Programmi

 

20/44/186B - ARCHIVISTICA TECNICA E INFORMATICA (MOD.B)

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
CECILIA ​TASCA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Obiettivi:
1) Conoscenza e comprensione:
Il corso si propone di analizzare la formazione, la gestione e la conservazione dei complessi documentari digitali.

2) Conoscenza e comprensione applicata:
Lo studente acquisirà maggiori e approfondite competenze nell'ambito dell’informatica applicata agli archivi e le competenze più appropriate nel campo dell'organizzazione, della conservazione e della descrizione e gestione di complessi documentari digitali.

3) Autonomia di giudizio:
Lo studente acquisirà conoscenze e competenze specifiche nell'uso e nella ricerca di complessi documentari e di singoli fondi archivistici di tipo digitale.

4) Competenze comunicative:
Lo studente sarà in grado di utilizzare in modo rilevante la tecnologia tecnica e le definizioni disciplinari e sarà in grado di comunicare efficacemente le conoscenze e le competenze acquisite.

5) Capacità di apprendimento:
Al termine del corso, lo studente avrà piena conoscenza della conservazione e della gestione di complessi documentari di tipo digitale; sarà inoltre in grado di migliorare le proprie capacità e l'aggiornamento per affrontare i percorsi di lavoro in enti pubblici e privati che lavorano nel campo della salvaguardia del patrimonio culturale (Sovrintendenze, Assessorati culturali, Fondazioni, Cooperative) e specifici corsi didattici e di terzo livello (Scuola di specializzazione, Master, Dottorato).

Prerequisiti

"L.M." Corso da 6 cfu, Modulo B, di 30 ore.
Lo studente deve avere già seguito almeno il Corso di Archivistica Tecnica e Informatica Mod. A, deve infatti possedere adeguate conoscenze nel campo della formazione e della conservazione dei complessi documentari prodotti dagli Enti pubblici e Privati e della loro gestione e fruizione alla luce della più recente normativa italiana e internazionale. Deve inoltre aver acquisito dimestichezza sul funzionamento della macchina amministrativa dello Stato e delle Autonomie locali (principali soggetti pubblici produttori di archivi) e sulla normativa relativa alla conservazione e alla gestione dei complessi documentari.

Contenuti


Saranno oggetto di studio le fonti contemporanee e le tecniche di conservazione, e la fruizione/ricerca offerta dai nuovi mezzi di comunicazione.
-Mod. B: Il Corso (30 ore di lezione frontale -6 cfu), sarà incentrato sulla storia e lo sviluppo delle tecnologie informatiche applicate agli archivi; l'inventariazione informatizzata: gli standard di descrizione e di struttura, i software per l'inventariazione; le risorse archivistiche in rete–la navigazione: esempi di siti archivistici. Sono inoltre previsti i concetti introduttivi alla gestione documentaria in ambiente digitale: il documento informatico, il sistema documentario in ambiente digitale, classificazione e protocollo in ambiente digitale. La firma digitale. La conservazione dei documenti informatici.

Metodi Didattici

Lezione frontale e esercitazioni

Verifica dell'apprendimento

Esame orale, durata 20 minuti.
Le domande di esame saranno in numero di 3, una per ciascuna parte del programma, di peso identico fra loro ai fini della valutazione. Lo studente dovrà dimostrare di possedere capacità di analisi, capacità di istituire collegamenti tra i vari argomenti del programma, padronanza linguistica e un giusto utilizzo dei termini tecnici.

Testi

Mod. B:
1)S. Pigliapoco, Progetto archivio digitale. Metodologia, sistemi, professionalità, Civita editoriale, Lucca 2016;

2)F. Valacchi, Una panoramica sugli inventari archivistici nel web, in JLIS.it Vol. 2, n. 1 (Giugno/June 2011)(scaricabile in formato PDF).

3) M. Pizzo, Web e Risorgimento, considerazioni sulle fonti digitali, in Rassegna storica del risorgimento, vol. 96, 2009, pp. 70-91 (scaricabile in formato PDF al link http://bct.unimc.it/it/didattica/offerta-didattica/ex-facolta-di-beni-culturali/corsi-di-eccellenza/la-fotografia-come-fonte-storica-e-artistica-dall800-agli-inizi-del-900/Fontiperlarete.pdf)

Gli studenti frequentanti sono esonerati dal portare all'esame il testo n. 3 (M. Pizzo).

Altre Informazioni

Temi e problemi affrontati nel corso delle lezioni frontali e delle esercitazioni costituiranno materia d'esame. I testi saranno integrati da una dispensa resa disponibile dal docente di cui si consiglia lo studio.La dispensa e gli altri materiali didattici ( slides ecc.) sono disponibili sul sito della facoltà, nell'apposita sezione della pagina personale del docente.

La docente può essere contattata al seguente indirizzo: tasca.cecilia@tiscali.it

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy