Insegnamenti

 

103M - 01/31 DIRITTO AMMINISTRATIVO PROCESSUALE

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
FELICE ​ANCORA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[1/31] ​ ​GIURISPRUDENZA [31/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE648
Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione
Il corso intende favorire la conoscenza critica degli istituti fondamentali del diritto processuale amministrativo (e in generale del sistema di tutela dei cittadini contro i comportamenti e gli atti delle pubbliche amministrazioni), anche con riferimento ai principi del diritto amministrativo sostanziale e alla teoria del processo.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Alla fine del corso gli studenti dovranno possedere un sicuro dominio dei contenuti del programma d’esame. Dovranno anche “ragionare” sugli istituti e sui testi normativi analizzati a lezione, giungendo ad impostare la soluzione di casi concreti.

Autonomia di giudizio
Capacità di leggere e interpretare autonomamente le normative del settore ed effettuare gli opportuni collegamenti sistematici con le fonti costituzionali e sovranazionali, oltre che con le normative sostanziali e processuali.

Abilità comunicative
Esporre e discutere gli argomenti studiati con padronanza di linguaggio. Comunicare le proprie conoscenze in modo chiaro ad interlocutori specializzati e non.

Capacità di apprendimento
Lo studente dovrà essere in grado di aggiornare le conoscenze acquisite e di accrescerle nei sui futuri percorsi di studi attingendo alla dottrina, a fonti normative e giurisprudenziali.



Prerequisiti

Prerequisiti
Conoscenza del diritto costituzionale e del diritto amministrativo sostanziale, nonché nozioni sugli istituti fondamentali del diritto processuale.

Contenuti

I ricorsi amministrativi
Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica
La giurisdizione ordinaria nei confronti della pubblica amministrazione
Il giudice amministrativo
La giurisdizione amministrativa
La legittimazione e l’interesse a ricorrere
Le azioni proponibili (e il concetto di azione)
La competenza
Il ricorso giurisdizionale
Il termine per ricorrere
Il provvedimento impugnabile
La notificazione del ricorso
Il deposito del ricorso e del provvedimento impugnato
La costituzione in giudizio delle controparti e l’intervento
Lo svolgimento del giudizio
L’istanza cautelare
La modificazione della domanda
L’istruttoria
La decisione della causa
La sentenza
Il giudicato
Il giudizio di ottemperanza e di esecuzione
I riti speciali
Il giudizio d’ appello
Il ricorso in cassazione
L’ opposizione di terzo
La revocazione
L’arbitrato
La Corte dei conti
I Tribunali delle acque pubbliche

Metodi Didattici

Lezioni frontali e Seminari. Analisi e discussione in aula di casi e materiali (normativi e giurisprudenziali ) selezionati dal docente.

Verifica dell'apprendimento

L’esame si svolgerà in forma orale. La prova tenderà a verificare l'avvenuta acquisizione delle conoscenze e delle abilità rientranti tra gli "obiettivi del corso".
Verranno poste da 3 a 5 domande relative a diversi settori del programma svolto e tendenzialmente coincidenti con il titolo di un paragrafo del libro di testo (seguite da eventuali richieste di chiarimenti). Il giudizio sarà attribuito con un voto espresso in trentesimi.
Nella formulazione del giudizio finale troveranno applicazione i seguenti criteri di valutazione: •Mancato superamento dell’esame: insufficiente conoscenza degli istituti oggetto del corso; • Da 18 a 21: conoscenza elementare delle tematiche di cui sopra; presenza di lacune non particolarmente ampie; •Da 22 a 24: conoscenza degli argomenti non particolarmente approfondita, ma completa; • Da 25 a 27: preparazione buona, caratterizzata da linguaggio tecnico adeguato; •Da 28 a 30: preparazione eccellente; linguaggio tecnico e modo di esprimersi puntuale e preciso; • 30 e lode: ulteriori qualità della preparazione desumibili dalla brillantezza e sicurezza nell’esposizione.

Testi

Testi consigliati

C. E. GALLO, Manuale di giustizia amministrativa, Giappichelli, 2016 (testo di studio);

nonché, per approfondimenti su argomenti che risultassero meritevoli di essere ulteriormente circostanziati:

Il nuovo diritto processuale amministrativo, a. c. G. P. CIRILLO, Cedam, 2014
Giustizia amministrativa, a. c. F. G. SCOCA, Giappichelli, 2014

Gli studenti devono essere in grado di consultare con rapidità il Codice del processo amministrativo (come gli altri testi normativi fondamentali).Di quest'ultimo esiste un testo costantemente aggiornato nel sito della Giustizia amministrativa.

Altre Informazioni

Altre Informazioni
Per meglio chiarire gli argomenti oggetto del corso alcuni contenuti saranno illustrati con l'ausilio di diapositive, proiettate in aula dal docente. Saranno anche organizzati approfondimenti in forma seminariale, con l’intervento di professori universitari, avvocati ed esperti. Per i frequentanti si prevedono, inoltre, verifiche periodiche per monitorare progressivamente il livello di apprendimento e far fronte alle eventuali difficoltà individuali.


credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar