Programmi

 

20/42/078 - LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA 2

Anno Accademico ​2015/2016

Docente
GIOVANNA ​CALTAGIRONE (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Ottima conoscenza dei testi letterari; capacità di analisi testuale utilizzando gli strumenti critici e metodologici indicati nel corso: tematici, linguistici retorici e stilistici, semantici; confronto dei testi con la tradizione letteraria italiana ed europea e con i generi letterari di pertinenza; acquisizione di un linguaggio critico specialistico rilevabile nell’elaborazione scritta e nell’esposizione orale.

Prerequisiti

Buona conoscenza della tradizione letteraria italiana e occidentale; competenze intorno ai problemi critici della modernità; abilità espositive nella lingua orale e scritta.

Contenuti

IL TEMA DEL TRADIMENTO NELLA LETTERATURA ITALIANA DEL SECONDO DOPOGUERRA

L’argomento del corso nasce da una duplice sollecitazione di ordine storico e metodologico: partendo da recenti studi che operano una profonda revisione concettuale sulla figura del traditore e dell’atto del tradire, ci si servirà di tali categorie per rileggere alcune importanti opere “neorealistiche” che, per le loro caratteristiche politiche, etiche, metafisiche, oltre che stilistiche, sono state storicamente segnate dall’ambiguità critica.
Nella seconda settimana dall’inizio del corso (12-15 ottobre), i proff. Caltagirone e Turi terranno quattro lezioni propedeutiche, in compresenza, per complessive h. 8, rivolte a tutti gli studenti dei corsi 2015-16 (triennali e magistrali di Letteratura italiana moderna e contemporanea, di Letteratura italiana contemporanea 1, 2), che affronteranno questioni generali e istituti relativi allo studio della disciplina:

I – Istituzioni della modernità letteraria
II – Fondazione del canone letterario
III – Introduzione al testo narrativo
IV – Fondamenti di narratologia “.



Metodi Didattici

Si alterneranno le lezioni frontali con attività seminariali che prevedono l’attiva partecipazione degli studenti. Questi dovranno elaborare una tesina scritta su uno dei testi letterari in programma e presentarla in classe.
Come già indicato (sezione CONTENUTI DEL CORSO), Nella seconda settimana dall’inizio del corso (12-15 ottobre), i proff. Caltagirone e Turi terranno quattro lezioni propedeutiche, in compresenza, per complessive h. 8, rivolte a tutti gli studenti dei corsi 2015-16 (triennali e magistrali di Letteratura italiana moderna e contemporanea, di Letteratura italiana contemporanea 1, 2), che affronteranno questioni generali e istituti relativi allo studio della disciplina:

I – Istituzioni della modernità letteraria
II – Fondazione del canone letterario
III – Introduzione al testo narrativo
IV – Fondamenti di narratologia “.



Verifica dell'apprendimento

Esame orale, previa consegna (almeno una settimana prima dell’appello d’esame) di una tesina (schedatura commentata di una o più opere in programma, elaborazione di una bibliografia in relazione all’autore e alle opere scelte).
La verifica avverrà sulla conoscenza e le abilità espositive dei testi letterari in programma, sulla comprensione dei saggi critici indicati, sulle capacità critiche e metodologiche acquisite, rilevabili nella discussione e nell’analisi dei testi. Verrà valutata la partecipazione degli studenti alle attività seminariali, e il lavoro scritto di ricerca sui testi letterari.
Gli studenti dovranno portare all’esame i testi letterari, nonché i testi critici e ogni altro strumento utile (schede, appunti, riassunti) che potranno essere consultati nel corso dell’interrogazione.

Testi

TESTI LETTERARI

CESARE PAVESE, Il compagno; La casa in collina; La luna e i falò, in ID., Tutti i romanzi, Einaudi, Torino 2000

BEPPE FENOGLIO, Una questione privata; I ventitre giorni della città di Alba, in ID., Romanzi e racconti (a c. di Dante Isella), Einaudi-Gallimard, 1992

ELIO VITTORINI, Uomini e no

RENATA VIGANÒ, L’Agnese va a morire, Einaudi, Torino 1994

TESTI CRITICI

GIULIO GIORELLO, Il tradimento, Longanesi, Milano 2012

ROMANO LUPERINI, Il neorealismo: riflettendo sulle date, in ID., L’autocoscienza del moderno, Liguori, Napoli 2006, pp. 53-63

Si consiglia di leggere gli apparati critici (Introduzioni, Note ai testi) presenti nelle edizioni dei romanzi.

CESARE SEGRE, La letteratura italiana del Novecento, Editori Laterza, Roma-Bari 2004







Altre Informazioni

Leggere, studiare con gusto e passione. Individuare percorsi di ricerca personale sulla base delle proprie conoscenze e competenze nelle letterature italiana e in quelle moderne europee.
Munirsi di un buon vocabolario della lingua italiana e della lingua letteraria, consultarli frequentemente.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar