Programmi

 

20/38/015 - ARCHEOLOGIA FENICIO-PUNICA 1

Anno Accademico ​2021/2022

Docente
CARLA ​DEL VAIS (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Blend/modalità mista, Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/50 - Ord. 2016] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO CONVENZIONALE630
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/46 - Ord. 2016] ​ ​BENI E CULTURALI E SPETTACOLO ON LINE E IN PRESENZA (BLENDED)630
Obiettivi

A. Conoscenza e capacità di comprensione: dimostrare di avere conoscenze e capacità di comprensione dei contenuti di base relativi al mondo fenicio e punico nel Mediterraneo centrale e occidentale e sulle coste atlantiche, con particolare riferimento alla storia, agli insediamenti e ai materiali archeologici, con il supporto di materiale bibliografico aggiornato; acquisire un adeguato vocabolario tecnico nell’ambito specifico.
B. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: essere capaci di produrre e acquisire dati conoscitivi su contesti e siti archeologici, con particolare riferimento a quelli fenici e punici d’Occidente; essere capaci di applicare conoscenze e capacità di comprensione alla lettura delle testimonianze monumentali e materiali relative agli stessi ambiti culturali e geografici; essere in grado di effettuare ricerche bibliografiche e di archivio e di applicare le conoscenze acquisite all’analisi delle evidenze materiali e dei reperti.
C. Autonomia di giudizio: essere in grado di valutare criticamente i testi bibliografici in relazione alla storia degli studi della disciplina; acquisire capacità di valutare criticamente, anche attraverso un’autonoma raccolta e interpretazione dei dati, le conoscenze acquisite in funzione della ricostruzione e contestualizzazione dei fenomeni nell’ambito del quadro storico e culturale della materia.
D. Abilità comunicative: saper presentare, in forma orale e scritta, i contenuti di base dell’archeologia fenicia e punica d’Occidente con competenza terminologica; essere in grado di collaborare ad attività di comunicazione culturale e ad interventi educativi inerenti la disciplina.
E. Capacità di apprendimento: acquisire autonomia di approfondimento delle tematiche scientifiche relative all’archeologia fenicia e punica d’Occidente, in funzione dell’elaborazione di studi e relazioni su contenuti legati alla disciplina.

L’insegnamento concorre al conseguimento dei requisiti di accesso alla figura professionale dell’archeologo-III fascia, definita dal D.M. 244 del 20 maggio 2019, e specificamente all’acquisizione di competenza, abilità e conoscenze associate alla professione, descritte nell’allegato 2 al D.M. §3.

Prerequisiti

È importante avere una buona conoscenza della lingua italiana, un interesse per la storia e l’archeologia del mondo antico, buona capacità di comprensione di testi di vario tipo e di estrapolazione delle informazioni utili per l’acquisizione dei contenuti dell’insegnamento.
Risulta inoltre di fondamentale importanza aver acquisito sufficienti conoscenze sul mondo fenicio della madrepatria, possibilmente attraverso l’esame di Archeologia dell’Oriente fenicio.
È utile infine conoscere i fondamenti della geografia e della storia dell’area mediterranea.

Contenuti

- Irradiazione fenicia nella Penisola Iberica: Cadice e il “Circolo dello Stretto”, rapporti con il mondo indigeno (Tartesso), le colonie fenicie dell’Andalusia mediterranea, Ibiza e le Baleari.
- Cartagine e l’area nordafricana: la città di Cartagine (storia degli scavi e principali emergenze monumentali e aree funzionali), Utica, il Cap Bon (Kerkouane, le necropoli, le fortezze), il Sahel.
- La Sicilia punica: Mozia, Lilibeo, Palermo, Solunto; rapporti con il mondo indigeno e greco.
- Cenni sulle categorie artigianali.

Metodi Didattici

Lezioni frontali (30 ore) con proiezione di immagini (carte, siti e materiali archeologici) utili all’illustrazione dei contenuti. Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è prevista la possibilità di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente prevede una prova orale in cui vengono proposte tra le 3 e le 6 domande volte a verificare l’effettiva conoscenza del programma trattato durante le lezioni e delle nozioni presenti nei testi consigliati; nel corso della prova lo studente avrà a disposizione l’apparato iconografico presentato a lezione e fornito in formato PDF alla fine de corso.
Il punteggio della prova d’esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi. Nella valutazione dell’esame la determinazione del voto finale tiene conto dei seguenti elementi: conoscenza dei contenuti, capacità di analisi, capacità di elaborare criticamente i concetti, capacità di inquadrare l’argomento in senso cronologico e geografico, capacità di istituire collegamenti tra le diverse parti del programma, padronanza espressiva, capacità di utilizzare una terminologia tecnica appropriata. Agli studenti con preparazione sufficiente verrà assegnato un voto compreso tra i 18/30 e i 30/30, a seconda del grado di conoscenza e competenza raggiunto; una preparazione eccellente con risposte esaurienti a tutte le domande sarà valutata con il voto di 30/30 e lode.

Testi

- M.H. Fantar, Gli insediamenti fenici e punici in Africa settentrionale, in Enciclopedia Archeologica, Roma 2005, pp. 293-320.
- L.A. Martín Ruiz, Catálogo documental de Los Fenicios en Andalucía, Sevilla 1995, pp. 47-95.

- A. Ciasca et. al., Mozia (= Itinerari, IV), Roma 1989.
- C.A. Di Stefano, Lilibeo (= Itinerari, XII), Roma 1993.
- Aa.Vv., Palermo, la città punico-romana. Guida breve, Palermo 2004.
- Aa.Vv., Solunto. Guida breve, Palermo 2005.

A chi non ha sostenuto l’esame di “Archeologia dell’Oriente fenicio” è richiesta inoltre la conoscenza di:

- M.E. Aubet, Tiro y las colonias fenicias de Occidente. Tercera edición actualizada y ampliada, Barcelona 2009 (Crítica-Barcelona), pp. 17-209.

Altre Informazioni

Al termine del corso verranno messi a disposizione degli studenti l’apparato iconografico utilizzato durante le lezioni e i testi bibliografici in formato PDF, scaricabili sulla piattaforma Moodle (E-Learning.unica.it) nella pagina relativa all’insegnamento. Ulteriori integrazioni bibliografiche potranno essere indicate durante le lezioni e/o potranno essere richieste direttamente alla docente.
La frequenza delle lezioni è fortemente raccomandata; gli studenti non frequentanti sono tenuti a contattare la docente prima della preparazione dell’esame per concordare ulteriori integrazioni bibliografiche.
Per chiarimenti sugli argomenti presentati nel corso o sulle modalità dell’esame la prof.ssa Del Vais è disponibile ogni giovedì nel suo studio (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali - Cittadella dei Musei) dalle ore 15 alle ore 17; è possibile inoltre contattare la docente all’indirizzo mail cdelvais@unica.it per concordare un appuntamento su Skype, Teams o Zoom. Se dovessero persistere le condizioni legate all’emergenza sanitaria, il ricevimento degli studenti potrà svolgersi solo on-line sulle piattaforme indicate, previo appuntamento da concordarsi via mail.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy