Domande frequenti

 

Il corso di laurea e l’e-learning

Piano di Studi

Lezioni ed esami

Come viene erogato il corso di laurea in Scienze della Comunicazione?
Il corso di laurea in Scienze della Comunicazione è un corso erogato attraverso gli strumenti della comunicazione a distanza resi disponibili dall’uso del web, quindi tutti i materiali e le lezioni sono fruibili online (tramite corsi multimediali, attività e-learning e collaborative, videoconferenze, forum). Tuttavia sono previsti anche incontri e laboratori in presenza per chi desidera parteciparvi. Gli studenti, nel loro percorso di apprendimento, sono assistiti da tutors qualificati. Gli esami si svolgono in presenza.
< torna su

Cosa vuol dire “e-learning”?
L’e-learning è una metodologia didattica innovativa centrata sull’apprendimento e sullo studente. L’e-learning (ribattezzato recentemente anche web-learning) offre la possibilità di utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l’apprendimento. Per l’utente rappresenta una soluzione di apprendimento flessibile, in quanto:
fortemente personalizzabile: ognuno può scegliere come organizzare il proprio percorso tra le attività e i materiali proposti per raggiungere gli obiettivi di apprendimento;
facilmente accessibile: le lezioni, i materiali, le attività, i test, possono essere fruiti ed eseguiti da qualunque luogo, purché si abbia a disposizione un collegamento internet, e in qualunque orario;
a costante contatto con la comunità di apprendimento: docenti e tutors sono facilmente raggiungibili tramite gli strumenti sincroni (chat e web conferencing) e asicnroni (e-mail e forum). Gli studenti partecipano singolarmente o per gruppi a tutte le attività che divengono visibili tramite gli strumenti della piattaforma didattica.
< torna su

Quali sono i vantaggi della didattica “e-learning”?
Gli strumenti di comunicazione consentiti dall’uso del web, hanno come vantaggi sicuri la fruibilità online di tutti i materiali didattici e delle lezioni (tramite corsi multimediali, attività e-learning e collaborative, videoconferenze,
forum) e l’accessibilità ad essi da qualsiasi posto provvisto di una connessione al web. Ma il vero valore aggiunto è la cooperazione nel processo di costruzione delle conoscenze, permesso agli utenti dall’essere immersi in un flusso continuo e bidirezionale d’informazione tra docenti e studenti e, tra studenti e studenti e tra docenti e docenti, aperto e visibile a tutti gli iscritti.
< torna su

Come si seguono le lezioni nel caso dell’insegnamento a distanza (e-learning)?
Nei corsi a distanza, l’equivalente delle lezioni “in presenza” sono i materiali multimediali corredati da lezioni e videoconferenze del docente e dall’attività di tutoraggio. Tipicamente si prevedono alcune ore in presenza a inizio corso, a fine corso e in alcune tappe intermedie ritenute punti di passaggio rilevanti ai fini della comprensione dei materiali.
Per poter visionare il materiale è sufficiente essere dotati di una postazione internet con un collegamento a banda larga (ADSL o equivalente).
< torna su

I vantaggi della didattica e-learning migliorano le performance degli studenti?
L’esperienza del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, supportata da una precisa analisi statistica, evidenzia la crescita generale dei risultati ottenuti dagli studenti. I due parametri con i quali abitualmente si valutano i risultati ottenuti dai corsi di laurea, ovvero gli abbandoni degli studenti e la percentuale di loro che si laurea senza andare fuori corso, mostrano una tendenza decisamente positiva (risultati quasi raddoppiati) rispetto ai corrispettivi dei corsi di laurea tenuti senza l’ausilio delle tecnologie didattiche digitali.
< torna su

Il corso si può seguire anche se non si ha accesso a Internet?
No, per seguire il corso è indispensabile poter lavorare attraverso un computer collegato alla rete internet. E’ tuttavia possibile utilizzare internet con un proprio portatile dotato di connession wireless negli ambienti interni ed esterni della Facoltà di Studi Umanistici o presso la cittadella universitaria, tramite gli accessi che si ricevono al momento dell’iscrizione, nel caso non si possegga a casa un proprio collegamento.
< torna su

Che cos’è la piattaforma didattica?
La piattaforma didattica è un ambiente virtuale di apprendimento costruito intorno a un software che permette di erogare corsi di formazione, gestire e monitorare i percorsi formativi degli studenti e accedere a una serie di strumenti di comunicazione e di servizio collegati, quali i forum e il tutoring. La piattaforma adottata dal corso di laurea in Scienze della comunicazione è una piattaforma “LCMS” (acronimo di Learning Content Management System) e consente la creazione, la gestione e l’erogazione di contenuti formativi nonché l’interazione di tutti i soggetti coinvolti nel processo formativo: studenti, docenti, tutors, manager didattico, content manager ed informatici.
< torna su

Esiste una demo o un accesso temporaneo per i non iscritti per valutare e farsi un’idea generale del corso?
Sì, basta accedere all’area demo del portale.
< torna su

A quali professioni prepara il corso di studi in Scienze della Comunicazione?
Nell’attuale contesto lavorativo, qualunque professione richiede un approfondimento delle proprie capacità comunicative, sia in termini di competenze relazionali che di abilità nello scrivere e confezionare messaggi multimediali.
Tuttavia nello specifico il corso è finalizzato all’acquisizione di specifiche professionalità nel campo dell’informazione (editoria e stampa, radio e tv) e nel settore dell’industria culturale (sceneggiature, story-board per la pubblicità, video, audiovisivi, prodotti per il web, ecc.).
< torna su

Quanto costa iscriversi al corso?
Consulta la sezione dedicata alla Tasse.
< torna su

Che cos’è il riallineamento (o Anno Zero)?
Il riallineamento consiste in materiali e attività che vengono rese disponibili agli studenti degli ultimi due anni delle Scuole secondarie superiori e agli studenti iscritti affinché possano autovalutare la propria preparazione ed eventualmente adeguarla alle competenze necessarie per seguire con successo un corso di laurea.
Il riallineamento pertanto si propone di:
– colmare lacune di base nella preparazione che gli studenti in uscita dalle superiori possono avere rispetto ai requisiti richiesti dai corsi universitari;
– anticipare nozioni e competenze specifiche richieste da un corso di laurea particolare e per il quale -per fare un esempio- non era prevista alcuna formazione nella scuola secondaria.
< torna su

Che cos’è il piano di studio?
Il piano di studio è il percorso didattico che lo studente deve seguire nella sua carriera universitaria. Si identifica sostanzialmente nell’elenco degli esami di profitto, compresi quelli a scelta dello studente, laboratori e attività di tirocinio, ove previsto, che lo studente deve superare per raggiungere la Laurea. Tale percorso didattico, nel corso di laurea in Scienze della Comunicazione, è predisposto dal consiglio di Corso di Studio, e costituisce il PIANO DI STUDIO UFFICIALE.
< torna su

Che cosa sono i semestri?
I semestri sono i periodi di erogazione delle lezioni. L’anno accademico è diviso in 2 semestri: il primo inizia ad ottobre e termina a febbraio. Nel periodo compreso tra ottobre e gennaio si erogano le lezioni, mentre il periodo febbraio-marzo è dedicato agli esami. Il secondo semestre inizia a marzo con un nuovo gruppo di lezioni che terminano a maggio. Tra giugno-luglio si svolgono altre sessioni di esami. Nel corso di laurea in Scienze della Comunicazione, gli insegnamenti da 5 CFU sono semestrali e possono essere erogato o nel primo o nel secondo semestre. Gli insegnamenti da 10 CFU, invece, sono insegnamenti annuali e le lezioni vengono erogate da ottobre a maggio e i corrispondenti esami possono essere sostenuti non prima della sessione di giugno-luglio.
< torna su

Che cos’è il Credito Formativo Universitario (CFU)?
Il Credito Formativo Universitario (o CFU) è l’unità di misura del lavoro richiesto allo studente per l’espletamento di ogni attività formativa prescritta dagli ordinamenti didattici dei Corsi di Laurea per conseguire un titolo di studio universitario. A ciascun credito corrispondono convenzionalmente 25 ore di lavoro per lo studente, comprensive di ore di lezione, laboratorio e di studio individuale, necessarie per il superamento dell’esame. I crediti si acquisiscono con il superamento dell’esame o di altra prova di verifica di profitto. Per conseguire una Laurea di primo livello (triennale) sono necessari 180 crediti, per una Laurea di secondo livello (specialistica, di durata biennale) sono necessari, oltre ai 180 crediti acquisiti con la prima, altri 120 crediti.
< torna su

Che cos’è un debito formativo?
Il debito formativo è espressione della mancanza dei requisiti curricolari per accedere ad una laurea specialistica (i curricula idonei sono stabiliti dai regolamenti didattici dei singoli Corsi di Laurea). Il debito formativo può essere colmato completando il proprio curriculum di studi mediante il sostenimento di esami o di altra prova di profitto.
Per ulteriori informazioni: http://universo.murst.it/presentazione/debiti.html
< torna su

Chi è lo studente Fuori Corso?
Lo studente Fuori Corso è colui che non riesce a terminare il suo corso di studi nei termini previsti (ad esempio nei 3 anni previsti per il corso di laurea in Scienze della Comunicazione).
< torna su

Quando si arriva da un altro corso di laurea, è possibile farsi riconoscere gli esami sostenuti?
Si, è possibile, ma solo dopo aver perfezionato l’iscrizione. Per chiedere il riconoscimento degli esami sostenuti nel precedente corso di laurea, lo studente deve compilare l’apposito modulo predisposto dalla segreteria studenti, in cui riporterà l’elenco di tutti gli esami sostenuti, il corrispondente numero di crediti e il settore scientifico disciplinare. Il consiglio di corso di laurea che riceverà la domanda dalla segreteria studenti deciderà quali esami riconoscere e dunque quali e quanti crediti attribuire.
< torna su

Quando si ha un’esperienza consistente nel campo in cui si vuole conseguire una laurea, è possibile farsi riconoscere tale esperienza?
Si, è possibile. Lo studente che ha acquisito una consistente esperienza nel campo in cui vuole conseguire una laurea può fare esplicita richiesta di riconoscimento crediti “per attività extra accademiche”, compilando l’apposito modulo predisposto dalla segreteria studenti. Il modulo dovrà poi essere consegnato alla segreteria studenti che provvederà a inoltrarlo al consiglio di corso di laurea. La domanda di riconoscimento di questa esperienza dovrà essere corredata da una breve relazione che documenti la qualità e la quantità dell’attività svolta: una volta accertata la coerenza di questa attività con gli obiettivi del Corso di Laurea, verranno attribuiti dei crediti, che confluiranno nella tipologia “stages”, a parziale o totale copertura dei 10 crediti previsti per questo tipo di attività formative.
< torna su

Quante ore in presenza sono previste? E’ obbligatorio seguirle?
Le ore in presenza previste sono, orientativamente, 8 per i corsi annuali da 10 CFU e 4 per i corsi semestrali da 5 CFU. Sarà poi a discrezione del docente aumentare o diminuire il numero di incontri in presenza. Non è comunque obbligatorio seguirle. Le lezioni necessarie alla comprensione del corso sono fruibili anche online. La partecipazione a laboratori e seminari organizzati ad integrazione e approfondimento dei contenuti sono molto utili, ma non sono comunque obbligatorie ai fini del superamento dell’esame.
< torna su

Dove si tengono le lezioni?
Le lezioni si tengono nelle aule e nei laboratori situati negli edifici della Facoltà di Studi Umanistici, in via Is Mirrionis, 1 (loc. Sa Duchessa), a Cagliari.
< torna su

Come si contattano i docenti?
I docenti sono disponibili presso il proprio studio in specifici orari di ricevimento che vengono resi noti attraverso la piattaforma didattica. E’ possibile comunque contattare i docenti tramite la posta elettronica indicata tra le informazioni legate a ciascun insegnamento e nelle pagine personali dei docenti.
< torna su

Come si contattano i tutors?
I tutors sono contattabili tramite la posta elettronica e ricevono gli studenti via chat o in web conferencing. Compatibilmente con la loro presenza in sede, è possibile concordare un incontro in presenza.
< torna su

Quanti esami bisogna sostenere per laurearsi in Scienze della comunicazione?
Il corso di laurea in scienze della comunicazione prevede 20 esami obbligatori, più 3 esami del valore di 5 crediti ciascuno (o in alternative uno da 5 crediti e uno da dieci crediti) a scelta dello studente.
< torna su

Come si svolge un esame?
Gli esami vengono svolti sempre in presenza. Possono essere scritti, orali o prevedere entrambe le modalità. Ciascun docente ha facoltà di decidere i criteri e le modalità di valutazione. Spesso i docenti prevedono una valutazione che prevede una serie di prove in itinere, ossia più prove su porzioni distinte del programma d’esame, che vengono svolte durante l’anno accademico in concomitanza con lo svolgimento del corso.
< torna su

Dove si svolge un esame?
Gli esami del corso di laurea in Scienze della Comunicazione si tengono presso la sede della Facoltà di Studi Umanistici, in via Is Mirrionis, 1 (loc. Sa Duchessa), a Cagliari.
< torna su

Come ci si iscrive ad un esame?
Ci si iscrive all’esame utilizzando la piattaforma didattica, secondo le modalità stabilite ed esplicitamente indicate da ciascun docente.
< torna su

In quale periodo è possibile sostenere esami?
E’ possibile sostenere un esame solo al termine del periodo di erogazione del relativo insegnamento. Se un corso è “annuale” (ossia dà diritto a 10 CFU e dura per due semestri) significa che le lezioni iniziano nel mese di ottobre e terminano a maggio, il corrispondente esame pertanto può essere sostenuto solo a partire dal successivo mese di giugno e per tutte le sessioni utili (sessione estiva: giugno – luglio, sessione autunnale: ottobre – novembre, sessione straordinaria: febbraio – marzo). Un corso “semestrale” da 5 CFU invece, può essere erogato nel primo semestre, e quindi le lezioni iniziano a ottobre, terminano a gennaio e gli esami possono essere sostenuti a partire dalla sessione di febbraio – marzo; nel caso sia invece erogato nel secondo semestre le lezioni iniziano a marzo, terminano a maggio e gli esami possono essere sostenuti a partire dalla sessione estiva di giugno – luglio. Nel piano di studi è indicato il semestre in cui ogni insegnamento viene erogato.
Soprattutto per i corsi annuali spesso i docenti propongono una serie di prove in itinere non obbligatorie che permettono allo studente di dedicarsi ad una porzione del programma d’esame alla volta.
< torna su

Che cosa sono gli esami a scelta dello studente?
Gli esami a scelta dello studente (o esami opzionali o corsi per crediti liberi) sono esami che lo studente sceglie di inserire all’interno del proprio percorso di studi, non vincolabile dal Corso di laurea e sono pertanto degli insegnamenti il cui inserimento è a completa discrezione dello studente. Tuttavia, sarebbe auspicabile che alla base di tale scelta vi fossero delle motivazioni legate ad eventuali scelte lavorative future o di carriera di studi. Nel corso di laurea in Scienze della Comunicazione, i crediti formativi universitari (CFU) corrispondenti agli esami “a scelta dello studente” sono in tutto 15: ciò significa che lo studente può scegliere di inserire nel proprio percorso formativo 1 esame da 10 CFU e 1 da 5 CFU, oppure 3 esami da 5 CFU.
< torna su

In cosa consiste la prova finale/tesi?
La prova finale (o tesi di laurea) consiste nella discussione di un elaborato redatto dallo studente su un argomento di un ambito disciplinare previsto dal piano di studi e concordato con un docente del corso di laurea.
< torna su

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar