Curriculum

 

È dottore di ricerca in Ingegneria Edile e professore associato di Architettura Tecnica presso il DICAAR Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura.

Nella Facoltà di Ingegneria e Architettura è docente coordinatore del Laboratorio Integrato di Progetto e Costruzione dell’Architettura 3 (moduli di Composizione Architettonica e Architettura Tecnica) al terzo anno del corso di Studi in Scienze dell’Architettura.

Attualmente è coordinatore del Corso di Studi triennale in Scienze dell’Architettura L17 e membro del Consiglio dei docenti del Dottorato in Ingegneria Civile e Architettura.

Dal 2009 al 2012 è stato coordinatore scientifico dl workshop internazionale di progetto ARCILAB – Progetti per paesaggi archeologici e dal 2010 al 2016, insieme a Adriano Dessì e Silvia Mocci, è stato docente coordinatore del Laboratorio di Tesi “Reinventing habitat. Continuità e rottura nel sistema insediativo sardo tra storia e progetto” al quale hanno partecipato oltre 100 studenti dei corsi di Laurea quinquennali in Ingegneria Edile-Architettura, in Architettura delle Costruzioni, e magistrale in Architettura. E’ stato docente coordinatore in numerosi workshop internazionali di progetto: Salvador de Bahia – Brasile 2005 – 2010, Mindelo – Capo Verde 2006, Marrakech – Marocco 2006, Santiago del Cile 2008-2013-2017, Pavia 2011-2012-2013, Cagliari 2009-2011-2012-2013-2014-2015-2016-2017-2018, Ghoufy – Algeria 2017.

E’ coordinatore del Laboratorio di Tesi “Azienda Rurale 3.0” rivolto agli studenti iscritti al Corso di Laurea Magistrale in Architettura.

Le sue principali esperienze di ricerca sono legate allo studio dell’architettura di base in Sardegna e nel Mediterraneo, alla redazione dei Manuali del recupero dei Centri Storici della Sardegna, all’indagine sulle nuove forme di habitat per i margini dei centri abitati delle aree interne della Sardegna, al rapporto fra architettura contemporanea e contesti storici consolidati, all’architettura dei paesaggi rurali mediterranei, al rapporto fra progetto e costruzione nell’architettura di base e nel progetto contemporaneo, all’architettura moderna in ambiti coloniali, all’architettura provvisoria e auto-costruita, con particolare riferimento alle potenzialità spaziali connesse ai sistemi strutturali.

Ha fatto parte di numerosi gruppi di ricerca per progetti nazionali e internazionali sui temi della conoscenza e del recupero dell’architettura di base del Mediterraneo.

Tra il 2004 e il 2008 è stato co-responsabile scientifico (con Oriol Cusido) del gruppo di ricerca “Manuali del recupero dell’architettura tradizionale del Mediterraneo” nell’ambito Progetto europeo RehabiMed (ME8/AIDCO/2000/2095-12) – Programma Euromed Heritage III, sviluppato in 15 paesi Euro-Mediterranei: Algeria, Cipro, Spagna, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Libano, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia e Turchia. Dal 2007 fa parte, come esperto per la Manualistica del recupero, del gruppo di ricerca Rehabimed partecipando a numerosi convegni e seminari in qualità di invitato.

Tra il 2009 e il 2012 è stato responsabile scientifico dell’unità di ricerca Algeria – Progetto Pilota “Manuale del recupero della città di Dellys in Algeria” nell’ambito del Progetto europeo Montada (ENPI 2008/150-692), del Programma Euromed Heritage IV, sviluppato nei paesi del Magreb, Marocco, Algeria e Tunisia negli anni 2009 e 2012.

Tra il 2012 e il 2014 è stato co-responsabile scientifico (con Xavier Casanovas e Nada Atrash) e coordinatore tecnico-operativo (con Nada Atrash) dell’unità di ricerca Palestina per la definizione dell’impostazione metodologica e delle linee guida finalizzate alla redazione dei Manuali del recupero delle città di Bethlehem (città patrimonio mondiale UNESCO) e Ramallah in Palestina, nell’ambito del Progetto europeo Heritage for Development Her4Dev (DCI-HUM/2011/272-034), del Programma ENPI, sviluppato in Palestina e Giordania.

E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche fra le quali si segnalano in particolare:

– Manuale del recupero dei centri storici della Marmilla, del Sarcidano e dell’Arci-Grighine, con Maurizio Manias, Dei Tipografia del Genio Civile, Roma 2006;

– Manuali del Recupero dei centri storici della Sardegna. vol. I.1, Architettura di terra, con Antonello Sanna, Dei Tipografia del Genio Civile, Roma 2008;

– Manuali del Recupero dei centri storici della Sardegna. vol. IV Architettura delle colline centro-meridionali, Dei Tipografia del Genio Civile, Roma 2009;

– Tra urbano e rurale, Gangemi Editore, Roma 2012;

– Manuel pour la Réhabilitation de la Ville de Dellys, con Xavier Casanovas e altri, Rehabimed, Barcellona 2012;

-Progetti per Paesaggi Archeologici. La costruzione delle architetture, Gangemi Editore, Roma 2016;

– Nella città Storica.  Architettura contemporanea e contesti consolidati fra teoria e didattica del progetto, Libria, Melfi 2017;

– Sustainable Habitat. In the utopia of the competition, con Adriano dessi e Silvia Mocci, Recolectores Urbanos, Malaga 2018;

– Modernità Resiliente. Esperienze d’habitat in Algeria, con Silvia Mocci, Quodlibet, Macerata 2018.

Le sue attività di ricerca applicata e i suoi progetti di architettura hanno ricevuto numerosi premi e menzioni in concorsi nazionali e internazionali di architettura fra i quali si segnalano il primo premio all’Europan 9 per il sito Carbonia Italia, e all’Europan 10 per il sito di Seilh Toulouse Francia.

Nel 2007 e nel 2008 è stato inserito nell’annuario dei giovani talenti italiani premiati nel mondo.

E’ stato consulente per l’architettura e coordinatore di progetto nell’ambito di gruppi di consulenza dell’ex Dipartimento di Architettura dell’Università di Cagliari per le seguenti opere realizzate:

– ampliamento della Facoltà di Ingegneria – aule alfa e beta (2000-2006);

– Recupero delle Officine Meccaniche della Grande miniera di Serbariu come Museo Paleontologico della città di Carbonia (2002-2008);

– Recupero dei padiglioni Tornerie e Forge della Grande Miniera di Serbariu come Polo dell’alta formazione universitaria della città di Carbonia (2002-2008);

– Recupero dell’ex Albergo operai n.1 di Carbonia come sede del C.E.G.I. (2004-2008);

– Recupero dell’ex Albergo Operai n. 2 di Carbonia come complesso residenziale a Canone Moderato (2004-2008);

Attualmente è coordinatore scientifico insieme ad Antonello Sanna del progetto di consulenza per la riqualificazione del complesso delle ex Cliniche Pediatriche Macciotta come nuovo polo Universitario a Cagliari.

E’ coordinatore scientifico dello studio di fattibilità necessario a bandire il concorso internazionale di progettazione per il Nuovo Polo Museale Casa Antonio Gramsci di Ghilarza.

E’ stato progettista delle seguenti riqualificazioni urbane:

– piazza Porta Nuova a Sanluri (2006-2012);

– Piazza IV novembre a Furtei (2008-2013);

– Piazza Costituzione e via Sanluri a Villanovaforru (2008-2013);

– arredo pubblico in Corso Cattedrale e riqualificazione di via Brigata Sassari-Via Cesare Battisti;

– progetto di riqualificazione urbana lungo il Rio Pau a Segariu, con cui ha vinto una menzione al premio al paesaggio RAS nel 2010.

E’ stato progettista dei seguenti interventi di recupero e riqualificazione del patrimonio costruito:

– ex frantoio Villasanta come casa-museo del Pane a Sanluri (2006-2012);

– ex Casa Borrelli come nuovo centro di aggregazione sociale e biblioteca di Pau (2006-2013);

– ex casa Cauli come nuovo centro sociale di Pau (2006-2013);

– ex tonnara di Calasetta come casa di vacanze (2008 – in corso) con cui ha vinto il premio al paesaggio della RAS nel 2008.

E’ consulente per l’architettura per i progetti dei complessi parrocchiali di Nostra Signora di Bannari a Villa Verde (2009 in fase di ultimazione) e di Santa Chiara a Sini (2010  – opera realizzata).

Aggiornato a maggio 2019

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar