Programmi

 

20/41/008 - ARCHEOLOGIA CRISTIANA E MEDIEVALE 2

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
FABIO CALOGERO ​PINNA (Tit.)
ROSSANA ​MARTORELLI
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE1260
Obiettivi

- Conoscenza e comprensione delle problematiche e dei fenomeni monumentali, urbanistici e materiali, conseguenti alla diffusione del cristianesimo nei secoli I-VII sec. d.C., degli aspetti teorici e metodologici, risultati dei principali indirizzi di ricerca dell’Archeologia Cristiana, che estendono e rafforzano le conoscenze di base conseguite nel percorso di laurea triennale e consentono di elaborare e applicare idee originali anche in un contesto di ricerca; - Capacità di applicare conoscenza e comprensione alle fonti archeologiche per il periodo paleocristiano; - Autonomia di giudizio: saper comprendere, elaborare con spirito critico e applicare le informazioni inerenti a tematiche vecchie e nuove, inserite in contesti più ampi (o interdisciplinari) connessi al settore della disciplina Archeologia cristiana e medievale; - Abilità comunicative: conseguire capacità di comunicare in modo chiaro le conoscenze a interlocutori specialisti e non specialisti;
-Capacità di apprendimento: essere in possesso della metodologia e delle conoscenze specialistiche per continuare a studiare in modo auto-diretto e autonomo.

Prerequisiti

Per una migliore comprensione della materia e resa agli esami si consiglia allo studente di frequentare e/o sostenere l’esame con una preparazione specialistica di storia romana e di archeologia e storia dell’arte greca e romana. Inoltre si richiede di conoscere i principali temi e problemi della storia, dell’archeologia e della storia dell’arte medievale e di saper collocare siti e aree citate nel corso nel quadro geografico euro-mediterraneo.

Contenuti

MODULO A
Il corso è impostato su un tema monografico, scelto come approfondimento di uno degli aspetti che caratterizzano la disciplina: "Temi rari o ‘unici’ nell’iconografia cristiana dei primi secoli”
Verranno trattati i seguenti argomenti:
1. Temi rari o unici desunti dall’Antico Testamento
2. Temi rari o unici desunti dal Nuovo Testamento
3. Temi rari o unici desunti dai testi apocrifi
4. Temi rari o unici ereditati dal repertorio iconografico pagano
5. Temi rari o unici ispirati alla vita quotidiana

MODULO B
L’insegnamento, rivolto agli allievi dei corsi di laurea magistrale, si propone l’approfondimento critico e l’aggiornamento di una serie di aspetti che caratterizzano la disciplina nel nostro paese:
L’Archeologia medievale in Italia: bilanci, prospettive e sviluppo del territorio.
Verranno trattati i seguenti argomenti:
1. Gli sviluppi dell’Archeologia medievale italiana negli ultimi decenni;
2. Metodi, risultati, interazioni e prospettive delle principali articolazioni dell’archeologia post-classica in Italia;
3. Rapporti tra Archeologia Medievale e altre discipline;
4. Archeologia Medievale, comunità e pubblico;
5. Situazione e prospettive sull’Archeologia Medievale in Sardegna per la ricerca storica e la valorizzazione del patrimonio culturale.

Metodi Didattici

Modulo A
Lezioni frontali in aula e sul campo (visite ai monumenti).

Modulo B
Sono previste lezioni frontali, seminari, esercitazioni e attività laboratoriali. Sulla base della verifica iniziale dei prerequisiti, delle conoscenze e delle abilità di partenza degli allievi, verrà stabilito il numero di ore di attività da assegnare a ciascun gruppo di contenuti e l’impiego dei diversi metodi didattici.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione finale dello studente prevede una prova orale in cui vengono proposte domande e immagini relative ai temi trattati. Tutti i temi e problemi affrontati nel corso costituiranno materia d'esame.
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze degli aspetti relativi al tema trattato; saper leggere e valutare criticamente la documentazione relativa ai temi trattati; saper comunicare con adeguato vocabolario i concetti i della disciplina.
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi e nella valutazione dell'esame tiene conto dei seguenti elementi:
1. comprensione e conoscenza dei contenuti.
2. fluidità dell’esposizione
3. adeguato linguaggio
Il voto finale sarà subordinato al grado di soddisfacimento dei suddetti elementi.

Testi

MODULO A
F. Bisconti, G. Gentili (eds.), La rivoluzione dell’immagine. Arte paleocristiana tra Roma e Bisanzio, Cinisello Balsamo 2007, pp. 18-75;
F. Bisconti, Per una iconografia della devozione: le immagini e il culto dalle origini al VII secolo, in A. Coscarella & P. De Santis (eds.), Martiri, santi, patroni : per una archeologia della devozione. Atti del 10. congresso nazionale di archeologia cristiana (Arcavacata di Rende (Cs) - Università della Calabria, Aula Magna, 15-18 settembre 2010). Ricerche. Collana del Dipartimento di Archeologia e storia delle arti, VI. Rossano (CS): Studio Consenso, pp. 359-368 [Scaricabile da Academia.edu].
M. Braconi, La decollatio Pauli su un frammento di sarcofago da S. Sebastiano, in Rivista
di Archeologia Cristiana LXXXVII-LXXXVIII, 2011-2012, pp. 27- 70 [Scaricabile da Academia.edu].
F. Bisconti, Prolegomeni: l’arte di un secolo, in O. Brandt, V. Fiocchi Nicolai (edd.), Costantino e i Costantinidi. L’innovazione Costantiniana, le sue radici e i suoi sviluppi. Acta XVI Congressvs Internationalis Archaeologiae Christianae, Romae (22-28.9.2013), Città Del Vaticano 2016, pp. 953-986 [Scaricabile da Academia.edu].
Ulteriori testi sui singoli temi trattati verrà fornita alla fine del corso.

MODULO B
Archeologia Medievale, numero speciale–Quarant’anni di Archeologia Medievale in Italia. La rivista, i temi, la teoria e i metodi (a cura di Sauro Gelichi), 2014.

Nel corso delle lezioni verranno segnalati ulteriori contributi bibliografici, tratti, in particolar modo, dai seguenti volumi:
Riccardo Francovich e i grandi temi del dibattito europeo. Archeologia, storia, tutela, valorizzazione, innovazione. Atti del Convegno (Siena, Santa Maria della Scala, 15-17 novembre 2007), All’Insegna del giglio, Sesto Fiorentino (FI), 2011.
Retrospetct, in PCA, European journal of Post Classical Archaelogies, 1, 2011, pp. 419-.498.
Dossier – Public Archaelogy in Europe, in PCA, European journal of Post Classical Archaelogies, 2, 2012, pp. 269-360.
Dossier – Communication in Archaeology,, in PCA, European journal of Post Classical Archaelogies, 4, 2014, pp. 331-446.
Dossier - Emergenza, tutela e concessioni di scavo in Italia, in PCA, European journal of Post Classical Archaelogies, 3, 2013, pp. 281-322.
VII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale (Lecce, 9-12 settembre 2015), 2 volumi, a cura di Paul Arthur, Marco Leo Imperiale, All’Insegna del giglio, Sesto Fiorentino (FI), 2015.

Per un quadro sintetico dei principali temi della disciplina può essere utile consultare il volume: A. Augenti, Archeologia dell’Italia medievale, Laterza, Roma-Bari 2016.
Per gli aspetti teorici generali, si rimanda, inoltre, a E. Gianichedda, Archeologia teorica. Nuova edizione, Carocci, Roma 2016.

Altre Informazioni

MODULO A
Ai fini della preparazione dell’esame sarà disponibile, al termine del corso, una dispensa scaricabile dalla pagina docente della prof.ssa Rossana Martorelli [unica/Facoltà/elenco docenti/RossanaMartorelli/Didattica/Materiali: Archeologia Cristiana 2, Modulo A (anno 2017-2018)], che contiene una selezione fra le immagini presentate e commentate durante le lezioni, materiale illustrativo sul quale verte l’esame orale.
Per chiarimenti su argomenti presentati nel corso o su modalità dell’esame la prof.ssa Martorelli è disponibile ogni martedì nel suo studio (Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio - Cittadella dei Musei) dalle ore 17 alle ore 19.

MODULO B
I materiali prodotti nel corso di seminari e delle esercitazioni saranno, quando possibile, condivisi tra i partecipanti alle attività. Per chiarimenti su argomenti presentati nel corso o sulle modalità dell’esame il prof. Pinna è disponibile – salvo diversa comunicazione alla pagina http://people.unica.it/fabiopinna – ogni martedì, dalle ore 17 alle 19, nel suo studio (Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio - sede operativa Cittadella dei Musei).

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy