Curriculum

 

Fabio Pinna took her degree in University of Cagliari (1996-1997), with a dissertation in Medieval Archaeology, titled “Domestic Ceramic from Castello di Monreale (Sardara, Cagliari)”. He tooks Doctorate in Postclassic Archaeology and Antiquity (III-IX century) in University of Rome (2005), with a dissertation in Medieval Archaeology, titled “Gallura in Late Antiquity and middle Âge”.

Since 3 november 2008 he is a researcher (L-ANT 08. Christian and Medieval Archaeology) at the University of Cagliari, in Sardinia (Department of History, Cultural Heritage and Territory), where he teaches from the academic year 2009/2010, with courses of Medieval Archaeology 1 (degree) and Medieval Archaeology 2 (degrees masterful). He teaches Post-medieval Archeology at the School of Specialization in Archaeological Heritage of the University of Cagliari.

He had some contracts of research in Italy and abroad, in particular he had a collaboration in the project P.I.S.A. (integrated planning in archaeological sites) of the European Commission (2000-2001), and another collaboration in the European project “Recouvrement du Potentiel Informatif des Sites Archéologiques Démontés – giSAD” (PIC Interreg IIIB MEDOCC) (2003-2004). Nowadays he collaborates to create  the Medieval Gallura Documentation Centre at Luogosanto

Since 1990 he participated at the archaeological excavations in Sardinia: Cagliari Piazza S. Cosimo (1990), Cornus (1990;1991); castello di Urvei (1990; 1991); castello di Monreale (1992; 1995); Tharros (1998); Ula Tirso (1998-1999). He had directive roles in these excavations: Cagliari S. Eulalia (1999-2000; 2000-2001); Tempio Pausania Casa di Nino di Gallura (2002); Luogosanto Palazzo di Baldu (2001-2002; 2013-2015).

The main points of his research activity are about Late Antiquity and Middle Âge:

– Coarse ware;

– Relationship between Sardinia and Arabs;

– Transformations of the Land;

– Urban archaeology;

– Public Archaeology and Community Archaelogy.

—–

Fabio Calogero Pinna è ricercatore a tempo indeterminato confermato e professore aggregato di Archeologia Cristiana e Medievale (SSD L-ANT/08 Archeologia cristiana e medievale) all’Università degli Studi di Cagliari. Insegna Archeologia Post-medievale nell’ambito della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Ateneo cagliaritano.

Ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale per il ruolo di seconda fascia nel settore concorsuale Archeologia.

FORMAZIONE

1) Maturità classica conseguita presso il Liceo ginnasio statale di Tempio Pausania nell’anno scolastico 1986-1987;

2) Laurea in Lettere con indirizzo classico conseguita presso l’Università degli Studi di Cagliari nell’anno accademico 1996-1997. Tesi in Archeologia Medievale dal titolo “Le ceramiche d’uso comune del Castello di Monreale (Sardara, Cagliari)”;

3) Dottorato di ricerca in Archeologia e Antichità post-classiche (III-XI secolo)-ciclo XVII presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” nell’anno accademico 2003-2004.

 

ALTRE ESPERIENZE PROFESSIONALI

  • Attività professionale come archeologo (operatore di scavo stratigrafico, assistenza alla direzione scientifica e coordinamento delle operazioni sul campo, consulenza archeologica nella redazione di progetti di valorizzazione);
  • Abilitazione per l’insegnamento per le classi 43/A (italiano storia ed educazione civica, geografia nella scuola media) e 50/A (materie letterarie negli istituti di istruzione secondaria di secondo grado) nel concorso ordinario a cattedre, conseguita il 15 settembre 2000; dal 1° settembre 2001 titolare di cattedra a tempo indeterminato; dal 1° settembre 2006 al 1° novembre 2008 collaboratore vicario del dirigente scolastico presso il Convitto nazionale statale Vittorio Emanuele di Cagliari;
  • Iscrizione all’Albo dei Pubblicisti presso l’Ordine del Giornalisti della Sardegna, dal 15 maggio 1997; collaborazione con testate regionali e nazionali.

 

RICERCA

LINEE DI RICERCA

Le principali linee di ricerca riguardano:

  • Forme d’insediamento della Sardegna medievale: rapporto tra problemi storiografici e testimonianze archeologiche;
  • Aspetti e problemi relativi alla produzione e al commercio della ceramica e del vetro medievale e post-medievale nel Mediterraneo;
  • Testimonianze archeologiche e problemi storiografici in relazione ai rapporti tra gli Arabi e la Sardegna nel Medioevo;
  • Problemi topografici e archeologici nel territorio del Giudicato di Gallura;
  • Archeologia pubblica;
  • Didattica e comunicazione dei Beni Culturali.

Dal 2013 è direttore scientifico dell’indagine archeologica nel sito di Santu Stevanu-Lu Palazzu di Baldu (Luogosanto, provincia Olbia-Tempio), nell’ambito della concessione ministeriale al Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio dell’Università di Cagliari.

 

PROGETTI

Partecipa al seguente progetto:

Progetto di Rilevante Interesse Nazionale:

  1. “Archeologia al futuro. Teoria e prassi dell’archeologia pubblica per la conoscenza, tutela e valorizzazione, la partecipazione, la coesione sociale e lo sviluppo sostenibile (coordinatore Giuliano Volpe, Università di Foggia) PRIN Bando 2015.

Ha partecipato ai seguenti progetti:

Progetto di Rilevante Interesse Nazionale:

  1. “Storia e archeologia globale dei paesaggi rurali italiani tra tarda antichità e medioevo: insediamenti, produzioni, chiese, poteri. Sistemi integrati di fonti, metodi, tecnologie” (coordinatore Giuliano Volpe, Università di Foggia) PRIN Bando 2011;

Progetti L.R. 7/2007 Regione Autonoma della Sardegna:

  1. “Funzione ed uso dei nuraghi in età classica e postclassica” (coordinatore Simonetta Angiolillo, Università di Cagliari) Progetto di ricerca di base-Bando Regione Autonoma della Sardegna 2008 L.R. 7/2007;
  2. “700-1100 d.C.: storia, archeologia e arte nei “secoli bui” del Mediterraneo. Dalle fonti scritte, archeologiche ed artistiche alla ricostruzione della vicenda storica: la Sardegna laboratorio di esperienze culturali”(coordinatore Rossana Martorelli, Università di Cagliari) Progetto di ricerca di base-Bando Regione       Autonoma della Sardegna 2008 L.R. 7/2007.
  3. “Romanico e territorio. I materiali costruttivi delle chiese della Sardegna giudicale: nuovi approcci per la valorizzazione, la conservazione e il restauro” (coordinatore Marco Marchi, Università di Cagliari) Progetto di ricerca di base-Bando Regione Autonoma della Sardegna 2009 L.R. 7/2007;

È stato responsabile di unità locale del progetto

Progetto L.R. 7/2007 Regione Autonoma della Sardegna:

  1. “Alle radici dell’identità. Linguaggi e rappresentazioni del potere nella Sardegna medievale” (coordinatore Alessandro Soddu, Università di Sassari) unità di ricerca. Progetto di ricerca di base-Bando Regione Autonoma della Sardegna 2010 L.R. 7/2007

È stato responsabile scientifico del progetto

  1. “Forma, quinte edilizie, cromie e materiali delle piazze e degli spazi pubblici urbani in Sardegna tra Medioevo ed età moderna. Analisi storica e metodologie di recupero” (referente scientifico Fabio Calogero Pinna, Università di Cagliari) Progetto in forma singola attinente l’ambito della conservazione e restauro dei Beni culturali P.O. FSE 2007-2013.

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

  1. PINNA FABIO (2016), Le indagini archeologiche nel sito del Palazzo di Baldu (Luogosanto) e il loro contributo alla conoscenza della Gallura medievale, in Temporis Signa. Archeologia della tarda antichità e del medioevo, Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, Spoleto, vol. X.
  2. PINNA FABIO, ROSSANA MARTORELLI (2015), Dispensa, cucina, mensa: interrelazioni funzionali nell’alto medioevo, in La ceramica di Roma e del Lazio in età medievale e moderna (nuova serie, I). La polifunzionalità nella ceramica medievale (a cura di F. R. Stasolla, G. Annoscia), Società Romana di Storia Patria, Roma, ISBN: 978-88-97808-47-3, p. 31-65.
  3. PINNA FABIO, DANIELE CORDA (2015), Rappresentazione del potere, relazioni politiche e commerciali nel giudicato di Gallura. Il contributo dell’indagine archeologica del Palazzo di Baldu (Luogosanto, OT), in VII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale (Lecce, 9-12 settembre 2015), vol. 2 (a cura di P. Arthur, M. L. Imperiale), All’Insegna del Giglio, Borgo San Lorenzo, ISBN: 9788878146341, p. 334-338.
  4. PINNA FABIO, DANIELE CORDA (2015), Il castello di Medusa (Lotzorai, OG): primi dati e prospettive di ricerca sull’assetto insediativo dell’Ogliastra (Sardegna orientale) in età medievale, in VII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale (Lecce, 9-12 Settembre 2015) vol. 1 (a cura di P. Arthur, M. L. Imperiale), All’Insegna del Giglio, Borgo San Lorenzo, ISBN: 9788878146297, p. 354-358.
  5. PINNA FABIO, DANIELE CORDA (2014), Scambi e circuiti commerciali nella Sardegna medievale: dati archeologici dal Palazzo di Baldu (Olbia-Tempio), in Bulletin de la Société des Sciences Hisotriques et Naturelles de la Corse, vol. CXXXIV, 2, ISSN: 1154-7472, p. 85-111.
  6. PINNA FABIO (2013). Archeologia medievale e identità. Appunti per un ‘profilo archeologico’ della Sardegna catalano-aragonese, in Sardegna e Catalogna officinae di identità. Riflessioni storiografiche e prospettive di ricerca. Studi in memoria di Roberto Coroneo. Atti del seminario di studi (Cagliari, 15 aprile 2011), a cura di Alessandra Cioppi, Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea, Cagliari ISSN 2039-7461
ISBN 978-88-97317-09-8, pp. 279-313.
  7. PINNA FABIO, MUSIO DANIELA (2012). Il vetro nella Sardegna medievale: nuovi dati dall’indagine archeologica del Palazzo di Baldu (Luogosanto, OT), in Il vetro in Italia: testimonianze, produzioni, commerci in età bassomedievale. Il vetro in Calabria: vecchie scoperte, nuove acquisizioni (Università della Calabria Aula Magna, 9-11 giugno 2011), XV Giornate di studio sul vetro AIHV, Collana del Dipartimento di archeologia e storia delle arti, VII, Rossano, 2012, Studio consenso, pp. 323-337, Rossano (CS): Casa Editrice Studio Consenso SrL, ISBN: 978-88-903625-7-6;
  8. PINNA FABIO (2012). La rete insediativa medievale della Sardegna nord-orientale: stato degli studi, nuovi dati archeologici e prospettive di ricerca, in VI Congresso Nazionale di Archeologia Medievale, pp. 436-441, Borgo S. Lorenzo: All’Insegna del Giglio, ISBN: 978-88-7814-543-6, L’Aquila, 12-15 settembre 2012
  9. PINNA FABIO (2011). Una testimonianza del culto di San Simplicio nel territorio di Luogosanto (Olbia-Tempio), in Theologica & Historica, vol. XX, pp. 329-346, ISSN: 1973-6193
  10. PINNA FABIO (2011). Presentazione, in NICOLETTA USAI, Signori e chiese. Potere civile e architettura religiosa nella Sardegna giudicale (XI-XIV secolo), Cagliari: Edizioni AV di Antonio Valveri, ISBN: 8883740726, pp. 9-13.
  11. PINNA FABIO (2011). Area di Olbia, Sistema Omogeneo di Identità Visuale dei Luoghi e degli Istituti di Cultura “Progetto Culturale Sardegna” (responsabile scientifico Attilio Mastino), pp. 1-64, Cagliari: Regione Autonoma della Sardegna
  12. PINNA FABIO (2011). Introduzione, in Tempio. Storia, urbanistica e tradizioni. Sistema Omogeneo di Identità Visuale dei Luoghi e degli Istituti di Cultura. “Progetto Culturale Sardegna”, pp. 2-7, Cagliari: Regione Autonoma della Sardegna
  13. PINNA FABIO (2011). Olbia Medievale, in Olbia, archeologia. Sistema Omogeneo di Identità Visuale dei Luoghi e degli Istituti di Cultura “Progetto Culturale Sardegna”, pp. 41-49, Cagliari: Regione Autonoma della Sardegna
  14. PINNA FABIO (2011). Introduzione in L’Alta Gallura. Territorio, cultura e tradizioni. Sistema Omogeneo di Identità Visuale dei Luoghi e degli Istituti di Cultura “Progetto Culturale Sardegna”, pp. 2-7, Cagliari: Regione Autonoma della Sardegna
  15. PINNA FABIO (2011). Luogosanto, palazzo di Baldu e chiesa di Santo Stefano, in L’Alta Gallura. Territorio, cultura e tradizioni. Sistema Omogeneo di Identità Visuale dei Luoghi e degli Istituti di Cultura “Progetto Culturale Sardegna”, pp. 9-13, Cagliari: Regione Autonoma della Sardegna
  16. PINNA FABIO (2011). Luogosanto, castello di Balaiana e chiesa di San Leonardo, in L’Alta Gallura. Territorio, cultura e tradizioni. Sistema Omogeneo di Identità Visuale dei Luoghi e degli Istituti di Cultura “Progetto Culturale Sardegna”, pp. 15-18, Cagliari: Regione Autonoma della Sardegna
  17. PINNA FABIO (2011). Area di Palau. Sistema Omogeneo di Identità Visuale dei Luoghi e degli Istituti di Cultura “Progetto Culturale Sardegna” (responsabile scientifico Attilio Mastino), pp. 1-64, Cagliari: Regione Autonoma della Sardegna
  18. PINNA FABIO (2010). Le testimonianze archeologiche relative ai rapporti tra gli Arabi e la Sardegna nel medioevo, in RiMe – Rivista dell’Istituto di Storia dell’Europa mediterranea, vol. 4, pp. 11-37, ISSN: 2035-794X
  19. PINNA FABIO (2010). Le preesistenze nell’area della cattedrale, in CORONEO ROBERTO (a cura di), La Cattedrale di Santa Giusta. Architettura e arredi dall’XI al XIX secolo, pp. 47-52, Cagliari: Scuola Sarda, ISBN: 978-88-87758-14-6
  20. PINNA FABIO (2008). Archeologia del territorio in Sardegna. La Gallura tra tarda antichità e medioevo, pp. 1-140, Cagliari: Scuola Sarda, ISBN: 978-88-87758-26-9
  21. PINNA FABIO (2007). Archeologia, storia e identità: una ricerca sul territorio della Gallura tra la tarda antichità e il medioevo, in ANGIOLILLO SIMONETTA, GIUMAN MARCO, PASOLINI ALESSANDRA (a cura di), Ricerca e confronti 2006. Giornate di studio di archeologia e storia dell’arte, pp. 333-340, Cagliari: Edizioni AV
  22. PINNA FABIO (2006). I reperti. Ceramica: Invetriate/smaltate di area islamica; Invetriate/smaltate di area non identificata, in MARTORELLI ROSSANA, MUREDDU DONATELLA (a cura di), Archeologia urbana a Cagliari. L’area di Vico III Lanusei (1996-1997), pp. 245-257, Cagliari: Scuola Sarda Editrice, ISBN: 978-88-87758-34-4
  23. PINNA FABIO (2005). Organizzazione spaziale e relazioni commerciali di un abitato medievale della Gallura (Sardegna): note sugli scavi archeologici nell’area del “Palazzo di Baldu” (Luogosanto), in “Les habitats insulaires à l’èpoque médiévale en Méditerranée, Actes du 128e congrès national des sociètès historiques et scientifiques “Relation, èchanges et coopèration en Mèditerranèe” (Bastia 14-21 aprile 2003). Etudes Corses, vol. 60, pp. 85-103, ISSN: 0338-361X
  24. PINNA FABIO (2005). Una produzione di ceramica comune nei siti tardo-antichi e altomedievali della Sardegna: note sui manufatti decorati a linee polite dallo scavo di S. Eulalia a Cagliari, in 1st International Conference on Late Roman Coarse Wares, Cooking Wares and Amphorae in the Mediterranean: Archaeology and Archaeometry (Barcelona, 14-16 March 2002), BAR International Series, Oxford, vol. 1340, pp. 267-284, ISBN: 1-84171-686-3, ISSN: 0143-3067,
  25. PINNA FABIO (2004). Recensione del volume a cura di CORRIAS PAOLA e COSENTINO SALVATORE. Ai Confini dell’impero. Storia, arte e archeologia della Sardegna bizantina. Aristeo, vol. 1, pp. 346-362
  26. PINNA FABIO (2004). Scavi archeologici nell’area del Palazzo di Baldu, Luogosanto (SS), in Aristeo, vol. 1, pp. 319-321
  27. MARTORELLI ROSSANA, MUREDDU DONATELLA, PINNA FABIO, SANNA ANNA LUISA (2003). Nuovi dati sulla topografia di Cagliari in epoca tardoantica ed altomedievale dagli scavi nelle chiese di S. Eulalia e del S. Sepolcro, in Rivista di Archeologia Cristiana, vol. LXXIX, pp. 372-389, ISSN: 0035-6042
  28. PINNA FABIO (2003). Cagliari, S. Eulalia, 1990-2003, in Archeologia Postmedievale, vol. 7, pp. 307-308, ISSN: 1592-5935
  29. PINNA FABIO (2003). Tempio Pausania, “Casa di Nino di Gallura”, 2002, in Archeologia Postmedievale, vol. 7, pp. 306-307, ISSN: 1592-5935
  30. PINNA FABIO (2003). Oltre la porta dell’ultimo giudice. Tempio. Gli scavi archeologici nella Casa di Nino di Gallura, in Almanacco Gallurese, vol. 11, pp. 86-94
  31. PINNA FABIO (2003). Il corredo funerario nella Sardegna post-medievale: la cripta della chiesa di S. Eulalia a Cagliari. In LUSUARDI SIENA SILVIA (a cura di), Fonti archeologiche e iconografiche per la storia e la cultura degli insediamenti nell’alto medioevo, pp. 323-335, Milano: Vita e pensiero, ISBN: 88-343-0958-8
  32. PINNA FABIO (2002). Ceramica d’uso comune. Vasi a listello e mortai privi di rivestimento/Ceramica con decorazioni lineari polite, in Archeologia Medievale, vol. XXIX, pp. 295-307, ISSN: 0390-0592
  33. PINNA FABIO (2002). Un villaggio medievale nel cuore della Gallura, in Almanacco Gallurese, vol. 10, pp. 77-84
  34. PINNA FABIO (2002). Frammenti di storia sotto S. Eulalia. I risultati delle campagne di scavo 1990-2002, in MARTORELLI ROSSANA, MUREDDU DONATELLA (a cura di). Cagliari. Le radici di Marina. Dallo scavo archeologico di S. Eulalia un progetto di ricerca, formazione e valorizzazione, pp. 33-52, Cagliari: Scuola Sarda Editrice, ISBN: 88-87758-01-8
  35. PINNA FABIO (2002). Archeologi, muratori, fedeli e turisti. La sfida di indagare una chiesa da restituire per intero alla comunità, in MARTORELLI ROSSANA, MUREDDU DONATELLA (a cura di), Cagliari. Le radici di Marina. Dallo scavo archeologico di S. Eulalia un progetto di ricerca, formazione e valorizzazione, pp. 23-31, Cagliari: Scuola Sarda Editrice
  36. PINNA FABIO (2002). Le ceramiche d’uso comune del Castello di Monreale (Sardara). Considerazioni su morfologia e funzione di alcuni recipienti forati, in MARTORELLI ROSSANA (a cura di), Città, territorio, produzione e commerci nella Sardegna medievale. Studi in onore di Letizia Pani Ermini offerti dagli allievi sardi per il settantesimo compleanno, pp. 418-432, Cagliari: AM&D Edizioni, ISBN: 88-86799-59-4
  37. CARA STEFANO, CARCANGIU GIANFRANCO, PINNA FABIO, TAMANINI MASSIMO (2002). Studio archeologico e archeometrico sulle ceramiche islamiche di Uthina: analisi di una prima campionatura, in SOTGIU GIOVANNA, BEN HASSEN HABIB, CORDA ANTONIO MARIA (a cura di), Scavi Archeologici ad Uthina (1995-2001)/Fouilles Archèologiques à Uthina (1995-2001) 1. Lo scavo e le ricerche in corso/La fouille et les recherches en cours, pp. 101-119, Cagliari: Edizioni AV, ISBN: 88-88065-11-3
  38. CARRADA FRANCESCA, ARRU MARIA GRAZIA, PINNA FABIO (2001). La ceramica medievale in Sardegna: l’esempio del castello di Monreale, in “Archèologie et histoire de la Sardaigne médiévale”. Actes de la table ronde de Rome, 14 et 15 novembre 1997, rèunis par Jean-Michel Poisson. Mélanges de l’École Française de Rome. Moyen Age, tome 113-1-2001, pp. 57-91, ISSN: 1123-9883.

ALTRI TITOLI

  • È membro della Consulta Universitaria per le Archeologie postclassiche;
  • È membro della SAMI (Società Archeologi Medievisti Italiani);
  • È membro della AIHV (Association International pour l’Histoire du Verre);
  • È membro della SAIC (Scuola Archeologica Italiana di Cartagine)

DIDATTICA

DIDATTICA UNIVERSITARIA

Incarichi di insegnamento

  • Dall’anno accademico 2009-2010 è stato continuativamente docente incaricato per i seguenti insegnamenti presso l’Università degli Studi di Cagliari:

1) Archeologia cristiana e medievale 1 (modulo B) nei corsi di laurea triennale in Beni Culturali, Lettere (30 ore, 6 CFU);

2) Archeologia cristiana e medievale 2 (modulo B) nei corsi di laurea magistrale in Archeologia e Storia dell’Arte, Storia e Società (30 ore, 6 CFU);

3) Dall’anno accademico 2010-2011 è docente di Archeologia postmedievale presso la Scuola di specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Cagliari (30 ore, 5 CFU).

Tesi di laurea

  • Dall’anno accademico 2009-2010 a oggi ha seguito, in qualità di primo relatore, 39 tesi di laurea (16 per i corsi di Laurea specialistica, magistrale o a ciclo unico V.O., 23 per i corsi laurea triennale); è stato, inoltre, secondo relatore per 46 di laurea (21 per i corsi di Laurea specialistica, magistrale o a ciclo unico V.O., 25 per i corsi laurea triennale).
  • Dall’anno accademico 2010-2011 ha seguito, in qualità di docente tutor, 4 elaborati finali-progetti conclusivi della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Cagliari.

Partecipazione a Dottorati di ricerca

  • Nell’anno accademico 2009-2010 ha fatto parte della commissione esaminatrice della Scuola di Dottorato di ricerca in “Storia, Letterature e Culture del Mediterraneo” (sede amministrativa Università di Sassari, sedi consorziate Università di Cagliari, Cassino, Bologna, Tuscia).
  • Dall’anno accademico 2010-2011 al 2012-2013 ha partecipato al collegio della Scuola di Dottorato di ricerca in “Storia, Letterature e Culture del Mediterraneo” (sede amministrativa Università di Sassari, sedi consorziate Università di Cagliari, Cassino, Bologna, Tuscia).
  • Dall’anno accademico 2013-2014 partecipa al collegio del dottorato in “Storia, Beni Culturali e Studi internazionali” (sede Università di Cagliari Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio).
  • Nell’anno accademico 2015-2016 ha fatto parte della commissione esaminatrice Dottorato di ricerca in “Archeologia ” (Università di Roma ‘La Sapienza’).

 

 

PARTECIPAZIONE ALLA GESTIONE DELL’UNIVERSITà

PARTECIPAZIONE A COMMISSIONI

Dal 2010 è membro, in qualità di docente autovalutatore, della CAV (Commissione di Autovalutazione) per i corsi di laurea in Beni Culturali, Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università di Cagliari (dall’11 novembre 2016 è coordinatore di tale commissione);

Dal 2015 è membro della commissione SUA-RD (Scheda Unica di Annuale di Ricerca del Dipartimento) del Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio dell’Università di Cagliari.

È membro della Commissione Orientamento del Consiglio di classe per le lauree in Scienze dei Beni Culturali dell’Università di Cagliari.

Partecipazione a comitati editoriali di riviste

Dall’aprile 2010 è direttore responsabile e journal manager di ArcheoArte. Rivista di Archeologia e Arte del Dipartimento di Scienze Archeologiche e Storico-Artistiche (ora Storia, Beni Culturali e Territorio).

 

DIVULGAZIONE E TERZA MISSIONE

 

  • Dal 2011 coordina le attività di ricerca e didattica del Laboratorio di Didattica e Comunicazione dei Beni Culturali attivato presso il Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio.
  • Dal 2010 coordina le attività laboratoriali del progetto Gallura ArcheoMed, collegate dell’indagine archeologica nel sito di Santu Stevanu-Lu Palazzu di Baldu (Luogosanto, provincia Olbia-Tempio) alle indagine territoriali nella Sardegna nord-orientale e alle iniziative di archeologia pubblica nel territorio gallurese.
  • Dal 2013 è rappresentante dell’Università di Cagliari nel comitato tecnico-scientifico regionale e nel comitato tecnico per Cagliari della manifestazione Monumenti Aperti.

 

Cagliari, 20 febbraio 2017

 Scritto da alle 20:15
credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar