Insegnamenti

 

Per le studentesse e gli studenti dei CdS in PSICOLOGIA: dall’a.a. 2019-20 non sarò più titolare degli insegnamenti presso i CdS in Psicologia, per i quali bisognerà fare riferimento al/la nuova docente incaricato/a. Gli appelli dell’a.a. 2018-19 saranno dunque gli ultimi che terrò per il CdS. 

Grazie a tutti/e per la collaborazione, cl.c.

30/45/119 - SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
CLEMENTINA ​CASULA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[30/45] ​ ​PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DEI PROCESSI SOCIO-LAVORATIVI [45/00 - Ord. 2012] ​ ​PERCORSO COMUNE860
Obiettivi

OBIETTIVI FORMATIVI, CONOSCENZE E ABILITA’ ATTESE DEL CORSO
Il corso propone agli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Psicologia una prospettiva teorica macro all’interno della quale ricomprendere diverse tematiche già affrontate nei vari corsi dell’area psicologica, integrando e ripensando le proprie conoscenze specifiche alla luce della complessità implicata dai processi di regolazione sociale e valutando i vantaggi offerti da un approccio di ricerca e analisi interdisciplinare e a metodologia mista. Le lezioni frontali presentano i riferimenti teorico-concettuali e gli strumenti analitici necessari per poter leggere, analizzare ed interpretare criticamente le recenti trasformazioni che attraversano i processi economici e del lavoro nelle società industrializzate contemporanee.
Gli approfondimenti seminariali, che prevedono il coinvolgimento diretto degli studenti, portano ad applicare tali conoscenze teoriche e generali acquisite a casi concreti conosciuti (relativi, ad esempio, al contesto regionale o nazionale, o legati all’attualità), sviluppando capacità di pensiero critico e abilità comunicative. Gli studenti che, avendo scelto lo status di “frequentante attivo” (regolare presenza alle lezioni e preparazione approfondimenti ed esercitazioni) superano le prove in itinere previste a metà percorso, saranno inoltre accompagnati nella realizzazione di una piccola ricerca empirica, la quale consentirà loro di rafforzare la propria consapevolezza metodologica affinando la conoscenza teorica e pratica dei principali strumenti di rilevazione ed analisi della ricerca sociale e delle regole fondamentali dell’argomentazione e della comunicazione scientifica.

Prerequisiti

PREREQUISITI FORMATIVI
Corso di Sociologia generale (terminologia di base; conoscenza del pensiero dei "classici" e delle principali scuole sociologiche; inquadramento storico-concettuale del processo di modernizzazione delle civiltà occidentali).
Corso di Statistica (elementi di statistica descrittiva; capacità di base di lettura, analisi ed elaborazione dei dati).

Contenuti

CONTENUTI DEL CORSO
Il corso adotta l’approccio allo studio dei processi economici della sociologia economica, paradigma teorico che evidenzia il rapporto bidirezionale esistente tra società e sfera economica. Riconosciuta la variabilità nello spazio e nel tempo delle forme economiche, l’approccio postula quindi l’importanza dell’indagine storico-empirica e della comparazione come strumenti euristici ed analitici delle scienze sociali.
La validità di tale paradigma e dei suoi strumenti d’indagine sarà apprezzata considerando durante il corso l’evoluzione dei sistemi di welfare, dal Trentennio Glorioso fino alla sua crisi, per soffermarsi sulle traiettorie attuali di cambiamento. Saranno definite a livello teorico le principali strategie, adottate nei diversi sistemi, per cercare di ricalibrare il welfare state a fronte di vecchi e nuovi rischi sociali, considerando poi come sono tradotte nella pratica in riferimento a diversi settori di policy (politiche contro la povertà, abitative, di sostegno alle transizioni scuola-lavoro, di conciliazione cura-lavoro, di long-term care, per gli immigrati). La seconda parte del corso è dedicata ad un ambito centrale del campo economico, ovvero il lavoro. Saranno presentate le principali categorie concettuali e statistico-operative da utilizzare nell’analisi del mercato del lavoro, considerato nello specifico in riferimento al tema della nuova partecipazione delle donne, ai modelli di disoccupazione, alle nuove forme di lavoro flessibile e al tema della precarietà. Un’attenzione particolare, durante il corso, sarà riservata all’analisi del caso italiano, letto in ottica comparata all’interno del quadro internazionale ed europeo e, all’interno del quadro nazionale, al caso della Sardegna.

Metodi Didattici

METODI DIDATTICI
La logica didattica del corso è ispirata all’approccio del cooperative learning e prevede lo sviluppo di una serie di skills (capacità di ascolto, autonomia di giudizio, abilità comunicative) attraverso il coinvolgimento diretto e la partecipazione attiva degli studenti, sia durante le tradizionali lezioni frontali (che, a chi intende seguire come partecipante attivo, si richiede di frequentare preparandole regolarmente) sia nelle attività di tipo seminariale volte all’approfondimento e aggiornamento di alcuni dei temi affrontati e dei dati considerati a lezione. La distribuzione delle ore secondo le diverse modalità didattiche (le quali seguono gli obiettivi specificati nel primo paragrafo) è approssimativamente di 60% per le lezioni teoriche e 40% per le attività seminariali o esercitazioni, ma tale equilibrio è flessibile alle diverse esigenze emerse durante il corso (prima dell’inizio del corso sarà pubblicato un programma con un calendario dettagliato, aggiornato durante lo svolgimento delle lezioni). Coerentemente con la logica summenzionata, si consiglia di sostenere gli esami durante o subito dopo la fine del corso e comunque nell’anno accademico di riferimento, al fine di mettere a frutto le conoscenze e capacità maturate e per proseguire regolarmente nel proprio percorso di studi (annualmente il programma è soggetto a revisioni, dettate da ragioni didattiche o aggiornamenti tematici).

Verifica dell'apprendimento

MODALITA’ DI VERIFICA E VALUTAZIONE
Per gli studenti che scelgono la modalità di “frequentante attivo” sono previste, oltre ad una serie di verifiche informali durante le lezioni (sia frontali che seminariali) una prova in itinere realizzata a metà percorso, che consiste in un compito scritto basato su alcune domande aperte sui temi principali della prima parte del programma ed un seminario di gruppo su un tema specifico. Chi, avendo superato la prova, accetta il voto riportato potrà completare l’esame realizzando un’attività di ricerca empirica da presentare a fine corso, in modalità o di gruppo (i seminari) o individuale (l’articolo scientifico).
Per gli studenti che non frequentano regolarmente (o per chi non supera la prova in itinere o ne rifiuta il voto) la prova di esame si basa su un compito scritto, che prevede alcune domande aperte sui principali temi del programma completo (testi di base e libro a scelta).
In tutti i casi, la valutazione si baserà comunque sulle seguenti dimensioni: l’accertamento del grado di conoscenza e comprensione riportato sulle principali tematiche del corso (legate ad una lettura sociologica dei processi economici e del lavoro nelle società industrializzate contemporanee); il livello di autonomia mostrato nella riorganizzazione di tali conoscenze, identificando le interconnessioni tra tematiche e tra diversi approcci disciplinari; la padronanza del linguaggio scientifico e della chiarezza della struttura argomentativa mostrata nella comunicazione delle proprie conoscenze.

Testi

TESTI DI RIFERIMENTO
Testi di base (obbligatori):
1) RANCI C., PAVOLINI E. (2015), Le politiche di welfare, Il Mulino, Bologn; parte I e 1 capitolo a scelta parte II.
2) REYNERI E. (2005, nuova edizione 2011) Sociologia del mercato del lavoro, vol. I –
Il mercato del lavoro tra famiglia e welfare, Il Mulino, Bologna, capp. 1-4.

Lista approfondimenti per chi non frequenta attivamente (1 testo a scelta dello studente):
BERTOLINI, S. (2012), Flessibilmente giovani. Percorsi lavorativi e transizione alla vita adulta nel nuovo mercato del lavoro, Il Mulino, Bologna.
BERTONI, F. (2016), UNIVERSITALY. La cultura in scatola, Laterza, Roma-Bari.
BOTTAZZI, G. (1999), Eppur si muove! Saggio sulle peculiarità del processo di modernizzazione in Sardegna, CUEC, Cagliari.
GALLINO, L. (2008), Il lavoro non è una merce. Contro la flessibilità, Laterza, Roma.
GALLINO, L. (2014), Vite rinviate. Lo scandalo del lavoro precario, Laterza, Roma.
HOCHSCHILD, A.R. (2006), Per amore o per denaro. La commercializzazione della vita intima, Il Mulino, Bologna.
HUGHES, E.C. (2010), Lo sguardo sociologico (introduzione di M. Santoro), Il Mulino, Bologna.
RIFKIN, J. (1995), La fine del lavoro. Il declino della forza lavoro globale e l’avvento dell’era post-mercato, Mondadori, Milano.
SARACENO, C. (2011), Cittadini a metà. Come hanno rubato i diritti degli italiani, Rizzoli, Milano.
SENNET, R. (2007), L’uomo flessibile. Le conseguenze del nuovo capitalismo nella vita personale, Feltrinelli, Milano.
STIGLITZ, J.E. (2002), La globalizzazione e i suoi oppositori, Einaudi, Torino.
SWEDBERG, R. (1994), Economia e sociologia. Conversazioni con Becker, Coleman, Akerlof, White, Granovetter, Williamson, Arrow, Hirschman, Olson, Schelling e Smelser (presentazione di C. Trigilia), Donzelli, Roma.

Approfondimenti per i “frequentanti attivi”: indicati a lezione.

Gli studenti Erasmus possono concordare un programma basato su testi in inglese (per ulteriori dettagli, contattare la docente all’indirizzo email: clcasula@unica.it).

Altre Informazioni

ALTRE INFORMAZIONI
Ulteriori indicazioni su materiale di verifica e approfondimento saranno fornite a lezione e nel sito della docente. Ai fini di una organizzazione ottimale delle prove di esame, si raccomanda agli studenti il corretto utilizzo del sistema esse3 di prenotazione esami, che prevede la prenotazione e anche la cancellazione dell’iscrizione tramite i servizi online (non attraverso comunicazioni alla docente).

COME CONTATTARE LA DOCENTE :
- prima o dopo la lezione;
- per email: clcasula@unica.it;
- telefonicamente: 070/675.3746;
- presso il suo studio, previo appuntamento concordato per email: Dipartimento di Studi Sociali e delle Istituzioni (ex-Facoltà di Scienze Politiche), V.le S. Ignazio, 78 (Cagliari), II piano, studio 12.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar