Programmi degli esami – Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione

 

SP/0025/E - PSICOLOGIA DEI GRUPPI E COMUNICAZIONE/E

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
BARBARA ​BARBIERI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Blend/modalità mista ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[2/67] ​ ​SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE E DELL'ORGANIZZAZIONE [67/26 - Ord. 2019] ​ ​Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione on line e in presenza (blended)636
Obiettivi

Il corso di Psicologia dei gruppi e della comunicazione è finalizzato a:
a) Far conoscere agli studenti: I. le basilari operazioni cognitive che sostengono e rendono possibile l’agire organizzato; II. I concetti principali dell’approccio culturale per lo studio delle organizzazioni; III. Il gruppo come strumento di lavoro nei contesti di lavoro, alla luce della sua valenza riconosciuta di competenza soft, frequentemente valutata (nei processi di selezione) e promossa (dagli interventi di formazione); IV.la leadership come strumento di visione e supporto al management; V. le tecniche per il governo delle decisioni di gruppo, di mediazione e gestione dei conflitti; VI. Il significato e l’importanza delle emozioni nella vita organizzativa; VII. La comunicazione interpersonale e organizzativa.

b) Insegnare l’utilizzo: I. degli strumenti di gestione dei gruppi di lavoro; II. degli strumenti di analisi delle dinamiche di gruppo; III. degli strumenti di comunicazione organizzativa.

RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI

Conoscenza e comprensione: Conseguire articolati e approfonditi quadri teorico-concettuali in merito alla relazione individuo – gruppo – organizzazione.
Acquisire la conoscenza dei principali strumenti di gestione dei gruppi di lavoro, del processo comunicazionale, in termini di efficace ed efficienza della comunicazione interpersonale; dei principali strumenti in uso nella gestione della comunicazione organizzativa.
- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: ) di riconoscere le dinamiche che contraddistinguono i gruppi di lavoro; 2) di conoscere gli strumenti utili per gestire i gruppi di lavoro; 3) di conoscere il significato del lavorare in gruppo in termini di promozione di apprendimento collettivo e sviluppo organizzativo; 4) di conoscere i principali strumenti di comunicazione in uso nei contesti di lavoro; 5) di conoscere i meccanismi che contraddistinguono la comunicazione interpersonale; 6) di essere in grado di compiere un’analisi critica dei processi mediante i quali si governano i conflitti e si prendono decisioni.
- Autonomia di giudizio: essere in grado di compiere un’analisi critica dei processi organizzativi che coinvolgono le dimensioni personali e psicologiche.
- Abilità comunicative: sostenere il proprio punto di vista nelle discussioni di gruppo; sviluppare un linguaggio adeguato e pertinente agli argomenti oggetto di studio.
- Capacità di apprendimento: spiegare, interpretare, descrivere modelli e tecniche relativi alla gestione dei processi comunicativi e dei gruppi di lavoro.

Prerequisiti

Il corso presuppone la padronanza di conoscenze di base sia della psicologia sociale che della sociologia dell’organizzazione. Coloro i quali ritenessero di non avere tali competenze, potranno consultare i riferimenti bibliografici che saranno indicati all’inizio del corso.

Contenuti

Il corso è finalizzato a introdurre lo studente alla conoscenza di alcuni temi e problemi dell’esperienza lavorativa su cui la psicologia delle organizzazioni ha posta particolare attenzione, mettendo in luce la dinamica complessa che si gioca a diversi livelli: l’organizzazione e la relazione con l’ambiente esterno; l’intreccio di storie individuali e collettive; l’interazione tra le persone all’interno del piccolo e del grande gruppo (l’organizzazione come insieme di gruppi interdipendenti); la persona e la sua relazione con il significato del lavoro, con il proprio progetto di vita, reso complesso dal proprio incontro/scontro con l’alterità, con la differenza. Sostanzialmente il corso intende socializzare lo studente alle tematiche inerenti questioni collettive (l’organizzazione nella sua dinamica di interdipendenza con altri individui e gruppi), e questioni collettive che si pongono in relazione con quelle individuali, proprie delle persone alla ricerca di appartenenza organizzativa. L’articolazione del corso è modulare e riguarda i seguenti temi: 1. Relazione individuo-organizzazione; 2. Il processo comunicativo (dalla comunicazione umana alla comunicazione organizzativa); 3. L’organizzazione come cultura; 4. Le risorse personali; 5. Dal gruppo al gruppo di lavoro; 6. Il lavoro di gruppo; 7. Potere e leadership; 8. Processi di decision making; 9. La gestione del conflitto; 10. Le emozioni nella vita organizzativa.

Metodi Didattici

Il lavoro didattico prevede l’uso di elementi sia di didattica erogativa che interattiva.

Verifica dell'apprendimento

L'accertamento della preparazione dello studente avverrà in forma orale. La prova è volta ad accertare le conoscenze, la capacità di analisi e applicative delle teorie e degli strumenti utilizzati nei diversi processi di vita organizzativa.

La votazione finale è espressa in trentesimi.
Da 18 a 22. Le votazioni comprese tra 18 a 22 rendono conto dellacquisizione elementare o appena sufficiente di conoscenze di base relative ai contenuti e ai metodi. Lo studente ha mostrato modeste capacità analitiche e di sintesi. Lo studente si esprime in maniera non del tutto appropriata e presenta lacune nella formazione e nella chiarezza concettuale.
Da 23 a 26. Le votazioni comprese tra 23 e 26 rendono conto dellacquisizione più che sufficiente delle conoscenze relative ai contenuti e ai metodi. Lo studente ha mostrato sufficienti capacità analitiche e di sintesi. Lo studente si esprime in maniera sufficientemente appropriata e con chiarezza sotto il punto di vista dellespressione concettuale e terminologica.
Da 27 a 30. Le votazioni comprese tra 27 e 30 rendono conto dellacquisizione da buona a ottima delle conoscenze relative ai contenuti e ai metodi. Lo studente ha mostrato buone o ottime capacità analitiche e di sintesi. Lo studente si esprime in maniera appropriata sotto un punto di vista concettuale e terminologico.

Testi

1) Argentero, P., Cortese, C. G. (a cura di) (2018) (seconda edizione). Psicologia delle Organizzazioni. Raffaello Cortina Editore, Milano.
Capitoli: 2, 3, 5, 6, 8, 9, 12, 13, 15

Altre Informazioni

Ricevimento il giovedì dalle 10 alle 12 o su appuntamento, da concordare via email. Ufficio del docente Via Sant’Ignazio 78 – I piano.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar