2019-2020 Antropologia dei nuovi media

 

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA PRODUZIONE MULTIMEDIALE
Antropologia dei nuovi media
A.A. 2019-2020
Prof. Carlo Maxia

Obiettivi formativi:

Al termine del corso, lo studente dovrà possedere una buona conoscenza dei principali modelli teorici e metodologici dell’Antropologia culturale. Dovrà inoltre essere in grado di utilizzare le nozioni acquisite per la comprensione delle differenze e delle specificità culturali così come per l’approfondimento del tema specifico proposto: il ruolo delle tecnologie mediatiche nelle società contemporanee, i processi di integrazione uomo-macchina, le nuove forme di relazione con il reale e le nuove forme di relazioni sociali

Prerequisiti:

Conoscenze di base di Antropologia culturale

Contenuti:

Il corso si propone di fornire una visione aggiornata dell’analisi antropologica sulle tecnologie mediatiche contemporanee. Saranno altresì analizzati i principali processi culturali che sono alla base di qualsiasi esperienza umana: il fare dell’uomo, il dire e il sentire.

Metodi didattici:

L’attività didattica consisterà in lezioni online in modalità sincrona (aula virtuale) e asincrona (Moodle)

Testi di riferimento:

  • ALLINEAMENTO (parte che non rientra nel programma ufficiale ma la cui preparazione è fortemente consigliata in quanto a esso propedeutica)
    • emily Schultz e robert Lavenda, Antropologia culturale (terza edizione italiana), Bologna, Zanichelli, 2015
      • 2, Perché il concetto di cultura è importante? (pp. 19-37)
      • 3, Che cos’è la ricerca sul campo? (pp. 39-55)
      • 5, Che cos’è il linguaggio umano? (pp. 102-118)

 

  • PROGRAMMA:
    • Giulio Angioni, Fare, dire, sentire. L’identico e il diverso nelle culture, Nuoro, Il Maestrale, 2010
      • Premessa (pp. 13-15);
      • FARE (pp. 13-97);
      • DIRE (pp. 121-154);
      • SENTIRE (pp. 265-286);
    • Arjun Appadurai, Modernità in polvere, Milano, Raffaello Cortina Editore, 2012
      • Piero Vereni, La modernità di tutti (pp. VII-XLI);
      • Introduzione. Hic et nunc (pp. 7-35);
      • 1, Disgiuntura e differenza nell’economia culturale globale (pp. 39-65);
      • 2, Etnorami globali. Appunti e questioni per un’antropologia transnazionale (pp. 67-88)
      • 6, Sopravvivere al primordialismo (pp. 177-201) ;
      • 8, La produzione della località (pp. 229-255);
    • Carlo Maxia, Differenze, discriminazioni, razzismi nelle “esperienze videoludiche”, in Cannas, Cossu, Giuman (a cura di), Immagine e parola tra razzismi antichi e moderni, Napoli, Liguori Editore, 2012
    • Un testo a scelta tra i seguenti:
      • Daniel Miller et alii, Come il mondo ha cambiato i social media, University College London, 2019 (disponibile gratuitamente al sito https://discovery.ucl.ac.uk/id/eprint/10066001/1/Come-il-mondo-ha-cambiato-i-social-media.pdf )
      • Angela Biscaldi, Vincenzo Matera, Antropologia dei social media. Comunicare con il mondo globale, Roma, Carocci, 2019
      • Ivan Bargna (a cura di), Pratiche dell’immagine e antropologia culturale, Roma, Meltemi, 2018
credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar