani. La responsione e le responsioni libere. L’equivalenza. La colometria. Simboli metrici.
Metri recitati(vi): esametro dattilico, distico elegiaco; trimetro giambico, coliambo; tetrametro trocaico catalettico. I sistemi anapestici.
Metri cantati della poesia lirica e drammatica: metrica eolica e strofe saffica e alcaica; metri gliconici; metri coriambici; metri enopliaci; kat'enhoplion epitriti; metri cretico-peonici; metri dattilici; anapesti lirici; docmi; itifallici.
Lineamenti di storia della versificazione greca.

La seconda parte del corso consisterà nella lettura del libro I del Romanzo di Alessandro, principalmente nella cosiddetta Recensione A, ma anche con riferimenti alle Recensioni Beta e Gamma. Saranno messe a confronto e discusse diverse traduzioni, non solo italiane. La lettura dei testi sarà accompagnata da una sintetica descrizione delle principali caratteristiche del greco di età imperiale.

Metodi Didattici

Prima parte: lezioni frontali, con esercitazioni di lettura e di analisi metrica di testi greci poetici (lirici e drammatici).
Seconda parte: lezioni frontali consistenti nell'interpretazione del testo con un commento filologico-letterario e linguistico. Agli studenti potrà essere chiesto eventualmente di tradurre brani dei testi oggetto di analisi.

Verifica dell'apprendimento

Orale.
Prima parte. Allo studente si richiede una conoscenza generale teorica introduttiva concernente gli argomenti trattati, che sarà accertata attraverso una serie di domande a risposta breve su parecchi punti del programma. Un altro momento dell’esame verterà sulla lettura, sull'analisi metrica di testi scelti e sull'individuazione di particolarità prosodiche e metriche. Sarà infine proposto al candidato un breve testo non conosciuto, che egli dovrà scandire per iscritto e di cui dovrà identificare la struttura metrica.
Seconda parte. L'esame consisterà di una parte generale sui problemi del tradurre da una lingua antica e di analisi dettagliate dei testi, con focalizzazione sulle scelte di traduzione di cui sarà richiesta una valutazione comparativa. Il candidato dovrà anche inquadrare il testo e le sue problematiche e fornire un commento linguistico e filologico sul passo che gli sarà sottoposto. Sarà anche richiesta una conoscenza dei principali fenomeni del greco di età imperiale.

Testi

Prima parte.
- M.C. Martinelli, Gli strumenti del poeta. Elementi di metrica greca, Bologna, Cappelli, 1995
- B. Gentili, La metrica dei Greci, Messina-Firenze, D’Anna, 1952
- B. Gentili-L. Lomiento, Metrica e ritmica. Storia delle forme poetiche della Grecia antica, Milano, Mondadori, 2003
- M.L. West. Introduction to Greek metre, Oxford, Clarendon Press, 1987.
Altri sussidi saranno eventualmente forniti in fotocopia nel corso delle lezioni.

Seconda parte.
- Il Romanzo di Alessandro, vol. I, a cura di R. Stoneman, traduzione di T. Gargiulo, Milano, Fondazione Lorenzo Valla / Arnoldo Mondadori Editore, 2007.
- U. Eco, Dire quasi la stessa cosa, Milano, Bompiani, 2003
- Hermeneuein. Tradurre il greco, a c. di C. Neri-R. Tosi, Bologna, Patron, 2009

Altre Informazioni

Soprattutto per la Prima Parte (mod. A) i testi scelti di poesia greca e altri materiali indispensabili (articoli scientifici di difficile reperimento) saranno forniti in fotocopie durante le lezioni.
Si ricorda e si precisa che l'esame da 12 CFU prevede imprescindibilmente anche la preparazione del modulo A singolo da 6 CFU dedicato alla Metrica greca.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy