Insegnamenti

 

119L - 01/32 DIRITTO INDUSTRIALE

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
ELISABETTA ​LOFFREDO (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[1/32] ​ ​SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI [32/10 - Ord. 2017] ​ ​Operatore giuridico d'impresa648
Obiettivi

A. conoscenza e capacità di comprensione: lo studente acquisirà la conoscenza e la comprensione dei principi fondamentali degli istituti della proprietà intellettuale, delle fonti nazionali, europee e internazionali, della ratio e degli interessi coinvolti.

B. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente acquisirà la capacità di individuare e di applicare principi e concetti del diritto della proprietà intellettuale, e di analizzare le principali questioni sulla proprietà intellettuale, anche tramite l'analisi dei dati normativi e di casi giurisprudenziali.

C. Autonomia di giudizio: lo studente svilupperà le proprie capacità di analisi e di giudizio critico sugli istituti del diritto della proprietà intellettuale, in relazione alla ratio e agli interessi tenuti in considerazione dalle norme. Per lo studente del percorso Operatore giuridico d'impresa, in particolare, il corso permetterà di acquisire competenze e capacità operative autonome sui temi dei segni distintivi e dell'innovazione di interesse delle imprese private e pubbliche, per un suo più agevole inserimento nel mercato del lavoro.

D. Abilità comunicative lo studente acquisirà la capacità di impiegare correttamente ed efficacemente il lessico proprio del diritto della proprietà intellettuale, nell'espressione orale e scritta.

E. Capacità di apprendimento: il corso contribuirà ad accrescere la capacità di apprendimento dello studente per la prosecuzione del proprio percorso formativo, sviluppando le proprie capacità di studio e di analisi di problemi giuridici attraverso l'analisi guidata di casi. Per lo studente del percorso Operatore giuridico d'impresa, in particolare, il corso permetterà di acquisire competenze e capacità operative rispetto alle esigenze delle imprese private e pubbliche, per un suo più agevole inserimento nel mercato del lavoro.

Prerequisiti

E prevista la propedeuticità di Istituzioni di diritto privato ai fini del sostenimento della prova desame. La conoscenza degli istituti del diritto commerciale è consigliata, ma non è necessario aver superato l'esame.

Contenuti

Il corso è dedicato alle regole legislative e agli indirizzi applicativi in tema di (a) segni distintivi, (b) tutela dell' innovazione tecnologica (brevetti e modelli), (c) diritto d'autore sulle opere dell'ingegno e diritti connessi.

Gli istituti verranno studiati con particolare attenzione alla prospettiva dell'adeguato bilanciamento tra interessi collettivi e interessi individuali coinvolti realizzato attraverso le tecniche di tutela corrispondenti ai diversi diritti di proprietà intellettuale e alla logica dell'incentivo all'innovazione e dello sviluppo sostenibile.

Nelle lezioni verranno trattati i temi (in ordine di svolgimento):

1. Il diritto della proprietà intellettuale: le entità (marchi, brevetti, diritto d'autore e diritti connessi) e le tecniche di protezione
2. Le tendenze protezionistiche nel diritto della proprietà intellettuale
3. Il sistema delle fonti: fonti italiane, europee e internazionali
4. Il marchio: requisiti di accesso e tutela
5. Il brevetto: requisiti di accesso e tutela
5.1. incentivi all'innovazione, innovazione sostenibile, brevetti biotecnologici
6. Il diritto d'autore e i diritti connessi e la Direttiva UE sul diritto d'autore nel mercato unico digitale
7. Proprietà intellettuale e regole del mercato
8. La gestione e il trasferimento delle privative e delle tecnologie, anche nelle reti telematiche

Metodi Didattici

La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, con modalità adeguate a rendere fruibile l'insegnamento a tutti gli studenti interessati, qualunque sia la modalità della loro partecipazione alla didattica. Ogni studente, all'inizio del semestre può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno per la modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula.

Il corso è erogato per la laurea in Scienze dei servizi giuridici, ma può essere seguito anche da studenti iscritti ad altri corsi di laurea, in particolare, di Giurisprudenza.

L'insegnamento, della durata di 48 ore, si articolerà in: lezioni frontali (36 h); analisi e discussione partecipata di casi in aula (o sulla piattaforma per l'e-learning scelta dall'Ateneo per gli studenti che hanno optato per la didattica a distanza), seminari di approfondimento anche con la partecipazione di esperti e studiosi esterni (12 h)


Esame orale, diretto ad accertare la conoscenza degli istituti che fanno parte del programma, la capacità di istituire collegamenti tra essi e di affrontare in termini sistematici e consapevoli la disciplina. La valutazione sarà espressa in 30 esimi: il voto sarà graduato in funzione della conoscenza (da elementare a eccellente) degli istituti e delle capacità dimostrate dallo studente di aver compreso il sistema e il metodo del diritto della proprietà intellettuale, di saper rintracciare le norme di riferimento e utilizzare il lessico proprio della disciplina, della sua complessiva partecipazione attiva alle iniziative didattiche.

Per i soli studenti frequentanti sono previste prove intermedie parziali (elaborati in forma scritta, analisi di questioni e casi, o discussione di letture di approfondimento), che saranno fruibili anche agli studenti che frequentano a distanza.
L'esame finale per gli studenti frequentanti che hanno sostenuto le prove intermedie consisterà nella presentazione individuale di letture specialistiche e di studio di casi.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale, diretto ad accertare la conoscenza degli istituti che fanno parte del programma, la capacità di istituire collegamenti tra essi e di affrontare in termini sistematici e consapevoli la disciplina. La valutazione sarà espressa in 30 esimi. Il voto sarà graduato in funzione della conoscenza (da elementare a eccellente) degli istituti e delle capacità dimostrate dallo studente di aver compreso il sistema e il metodo del diritto della proprietà intellettuale, di saper rintracciare le norme di riferimento e utilizzare il lessico proprio della disciplina, e della sua complessiva partecipazione attiva alle iniziative didattiche.

Per i soli studenti frequentanti sono previste prove intermedie parziali (elaborati in forma scritta con analisi di questioni e casi, discussione di letture di approfondimento) sugli argomenti oggetto del corso. Le prove intermedie non sono obbligatorie: ciascuno studente frequentante potrà liberamente scegliere di sostenerle o no.

L'esame finale per i soli studenti frequentanti che hanno superato le prove intermedie consisterà nella presentazione individuale di letture specialistiche e di studio di casi sulle residue parti del programma.

Le indicazioni sulle prove di esame e prova valutativa intermedia si riferiscono ad attività da svolgersi in presenza. Nel perdurare dell’emergenza epidemiologica è possibile che le prove di esame abbiano svolgimento a distanza, attraverso le piattaforme indicate dall’Ateneo. Per la prova valutativa intermedia il docente si riserva di indicare le modalità di svolgimento più adeguate e tali da consentire a tutti gli studenti frequentanti, qualunque sia la forma della loro partecipazione alla didattica, di effettuarla.

Testi

PROGRAMMA D'ESAME PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI

Agli studenti frequentanti al termine della trattazione di ciascun tema saranno rese disponibili le slide delle lezioni.

Per le nozioni e i concetti complementari rispetto a MARCHI E BREVETTI gli studenti possono far riferimento a
- Manuale di diritto commerciale, a cura di M. Cian, 3° ed., Torino, 2019 pp. 98 -128,

oppure a

AA.VV. Diritto industriale. Proprietà intellettuale e concorrenza, VI^ed., Torino, Giappichelli, 2020, pagine corrispondenti agli istituti trattati a lezione.

Per il DIRITTO D'AUTORE tutti i materiali di riferimento (letture di approfondimento, casi oggetto di discussione, materiali individuali di presentazione all'esame finale) saranno messi a disposizione dal docente nel corso della parte conclusiva del corso.



PROGRAMMA D'ESAME PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI
Gli studenti non frequentanti possono scegliere liberamente su uno dei 3 programmi indicati di seguito, in relazione ai loro specifici interessi.

Programma su segni distintivi e concorrenza sleale.
Testo di riferimento : A. VANZETTI - V. DI CATALDO, Manuale di diritto industriale, VIII edizione, Milano, Giuffré, 2018, pp. 3- 320
.
oppure
Programma su brevetti e diritto del mercato
Testo di riferimento: AA.VV. Diritto industriale. Proprietà intellettuale e concorrenza, VI^ed., Torino, Giappichelli, 2020;
pp. 209-349; 459-584

oppure
Programma su brevetti e diritti d'autore e connessi
Testo di riferimento: AA.VV. Diritto industriale. Proprietà intellettuale e concorrenza, VI^ed., Torino, Giappichelli, 2020;
pp. 209-349; 623-764

In tutti i casi è necessaria la costante consultazione delle norme richiamate nei manuali, nel loro testo aggiornato

Altre Informazioni

riferimenti ai casi oggetto di analisi e discussione saranno pubblicati sulla pagina web docente durante lo svolgimento del corso

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar