Insegnamenti

 

GI/0023 - DIRITTO DEGLI APPALTI PUBBLICI

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
FELICE ​ANCORA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[1/31] ​ ​GIURISPRUDENZA [31/00 - Ord. 2017] ​ ​PERCORSO COMUNE648
Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione:
Lo studente dovrà dimostrare di conoscere e comprendere gli istituti giuridici, le fonti normative e la giurisprudenza collegata in materia di appalti pubblici ed in generale di contratti pubblici.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Lo studente dovrà dimostrare di saper rappresentare e affrontare i problemi fondanti della materia mediante la ricerca, l'interpretazione e la corretta applicazione delle regole normative e dei materiali giurisprudenziali; inoltre, dovrà essere in grado di ragionare per progetti e per obiettivi, di gestire un procedimento amministrativo e redigere un atto contattuale.

Autonomia di giudizio:
Lo studente deve essere in grado di valutare in maniera autonoma i processi e le problematiche amministrative e contrattuali, davanti alle quali elaborare e argomentare, con rigore logico e l’uso corretto degli strumenti giuridici, schemi di soluzione.

Abilità comunicative:
Lo studente deve utilizzare correttamente il linguaggio giuridico e riuscire a spiegare in modo chiaro, lineare ed esaustivo le conoscenze acquisite, esponendo con rigore logico il proprio percorso argomentativo.

Capacità d’apprendimento:
Durante il corso saranno indicate letture di approfondimento. Considerato il continuo evolversi della disciplina, lo studente dovrà essere in grado di curare continuamente il proprio aggiornamento.

Prerequisiti

Lo studente deve aver superato gli esami di Diritto costituzionale, di Diritto privato e di Diritto amministrativo sostanziale, per la loro sostanziale propeuticità.

Contenuti

1. Attività contrattuale delle pubbliche amministrazioni e procedure ad evidenza pubblica.

2. Evoluzione della normativa nel diritto interno e dell'UE: dalle origini al codice dei contratti pubblici.

3. Riparto della competenza legislativa tra Stato e Regioni. Fonti di secondo livello.

4. Principi.

5. Governance: Cabina di regia, ANAC, AGCM, MIT, Consiglio superiore dei lavori pubblici.

6. Amministrazioni aggiudicatrici. Organismo di diritto pubblico. Altri soggetti aggiudicatori.

7. Settori speciali ed enti aggiudicatori.

8. Aggregazione e centralizzazione della committenza. Qualificazione delle stazioni appaltanti.

9. Nozione e tipi di contratto d'appalto. Contratti misti.

10. Contratti esclusi. In house providing. Cooperazione tra amministrazioni aggiudicatrici.

11. Operatori economici. Consorzi. Raggruppamenti temporanei di imprese.

12. Requisiti di partecipazione: requisiti generali, normativa antimafia, rating di impresa. Qualificazione. Avvalimento.

13. Responsabile del procedimento.

14. Programmazione e progettazione.

15. Soglie. Suddivisione in lotti.

16. Procedure di scelta del contraente: procedura aperta, ristretta, negoziata. Dialogo competitivo. Partenariato per l'innovazione. Accordo quadro. Procedure sotto soglia.

17. Procedure telematiche (sistemi dinamici, aste elettroniche, cataloghi elettronici, piattaforme telematiche).

18. Bandi, avvisi e inviti. Termini. Specifiche tecniche. Comunicazioni.

19. Offerte. Criteri di selezione. Commissione di gara. Forcella. Garanzie. Offerte anormalmente basse.

20. Aggiudicazione. Controlli e approvazioni. Stipulazione del contratto. Garanzie definitive.

21. Accesso agli atti di gara.

22. Esecuzione. Subappalto. Direzione. Pagamenti. Collaudo.

23. Varianti soggettive e oggettive. Revisione prezzi.

24. Sospensione dell'esecuzione. Risoluzione e recesso. Misure straordinarie di gestione.

25. Contratti di concessione e di partenariato pubblico-privato. Finanza di progetto. Affidamento a contraente generale.

26. Contenzioso sulle procedure ad evidenza pubblica. Pareri e raccomandazioni dell'ANAC. Rito appalti avanti al giudice amministrativo. Inefficacia del contratto. Tutela risarcitoria.

27. Giurisdizione ordinaria sull'esecuzione del contratto. Metodi alterativi di prevenzione e risoluzione delle controversie: collegio consultivo tecnico; accordo bonario; transazione; arbitrato.

28. Il programma potrebbe subire cambiamenti in dipendenza di probabili modifiche al codice dei contratti pubblici.

Metodi Didattici

Lezioni frontali (h. 36) e Seminari (h. 12). Analisi e discussione in aula di casi e materiali (normativi e giurisprudenziali) selezionati dal docente.
Ottemperando al suggerimento fornito dal Presidio di qualità di Ateneo, si riproduce quanto contemplato a pag. 12 del Manifesto degli studi e, cioè che: "La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Sarà lo studente all’inizio del semestre ad optare per la didattica in presenza o a distanza, la scelta sarà vincolante per l’intero semestre. Qualora il numero degli studenti superila capienza delle aule, determinata sulla base disposizioni governative in
materia sanitaria ai fini del contrasto alla pandemia da Covid-19,l’accesso alle strutture didattiche sarà regolato attraverso un sistema di turnazione che sarà comunicato a tempo debito agli studenti interessati”

Verifica dell'apprendimento

Verifica dell'apprendimento
Modalità di verifica dell'apprendimento
L’esame si svolgerà in forma orale. La prova tenderà a verificare l'avvenuta acquisizione delle conoscenze e delle abilità rientranti tra gli obiettivi del corso.
Verranno poste da 3 a 5 domande relative a diversi settori del programma svolto. Il giudizio sarà attribuito con un voto espresso in trentesimi.
Nella formulazione del giudizio finale troveranno applicazione i seguenti criteri di valutazione: •Mancato superamento dell’esame: insufficiente conoscenza degli istituti oggetto del corso; • Da 18 a 21: conoscenza elementare delle tematiche di cui sopra; presenza di lacune non particolarmente ampie; •Da 22 a 24: conoscenza degli argomenti non particolarmente approfondita, ma completa; • Da 25 a 27: preparazione buona, caratterizzata da linguaggio tecnico adeguato; •Da 28 a 30: preparazione eccellente; linguaggio tecnico e modo di esprimersi puntuale e preciso; • 30 e lode: ulteriori qualità della preparazione desumibili dalla brillantezza e sicurezza nell’esposizione.

Testi

Diritto dei contratti pubblici. Assetto e dinamiche evolutive alla lucedel nuovo codice, del decreto correttivo 2017 e degli atti attuativi, a c. F. Mastragostino, Giappichelli 2017

Altre Informazioni

Per meglio chiarire gli argomenti oggetto del corso alcuni contenuti saranno illustrati con l'ausilio di diapositive, proiettate in aula dalla docente. Saranno anche organizzati approfondimenti in forma seminariale, con l’intervento di professori universitari, avvocati ed esperti. Per i frequentanti si prevedono, inoltre, verifiche periodiche per monitorare, progressivamente, il livello di apprendimento e far fronte alle eventuali difficoltà individuali.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar