Programmi

 

LF/0015 - PREISTORIA DELLA SARDEGNA 2

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
CARLO ​LUGLIE' (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Gli obiettivi formativi primari sono:
- la conoscenza critica delle principali tappe evolutive del processo di popolamento olocenico della Sardegna, con particolare riferimento alla articolazione delle evidenze mesolitiche, alla sostituzione mesolitico-neolitico ed alla neolitizzazione dell'isola;
- la capacità di inquadrare i processi culturali sopraelencati nel loro contesto regionale, nel corretto orizzonte cronologico e nella prospettiva delle possibili correlazioni, sulla base della più aggiornata evidenza disponibile;
- la capacità di eseguire in autonomia l’analisi tecno-tipologica delle principali categorie di produzione materiale delle società mesolitiche e del Neolitico antico della Sardegna;
- la capacità di lettura, organizzazione, rielaborazione critica ed approfondimento degli aspetti dell’evidenza archeologica inerenti alle comunità mesolitiche e del Neolitico antico in Sardegna;
- la capacità e abilità di gestire con un sufficiente livello di autonomia le attività di documentazione dell’evidenza nell’ambito della ricerca in laboratorio e sul terreno.

Prerequisiti

È prevista la conoscenza dei lineamenti e degli avvicendamenti culturali della Preistoria e protostoria della Sardegna. Sono altresì considerati presupposti fondamentali:
- la conoscenza dei metodi di analisi delle società preistoriche, con particolare riferimento agli indicatori archeologici dei livelli di strutturazione della complessità sociale;
- la capacità di leggere, riconoscere ed interpretare manufatti e contesti della preistoria e protostoria della Sardegna, inquadrandoli nella pertinente fase cronologica e culturale;
- la conoscenza dei metodi di indagine sul terreno, dei metodi e delle principali tecniche di laboratorio ed archeometriche per l'interpretazione dei dati acquisibili da manufatti e da ecofatti;
- la capacità di comprendere il contenuto principale di testi complessi di contenuto archeologico nelle lingue inglese e/o francese (level B2 del Common European Framework).
Sono inoltre considerati basilari il possesso di abilità essenziali nella pratica dello scavo stratigrafico di contesti preistorici, abilità nell'elaborazione informatica dei dati e buona competenza lessicale in seno alla disciplina della ricerca preistorica.

Contenuti

Preistoria della Sardegna
Lineamenti degli avvicendamenti culturali del primo Olocene in Sardegna, con specifico riguardo al problema della prima frequentazione e del primo popolamento dell’isola. Evidenze del Paleolitico superiore: revisione critica. Presenze umane in Sardegna del primo Olocene, nel quadro dell'Occidente mediterraneo. Aspetti paleoecologici e paleoclimatici del Boreale e dell’Atlantico nel bacino centro-occidentale del Mediterraneo. Siti, assetti insediativi e paleoeconomia nel Mesolitico della Sardegna e della Corsica. Cronologia assoluta del Mesolitico in Sardegna. Caratteri delle produzioni materiali mesolitiche. La Neolitizzazione: definizione e limiti teorici del concetto. Cronologia assoluta e modalità della colonizzazione e sostituzione neolitica. Le prime tappe della neolitizzazione in Sardegna e Corsica. Le facies del Neolitico antico nell’area tirrenica. Ecologia, economia, modelli di organizzazione sociale, modelli insediativi, produzione materiale e simbolica delle comunità della Sardegna nel Neolitico antico.

Metodi Didattici

Lezioni frontali (22 ore) con prova preliminare sui requisiti in ingresso e intermedie sugli obiettivi di apprendimento; sono previste esercitazioni di laboratorio su differenti categorie di produzioni materiali del Mesolitico e del Neolitico antico della Sardegna e visite a collezioni museali e/o a siti archeologici anche in corso di scavo (8 ore).

Verifica dell'apprendimento

Verifica orale, con valutazione complessiva ottenuta dalla somma delle medie delle valutazioni specifiche su quattro blocchi di argomenti principali (ciascuna espressa in trentesimi):
1) Problematica di definizione di una o più facies culturali della preistoria della Sardegna
2) Riconoscimento e corretta attribuzione cronologico-culturale di produzioni materiali e/o simboliche di differenti momenti di sviluppo del Mesolitico e Neolitico antico della Sardegna, presentate sotto forma di originale e/o di immagine cartacea o digitale.
3) Riconoscimento e corretta attribuzione cronologico-culturale di produzioni monumentali di differenti momenti di sviluppo del Mesolitico e del Neolitico antico della Sardegna, presentate sotto forma di immagine cartacea o digitale.
4) Inquadramento generale sincronico e diacronico delle evidenze e delle facies del Mesolitico e del Neolitico antico della Sardegna nel flusso di interazioni intercorse col più ampio quadro interregionale del Mediterraneo occidentale, mediante il ricorso alle principali categorie di indicatori archeologici.

Testi

Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, I, Firenze 2009, pp. 17-47.
AA.VV. Ichnussa: la Sardegna dalle origini all'età classica, Milano 1981 [pp. XXI-LXV, e apparato iconografico].
Cesari F., Leandri F., Nebbia P., Pêche-Quilichini K., Demouche F., Bressy-Leandri F., Note préliminaire sur l’habitat pré- et protohistorique de Campu Stefanu (Sollacaro, Corse-du-Sud), in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 435-454.
De Lanfranchi F., Alessandri J., Le Mésolithique de la Corse et de la Sardaigne a-t-il fait l’objet d’un peuplement continu ou au contraire n’est-il qu’une terre d’escale de pêcheurs-navigateurs continentaux?, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 407-415.
Depalmas A., Melis M.G., Tanda G., La Sardaigne, in M. Otte., ed., Atlas du Néolithique européen. 2a L'Europe occidentale. Liège, Université de Liège, 1998, pp. 343-394.
Dini M., Tozzi C., L’industria mesolitica del Riparo di Porto Leccio (Trinità d’Agultu, SS). Analisi tecnologica, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 423-426.
Gassin B., Lugliè C., Delle frecce, per far cosa?, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 485-493.
Klein Hofmeijer G., The human colonization of Sardinia: taphonomy of Corbeddu Cave. The workshops and the posters of the XIII International Congress of Prehistoric and Protohistoric Sciences, (Forlì, 8-14 September 1996), A.B.A.C.O. 1996, pp. 1-5.
Lugliè C., L'obsidienne néolithique en Méditerranée occidentale, in M.-H. Moncel e F. Fröhlich, a cura di, L'Homme et le précieux. Matières minérales précieuses de la Préhistoire à aujourd'hui, Oxford, Archaeopress, 2009, pp. 213-224.
Lugliè C., Su Carroppu rockshelter in the frame of the Neolithisation of Sardinia, in J. Guilaine, C. Manen, T. Perrin, La transition néolithique en Méditerranée, Proceedings of the International Colloquium Transitions en Méditerrannée, ou comment des chasseurs devinrent agriculteurs (Toulouse, 14-15 Avril 2011), pp. 307-325, Paris, Éditions Errance-Archives d’Écologie Préhistorique.
Lugliè C., Pinna V., Alla soglia del gesto: sequenze operative in incisioni su ciottolo del Neolitico Antico della Sardegna, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 477-483.
Lugliè C., Sanna I., Congia C., Pittau P., Buosi C., Del Rio M., Il Neolitico antico terminale di Sa Punta – Marceddì (Terralba, OR), in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 463-470.
Martini F., Fenu P., Pitzalis G., Romagnoli F., Il Mesolitico di Grotta Su Coloru (Laerru, Sassari): nuovi dati, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 417-422.
Martini F., Tozzi C., Il Mesolitico in Sardegna, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 399-406.
Melis R.T., Mussi M., Floris R., Lamothe M., Palombo M.R., Usai A., Popolamento e ambiente nella Sardegna centro occidentale durante l’Olocene antico: primi risultati, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 427-434.
Mussi M., La Venere di Macomer nel quadro del Pleistocene superiore finale europeo, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 383-389.
Sarti L., Fenu P., Martini F., Mazzucco N., Pitzalis G., Romagnoli F., Rosini M., Il Neolitico di Grotta Su Coloru (Laerru, Sassari): nuovi dati, in Atti della XLIV Riunione Scientifica IIPP, II, Firenze 2012, pp. 455-462.
Tanda G., Gli anelloni litici italiani, Preistoria Alpina 13, 1977, pp. 111-155.
Tykot R.H., Islands in the Stream: Stone Age Cultural Dynamics in Sardinia and Corsica, in R.H. Tykot, Morter J. and Robb J.E., Social Dynamics of the Prehistoric Central Mediterranean London, Accordia Research Institute, University of London, 1999, pp. 67-82.

Altre Informazioni

Slides di orientamento sugli argomenti topici del corso.
Esemplificazione in originale e/o mediante immagini cartacee o digitali delle principali tappe evolutive della tecnologia di produzione di manufatti mobiliari pertinenti a differenti categorie tipologiche ovvero dei principali siti e contesti del Mesolitico e Neolitico antico della Sardegna.
Ulteriori integrazioni bibliografiche puntuali saranno suggerite durante le lezioni e/o potranno essere richieste direttamente al docente.
La frequenza delle lezioni è caldamente raccomandata. Gli studenti non frequentanti sono tenuti a concordare ulteriori integrazioni bibliografiche col docente.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy