Programmi

 

LF/0197 - ARCHEOLOGIE POSTCLASSICHE

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
ROSSANA ​MARTORELLI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE1260
Obiettivi

Conoscenza e comprensione delle problematiche e dei fenomeni monumentali, urbanistici e materiali, della civiltà europea, degli aspetti teorici e metodologici, risultati dei principali indirizzi di ricerca dell'Archeologia Postclassica, che estendono e rafforzano le conoscenze di base conseguite nel percorso di laurea triennale e consentono di elaborare e applicare idee originali anche in un contesto di ricerca; - Capacità di applicare conoscenza e comprensione alle fonti archeologiche per il periodo postclassico; - Autonomia di giudizio: saper comprendere, elaborare con spirito critico e applicare le informazioni inerenti a tematiche vecchie e nuove, inserite in contesti più ampi (o interdisciplinari) connessi al settore della disciplina Archeologia postclassica; - Abilità comunicative: conseguire capacità di comunicare in modo chiaro le conoscenze a interlocutori specialisti e non specialisti; -Capacità di apprendimento: essere in possesso della metodologia e delle conoscenze specialistiche per continuare a studiare in modo auto-diretto e autonomo.

Prerequisiti

Per una migliore comprensione della materia e resa agli esami si consiglia allo studente di frequentare e/o sostenere l'esame con una preparazione specialistica di storia romana e di archeologia e storia dell'arte greca e romana. Inoltre si richiede di conoscere i principali temi e problemi della storia, dell'archeologia e della storia dell'arte medievale e di saper collocare siti e aree citate nel corso nel quadro geografico euro-mediterraneo.

Contenuti

MODULO A
Il corso impartito nel Modulo A è incentrato sul Mediterraneo occidentale:
1. L'età delle migrazioni dei popoli cd. barbarici attraverso le evidenze archeologiche e la cultura materiale: Goti, Visigoti, Vandali, Bizantini, Merovingi e Burgundi, Longobardi
2. Aspetti religiosi dei popoli barbarici: ortodossia e arianesimo
3. La Sardegna e i popoli “barbarici”.
4: Approfondimento su: Pratiche e rituali funebri dei popoli cd. barbarici.

MODULO B
Il corso impartito nel Modulo B è incentrato sul Mediterraneo orientale:
1. Inquadramento storico-topografico relativo al territorio dell’Impero bizantino dal IV al XV secolo
2. Le città bizantine
3. Il sistema delle fortificazioni nel territorio imperiale
4. La sfera religiosa: ortodossia ed eresie
5. Le isole in età bizantina.
6: Approfondimento su: Il monachesimo orientale fra storia, religione e archeologia.

Metodi Didattici

MODULI A e B
A causa della situazione creatasi con l’emergenza sanitaria, la didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Ogni studente, all'inizio del semestre può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno per la modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula."

Verifica dell'apprendimento

La valutazione finale dello studente prevede una prova orale in cui vengono proposte domande e immagini relative ai temi trattati. Tutti i temi e problemi affrontati nel corso costituiranno materia d'esame.
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze degli aspetti relativi al tema trattato; saper leggere e valutare criticamente la documentazione relativa ai temi trattati; saper comunicare con adeguato vocabolario i concetti i della disciplina.
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi e nella valutazione dell'esame tiene conto dei seguenti elementi:
1. comprensione e conoscenza dei contenuti.
2. fluidità dell’esposizione
3. adeguato linguaggio
Il voto finale sarà subordinato al grado di soddisfacimento dei suddetti elementi.

Testi

Modulo A
Enciclopedia dell’Arte medievale, alle voci Goti, Vandali, Merovingi e Longobardi [Disponibile on line]
G.P. Brogiolo, A. Chavarría Arnau, Archeologia postclassica. Temi, strumenti, prospettive, Roma 2020, pp. 81-131, 177-215, 271-297.
M. Valenti, Ogni tempo ha la sua storia: interessi culturali e politici nello studio dei Germani, in A Alla ricerca di un passato complesso. Contributi in onore di Gian Pietro Brogiolo per il suo settantesimo compleanno, a cura di A. Chavarría Arnau, M. Jurković, Zagreb - Motovun 2016, pp. 109-136 [scaricabile da academi.edu];
R. Martorelli, La diffusione del cristianesimo in Sardegna in epoca vandala, in R.M. Bonacasa, E. Vitale (a cura di), La cristianizzazione in Italia fra tardoantico e altomedioevo. Atti del IX CNAC (Agrigento, 20-25 novembre 2004), Palermo 2007, pp. 1419-1448 [scaricabile da academia.edu]
A. Chavarrίa Arnau, Splendida sepulcra ut posteri audiant. Aristocrazie, mausolei e chiese funerarie nelle campagne tardo antiche, in G.P. Brogiolo, A. Chavarria Arnau (a cura di), Archeologia e società tra Tardo Antico e Alto Medioevo = Documenti di Archeologia, 44, Mantova 2007, pp. 127-146 [scaricabile da academia.edu]
C. Giostra, Verso l’aldilà: i riti funerari e la cultura materiale, in Longobardi. Un popolo che cambia la storia. Catalogo della mostra (Pavia – Napoli – San Pietroburgo, 2017-2018), a cura di G.P. Brogiolo, F. Marazzi, C. Giostra, Milano 2017, pp. 60-67 [scaricabile da academia.edu]
C. Giostra, La presenza vandala in Africa alla luce dei ritrovamenti funerari: dati e problemi, in Ipsam Nolam barbari vastaverunt: l’Italia e il Mediterraneo tra il V secolo e la metà del VI. Atti del Convegno internazionale di studi (Cimitile-Nola-Santa Maria Capua Vetere, 18-19 giugno 2009), a cura di C. Ebanista, M. Rotili, Cimitile 2010, pp. 141-162. [scaricabile da academia.edu]

Modulo B
Enciclopedia dell’Arte medievale, alla voce Costantinopoli [Disponibile on line]
E. Zanini, Le Italie bizantine. Territorio, insediamenti ed economia nella provincia bizantina d’Italia (V-VIII secolo), Bari 1998, pp. 33-290.
P.G. Spanu, La Sardegna bizantina tra VI e VII secolo, Oristano 1998, pp. 129-171, 211-225.
R. Martorelli, I cd. secoli bui della Sardegna: problematiche, metodi, filoni d'indagine da una storiografia consolidata e aspettative dal nuovo progetto, in R. MARTORELLI (a cura di), Settecento-Millecento Storia, Archeologia e Arte nei secoli bui del Mediterraneo Dalle fonti scritte, archeologiche ed artistiche alla ricostruzione della vicenda storica la Sardegna laboratorio di esperienze culturali. Atti del Convegno di Convegno di Studi (Cagliari, Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio Cittadella dei Musei - Aula Roberto Coroneo, 17-19 ottobre 2012), Cagliari 2013, pp. 19-37. [scaricabile da academia.edu]
R. Martorelli, Comunità monastiche italo-greche in Sardegna. Una questione ancora aperta, in Monasteri italo-greci (sec. VII-XI). Una lettura archeologica. Atti del Convegno Internazionale svoltosi a Squillace (CZ) nei giorni 23-24 marzo 2018, a cura di F. Marazzi e C. Raimondo, Cerro al Volturno (IS) 2018, pp. 115-128 [scaricabile da academia.edu]

Altre Informazioni

Alla fine di ogni modulo un dossier di immagini e testi (in format pdf) sarà disponibile sulla pagina di Rossana Martorelli (unica/Facoltà/elencodocenti/RossanaMartorelli/Didattica/Materiali).

Per ulteriori informazioni sul corso e i temi trattati, la bibliografia e le modalità di esame la prof.ssa Martorelli è disponibile ogni martedì, dalle 17 alle 19 nei locali del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali nella Cittadella dei Musei, studio 4 (tel. 6757610), oppure al seguente indirizzo mail: martorel@unica.it

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy