Programmi

 

20/41/145 - STORIA DELL'ARTE MODERNA 2

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
ALESSANDRA ​PASOLINI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Il corso «Filosofia dell’arredamento. Le trasformazioni del mobilio e degli arredi attraverso i secoli (XV-XVIII secolo)» intende tratteggiare un panorama sui mutamenti del gusto nell’arredamento e nella decorazione degli interni in Europa (Fiandre, Italia, Francia, Inghilterra, Spagna) nell’arco cronologico che va dal ‘400 al ‘700, attraverso l’analisi delle fonti iconografiche e scritte. Il mobilio e gli oggetti d’arredamento verranno presi in esame come prodotti della cultura materiale ed interpretati come espressione dell’arte e della società europea; ci si avvarrà dell’analisi tecnico-stilistica, dell’indagine storica e delle fonti letterarie. Insieme ai materiali originali verranno considerati i documenti figurativi coevi (prevalentemente dipinti e stampe), in una lettura storico-critica incrociata.

Prerequisiti

Per una migliore comprensione della materia, è necessaria la conoscenza del panorama storico e culturale in cui si sviluppano le manifestazioni artistiche in Italia ed in Europa nel periodo in esame (XV-XVIII secolo).

Contenuti

Il corso si propone di fornire metodi e strumenti storico-critici adeguati all’analisi dei fenomeni dell’arredamento e del sentimento dell’abitare in Europa dal Rinascimento al Rococò, alla luce della documentazione scritta e di quella iconografica, con un’apertura alle innovazioni tecnologiche introdotte nel corso dei secoli. Al termine delle lezioni, lo studente sarà in grado di ricostruire nei tratti salienti le fasi della storia dell’arredamento europeo e di riconoscere tecnica e stile di singoli mobili e oggetti d’antiquariato.

Metodi Didattici

L’organizzazione delle attività didattiche sarà distribuita tra lezioni frontali, esercitazioni, seminari di approfondimento ed incontri con antiquari, collezionisti, funzionari del MiBAC ed altri istituti di controllo (Nucleo Tutela del Patrimonio).

Verifica dell'apprendimento

Per la parte generale, si richiede l’analisi di tre opere d’arte italiana del XV-XVIII secolo (architettura, pittura, scultura) che, attraverso la lettura dei caratteri tecnico-formali, iconografici e di stile, conduca al riconoscimento dell’ambito culturale di produzione. Per la parte monografica, si richiede l’approfondimento di specifici contenuti del corso.
Per l’attribuzione del voto finale si tengono in conto le capacità di analisi delle opere d’arte e della loro contestualizzazione storico-culturale, la correttezza e la completezza dei dati, le modalità di esposizione dei contenuti, gli approfondimenti personali.

Testi

Testi consigliati (ovvero di riferimento per l'insegnamento): Mario Praz, La filosofia dell’arredamento, 1964 (ediz. TEA 1993: pp. 74-174).
Si richiede 1 tema a scelta per i frequentanti,
3 per i non frequentanti, tra i seguenti:
I nuovi quaderni dell’antiquariato, Fabbri Editori:
4. Il mobile italiano;
7. Il mobile inglese;
12. Il mobile francese dal Luigi XVI all’Art Déco;
17. Il mobile Paesi Germanici e Paesi Bassi;
22. Il mobile Spagna-Portogallo-Paesi scandinavi-Russia;
28. Il mobile francese dal Rinascimento al Luigi XV.
Testi per approfondimenti (manuali o pubblicazioni scientifiche):
Renato de Fusco, Storia dell’arredamento. Dal ‘400 al ‘900, Franco Angeli.
Enrico Colle, Il mobile barocco in Italia, Electa, Milano.
Enrico Colle, Il mobile rococò in Italia, Electa, Milano.
Grande Enciclopedia dell’Antiquariato, De Agostini.
Strumenti didattici:
Andrea Donati, Il mobile italiano d’antiquariato, Oscar Mondadori.
Andrea Donati, Oggetti d’antiquariato. Guida al riconoscimento e all’acquisto, Oscar Mondadori.
Dizionario tecnico della tessitura, a cura di A. Argentieri Zanetti, Udine 1987.
Dizionario terminologico. Le armi bianche, ICCD, Centro D, Firenze.
Lemmario per la schedatura dell’abito e degli elementi vestimentari, ICCD, 2011. (www.iccd.beniculturali.it/siti.../Scheda.../lemmario/index.asp@page=progetto.htm).
B. Montevecchi-S.Vasco Rocca, Dizionari terminologici. Le suppellettili ecclesiastiche I, Centro D, Firenze 1988.
(http://iccd.beniculturali.it/siti_tematici/pubblicazioni/ecclesiastiche1b.pdf).

Altre Informazioni

Durante il corso sono previsti approfondimenti ed escursioni a musei e collezioni di Cagliari ed altre località.
Per la preparazione dell’esame sarà messo a disposizione degli studenti un cd contenente materiale didattico.
Le lezioni si terranno nel Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio, Cittadella dei Musei (Aula Coroneo) con il seguente orario: Lunedì: ore 11-13; Martedì: ore 11-13.
Orario di ricevimento:
mercoledì h. 9-11

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy