Relazione finale

 

Consiste in un elaborato breve (massimo 30 pagine), su un argomento attinente ad un esame sostenuto durante il percorso di laurea.

Il testo deve essere esito del lavoro originale dello studente, senza alcuna riproduzione, nemmeno parziale, di scritti già esistenti: gli studenti devono dunque prestare particolare cura nella redazione, al fine di nel non incorrere nella responsabilità civile e penale per plagio.

Il voto finale viene attribuito dalla Commissione secondo criteri standardizzati e predeterminati su una base calcolata rispetto alla media ponderata degli esami, escludendo i voti più bassi fino ad un massimo di 10 crediti. Ad essa si aggiungono da 0 a sette punti secondo i seguenti criteri:

a) da 0 a 3 punti per i tempi di laurea: 3 punti a chi si laurea in corso nella sessione di aprile, di luglio o di ottobre; 2 punti a chi si laurea nelle sessioni di dicembre o febbraio 1 punto a chi si laurea un anno fuori corso; 0 punti a chi si laurea oltre il primo anno fuori corso;

b) da 0 a 2 punti per la carriera universitaria; nel caso lo studente abbia effettuato un’esperienza internazionale senza nota di demerito la commissione attribuisce 1 punto;

c) da 0 a 2 punti per la relazione, tenuto conto della valutazione del supervisore.

L’attribuzione della lode avviene senza automatismi, sulla base della valutazione da parte della Commissione di Laurea, all’unanimità, del valore scientifico della relazione finale.

Regole redazionali
Copertina

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar