Programmi

 

20/42/206 - TEORIA E STORIA DELLE ISTITUZIONI RETORICHE E METRICHE

Anno Accademico ​2014/2015

Docente
MARIA ANTONIETTA IN SANNA ​CORTINI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Per dare alle istituzioni retoriche e metriche lo spazio che non possono avere negli esigui moduli dell’insegnamento di Letteratura italiana, ogni anno si propone un tema (correlato a quello del corso di Letteratura italiana 3) capace di fornire conoscenze utili agli studi letterari e alla formazione umanistica complessiva.
Il percorso didattico muove dalla storia della teoria entro un dato arco cronologico (e dai trattati antichi ai moderni, nel caso delle istituzioni retoriche); attraverso una congrua scelta di testi mette a riscontro la codifica con la prassi letteraria coeva; riesamina metodologicamente i termini della questione alla luce degli studi più recenti.

Prerequisiti

La padronanza dell'italiano letterario; le nozioni fondamentali di storia della letteratura, di metrica e di retorica; la conoscenza della lingua latina.

Contenuti

Petrarchismo cinquecentesco e istituzioni metriche

Metodi Didattici

Lezioni frontali; seminari di lettura ed esercitazioni collettive in classe; gli studenti saranno invitati a tenere lezioni e a produrre elaborati su testi o studi e avranno la possibilità di organizzare un programma individuale.

Verifica dell'apprendimento

Prova orale e/o scritta. Gli studenti saranno invitati a dimostrare in entrambe le forme l'acquisita padronanza di strumenti interpretativi, competenze critico-metodologiche, conoscenze storico-letterarie, e naturalmente di adeguati mezzi espressivi, ma resteranno liberi di scegliere un solo tipo di verifica.
Sulla valutazione finale incideranno anche le verifiche intermedie (orali e scritte), il grado di partecipazione all'attività didattica, la capacità di organizzare un percorso di ricerca personale (testi e bibliografia).

Testi

I. TRATTATI
– P. BEMBO, Prose della volgar lingua (1525);
– G. G. TRISSINO, Poetica(1529);
– C. TOLOMEI, Versi e regole della nuova poesia toscana (1539);
– G. RUSCELLI, Del modo di comporre in versi nella lingua italiana (1559)
(il docente provvederà a organizzare in dispensa le parti di questi – e altri – trattati che
saranno oggetto di studio).

II. TESTI POETICI: un’antologia curata dal docente sarà messa a disposizione degli allievi nel corso della attività didattica.

III. STUDI
– G. GORNI, Le forme primarie del testo poetico, in Letteratura italiana diretta da A. Asor Rosa, vol. 3, t. I (Le forme del testo. Teoria e poesia), Torino, Einaudi, 1984, pp. 439-518;
– G. GORNI, Per una storia del petrarchismo metrico, in ID., Metrica e analisi letteraria, Bologna, Il Mulino, 1993, pp.183-192;
– I. PANTANI, Ragioni metriche del classicismo, in A. QUONDAM (a cura di), Classicismo e culture di Antico regime, Roma, Bulzoni, 2008, pp. 239-286.

Altre Informazioni

GLI STUDENTI IMPOSSIBILITATI A FREQUENTARE REGOLARMENTE SONO INVITATI A TENERSI IN CONTATTO CON IL DOCENTE NEGLI ORARI DI RICEVIMENTO O PER E-MAIL.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy