Faq

 

DOMANDARISPOSTA
Vorrei iscrivermi all’università: dove posso trovare le informazioni?Ogni anno, tra fine giugno e inizio luglio, l'Università degli Studi di Cagliari pubblica il Manifesto degli Studi in cui è presentata l'offerta formativa di tutti i Corsi di Studio dell’Ateneo, delle relative scadenze e requisiti di accesso e posti a disposizione in caso di accesso a numero programmato. Dalla seconda metà di Luglio sono aperte le iscrizioni all'università per il nuovo Anno accademico, compresi i corsi a numero programmato per i quali sono pubblicati anche i bandi di concorso che contengono tutte le informazioni utili per partecipare al test di accesso (scadenze, tasse, numero delle domande e materie dei quiz, ecc) . Per iscriversi è necessario partecipare alla prova di selezione. Il corso ha infatti un numero di posti programmato. La prova si svolge a settembre. La data della prova è pubblicato annualmente sul sito del Corso di laurea e su quello di Facoltà. Per avere accesso alle prove è necessario fare domanda di iscrizione entro fine agosto di ogni anno. La domanda deve essere presentata esclusivamente on-line collegandosi – Unica - servizi on-line agli studenti. Superata la prova è possibile l'immatricolazione. I corsi iniziano ad ottobre.
Vorrei qualche informazione in più sulle prove di accessoLe prove di accesso al corso si svolgono nel mese di settembre. Nel regolamento didattico del corso sono specificate le caratteristiche dei quesiti (il regolamento è online all'interno del menu "didattica"). I quesiti delle prove degli anni precedenti sono disponibili nella pagina "trasparenza e qualità"
Sono un laureato e vorrei riscrivermi all’Università, gli esami che ho sostenuto verranno riconosciuti?Coloro che sono in possesso di un titolo di studio accademico, o di una precedente carriera universitaria di cui chiedono il riconoscimento, possono essere iscritti con abbreviazione di corso. L'Università degli Studi di Cagliari nel Regolamento carriere studenti art. 16, alla domanda di iscrizione, da eseguirsi secondo le modalità di cui all'art.8 del presente regolamento, deve essere allegata una dichiarazione sostitutiva di certificazione relativa al titolo posseduto ed alle attività formativa svolte nella carriera pregressa al fine di consentire alla competente struttura didattica apposita valutazione. Per i corsi di studio ad accesso programmato l'iscrizione con abbreviazione di corso è possibile limitatamente ai posti disponibili e secondo quanto disposto nei rispettivi bandi di ammissione. All'atto del riconoscimento degli esami della carriera pregressa lo studente dovrà pagare la tassa di abbreviazione carriera per ogni anno riconosciuto oltre alle ordinarie tasse di iscrizione relative all'anno accademico di nuova iscrizione previste dal regolamento tasse.
Nel test di ammissione al corso ho maturato uno o più obblighi formativi. Come posso fare per svolgere il corso di riallineamento?Occorre prendere visione delle istruzioni per i corsi di riallineamento consultando il seguente "LINK"
Posso frequentare un corso singolo?E’ ammessa l’iscrizione ai singoli insegnamenti secondo quanto disciplinato dal regolamento sulla carriera amministrativa degli studenti al quale si rinvia. La misura del contributo da versare nel caso di ammissione a uno o più insegnamenti è stabilita annualmente dal Consiglio di amministrazione. Ai Corsi singoli possono iscriversi: -coloro che, non iscritti ad alcun corso di studio dell’Università, pur avendone titolo, sono tuttavia interessati ad un aggiornamento culturale o all’integrazione delle loro competenze professionali; -i laureati che abbiano necessità di seguire gli insegnamenti e superare i relativi esami di profitto richiesti per l’ammissione a lauree magistrali o a scuole di specializzazione ovvero a concorsi pubblici; -i cittadini comunitari e non comunitari residenti all’estero, per i quali si applicano le disposizioni emanate annualmente dal ministero, ad eccezione dell’obbligo di sostenere la prova di conoscenza della lingua italiana; -gli studenti e i laureati stranieri che frequentano l’Università di Cagliari in base a Programmi o Accordi di mobilità internazionale regolati da condizioni di reciprocità. L’iscrizione è consentita esclusivamente ai corsi attivati nelle Facoltà dell’Ateneo nell’anno accademico di riferimento, previa accettazione da parte del Consiglio di Classe/Corso. Ciascun studente può iscriversi a corsi singoli corrispondenti a un numero di crediti non superiore a 36 per anno accademico. Nel caso di iscrizione ai Corsi singoli finalizzata all’iscrizione a un Corso di Laurea Magistrale non si applica il limite di 36 CFU. Per quanto riguarda la domanda di iscrizione ai corsi è possibile consultare il Manifesto degli studi. Per quanto riguarda i contributi dovuti è possibile consultare il Regolamento tasse e contributi.
Quali sono le conoscenze richieste per l’accesso al Corso di Laurea? Per essere ammessi al Corso occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito all'estero riconosciuto idoneo. È richiesto altresì il possesso o l’acquisizione di un’adeguata preparazione iniziale. Tutti coloro che intendono iscriversi, anche se provenienti da altro Corso di Laurea o da altro Ateneo, dovranno sostenere una prova di accesso secondo le modalità previste nel bando di selezione. Le materie da preparare per superare il test di accesso sono elencati nei bandi di selezione.
Dove posso consultare i test di ingresso degli anni precedenti?I test di ingresso degli anni accademici precedenti, con annesse le risposte esatte, si trovano all’interno dei minisiti dedicati a ciascun corso di laurea, all’interno della sezione “Trasparenza e Qualità”.
A chi mi devo rivolgere per informazioni e consigli?Innanzitutto può essere di grande aiuto una attenta consultazione della pagina web del corso di studio, dove si troveranno tutte le informazioni utili sul percorso formativo, sui programmi, sui docenti ecc. Diverse figure possono essere volta a volta consultate, a seconda delle necessità. In primo luogo i tutor per l’orientamento, i rappresentanti degli studenti, lo sportello Tirocinio, lo sportello Erasmus, i docenti tutor, la manager didattica, il Coordinatore del Consiglio di corso.
La frequenza è obbligatoria?Per le lezioni, non è previsto l’obbligo di frequenza. E’ obbligatoria la frequenza del tirocinio previsto al terzo anno.
Possono essere riconosciute come attività a scelta extra-universitarie anche esperienze effettuate precedentemente all’immatricolazione?SÌ! Possono essere riconosciute anche attività precedenti all'iscrizione all'Università (entro i cinque anni), purché siano state effettuate all'interno di un quadro di studi post-secondario e purché siano pertinenti agli obiettivi formativi del corso (si veda la delibera del Consiglio di Area del 31/12/2016). Sarà necessario fare richiesta in Segreteria studenti utilizzando il modulo previsto, allegando la certificazione relativa e una breve relazione scritta, che sarà supervisionata dalla Commissione Passaggi e Riconoscimento Crediti. Il Consiglio di corso delibera sull’eventuale riconoscimento.
Possono essere riconosciute più volte crediti per attività svolte presso la stessa organizzazione (es. dove eventualmente si fossero svolte esperienze precedenti all’immatricolazione e di cui si è chiesto il riconoscimento?)Generalmente No. Il Consiglio di Area del 31/12/2016 ha stabilito che solo in via eccezionale e con fondate motivazioni potrà essere ammesso il riconoscimento di attività svolte presso una stessa organizzazione. Si raccomanda agli studenti di diversificare le esperienze.
Dove si trovano i programmi di insegnamento?Per poter visualizzare i programmi di insegnamento bisogna selezionare nel menù di sinistra la voce "ricerca programmi"
Dove si trovano gli Orari delle lezioni?Gli orari delle lezioni sono visualizzabili all'interno della sezione "Calendari e Orari" -"Calendario lezioni"
Dove si trova il calendario degli appelli?Il calendario degli appelli è visualizzabile all'interno della sezione "Calendari e Orari" - "Calendario esami" - "Appelli D.M. 270/04"
Dove si trovano gli orari di ricevimento dei docenti?Gli orari di ricevimento dei docenti sono visibile all'interno della pagine docente. Per poterli visualizzare accedere alla sezione "Calendari e orari" - "Orario di ricevimento" e cliccare sul nome del docente
Dove trovo i Verbali del Consiglio di Facoltà?I verbali del Consiglio di Facoltà sono visualizzabili accedendo alla sezione "Chi siamo" - "Organi" - "Consiglio di Facoltà" - "Verbali consiglio di Facoltà"
Dove si trovano i regolamenti didattici ?I regolamenti didattici si trovano all'interno dei mini siti dei corsi di studio nella sezione "Didattica" - "Regolamento didattico".
Il mini sito del cds è accedibilie dalla sezione "offerta didattica" -"Corsi di laurea triennali" o "Corsi di laurea magistrale" o " Corsi di laurea magistrale a ciclo unico"
Dove si trovano i piani di studio ?I piani di studio si trovano all'interno dei mini siti dei corsi di studio nella sezione "Didattica" - "Piano di studi".
Il mini sito del cds è accedibile dalla sezione "offerta didattica" -"Corsi di laurea triennali" o "Corsi di laurea magistrale" o " Corsi di laurea magistrale a ciclo unico"
Dove si trovano gli ordinamenti didattici?Gli ordinamenti didattici si trovano all'interno dei mini siti dei corsi di studio nella sezione "Didattica" - "Ordinamento didattico". Il mini sito del cds è accedibile dalla sezione "offerta didattica" -"Corsi di laurea triennali" o "Corsi di laurea magistrale" o " Corsi di laurea magistrale a ciclo unico"
Dove si trovano i percorsi didattici?I percorsi didattici si trovano all'interno dei mini siti dei corsi di studio nella sezione "Didattica" - "Percorsi didattici". Il mini sito del cds è accedibile dalla sezione "offerta didattica" -"Corsi di laurea triennali" o "Corsi di laurea magistrale" o " Corsi di laurea magistrale a ciclo unico"
Dove si trovano i Verbali del consiglio di classe?I verbali del consiglio di classe si trovano all'interno del sito sotto il menu "Chi siamo" - "Consiglio di Corso"
Cosa sono i Crediti Formativi Universitari – CFU?I CFU sono uno strumento per misurare la quantità di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto allo studente per acquisire conoscenze e abilità nelle attività formative previste dai corsi di studio. Un credito (CFU) corrisponde di norma a 25 ore di lavoro che comprendono lezioni, esercitazioni, etc., ma anche lo studio a casa. Per ogni anno accademico, ad uno studente impegnato a tempo pieno nello studio è richiesta una quantità media di lavoro fissata in 60 crediti, ossia 1500 ore. Per ogni singola attività formativa il carico di lavoro consiste nel tempo teorico nel quale si ritiene che uno studente medio possa ottenere i risultati di apprendimento attesi, indicati nell’ordinamento didattico del Corso di studio. I risultati di apprendimento consistono in cosa lo studente saprà, capirà o sarà capace di fare termine del processo d’apprendimento. I CFU si acquisiscono con il superamento dell’esame o altra prova di verifica. I crediti definiscono quindi la quantità di lavoro; la qualità della prestazione dello studente è invece documentata da un voto (espresso in trentesimi per l'esame o la prova di altro genere ed in centodecimi per la prova finale), con eventuale lode. I crediti sono un elemento che consente di comparare diversi corsi di studio delle università italiane ed europee attraverso una valutazione del carico di lavoro richiesto allo studente in determinate aree disciplinari per il raggiungimento di obiettivi formativi definiti. Essi facilitano la mobilità degli studenti tra i diversi corso di studio, ma anche tra università italiane ed europee. I crediti acquisiti durante un corso di studio possono essere riconosciuti per il proseguimento in altri percorsi di studio.
Come registrarsi agli appelli degli esami (Studenti iscritti al D.M. 509/99)Gli studenti che sono iscritti al D.M. 509/99 per potersi iscrivere agli esami dovranno seguire le indicazioni dei singoli docenti
Cosa è il piano di studio?Il piano degli studi è l'insieme di tutti gli esami che lo studente deve sostenere per potersi laureare. Alcuni esami sono obbligatori e vengono stabiliti dagli organi istituzionali dell'Ateneo, mentre altri possono essere a scelta dello studente.
Voglio cambiare corso di Studi, cosa posso fare?Per cambiare corso di studi è necessario presentare la domanda di passaggio di corso, in segreteria studenti entro i termini previsti dai relativi bandi di accesso ai corsi di studio. Qualora lo studente abbia contestualmente richiesto la convalida di esami già sostenuti, gli uffici delle segreterie studenti provvedono, entro 15 giorni dalla ricezione dell'istanza, ad inviarne copia, corredata della certificazione attestante la carriera svolta nel corso di studi di provenienza, alla struttura didattica competente. Quest'ultima, entro 30 giorni dalla ricezione dell'istanza, delibera in merito alla convalida degli esami superati, degli insegnamenti frequentati e dei crediti acquisiti, indicando l'anno di iscrizione gli esami o le attività che lo studente dovrà sostenere per conseguire il titolo, provvedendo nel contempo alla trasmissione della delibera agli uffici delle segreterie studenti che, entro 15 giorni, danno comunicazione della delibera (anche per via telematica) allo studente, il quale viene invitato a prenderne visione. Lo studente entro 15 giorni dalla conoscenza della delibera può rifiutare il passaggio di corso; decorso tale termine, in caso di silenzio questo vale come assenso. Il passaggio decorre dalla data di presentazione della domanda. Lo studente, in regola con le tasse, è tenuto a pagare la tassa di passaggio di corso entro i termini previsti dal bando sopra indicato.
Si possono colmare i previsti crediti a scelta sostenendo esami supplementari? Anche di altri corsi di studio?SÌ! Potrà essere per esempio utile sostenere esami supplementari che rientrino in un percorso di approfondimento finalizzato alla stesura della tesi di laurea. Può essere anche una buona scelta sostenere esami previsti nel piano di studio come alternativi.
Si può chiedere di essere seguiti per la tesi di laurea triennale da un docente che non tiene alcun insegnamento nel percorso di studio?NO! Come recita l’art. 8 del Regolamento didattico: “La prova finale per il conseguimento della laurea di primo livello (triennale) consisterà nella composizione di un elaborato scritto su un argomento a scelta da concordare con uno dei docenti titolari di insegnamento presso il Corso di Studi che assume la funzione di relatore. L’ufficio di relatore è demandato ai professori e ricercatori titolari di insegnamento presso il Corso di Studi. Ai fini dell’esercizio dell’ufficio di relatore i professori a contratto in servizio presso il Corso di Studi sono equiparati al personale docente strutturato”.
In caso di problemi durante la prenotazione degli esami a chi mi posso rivolgere?Per qualsiasi problema relativo all’iscrizione on line agli esami per i Corsi di Laurea del nuovo ordinamento è possibile rivolgersi al personale dei Servizi Informatici, Stanza 47 II piano edificio centrale Località Sa Duchessa. E’ possibile anche inviare una e mail all’indirizzo prestudium@unica.it o contattare telefonicamente i tecnici informatici ai numeri telefonici indicati al seguente link: http://facolta.unica.it/studiumanistici/chi-siamo/organizzazione/segreteria-di-facolta/servizi-informatici/
Ho sentito parlare di differenti tipologie di crediti e precisamente: crediti di tipo “a”, “b”, “c”, “d” ed “f”. Di cosa si tratta esattamente e quali sono le differenze?
Si tratta di griglie ministeriali che garantiscono l'equivalenza nella formazione assicurata dalle varie Università relativamente ad un certo percorso di studio, che deve obbligatoriamente contenere un certo numero di crediti delle varie tipologie per poter essere ritenuto ufficialmente come valido per quella classe di laurea. (Il riferimento ufficiale è al D.M. n. 270/04, art. 10). In particolare:
i crediti di tipo a fanno riferimento ad attività formative di base;
i crediti di tipo b sono invece relativi ad attività formative caratterizzanti;
i crediti di tipo c si riferiscono ad attività formative affini o integrative;
i crediti di tipo d sono attività formative a scelta dello studente;
i crediti di tipo e sono relativi alla preparazione della prova finale per il conseguimento del titolo (rientra in questa tipologia anche il potenziamento delle competenze linguistiche)
i crediti di tipo f sono attività "altre" utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (rientra in questa tipologia anche il potenziamento delle abilità informatiche).
Secondo quale criterio sono riconosciuti crediti a scelta dello studente?I “crediti di tipo d” (a scelta dello studente) devono avere il carattere di un approfondimento culturale e teorico di livello paragonabile alla formazione accademica (perciò in genere può andar bene la frequenza ad un seminario, ad un convegno, ad un ciclo di incontri di formazione ecc.), non si deve trattare invece di attività del tipo pratico/applicativo/sul campo (valorizzabili eventualmente nel quadro dei “crediti di tipo f”, per tirocini, stage ecc.). 1 CFU corrisponde istituzionalmente a 25 ore di impegno, perciò è richiesta in genere una breve relazione scritta che attesti uno studio personale della questione, oltre che una documentazione dettagliata, da allegare alla richiesta che deve essere presentata in Segreteria studenti. Per i seminari organizzati e riconosciuti dal Consiglio di corso con apposita delibera può essere sufficiente solo l’attestazione del docente responsabile.
Come posso colmare i crediti a scelta?È possibile scegliere un esame, congruo con il proprio piano di studi, da un qualsiasi corso di studi di laurea triennale dell'Università di Cagliari.
Inoltre, se nel proprio piano di studi ci sono delle aree di esami in cui è possibile fare una scelta tra due o tre esami, dopo aver scelto l'esame da sostenere obbligatoriamente in quell'area, è possibile scegliere i restanti come esame a scelta.
Infine, è possibile colmare i crediti a scelta frequentando eventi seminariali proposti o autorizzati dal Corso di Studi seguendo, al fine di acquisire i crediti, le indicazioni fornite dal Corso di Studi o dall’apposita commissione o docente incaricato.
L’esperienza del Servizio Civile può essere valorizzata per l’ottenimento di crediti a scelta dello studente?SÌ! Ma solo per quanto riguarda le attività formative frequentate nel corso di quella esperienza, purché siano state formalizzate come tali, ne venga certificata la durata e il contenuto e che questo sia pertinente agli obiettivi del corso di studio. Sarà necessario fare richiesta in Segreteria studenti sul modulo previsto, allegando la certificazione relativa (la più dettagliata possibile, possibilmente con riferimento agli argomenti di formazione affrontati e all’impegno orario previsto) e una breve relazione scritta, che sarà supervisionata dalla Commissione Passaggi e Riconoscimento Crediti. Il Consiglio di corso delibera sull’eventuale riconoscimento.
L’esperienza di volontariato può essere valorizzata per l’ottenimento di crediti a scelta dello studente?NO! Se si sono solo effettuate attività di intervento pratico-operativo. I crediti a scelta dello studente (di tipo d) prevedono infatti, secondo l’ordinamento ufficiale del corso, un approfondimento culturale di tipo teorico.
SÌ! Se nel quadro dell’esperienza di volontariato si sono frequentati corsi di formazione specifica, naturalmente se pertinenti agli obiettivi formativi del corso. Sarà necessario fare richiesta in Segreteria studenti sul modulo previsto, allegando la certificazione relativa (la più dettagliata possibile, con riferimento agli argomenti di formazione affrontati e all’impegno orario previsto) e una breve relazione scritta, che sarà supervisionata dalla Commissione Passaggi e Riconoscimento Crediti. Il Consiglio di corso delibera sull’eventuale riconoscimento.
Posso insegnare nella scuola dell’infanzia e primaria con la laurea in scienze dell’educazione?No, per poter insegnare nella scuola dell’infanzia e primaria è necessario laurearsi in scienze della formazione primaria. Con la laurea in scienze dell’educazione e della formazione è possibile lavorare nelle scuole sopra indicate solo nel ruolo di educatore. L’educatore non è assunto direttamente dalla scuola, ma dalla cooperativa che ha in appalto il servizio educativo scolastico. La laurea in Scienze dell'educazione e della formazione è titolo di accesso alla professione di educatore dei servizi educativi per l'infanzia zero-tre anni (nido) secondo i dettami del D.M. 378/2018.
E’ possibile dare esami degli anni successivi?Lo studente è tenuto a sostenere gli esami relativi al suo anno di iscrizione. Solo qualora lo studente completasse ad esempio tutti gli esami del primo anno potrà chiedere alla segreteria studenti di inserire nella propria carriera uno o due esami del secondo anno. Qualora lo studente fosse iscritto al secondo anno e non avesse ancora sostenuto esami del primo anno potrà sostenere sia gli esami del primo anno che del secondo (previa verifica delle propedeuticità)
E' possibile sostenere un esame prima del termine delle lezioni del corso?No. Anche se sul libretto online dello studente un esame venisse visualizzato come disponibile, questo può essere sostenuto solo al termine delle lezioni previste. Il regolamento Didattico di Ateneo, all'articolo 20 comma 3, precisa che: "Gli esami di profitto e ogni altro tipo di verifica soggetta a registrazione previsti per i corsi di laurea e di laurea magistrale possono essere sostenuti solo successivamente alla conclusione dei relativi corsi di insegnamento".
La possibilità di sostenerlo negli appelli precedenti al termine del corso è prevista solo per gli studenti degli anni successivi a quello di attivazione del l'insegnamento (o fuori corso), in questo caso portando il programma dell'anno precedente.
A quanto ammontano le ore effettive di tirocinio obbligatorio?Per gli studenti del corso triennale in Scienze dell’educazione e della formazione le attività di tirocinio prevedono un totale di 175 ore (7 CFU) per gli studenti immatricolati a partire dall’Anno accademico 2010-11 (per gli studenti immatricolati negli Anni Accademici 2008-09 e 2009-10 i crediti previsti sono invece 10, per un totale di 250 ore). Le ore sono relative al tempo di svolgimento effettivo del tirocinio. La durata del tirocinio non deve superare il periodo indicato nel progetto formativo per garantire la copertura assicurativa. Si faccia riferimento al regolamento tirocini disponibile sul sito.
L’esperienza del Servizio Civile può essere valorizzata come esperienza di Tirocinio?SI! Naturalmente se l’esperienza è stata pertinente agli obiettivi formativi del corso e se risulta la presenza di un tutor esperto come supervisore (un educatore o un pedagogista). La decisione di riconoscere eventualmente l’esperienza di Servizio civile nazionale come esperienza di Tirocinio spetta alla Commissione Tirocini. Sarà necessario fare richiesta in Segreteria studenti sul modulo previsto, allegando la certificazione relativa e una relazione scritta, redatta secondo quanto richiesto dal Regolamento Tirocini (cfr. http://people.unica.it/scienzedelleducazioneedellaformazione/files/2012/11/regolamento-tirocini-area-pedagogica-06-03-17-1.pdf, si consideri in particolare l’art. 6). Il Consiglio di corso delibera sull’eventuale riconoscimento.
Come faccio a sapere se ho i requisiti richiesti per iscrivermi al corso magistrale in Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi?Per iscriversi al corso di Laurea magistrale in Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi si deve innanzitutto partecipare alla prova di selezione prevista e superarla, giacché il corso è a numero programmato. Requisito richiesto per l'iscrizione è il possesso del Diploma di laurea triennale (della classe L-19), ovvero di altro titolo conseguito all'estero riconosciuto idoneo. Possono iscriversi al Corso di laurea Magistrale anche coloro che sono in possesso della laurea quadriennale in Pedagogia o in Scienze dell'educazione (cfr.
http://people.unica.it/scienzepedagogicheedeiservizieducativi/didattica/informazioni-generali/), in particolare il punto: “Conoscenze richieste per l'accesso”).
Chi avesse conseguito un titolo di laurea triennale o quadriennale di diverso indirizzo dovrà aver conseguito:
a) almeno 30 CFU complessivi nell'ambito dei settori scientifico-disciplinari pedagogici;
b) almeno 10 CFU complessivi nell'ambito dei settori scientifico-disciplinari filosofici;
c) almeno 10 CFU complessivi nell'ambito dei settori scientifico-disciplinari storici;
d) almeno 5 CFU complessivi nell'ambito dei settori scientifico-disciplinari psicologici;
e) almeno 5 CFU complessivi nell'ambito dei settori scientifico-disciplinari sociologici e antropologici.
Eventuali debiti formativi potranno essere colmati iscrivendosi a corsi singoli e sostenendo esami integrativi nel corso del primo semestre di studio.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar