Insegnamenti

 

Per le studentesse e gli studenti dei CdS in PSICOLOGIA: dall’a.a. 2019-20 non sarò più titolare degli insegnamenti presso i CdS in Psicologia, per i quali bisognerà fare riferimento al/la nuova docente incaricato/a. Gli appelli dell’a.a. 2018-19 saranno dunque gli ultimi che terrò per il CdS. 

Grazie a tutti/e per la collaborazione, cl.c.

LF/0240 - SOCIOLOGIA DELLA PRODUZIONE E DEI CONSUMI MULTIMEDIALI

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
CLEMENTINA ​CASULA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/47] ​ ​SCIENZE DELLA PRODUZIONE MULTIMEDIALE [47/00 - Ord. 2018] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

OBIETTIVI FORMATIVI, CONOSCENZE E ABILITA’ ATTESE DEL CORSO:
Il corso intende offrire alle studentesse e agli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Produzione Multimediale gli strumenti teorici e metodologici per poter interpretare criticamente i sistemi di produzione e consumo multimediali nelle società capitaliste globalizzate contemporanee. Al termine del corso lo/a studente/ssa sarà in grado di identificare i principali legami tra la produzione multimediale e la società, in particolare in riferimento al settore audiovisivo e al settore della comunicazione mediata da computer e di ideare, progettare, realizzare e comunicare i risultati di una ricerca empirica o teorica utilizzando la “cassetta degli attrezzi” e i linguaggi della sociologia, integrandoli con quelli delle altre discipline del corso di studi. Ciò gli/le consentirà di rafforzare le conoscenze pregresse e acquisirne di più complesse, al fine di applicarle con autonomia di giudizio ad una lettura critica dei contesti lavorativi nei quali si troverà ad operare una volta concluso il ciclo formativo. Ci si attende che la prospettiva multidisciplinare e mixed methods adottata favorisca l’acquisizione di conoscenze e abilità, così come le modalità didattiche basate sull’integrazione delle lezioni frontali con forme seminariali di approfondimento ispirate al cooperative learning e la previsione di prove di valutazione scritte o di progettazione multimediale basata sulle regole della comunicazione scientifica facilitino le capacità di apprendimento autonomo e rafforzino le capacità argomentative e le abilità comunicative di studentesse e studenti.

Prerequisiti

PREREQUISITI FORMATIVI :
È richiesto come prerequisito formativo una comprensione elementare dell’inglese scritto. Si ritengono prerequisiti formativi utili ma non indispensabili conoscenze di base di Sociologia, Musicologia, Etnomusicologia, Studi di cinema e media.

Contenuti

CONTENUTI DEL CORSO:
Dopo avere introdotto il tema della “multimedialità”, precisando le molteplici connotazioni che ha assunto nel corso del tempo, il corso approfondisce il discorso considerando due settori specifici di produzione, distribuzione e consumo multimediale. Il primo è il settore audiovisivo, esaminato focalizzandosi in particolare sul caso della rappresentazione filmica della produzione di musica jazz, con particolare riferimento alle dimensioni di genere, etnia e classe sociale. Il secondo è il settore dei media digitali, osservato a partire dalla loro iniziale diffusione, accompagnata dal relativo dibattito sui digital divide (con riferimento particolare ai divari territoriali, generazionali e di genere), per poi rilevare il crescente ruolo degli utenti digitali nella produzione e diffusione di contenuti e infine arrivare ad approfondire il tema delle recenti esigenze di disconnessione digitale.

Metodi Didattici

METODI DIDATTICI:
La logica didattica delle lezioni del corso è ispirata all’approccio del cooperative learning e prevede lo sviluppo di una serie di skills (capacità di ascolto e interazione, autonomia di giudizio e discussione critica, abilità comunicative) attraverso il coinvolgimento diretto e la partecipazione attiva di studenti/tesse, sia durante le tradizionali lezioni frontali, che nelle attività a carattere seminariale, anche con esperti/e, volte all’approfondimento e aggiornamento di alcuni dei temi affrontati e dei dati considerati a lezione. Si incoraggia studenti/tesse frequentanti a sostenere gli esami durante o subito dopo la fine del corso, al fine di mettere a frutto le conoscenze e capacità maturate nel percorso di apprendimento e di proseguire regolarmente nel proprio corso di studi.

Verifica dell'apprendimento

MODALITA’ DI VERIFICA E VALUTAZIONE :
Agli studenti/tesse che volessero sostenere le verifiche durante il corso è richiesta una frequenza regolare (almeno 2/3 lezioni), una partecipazione attiva alle lezioni e una preparazione regolare rispetto al programma man mano svolto. Tale preparazione sarà valutata attraverso una prova in itinere individuale e – per chi la supera - una prova conclusiva di gruppo, realizzate secondo le indicazioni fornite a lezione. Per tutti gli altri studenti/tesse è prevista nelle date degli appelli in calendario una prova scritta con domande aperte sui principali temi coperti dal programma di esame.
I tutti i casi i criteri di valutazione si basano sull’accertamento del grado di conoscenza e comprensione riportato sulle principali tematiche del corso; del livello di autonomia mostrato nella riorganizzazione di tali conoscenze, identificando le interconnessioni tra tematiche e tra diversi approcci disciplinari; della padronanza dei concetti e della terminologia sociologica e della chiarezza della struttura argomentativa mostrata nella comunicazione delle proprie conoscenze.
Per quanto riguarda il giudizio finale, sarà espresso secondo la seguente scala di valori:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
b) Discreto (da 21 a 23)
c) Buono (da 24 a 26)
d) Ottimo (da 27 a 29)
e) Eccellente (30)
La lode si attribuisce a candidati/e nettamente sopra la media, i cui eventuali limiti risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
Testi di base (obbligatori):
1)MATTHEWS J. (2017), The sociology of mass media, in K O. Korgen (ed.) «The Cambridge Handbook of Sociology. Vol. 1, Core Areas in Sociology and the Development of the Discipline», Cambridge: Cambridge University Press;
Istat (2018) Musica e video nelle abitudini dei cittadini, Report di sintesi sui principali risultati -Anno 2017, ( www.istat.it ), paragrafi 1 e 2;
Istat (2019) «Cultura e tempo libero», in Annuario statistico (cap. 10), in particolare testo a commento delle Tavole 10.3 e 10.5(www.istat.it).
2) BULL A., C. SCHARFF (2017) McDonalds music versus ‘serious’ music: how production and consumption practices help to reproduce class inequality in the classical music profession, «Cultural Sociology», 11/3, pp. 283-301;
CASULA C. (2017), Stereotipi di genere e strumenti musicali in ambito formativo e lavorativo: l'incompleta femminilizzazione del flauto in Italia, A. Murgia, B. Poggio (a cura di), «Saperi di genere. Prospettive interdisciplinari su formazione, università, lavoro, politiche e movimenti sociali», Università degli Studi di Trento, Trento.
3) McGEE K. (2012), Representing Gender and Race in (American) Jazz Film and Television, 1920-1960 (https://www.jazzwomenfilmtelevision.com/essay-jazz-gender-and-american-film/ ).
ISTAT (2018), I Cittadini e il Cinema. Report - Anni 2015-17 (www.istat.it ).
4) CASULA C. (2010), Disuguaglianze digitali in Italia: territorio, genere, generazione, Sociologia@DRES, Quaderni di Ricerca, N.2/2010 ( https://www.researchgate.net );
ISTAT (2019), Cittadini e ICT. Report - Anno 2019 ( www.istat.it).
5) PARISI S. (2018), Platform press, soft news media e femminismo pop. Elementi per il dibattito sulle strategie di audience engagement a partire dal caso Freeda, «Problemi dell'informazione», 3/2018 pp. 421-446;
JAURÉGUIBERRY F. (2014), La déconnexion aux technologies de communication, «Réseaux» 2014/4, n° 186, pp.15-49.
Gli/le studenti/tesse Erasmus possono concordare un programma basato su testi esclusivamente in inglese (per ulteriori dettagli, contattare la docente all’indirizzo email: clcasula@unica.it).

Altre Informazioni

ALTRE INFORMAZIONI :
Ulteriori indicazioni saranno fornite a lezione e rese disponibili nella pagina della docente nel nuovo portale UniCa. Ai fini di una buona organizzazione delle prove di esame, si raccomanda agli studenti/tesse il corretto utilizzo dei servizi esse3 di prenotazione esami (e quindi l’iscrizione o la cancellazione tramite i servizi e non attraverso comunicazioni alla docente).
Come contattare la docente:
• prima o dopo la lezione;
• per email: clcasula@unica.it;
• telefonicamente: 070/675.7185;
• presso il suo studio, previo appuntamento concordato per email: Dipartimento di Lettere, Lingue, Beni Culturali,-Facoltà di Studi Umanistici, Via Is Mirrionis, 1 (09100 Cagliari), corpo centrale, III piano, studio n.115.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar