Insegnamenti

 

30/44/100 - CORSO MODULARE DI PEDAGOGIA

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
SALVATORE ​DEIANA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[30/44] ​ ​SCIENZE PEDAGOGICHE E DEI SERVIZI EDUCATIVI [44/00 - Ord. 2010] ​ ​PERCORSO COMUNE1060
Obiettivi

1) Identificazione e acquisizione dei contenuti fondamentali di un sapere specificamente pedagogico;
2) Identificazione dei caratteri fondamentali della figura professionale del pedagogista e delle relative competenze specifiche, con acquisizione delle stesse ad un livello di generalità;
3) Identificazione delle principali problematiche teoriche connesse alla questione della progettazione educativa e acquisizione di un orientamento di livello generale nella competenza pratica della stessa progettazione.
Più precisamente, incremento:
a) della conoscenza e della capacità di comprensione delle dinamiche e problematiche relazionali e formative che intercorrono nelle situazioni e contesti di cura educativa;
b) delle attitudini riflessive e della capacità di elaborazione critica di informazioni inerenti le suddette situazioni e contesti di cura educativa: di conseguenza, della capacità di formulare un giudizio autonomo orientato all’agire specificamente educativo;
c) delle capacità di comunicazione interpersonale, ivi compresa l’attitudine all’ascolto di sentimenti ed emozioni, così come della capacità di lavoro in gruppo;
d) della capacità di applicare le conoscenze e comprensione di cui sopra nella concreta progettazione, attivazione e gestione delle suddette situazioni e contesti, dal punto di vista delle figure con responsabilità educativa e in particolare di quelle professionali;
e) della capacità di riconoscere e di valorizzare i diversi punti di vista dei soggetti coinvolti nelle situazioni e contesti educativi.

Prerequisiti

Si ritiene importante il possesso di una conoscenza di base in merito alla riflessione e teorizzazione pedagogica: ovvero, è auspicata la consapevolezza dei significati delle categorie cardine della pedagogia, principalmente formazione, educazione, cura. Si consiglia a tal fine, a chi non l’avesse già preparato nella propria laurea triennale, la lettura attenta del volume di Rita FADDA, Sentieri della formazione. La formatività umana tra azione ed evento, Armando, Roma; e si segnala come utile a tutti/e, per un maggiore approfondimento sulle posture relazionali per le buone pratiche di cura educativa, il saggio di Luigina MORTARI, La cura come asse paradigmatico del discorso pedagogico, in Vanna BOFFO (a cura di), La cura in pedagogia. Linee di lettura, CLUEB; Bologna 2006, pp. 59-83.

Contenuti

Primo modulo: “Basi teoriche e procedurali per le competenze pedagogiche”
Il terreno del pedagogico e la figura professionale del pedagogista

Area obiettivo 1) Il sapere pedagogico (Frabboni-Pinto Minerva):
-l’identità della pedagogia (scienza, utopia, assetto epistemologico);
-le dimensioni della formazione (intellettuale, estetica, del corpo e del movimento, affettiva e relazionale, etica e sociale);
-la ragione complessa, la pedagogia e il rapporto con le scienze ad essa ausiliarie (la biologia e la natura, la tecnica, la psicologia e il soggetto, l’antropologia e la cultura, la sociologia e la società);
più in dettaglio:
-le principali tendenze del cambiamento sociale e culturale nel mondo contemporaneo;
; -il sistema formativo integrato e le principali agenzie educative;
-i modelli del percorso esistenziale umano e le stagioni dell’educazione e della formazione.

Area obiettivo 2) La figura professionale del pedagogista (Blezza):
-riferimenti storici e formazione universitaria;
-elementi dell’esercizio professionale;
-rapporto tra pedagogia e psicologia;
-campi di intervento ed esempi di casistica.


Secondo modulo: “Teoria della progettazione educativa”
L’atlante della formazione umana e la questione pratica della progettazione educativa

Area obiettivo 3a) Problematiche teoriche connesse alla questione della progettazione educativa (Deiana su Gadamer):
-teoria, tecnica, prassi;
-concetti fondativi e modelli esplicativi della formazione umana;
-la determinazione passiva e la determinazione attiva del soggetto umano;
-i termini di una ragione sociale;
-elementi di un’ermeneutica critica della formazione umana nel mondo contemporaneo.

Area obiettivo 3b) Elementi per un orientamento nella competenza pratica della progettazione educativa (Parmigiani-Traverso oppure Brandani-Tomisich):
-elementi di teoria e critica della pratica della progettazione educativa;
-linee guida (Traverso) e (meglio)/o schema per fasi e aspetti (Brandani-Tomisich) della progettazione educativa;
-esempi di esperienze di progettazione educativa.

Metodi Didattici

L’attività didattica verrà sviluppata con metodologie plurime, tra cui:
-lezioni frontali;
-incontri e seminari con studiosi di pedagogia e/o professionisti dell’educazione;
-visione di film e video e loro analisi in chiave pedagogica;
-esercitazioni di progettazione educativa;
-giochi ed esercizi di movimento, piccolo gruppo, ecc.

Verifica dell'apprendimento

La prima e fondamentale modalità di esame sarà una prova scritta. Essa consisterà nello sviluppo di tracce aperte, una per ciascun modulo, sui temi dei moduli stessi. Sarà possibile sostenere la prova per il primo modulo in un appello e quella per il secondo in uno successivo. Il tempo a disposizione sarà complessivamente di tre ore, se ci si presenterà per entrambi i moduli, o di un’ora e trenta minuti, se per un singolo modulo. La valutazione complessiva della preparazione emergerà dalla media fra i risultati delle due prove.
Vi sarà poi una convocazione per un eventuale approfondimento orale, che avrà luogo se ritenuto necessario dal docente o qualora venga richiesto dall’esaminando/a per migliorare la propria valutazione conseguente alla prova scritta.
I criteri di attribuzione del voto finale saranno:
per la prova scritta:
• capacità descrittive e argomentative;
• scrittura sintatticamente corretta e utilizzo di una terminologia appropriata;
• capacità di strutturare un testo scritto;
• aderenza ai dettami delle tracce;
• livello di approfondimento dell’analisi e degli argomenti;
• confronto della riflessione personale con i contenuti delle fonti proposte dal docente per la preparazione dell’esame (testi e altri materiali) e con le attività svolte in aula;
per la prova orale:
• padronanza espressiva, anche con riferimento al metalinguaggio della pedagogia;
• capacità di elaborazione critica dei concetti;
• utilizzo di una terminologia appropriata;
• pertinenza delle risposte alle domande formulate dal docente;
• livello di approfondimento dell’analisi e degli argomenti;
• confronto della riflessione personale con i contenuti delle fonti proposte dal docente per la preparazione dell’esame (testi e altri materiali) e con le attività svolte in aula.

Testi

Primo modulo
1a) FRABBONI Franco, PINTO MINERVA Franca, Introduzione alla pedagogia generale, Roma-Bari, una qualsiasi edizione;
1b) BLEZZA Franco, Il pedagogista 2007. Una professione dalla storia antica e dalla necessità sociale attuale, Roma 2007.

Secondo modulo
2a) DEIANA Salvatore, Un’ermeneutica della formazione umana. Il pensiero di Hans Georg Gadamer come discorso pedagogico, Cagliari 2017;
2b) un testo a scelta tra i due seguenti:
BRANDANI Walter, TOMISICH Manuela, La progettazione educativa. Il lavoro sociale nei contesti educativi, una qualsiasi edizione;
oppure
PARMIGIANI Davide, TRAVERSO Andrea, Progettare l’educazione. Contesti, competenze, esperienze, Milano 2011.

Relativamente soprattutto a questo secondo modulo, si suggerisce inoltre la lettura del saggio di Rita FADDA L’intenzionalità educativa tra progettazione e cura, in Franco CAMBI (a cura di), Le intenzioni nel processo formativo. Itinerari, modelli, problemi, Edizioni del Cerro, Tirrenia (Pisa) 2005, pp. 64-88.
Si considerano inoltre fondamentali materiali integrativi per la preparazione dell’esame i film:
-HACKFORD Taylor, Ufficiale e gentiluomo, USA 1981;
-WEIR Peter, L’attimo fuggente, USA 1989.
E’ richiesta pertanto la loro visione e analisi in chiave pedagogica, insieme a quella dei video di due puntate del programma «SOS Tata», dal titolo La famiglia Ricci (prima e ottva stagione), reperibili dal sito web del programma o attraverso il canale YouTube.
Inoltre, durante il corso il docente potrà indicare ulteriore documentazione utile per la preparazione. In particolare, verranno proposti dei bandi di enti pubblici per la gestione di servizi socioeducativi, ed è consigliata la conoscenza di almeno uno di essi, mentre è facoltativa la conoscenza del documento La strada come luogo educativo. Si invitano le persone non frequentanti a contattare il docente per acquisire questa documentazione, verso la fine del secondo modulo e del corso e comunque in prossimità della prova d’esame per l’intero corso o per il secondo modulo.

Altre Informazioni

I giorni e gli orari di ricevimento saranno fissati in prossimità degli orari di lezione. Il docente riceverà nel suo studio, stanza n. 32 del primo piano del corpo centrale della facoltà di Studi Umanistici. Negli altri mesi, si dovrà scrivere all’indirizzo email del docente sdeiana@unica.it per chiedere un appuntamento, indicando tale richiesta nell’oggetto dell’email.-
Si invitano in ogni caso studenti/esse non frequentanti a contattare il docente tramite email al suddetto indirizzo sdeiana@unica.it con un significativo anticipo rispetto all’appello, per acquisire eventuali ulteriori informazioni utili per la preparazione all’esame.
Eventuali altre comunicazioni operative saranno pubblicate sulla pagina web del docente.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar