Programmi

 

20/41/109A - PALEOGRAFIA E DIPLOMATICA 2 (MOD.A )

Anno Accademico ​2014/2015

Docente
BIANCA ​FADDA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE630
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Conoscenze avanzate sulla storia della scrittura latina dall’età romana al Rinascimento.
Conoscenze avanzate sui materiali e sugli strumenti scrittori e sulla loro cronologia; sulla storia del libro dall’Antichità al Rinascimento.
Capacità avanzate di lettura delle scritture di tradizione latina librarie e documentarie(dall’età romana al Rinascimento) raccolte in un atlantino paleografico fornito all’inizio del corso
Le conoscenze acquisite attraverso lo studio delle scritture e dei materiali scrittori, esaminati anche nelle loro forme originali, consentono di datare e studiare un reperto e di valutarne lo stato di degrado, anche in funzione di un possibile intervento finalizzato alla sua tutela e conservazione.
Il corso sviluppa la capacità critica di valutare l’importanza dei Beni Archivistici e Librari, quali depositari della trasmissione della cultura mondiale di ogni epoca, e di conoscere le tecniche per la loro tutela e conservazione.
Il corso sviluppa le conoscenze utili per un approccio corretto nei confronti dei Beni archivistici e librari, anche in relazione allo studio diretto dei reperti, ad una loro possibile riproduzione, agli interventi per rendere leggibili le scritture non visibili, ai limiti derivanti dalle leggi sulla privacy.

Obiettivi

Conoscenze avanzate sulla storia della scrittura latina dall’età romana al Rinascimento.
Conoscenze avanzate sui materiali e sugli strumenti scrittori e sulla loro cronologia; sulla storia del libro dall’Antichità al Rinascimento.
Capacità avanzate di lettura delle scritture di tradizione latina librarie e documentarie(dall’età romana al Rinascimento) raccolte in un atlantino paleografico fornito all’inizio del corso
Le conoscenze acquisite attraverso lo studio delle scritture e dei materiali scrittori, esaminati anche nelle loro forme originali, consentono di datare e studiare un reperto e di valutarne lo stato di degrado, anche in funzione di un possibile intervento finalizzato alla sua tutela e conservazione
Il corso sviluppa la capacità critica di valutare l’importanza dei Beni Archivistici e Librari, quali depositari della trasmissione della cultura mondiale di ogni epoca, e di conoscere le tecniche per la loro tutela e conservazione
Il corso sviluppa le conoscenze utili per un approccio corretto nei confronti dei Beni archivistici e librari, anche in relazione allo studio diretto dei reperti, ad una loro possibile riproduzione, agli interventi per rendere leggibili le scritture non visibili, ai limiti derivanti dalle leggi sulla privacy.

Prerequisiti

È opportuna la conoscenza del latino
È necessaria la conoscenza di base della Paleografia, acquisita attraverso l'esame di Paleografia e Diplomatica 1 (Mod. A)

Contenuti

PARTE ISTITUZIONALE

Storia della scrittura latina dall’epoca romana al Rinascimento.
Le materie e gli strumenti scrittori.
Il libro dall’antichità al Rinascimento.
Gli usi cronologici dal mondo antico all'età moderna

PARTE MONOGRAFICA

Le scritture del periodo carolino-gotico e la loro evoluzione fino alla riforma promossa da Francesco Petrarca (secc. IX-XIV).
Attraverso la lettura e lo studio di numerosi fac-simili di manoscritti e di documenti, raccolti in un atlantino paleografico, si potranno acquisire conoscenze azanzate sulle scritture del periodo interessato, sull'evoluzione dei segni abbreviativi, sulle forme grafiche di tipo professionale (scritture notarili,scritture cancelleresche, scritture dei dotti, scritture mercantesche).

Costituirà parte integrante dell’esame la lettura e il commento dei fac-simili paleografici letti ed esaminati durante le lezioni, raccolti in un atlantino.

Contenuti

PARTE ISTITUZIONALE

Storia della scrittura latina dall’epoca romana al Rinascimento.
Le materie e gli strumenti scrittori.
Il libro dall’antichità al Rinascimento.
Gli usi cronologici dal mondo antico all'età moderna

PARTE MONOGRAFICA

Le scritture del periodo carolino-gotico e la loro evoluzione fino alla riforma promossa da Francesco Petrarca (secc. IX-XIV).
Attraverso la lettura e lo studio di numerosi fac-simili di manoscritti e di documenti, raccolti in un atlantino paleografico, si potranno acquisire conoscenze azanzate sulle scritture del periodo interessato, sull'evoluzione dei segni abbreviativi, sulle forme grafiche di tipo professionale (scritture notarili,scritture cancelleresche, scritture dei dotti, scritture mercantesche).

Costituirà parte integrante dell’esame la lettura e il commento dei fac-simili paleografici letti ed esaminati durante le lezioni, raccolti in un atlantino

Metodi Didattici

Lezioni frontali

Verifica dell'apprendimento

Prova orale

Testi

Testi consigliati: (a scelta)

B. BISHOFF, Paleografia Latina. Antichità e Medioevo. Edizione italiana a cura di Gilda P. Mantovani e Stefano Zamponi. Editrice Antenore- Padova, 1992.
G. CENCETTI, Lineamenti di storia della scrittura latina, ed. Patron, Bologna 1997.
PAOLO CHERUBINI – ALESSANDRO PRATESI, Paleografia latina. L’avventura grafica del mondo occidentale, Suola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica, città del Vaticano, 2010.

per il corso monografico, in particolare:

B. BISHOFF, Paleografia Latina. Antichità e Medioevo. Edizione italiana a cura di Gilda P. Mantovani e Stefano Zamponi. Editrice Antenore- Padova, 1992, pp. 160-340.
G. CENCETTI, Lineamenti di storia della scrittura latina, ed. Patron, Bologna 1997, pp. 151-307.
PAOLO CHERUBINI – ALESSANDRO PRATESI, Paleografia latina. L’avventura grafica del mondo occidentale, Suola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica, città del Vaticano, 2010, pp. 357-535.

Per il sistema abbreviativo medievale:

G. CENCETTI, Lineamenti di storia della scrittura latina, ed. Patron, Bologna 1997, pp. 309-412.

Altre Informazioni

Gli studenti non frequentanti dovranno contattare il docente.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy