Insegnamenti

 

105M - 01/31 DIRITTO COMMERCIALE

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
ELISABETTA ​LOFFREDO (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[1/31] ​ ​GIURISPRUDENZA [31/00 - Ord. 2017] ​ ​PERCORSO COMUNE1296
Obiettivi

Obiettivi del corso

A. Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente acquisirà la conoscenza dei princìpi giuridici e della disciplina applicabile allimpresa nella sua dimensione individuale e collettiva, privata e pubblica, nazionale e transnazionale; conoscerà e comprenderà gli aspetti metodologici propri della disciplina del diritto commerciale e la sua autonomia rispetto agli altri ambiti del diritto privato

B. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente acquisirà la capacità di inquadrare istituti e valutare fattispecie con connotazioni di tipo imprenditoriale, di individuare ed applicare principi e criteri di soluzione per le principali questioni controverse nel diritto delle imprese e delle società, anche tramite lanalisi dei dati normativi e di casi giurisprudenziali
C. Autonomia di giudizio: lo studente svilupperà le proprie capacità di analisi e di giudizio critico sugli istituti del diritto dellimpresa e delle società, in relazione alla ratio e agli interessi tenuti in considerazione dalle norme.

D. Abilità comunicative lo studente acquisirà la capacità di esprimere in modo corretto ed appropriato le conoscenze acquisite, impiegare correttamente ed efficacemente il lessico proprio del diritto commerciale, nella espressione orale e scritta.

E. Capacità di apprendimento: il corso contribuirà ad accrescere la capacità di apprendimento e di continuo aggiornamento e approfondimento delle tematiche trattate, per la prosecuzione del percorso formativo magistrale, sviluppando le capacità di studio individuale e di autovalutazione della propria preparazione anche tramite esercizi guidati in aula.

Prerequisiti

Per poter sostenere la prova desame è prevista la propedeuticità di Istituzioni di diritto privato. In quest'ambito è: indispensabile la conoscenza della disciplina generale delle obbligazioni e dei contratti; importante la conoscenza dei princìpi in materia di responsabilità per fatto illecito; utile la conoscenza degli elementi distintivi delle persone fisiche e delle persone giuridiche.

Contenuti

Nel corso sono compresi tutti i seguenti argomenti (secondo l'ordine di trattazione):

1. L'impresa e le tipologie di imprenditore: fattispecie e discipline
2. L'azienda e la sua circolazione
3. L'impresa nel mercato
4. Le forme di cooperazione tra imprese
5. I titoli di credito e gli strumenti di pagamento
6. La crisi dell'impresa
7. Le società
8. L'articolazione del rischio di impresa
9. Il ricorso delle società al mercato dei capitali di rischio: princìpi e fonti


I contenuti disciplinari sono gli stessi qualunque sia l’opzione effettuata dallo studente (didattica in presenza o a distanza, v. sez. seguente).

Metodi Didattici



La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online. Ogni studente, all'inizio del semestre può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno per la modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula.

Il corso è articolato in 96 ore, così ripartite:

- 90 ore dedicate a lezioni frontali sui temi e secondo larticolazione indicata nella sezione Contenuti, didattica integrativa di tipo seminariale, esercitazioni anche su casi giurisprudenziali e soluzione di casi pratici;
- 4 ore di esercizi di autovalutazione in aula
- 2 ore di prova valutativa intermedia
Per la migliore realizzazione di talune attività pratiche può essere prevista la partecipazione di rappresentanti di categorie professionali o esperti della materia.

Nel perdurare dell’emergenza epidemiologica le attività pratiche (esercitazione ed esercizi di autovalutazione) potranno svolgersi con modalità diverse, su piattaforme rese disponibili o indicate dall’Ateneo, che saranno rese note all’inizio del corso.

Verifica dell'apprendimento

Le conoscenze acquisite costituiranno oggetto di esame orale diretto alla verifica dell'apprendimento e della comprensione degli argomenti indicati nella sezione Contenuti, della capacità analitica e argomentativa nell'applicazione dei princìpi che regolano la materia, della proprietà di linguaggio e della visione sistematica degli istituti esaminati, da valutarsi in base ai criteri sotto riportati.
Per superare lesame lo studente dovrà dimostrare:
1) conoscenza dei contenuti del corso
2) autonomia di giudizio nel valutare gli istituti e le fattispecie oggetto desame
3) capacità di esprimersi con un linguaggio anche giuridicamente appropriato
4) capacità di inquadramento degli istituti, di individuazione ed applicazione della disciplina a casi pratici.

Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi determinato tenendo conto dei seguenti elementi:

1) Mancato superamento della prova: insufficiente conoscenza dei contenuti del corso, insufficiente capacità valutativa e argomentativa.
2) da 18 a 21: preparazione sufficiente o appena più che sufficiente; conoscenza minima degli istituti e delle problematiche affrontate nel corso; presenza di lacune non particolarmente rilevanti;
3) da 22 a 24: preparazione media caratterizzata da non particolare approfondimento e da lacune colmabili nel prosieguo del percorso formativo complessivamente considerato;
4) da 25 a 27: preparazione nel complesso buona anche se non particolarmente approfondita; linguaggio tecnico e capacità espressiva adeguata;
5) da 28 a 30: preparazione ottima od eccellente; linguaggio tecnico e capacità espressiva puntuale e precisa;
6) 30 e lode: preparazione, linquaggio tecnico, capacità espressiva e argomentativa di massimo livello.

Per i soli studenti frequentanti è prevista una prova scritta valutativa intermedia (non obbligatoria), il cui superamento esonera dalla verifica finale per la corrispondente parte. La prova valutativa intermedia sarà svolta dopo circa un terzo delle attività didattiche programmate, preceduta da esercitazioni in aula dirette all'autovalutazione. La prova valutativa consisterà in domande a risposta sintetica aperta, eventualmente riferite anche a casi pratici, e verterà su diritto dell'impresa, titoli di credito e disciplina della crisi dell'impresa e dell'insolvenza. La valutazione della prova intermedia sarà espressa con un giudizio qualitativo sintetico (sufficiente, discreto, buono, ottimo).

Ai fini dell’ammissione alla prova valutativa intermedia la frequenza sarà accertata con raccolta delle firme di presenza o con diverse modalità per gli studenti che frequentano a distanza.

La validità della prova valutativa intermedia è limitata all'anno solare di frequenza.

La successiva prova finale si svolgerà in forma di esame orale sulle restanti parti del programma; il voto, espresso in 30 esimi e graduato come per la prova degli studenti non frequentanti, terrà conto, inoltre, del risultato della prova intermedia, della costante e attiva partecipazione dello studente all'intero svolgimento della didattica e alle iniziative didattiche organizzate.



Le indicazioni relative alle prove di esame e alla prova scritta valutativa intermedia si riferiscono ad attività da svolgersi in presenza. Nel perdurare dell’emergenza epidemiologica è possibile che le prove di esame abbiano svolgimento a distanza, attraverso le piattaforme indicate dall’Ateneo, mentre per la prova valutativa intermedia il docente si riserva di indicare le modalità di svolgimento più consone alla situazione contingente e tali da consentire comunque a tutti gli studenti frequentanti di effettuarla.

Testi

A scelta dello studente il programma desame può essere preparato (alternativamente) su:

- CIAN M. (a cura di), Manuale di diritto commerciale, 3a edizione, Torino, Giappichelli, 2019, limitatamente alle seguenti parti:
pp. 1 - 97;
pp. 104 - 119
pp. 161 - 192
pp. 270 - 674
pp. 730 - 744

oppure

G. F. CAMPOBASSO, Manuale di diritto commerciale, a cura di M. Campobasso, UTET giuridica, VII edizione, 2017:

pp. 1 - 78
pp. 89 157
pp. 338 - 369
pp. 501 544

(NB. chi fosse già in possesso della VI edizione, 2015, può continuare a utilizzarla. In tal caso le pagine di riferimento sono: pp. 1-72; pp. 95-167; pp. 356-389; pp. 530-577)

unitamente a:

- CIAN M. (a cura di), Manuale di diritto commerciale, 3a edizione, Torino, Giappichelli, 2019, limitatamente alla disciplina del Codice della crisi e dellinsolvenza:

pp. 283 306

e a:

G. F. CAMPOBASSO, Diritto Commerciale. Vol. 2. Diritto delle società, a cura di M. Campobasso, UTET giuridica, IX edizione, 2015:

pp. 135 248
pp. 283 - 593


Ancora in alternativa ai testi sopra indicati, il programma potrà essere studiato su:

- G. PRESTI - M. RESCIGNO, Corso di diritto commerciale, IX edizione, Zanichelli, 2019,
escluse le parti dedicate ai contratti (lezioni VI, VII, VIII, IX e X da omettere).
Per la disciplina della crisi d’impresa andranno omesse la lezione XIV e la lezione XV, sostituite dallo studio di CIAN M. (a cura di), Manuale di diritto commerciale, 3a edizione, Torino, Giappichelli, 2019, parte dedicata a Il Codice della crisi e dell’insolvenza, pp. 283 – 306.
Della lezione XVI (le altre procedure concorsuali) vanno omessi soltanto i paragrafi 4, 4.1, 4.2, 4.3, 4.4.


NB. Gli studenti che avessero già acquistato la 2a edizione del Cian (2018), oppure la VIII edizione del Presti -Rescigno (2017) possono continuare a utilizzare tali edizioni. Verranno segnalate a lezione le parti da integrare.



Ai fini della preparazione dell'esame occorre disporre del codice civile aggiornato (2019 o 2020) ed è necessaria la costante consultazione delle norme durante lo studio.

Altre Informazioni

PROGRAMMA PER L'INTEGRAZIONE DI 3 CFU

Il programma desame per lintegrazione di 3 crediti rispetto ai 9 CFU già conseguiti sulla disciplina in una laurea triennale o altrimenti, è rappresentato da:

- CIAN M. (a cura di), Manuale di diritto commerciale, 3a edizione, Torino, Giappichelli, 2019:
pp. 569 608
unitamente a

E. DESANA, Limpresa fra tradizione e innovazione, Torino, 2018
pp. 147 215


PROGRAMMA PER STUDENTI ERASMUS
Il programma desame per gli studenti Erasmus comprende:

- Diritto dellimpresa e disciplina dellazienda
- Diritto delle società
- Titoli di credito

Per la preparazione della prova si consiglia il seguente testo:

G. F. CAMPOBASSO, Manuale di diritto commerciale, a cura di M. Campobasso, UTET giuridica, VII edizione, 2017:
pp. 1 78
pp. 89 381
pp. 501 544

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar