Prodotti cosmetici (Farmacia) -6CFU

 

Valutazione Studenti Frequenza 50+ A.A.. 2013-2014-1Sem

Valutazione Studenti No Frequenza AA 2013_2014_Sem1

Valutazione studenti A.A. 2014-2015

Valutazione Studenti Frequenza 50+ 2015 2016

Valutazione Studenti NO frequenza 2015 2016

QdV Farmacia 2016 2017 FRQ + 50%

QdV Farmacia 2017-2018 + FRQ +50%

QdV Farmacia 2018-2019 FRQ + 50%


OBIETTIVI

Conoscenza e capacità di comprensione

Dimostrare di avere conoscenze e capacità di comprensione della composizione dei prodotti cosmetici in termini di ingredienti funzionali di tipo 1 e 2 che portano alla individuazione delle funzionalità principali dei prodotti cosmetici estrapolate dalla definizione riportata nell’Art.1 del Regolamento Europea 1223/2009. Essere in grado di affrontare lo studio di caratterizzazione e stabilità di formulazioni cosmetiche realizzate in laboratorio.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Dimostrare di avere capacità di applicare le conoscenze e la comprensione sulle problematiche che si possono incontrare nello realizzazione di formulazioni cosmetiche.

Autonomia di giudizio

Essere in grado di valutare e giudicare la qualità di un prodotto cosmetico immesso nei normali canali di distribuzione attraverso una lettura attenta e corretta dell’etichetta riportante la composizione qualitativa degli ingredienti costituenti il prodotto cosmetico.

Programma-2019-2020 Corso di Laurea in Farmacia, V anno, I semestre, 6 CFU)

TESTI CONSIGLIATI:(Reperibili nella Biblioteca sita nella Cittadella di Monserrato – Blocco A)

Gianni Proserpio: “Manuale di Cosmetologia” – BCM Editrice
Umberto Borellini: “Cosmetologia”:il cosmetico nel terzo millennio – sesta edizione 2004 – Ala Editrice

Umberto Borellini: “Manuale di Cosmetologia”: dalla dermocosmesi funzionale alla cosmeceutica – 2018 – Ed. Edra s.p.a.- Italia

Altro materiale didattico a disposizione degli studenti: lucidi delle lezioni svolte in aula in formato informatico

TESTI DI CONSULTAZIONE (Reperibili nella Biblioteca sita nella Cittadella di Monserrato – Blocco A)
Gianni Proserpio “ Chimica e Tecnica Cosmetica 2000” Voll. 1 e 2 – Editore Sinerga

Requisiti e Propedeuticità

E’ importante aver conoscenza delle nozioni acquisite nelle materie di base riguardanti l’Anatomia e la Fisiologia delle pelle e degli annessi cutanei e la Chimica organica all’inizio dell’attività didattica (oppure all’inizio dello studio per i non frequentanti), per affrontare i contenuti previsti dall’insegnamento. E’ indispensabile aver sostenuto l’esame del corso di Tecnologia Socioeconomia e Legislazione Farmaceutica 1 con laboratorio, propedeutico per poter sostenere l’esame di Prodotti Cosmetici.


Durata e Metodo Didattico:

Il corso ha una durata di circa 14 settimane, comprendenti 3 ore settimanali di lezioni frontali per 13 settimane, nelle quali vengono svolti gli argomenti nell’ordine indicato nel programma e da 6 ore a 8 ore di esercitazione in laboratorio per 1 settimana, dove gli studenti potranno prendere parte alla realizzazione di due formulazioni cosmetiche le quali verranno successivamente sottoposte ad alcune procedure analitiche. Gli studenti possono iscriversi al corso via e-mail avendo così l’opportunità di ricevere in itinere le diapositive delle lezioni svolte  e comunicare con il docente per qualsiasi informazione inerente il corso.

Valutazione:

La valutazione dello studente prevede una prova orale finale durante la quale viene verificata la conoscenza dello studente delle funzionalità dei prodotti cosmetici in base alle sostanze funzionali specifiche, nonché delle caratteristiche e proprietà tecnologiche richieste dalle formulazioni cosmetiche. Lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di valutare la qualità e la funzionalità di un Prodotto Cosmetico attraverso l’individuazione degli ingredienti descritti nell’etichetta. Il giorno dell’Appello viene stilato un calendario delle date nelle quali si svolgeranno gli esami, in accordo con le esigenze degli studenti e del docente

CRITERI DI VALUTAZIONE

Il punteggio della prova d’esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.

Nella valutazione dell’esame la determinazione del voto finale tiene conto dei seguenti elementi:

  1. Appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
  2. Capacità espressiva e utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
  3. Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
  4. Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
  5. Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.

Qualità relazionali: Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.

Qualità personali: spirito critico e  capacità di autovalutazione.

 

Di conseguenza, il giudizio può essere:

  1. a) Sufficiente (da 18 a 20/30)

Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.

  1. b) Discreto (da 21 a 23)

Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.

  1. c) Buono (da 24 a 26)

Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.

  1. d) Ottimo (da 27 a 29)

Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e  di espressione grafica.

  1. e) Eccellente (30)

Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.

La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Propedeuticità: Tecnologia Socioeconomia e Legislazione Farmaceutica 1.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar