Programmi

 

LF/0197 - ARCHEOLOGIE POSTCLASSICHE

Anno Accademico ​2021/2022

Docente
ROSSANA ​MARTORELLI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE1260
Obiettivi

A. Conoscenza e capacità di comprensione: dimostrare di avere conoscenze e capacità di comprensione delle problematiche e dei fenomeni monumentali, urbanistici e materiali della civiltà europea, degli aspetti teorici e metodologici, risultati dei principali indirizzi di ricerca delle Archeologie Postclassiche, che estendono e rafforzano le conoscenze di base conseguite nel percorso di laurea triennale e consentono di elaborare e applicare idee originali anche in un contesto di ricerca;
B. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di applicare conoscenza e comprensione alla lettura delle fonti archeologiche per il periodo postclassico; di essere in grado di effettuare ricerche bibliografiche e di archivio e di applicare le conoscenze acquisite all’analisi delle evidenze materiali e dei reperti relativi al suddetto periodo.
C. Autonomia di giudizio: saper comprendere, elaborare e valutare criticamente e in maniera autonoma le informazioni inerenti tematiche vecchie e nuove connesse al settore della disciplina Archeologie Postclassiche, al fine di ricostruire i fenomeni storici, sociali ed economici e di contestualizzarli nel panorama dell’epoca; essere in grado collaborare con apporto personale all’analisi, identificazione e studio di siti e contesti archeologici.
D. Abilità comunicative: conseguire capacità di presentare i dati acquisiti, in forma orale e scritta, a interlocutori specialisti e non specialisti; saper comunicare in modo chiaro e con adeguato vocabolario scientifico i concetti fondamentali delle Archeologie Postclassiche.
E. Capacità di apprendimento: maturare il possesso della metodologia corretta e delle conoscenze specialistiche per continuare a studiare in modo autonomo le evidenze monumentali e materiali ascrivibili al periodo postclassico; mostrare attenzione agli aspetti della loro tutela e valorizzazione; acquisire e sviluppare le competenze necessarie per un futura attività nel campo dell’archeologia postclassica

Prerequisiti

- Prerequisito importante è il possesso di una solida conoscenza di base, sia per quanto concerne la lingua sia per quanto attiene alle principali coordinate storiche e geografiche del contesto euro-mediterranee.
- Per una migliore comprensione della materia e resa agli esami si consiglia allo studente di frequentare e/o sostenere l'esame con una preparazione specialistica di storia romana e di archeologia e storia dell'arte greca e romana. Inoltre si richiede di conoscere i principali temi e problemi della storia, dell'archeologia e della storia dell'arte medievale e di saper collocare siti e aree citate nel corso nel quadro geografico euro-mediterraneo.

Contenuti

MODULO A
Il corso impartito nel Modulo A è incentrato sul Mediterraneo occidentale: 1. L'età delle migrazioni dei popoli cd. barbarici attraverso le evidenze archeologiche e la cultura materiale: Goti, Visigoti, Vandali, Bizantini, Merovingi e Burgundi, Longobardi 2. Aspetti religiosi dei popoli barbarici: ortodossia e arianesimo 3. La Sardegna e i popoli “barbarici”.
4: Approfondimento su: Le città “capitali” dei Longobardi.

MODULO B
Il corso impartito nel Modulo B è incentrato sul Mediterraneo orientale: 1. Inquadramento storico-topografico relativo al territorio dell’Impero bizantino dal IV al XV secolo 2. Le città bizantine 3. Il sistema delle fortificazioni nel territorio imperiale 4. La sfera religiosa: ortodossia ed eresie 5. Le isole in età bizantina. 6: Approfondimento su: Il Vicino Oriente nell’età bizantina.

Metodi Didattici

Il corso prevede lezioni frontali; nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti saranno programmate esercitazioni in aula, attività di laboratorio e sopralluoghi ai monumenti.
Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è prevista la possibilità di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line. Inoltre, le esercitazioni potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici disponibili.

Verifica dell'apprendimento

- La verifica dell’apprendimento viene effettuata con una prova orale in cui vengono proposte domande e immagini relative ai contesti archeologici e agli aspetti metodologici dell’archeologia postclassica. Tutti i temi e problemi affrontati nel corso costituiranno materia d'esame.
- Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze degli aspetti relativi dell’Archeologia postclassica nell’ambito del Mediterraneo occidentale (Modulo A) e orientale (Modulo B) nella sua evoluzione attraverso i secoli; di saper applicare conoscenza e comprensione alla lettura delle testimonianze monumentali e materiali dell’epoca che va dagli inizi del V secolo sino al’XI in Occidente e al XV in Oriente; di saper leggere e valutare criticamente le evidenze archeologiche; di saper comunicare con adeguato vocabolario i concetti fondamentali dell’archeologia nel periodo postclassico.
- La valutazione finale sarà espressa attraverso un voto in trentesimi, con un punteggio compreso fra 18/30 e 30/30, attribuito secondo i seguenti elementi: comprensione e conoscenza dei contenuti; fluidità dell’esposizione; appropriato linguaggio. Il voto finale sarà subordinato al grado di soddisfacimento dei suddetti elementi.

Testi

Modulo A
Enciclopedia dell’Arte medievale, alle voci Goti, Vandali, Merovingi e Longobardi [Disponibile on line]
G.P. BROGIOLO, A. CHAVARRÍA ARNAU, Archeologia postclassica. Temi, strumenti, prospettive, Roma 2020, pp. 81-131, 177-215, 271-297; M. VALENTI, Ogni tempo ha la sua storia: interessi culturali e politici nello studio dei Germani, in Alla ricerca di un passato complesso. Contributi in onore di Gian Pietro Brogiolo per il suo settantesimo compleanno, a cura di A. Chavarría Arnau, M. Jurković, Zagreb - Motovun 2016, pp. 109-136 [scaricabile da academi.edu]; R. MARTORELLI, La diffusione del cristianesimo in Sardegna in epoca vandala, in R.M. Bonacasa, E. Vitale (a cura di), La cristianizzazione in Italia fra tardoantico e altomedioevo. Atti del IX CNAC (Agrigento, 20-25 novembre 2004), Palermo 2007, pp. 1419-1448 [scaricabile da academia.edu]

Per il tema di approfondimento:
M. ROTILI, S. RAPUANO, M.R. CATALDO, Nuovi dati su Benevento nella tarda antichità, in STAIM 2. Paesaggi e insediamenti urbani in Italia meridionale fra tardoantico e alto medioevo. Atti del secondo seminario sul tardoantico e l’altomedioevo in Italia meridionale (Foggia – Monte Sant’Angelo 27-28 maggio 2006), Bari 2011, pp. 309-328. [scaricabile da academia.edu]; P. MAJOCCHI, Pavia capitale del regno longobardo: strutture urbane e identità civica, in I Longobardi e Pavia: miti, realtà e prospettive di ricerca, Milano, Cisalpino, 2014, pp. 29-42. [scaricabile da academia.edu]; C. GIOSTRA, I Longobardi e le città: forme materiali e scelte culturali, in Hortus artium medie valium, 20, 2014, pp 48-62 [scaricabile da academia.edu].

Modulo B
Enciclopedia dell’Arte medievale, alla voce Costantinopoli [Disponibile on line]; E. ZANINI, Le Italie bizantine. Territorio, insediamenti ed economia nella provincia bizantina d’Italia (V-VIII secolo), Bari 1998, pp. 33-290. P.G. SPANU, La Sardegna bizantina tra VI e VII secolo, Oristano 1998, pp. 129-171, 211-225; R. MARTORELLI, I cd. secoli bui della Sardegna: problematiche, metodi, filoni d'indagine da una storiografia consolidata e aspettative dal nuovo progetto, in R. MARTORELLI (a cura di), Settecento-Millecento Storia, Archeologia e Arte nei secoli bui del Mediterraneo Dalle fonti scritte, archeologiche ed artistiche alla ricostruzione della vicenda storica la Sardegna laboratorio di esperienze culturali. Atti del Convegno di Convegno di Studi (Cagliari, Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio Cittadella dei Musei - Aula Roberto Coroneo, 17-19 ottobre 2012), Cagliari 2013, pp. 19-37. [scaricabile da academia.edu]

Per il tema di approfondimento:
E. CIRELLI, F. ZAGARI, L’oasi di Gerico in età bizantina ed islamica. Problemi e proposte di ricerca, in Archeologia Medievale, 27, 2000, pp. 365-376 [scaricabile da academia.edu]; M. VOLTAGGIO, Lo sviluppo urbanistico di Gerusalemme, in Liber Annus, 61, 2011, pp. 413-451 [scaricabile da academia.edu]; E. DELLÙ, Chiese bizantine di Petra, in S. Lusuardi Siena, C. Perassi (a cura di), La Giordania che abbiamo attraversato. Voci e immagini da un viaggio, Scilla 2012, pp. 301-309 [scaricabile da academia.edu].

Altre Informazioni

Il materiale bibliografico per sostenere l’esame è totalmente reperibile online, come indicato nel campo Testi.
Inoltre, i pdf delle lezioni saranno inseriti ALLA FINE DEL CORSO nella pagina docente della prof.ssa Rossana Martorelli accessibile con il seguente percorso:
[unica/Facoltà/rubrica/RossanaMartorelli/Didattica/ Materiali],
Per chiarimenti su argomenti presentati nel corso o su modalità dell’esame la prof.ssa Martorelli è disponibile ogni martedì nel suo studio (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali - Cittadella dei Musei), dalle ore 17 alle ore 19 (eventuali cambiamenti saranno comunicati sulla pagina docente della prof.ssa Martorelli).
Se dovessero persistere le condizioni legate all’emergenza sanitaria, si prega di contattare la docente all’indirizzo mail martorel@unica.it e concordare un appuntamento su Skype o Teams.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy