Mag 122018
 

APPELLI SESSIONE ESTIVA 2018

Università degli Studi di Cagliari

Facoltà di Studi Umanistici

Laurea magistrale in Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi LM85

Corso modulare di Pedagogia

Anno accademico 2017-2018

Docente: Salvatore Deiana

 

Le prove scritte degli appelli della sessione estiva sono previsti nelle seguenti date, ora e aule:

-22 maggio, ore 9.00, aula 15;

-19 giugno, ore 9.00, aula 10;

-13 luglio, ore 9.00, aula 10.

 

Prova scritta anno accademico 2017-2018

Indicare in ogni foglio protocollo utilizzato: data odierna, proprio nome e cognome, numero di matricola, corso di laurea (LM85 oppure LM50) e anno (primo, secondo, fuori corso, corso singolo, ecc.), denominazione dell’esame, indirizzo email.

E’ possibile sostenere l’intero esame, comprensivo di entrambi i suoi due moduli, oppure un modulo per volta in appelli successivi, cominciando con la prova relativa al primo modulo.

La prova consiste nello sviluppo di tracce aperte indicate dal docente e ha la durata di tre ore a partire dal termine della comunicazione delle istruzioni e delle due tracce, per chi deve sostenere l’esame in entrambi i moduli, e di un’ora e trenta per l’unica traccia di chi deve sostenere la prova relativa ad un solo modulo.

Si possono utilizzare esclusivamente i fogli timbrati forniti dal docente, che vanno tutti riconsegnatigli alla conclusione della prova.

E’ auspicato uno sviluppo delle tracce in senso riflessivo e critico.

 

Il docente, dopo aver letto e valutato i compiti, convocherà per un eventuale approfondimento orale, comunicandone l’esito con qualche giorno di anticipo rispetto alla data della suddetta convocazione. L’approfondimento orale avrà luogo nel caso in cui il docente ritenga di non aver acquisito dalla prova scritta sufficienti elementi per la valutazione, oppure qualora l’esaminando/a non si ritenga soddisfatto della valutazione conseguente alla prova scritta e chieda di poterla migliorare appunto con una conversazione sugli argomenti del corso.

La convocazione sarà fissata in una data posteriore di circa una settimana – dieci giorni rispetto a quella della prova scritta, e avrà luogo presso lo studio del docente, stanza 32 del primo piano del corpo centrale della Facoltà. Ulteriori precisazioni o parziali modifiche potranno essere presenti nella convocazione, che verrà pubblicata nella sezione “Avvisi” della pagina personale del docente sul sito della Facoltà di Studi Umanistici.

Apr 162018
 

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI

 

Incontro-dibattito di presentazione del volume

Salvatore Deiana

Un’ermeneutica della formazione umana

Il pensiero di Hans Georg Gadamer come discorso pedagogico

CUEC Editrice – University Press

 

Mercoledì 18 aprile 2018 Ore 9.00 Aula 3

 

Introduce e coordina: Gabriella Baptist, docente di Filosofia Morale

Intervengono i docenti:

Vinicio Busacchi, Ermeneutica Filosofica

Claudio D’Alessandro, Pedagogia Generale

Enrico Euli, Metodologia e tecnica del gioco e dell’animazione

Salvatore Deiana, Corso modulare di Pedagogia

 

 

 

 

L’incontro è aperto e si svolge entro le ore di lezione degli insegnamenti di:

Metodologia e tecnica del gioco e dell’animazione,

accorpato per le lauree

triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione

e magistrale in Scienze della Formazione Primaria

Corso modulare di Pedagogia,

laurea magistrale interclasse in Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi

 

 

La partecipazione all’incontro non comporta l’attribuzione di crediti formativi

Ott 082017
 

Tesi con relatore il docente Salvatore Deiana
Ricercatore di Pedagogia generale e sociale
Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia
Facoltà di Studi Umanistici
Università di Cagliari

Il docente svolge attività di relatore di tesi per la laurea magistrale in Scienze Pedagogiche (LM85), per la quale ha tenuto e tiene il corso modulare di Pedagogia, integralmente o perlomeno per il secondo modulo di “Teoria della progettazione educativa”. Come da Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione (L19), non può svolgere la stessa funzione per tale corso di laurea, non essendo in esso titolare di insegnamento. Il docente prende in considerazione, riservandosi se assumere l’incarico o meno, solo richieste provenienti da studenti/esse che abbiano frequentato il corso di Pedagogia generale per la suddetta laurea triennale nell’anno accademico 2015-16, in cui ha tenuto tale insegnamento.
Per richiedere la sua assistenza-tutoraggio quale relatore di tesi, è necessario prendere contatto via email all’indirizzo sdeiana@unica.it, fornendo tutte le informazioni utili al riguardo (proprio nome e cognome, corso di studi, situazione CFU, ecc). Il docente risponderà entro un tempo il più possibile sollecito e comunque ragionevole.

Al 4 aprile 2018
Alla data odierna indicata, il docente ha assunto l’incarico di relatore di tesi per la laurea magistrale in Scienze Pedagogiche (LM85), soprattutto, e di elaborati finali per la laurea triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione (L19), in minor misura, in un numero complessivo tale da non poter prendere in carico nuovi lavori, pena la qualità del tutoraggio. Pertanto, considerato anche i tempi prevedibili di conclusione di alcuni di questi lavori, non accetterà nuove tesi o elaborati finali perlomeno sino all’inizio del mese di luglio 2018. A partire da tale periodo tornerà a prendere in considerazione nuove richieste, fatte salve le condizioni indicate qui sopra, riservandosi comunque se accettare o meno le richieste.

In corso di svolgimento (titoli orientativi)

Tesi triennali in Scienze dell’Educazione e della Formazione (L19)

ARESU Ilaria, CURA PEDIATRICA E CURA PEDAGOGICA. Analogie, intersezioni, differenze

COLLU Cristina, Il ruolo dell’educatore nell’integrazione extrascolastica dei minori stranieri non accompagnati
CADEDDU Ilenya, LA CULTURA DELLA VIOLENZA DI GENERE. Critica dei modelli dell’identità maschile e proposte educative alternative

PANTALEO Liliana, FORMARE ATTRAVERSO LA PET THERAPY. La relazione animale-bambino in una comunità per minori non accompagnati

MAINAS Giulia, L’IMPORTANZA DELLE EMOZIONI NELLA FORMAZIONE UMANA. L’interazione tra le emozioni nel film Inside out 

Tesi magistrali in Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi (LM85)

ABIS Manuela, DIVENTARE PADRE. Lo sviluppo dell’identità genitoriale maschile

BACCHIS Guendalina, IL LAVORO PEDAGOGICO IN AMBITO GIURIDICO. Affidi, adozioni e altre pratiche dell’emergenza educativa

DESSI’ Stefania, SPEZZARE LA CATENA DELL’ABUSO Orientamenti pedagogici per la prevenzione della trasformazione dell’abusato in abusante

ENNA Silvia, Maltrattamenti e abuso dell’infanzia. Strategie e pratiche pedagogiche di salvaguardia e promozione del presente e del futuro dei bambini abusati

MANCA Stefania, DANZANDO SULLE NOTE DELLE EMOZIONI. Una prospettiva pedagogica coreutica per la comprensione e regolazione della dimensione emozionale

MASSA Maria Simona, LITIGARE NEL MODO GIUSTO FA BENE. La gestione del conflitto nei bambini

MASSONE Patrizia, UNA PROSPETTIVA PEDAGOGICA CONTRO IL CYBERBULLISMO. Prevenire ed affrontare la violenza nel rapporto tra i giovani e la rete

MURRU Claudia, PER UN’EDUCAZIONE NONVIOLENTA. La proposta pedagogica teorico-pratica di Pat Patfoort

NONNIS Maria Luisa, IL LAVORO PEDAGOGICO NELL’AMBITO DEI DIRITTI DEI MINORI E DELLA GIUSTIZIA MINORILE. Strumenti, forme, modalità

PACI Rossella, MALATTIA E CURA. Tra medicina e pedagogia

PIRIA Gloria, LA SCUOLA SENZA ZAINO. Il metodo pedagogico di Marco Orsi

PORCU Marianna, Genitorialità oggi. Una prospettiva pedagogica verso le nuove forme della famiglia

SCIONI Marina, IL PATICO IN PEDAGOGIA. L’empatia e altre forme di sensibilità interumana nelle relazioni di cura educativa

TODDE Silvia, LA CONSULENZA PEDAGOGICA A SCUOLA. Il ruolo del pedagogista nel contesto dell’educazione formale

USAI Maria Rita, L’AUTOBIOGRAFIA COME PRATICA DI PROGETTAZIONE AUTOFORMATIVA

Già concluse e discusse

Tesi triennali in Scienze dell’Educazione e della Formazione

2018-01-24 GIOI Giulia PER UNA PEDAGOGIA DELLA MORTE. Il sapere pedagogico e le esperienze di perdita

2017-07-11 FADDA Sara (LM19) La narrazione autobiografica nella residenzialità senile

A.A. 2011-12 DESOGUS Giorgia GIOCARE ED EDUCARE AL GENERE. I fattori delle differenze

A.A. 2009-2010 COLLU Carla L’apprendimento esperienziale. Un sapere originato dalla pratica dell’educazione

A.A. 2008-2009 NIEDDU Lucia METTERE IN GIOCO I CONFLITTI. La valenza formativa del conflitto e il gioco come strumento per educare alla nonviolenza

A.A. 2008-2009 CHIRRA Valeria IO HO PAURA. Intelligenza emotiva e educazione alle emozioni

A.A. 2008-2009 COLLU Andrea La relazione educativa con la persona tossicodipendente: cura e comunità terapeutica

Tesi nel corso di laurea magistrale/specialistico in Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi  o in corsi di laurea equipollenti

2018-03-15 ORRÙ Paola, CAMBIARE E FAR CAMBIARE PROSPETTIVA. Riflessioni pedagogiche per il cambiamento personale, culturale, sociale

2018-01-24 FARCI Giulia IL PEDAGOGISTA NELL’ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE. Consulenza, coordinamento, supervisione

2017-11-22 FRONTINO Silvia JANUSZ KORCZAK: VIVERE OLTRE LA VITA. La Shoah, l’oltrenero della resilienza esistenziale, la pedagogia della condivisione 

2017-07-17 FIORINI Daniela (RI)EDUCAZIONE CARCERARIA: UTOPIA O REALTA’? Funzione  rieducativa della pena e proposte formative

2017-04-03 PASSIU Giulia I MUSEI PER L’EDUCAZIONE. Le finalità pedagogiche di istituzioni e contesti della cultura

2017-02-20 CITRONI Luigi IL SUICIDIO ADOLESCENZIALE. Una lettura pedagogica di un dramma giovanile contemporaneo

2016-10-28 PIBIRI Marta IL PEDAGOGISTA DI ORIENTAMENTO CLINICO. Potenzialità e limiti di un nuovo approccio alla professionalità pedagogica

2016-07-25 FRAU Francesca LA CONSULENZA EDUCATIVA IN TV: SOS TATA. Una rappresentazione mediatica del sostegno pedagogico professionale alla genitorialità

2016-07-25 BUDRONI Veronica IL COORDINAMENTO PEDAGOGICO NELLE STRUTTURE SOCIOEDUCATIVE. Ruolo, funzioni e competenze del pedagogista

2016-03-17 SORO Carla RIEDUCARSI IN COMUNITÀ. Pratiche formative in contesti alternativi al carcere

2016-03-17 MURINO Silvia PROGETTAZIONE EDUCATIVA E CURA. Pratiche di progettazione educativa nelle comunità per minori adolescenti

2016-03-17 BIGGIO Francesca LA CURA EDUCATIVA IN AMBITO SANITARIO. Pratiche di accompagnamento pedagogico del bambino malato

2016-03-17 MURRU Enrica DAI MANICOMI AL LAVORO SOCIALE. Contesti, istituzioni e pratiche della cura educativa del disagio psichico

2016-03-17 PITZERI Susanna TRA CURA DI SÈ E RISCHIO DI BURN OUT. La ricerca della giusta misura del coinvolgimento relazionale nella cura educativa

2016-03-17 SATTA Eleonora IL COUNSELING NEL LUTTO. Pratiche di cura educativa nella perdita di persone care

2016-03-17 ORANI Fabio CON LE LENTI DELLA SOGGETTIVITÀ.  Epistemologia, discorso e prassi nel sapere educativo                          

2015-11-25 PISANO Giulia LA FIGURA DEL PEDAGOGISTA. Un’identità professionale tra luci e ombre

2015-11-25 MESISSA Claudia L’INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PEDAGOGISTE. Il primo post lauream delle laureate nella magistrale pedagogica dell’Università di Cagliari

2015-11-25 PINNA Claudia IL COORDINATORE PEDAGOGICO NEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA. Ruolo, funzioni e competenze di una figura in costante evoluzione

2015-11-25 TUVERI Viola LA COPPIA GENITORIALE. Una squadra per la cura educativa familiare

2015-11-24 DEMURO Manuela LE COPPIE MADRI-BAMBINO IN CARCERE. L’istituzione penitenziaria e la cura educativa materna e professionale

2015-10-27 MONTEROSSO Anastassia LA CURA EDUCATIVA CON GLI ANZIANI. Esperienze e pratiche di assistenza e animazione

2015-10-27 BORTO Maria Carolina DALL’ABBANDONO ALL’ACCOGLIENZA. Progettazione educativa e coordinazione pedagogica nelle comunità alloggio per minori

2015-07-20 SERRA L’ascolto delle emozioni nella pratica educativa delle comunità per minori

2015-03-17 NERIS Arianna PET THERAPY: UNA NUOVA PRATICA DI CURA EDUCATIVA

2015-03-17 PILI Carlotta IL VOLONTARIATO COME PRATICA EDUCATIVA. L’esperienza dell’Associazione Bambini Ospedalizzati Sardegna (ABOS)

2015-03-16 PILLONI Veronica, Una guerra contro il bambino. L’atto di accusa di Alice Miller contro la pedagogia nera

2015-03-16 CIREDDU Sara RIEDUCARE I MINORI. Il lavoro educativo nel carcere minorile

2014-10-22 PIRAS Sonia, Non solo movimento. La pedagogia del corpo tra cura educativa e terapia

2014-07-22 STARA Stefania, PROGETTARE  NEL SOCIALE. La progettazione educativa nelle comunità per anziani e per minori gestite dalle cooperative sociali

2014-07-22 MASSA Alessandra, La scuola in ospedale. Pratiche didattiche e umanizzazione delle relazioni

2014-07-22 TANDA Valentina, La pedagogia clinica. Teoria e pratica di un approccio ecologico all’educazione

2014-07-21 FENU Roberta Lara, EDUCARE L’INFANZIA INSIEME. La collaborazione fra le figure educative familiari e le professioniste dei servizi

2014-07-21 PIRA Francesca, Famiglie in educazione. La realtà pedagogica delle famiglie e i servizi educativi

2014-07-22 PUGGIONI Beatrice, L’ambiente e noi. Educare all’ecologia fin dalla più tenera età

2014-03-21 PALA Rita, Il metodo Gordon

2014-03-19 MOCCI Sonia, Educare alla morte, educare alla vita. Piccola tanatologia per generi, culture, età

2014-03-19 MELIS Elena, Uomini che agiscono violenza verso le donne: che fare? Tra cura educativa e terapia psicologica

2013-12-12 PALA Maria Francesca, NUOVE PICCOLE DONNE CRESCONO. Una scrittrice dalla parte delle bambine: la formazione dell’identità femminile nei romanzi di Bianca Pitzorno

2013-12-12 PILLONI Simona, Anziani e case di riposo. Cura e formazione lungo tutta la vita

2013-07-26 LECCIS Giulia, Famiglie omogenitoriali. Verso il riconoscimento sociale e pedagogico

2013-07-26 PINNA Laura, Aver cura dei minori. La comunità come luogo educativo e terapeutico

2013-07-26 IANOE’ Enrico, La devianza minorile. Analisi del fenomeno e prospettive di intervento educativo

2013-07-26 SPADA Roberta, Fratelli del silenzio. La comunicazione pedagogica educativa con soggetti disabili uditivi

2013-07-26 SOLINAS Rosa, Sordità è comunicazione. Genitori e figli, un rapporto che va oltre il silenzio

2013-07-26 USALA Michela, Comunicazione e formazione. Il contributo peculiare dell’informatica

2013 aprile MESTOSI Federica IL FENOMENO DEL BULLISMO. Figure protagoniste e azioni educative

2013 aprile MENNEAS Stefania LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE. Il fenomeno e le strategie d’intervento

2012 dicembre COLLU Andrea, La cura educativa del disagio scolastico adolescenziale. Una proposta pedagogica: il metodo Gordon

2012 dicembre ANGIONI Franca I DIRITTI DELL’INFANZIA. Le dichiarazioni universali e le negazioni di fatto

2012 dicembre SERRA Caterina QUANDO LA CURA DEGENERA IN VIOLENZA. Sensibilizzazione e promozione di alternative nonviolente

2012-07-23 MUSA Monica, La maestra prevalente e il maestro scomparso. Trasformazioni di genere nella figura insegnante della scuola primaria italiana

2012-07-18 PITZALIS Francesca, Dal dominio alla cura. Esperienze di accoglienza e sostegno alle donne africane vittime di tratta

2012-07-18 CONGIA Valentina, La vita delle donne. Tra formazione, cura e lavoro

2012-07-18 FIGUS Annamaria, Donne dell’Islam. Educazione e percorsi di vita femminili nel mondo musulmano

2012-07-18 OBINU Ilaria, Essere madri in carcere. Cura, educazione e crescita dell’infanzia nella restrizione della libertà

2012-03-20 FARRIS Roberta IN VIAGGIO VERSO LA SAGGEZZA. Formazione e cura nella vita anziana

2012-03-20 SCHIRRU Federica LA LIBERTÀ DEL BAMBINO. Pensiero pedagogico e azione educativa in Maria Montessori

2012-03-20 MULAS Luana, PADRI IERI E PADRI OGGI. Il cammino del cambiamento

2012-02-27 PIRAS Simona TOSSICODIPENDENZA E MATERNITÀ. Donne che ricevono e che danno cura

2011-12-16 ERTA Loriana LA VIOLENZA SULLE DONNE. Il fenomeno e le azioni di prevenzione e contrasto

2011-12-16 BALLICU Emanuela, Coltivare l’umanità. La cura come valorizzazione delle differenze nella riflessione di Martha C. Nussbaum

2011-03-22  CONCU Luciana (Pedagogia quadriennale)

2011-03-22 MASSA Flavia, SESSO E GENERE, CURA E VIOLENZA. Conservazione e innovazione nelle forme del maschile e del femminile

2011-02-24 PINNA Romina, Le comunità educative dei Padri Somaschi. Un modello di teoria e pratica della progettazione educativa

2010-11-18 CANNAS Laura, Essere e diventare bambine. L’azione delle madri e l’influenza dei media sulla formazione dell’identità femminile nell’infanzia

2010-06-18 FARA Roberta (Pedagogia quadriennale) GENERI DI LUDI E LUDI DI GENERE. Giocare e leggere da bambine e bambini

 

 Scritto da in 8 Ottobre 2017  Avvisi  Commenti disabilitati su Comunicazione per tesi con relatore Salvatore Deiana

Seminario finale progetto Frequenza 200 contro la dispersione scolastica 20 giugno 2017

 Avvisi  Commenti disabilitati su Seminario finale progetto Frequenza 200 contro la dispersione scolastica 20 giugno 2017
Giu 172017
 

Seminario finale progetto FREQUENZA 200
IMPATTO E RIFLESSIONI.
DUE ANNI DI INTERVENTO CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA, 2015-2017.
Martedì 20 giiugno 2017
ore 16.30
Sala Bachisio Motzo
Facoltà di Studi Umanistici – Università di Cagliari – via Is Mirrionis, 1

Programma
Ore 16:30 Accoglienza e registrazioni
Ore 17:00 Introduzione a cura di WeWorld Onlus
Ore 17:10 Il Progetto Frequenza200: risultati e impatto
Ore 17:30 Proiezione video dai centri Frequenza200
Ore 17:45 Le parole chiave del Progetto: COMUNITA’ EDUCANTE
Ore 18:15 Riflessioni e dibattito
Ore 18:45 Chiusura lavori

IL SEMINARIO E’ APERTO A DOCENTI E OPERATORI DEL SETTORE, STUDENTI UNIVERSITARI,
VOLONTARI E GENITORI.
CONTATTI:
331 6663549 – pittau@cooperativalaclessidra.it
Durante l’incontro verrà distribuito un quaderno di ricerca azione che raccoglie le testimonianze degli operatori e dei volontari.

 Scritto da in 17 Giugno 2017
Giu 022017
 

La presente scheda ha aggiornato, a partire dall’aprile 2017, quanto presente nella sezione Insegnamenti della pagina dello stesso docente. In ogni caso, chi facesse riferimento a tali altre indicazioni potrebbe ugualmente sostenere l’esame regolarmente.
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI
FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI
Corso di laurea magistrale interclasse in Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi
Anno accademico 2016-2017
Classe LM 85 (Scienze Pedagogiche)
Corso modulare di Pedagogia
Docente: Salvatore Deiana
SCHEDA D’INSEGNAMENTO
Obiettivi
Incremento delle:
– conoscenze e capacità di comprensione delle dinamiche e delle dimensioni relazionali e formative che intercorrono nelle situazioni di cura educativa diadica;
– capacità di applicare tali conoscenze e comprensione nella concreta progettazione delle suddette situazioni, dal punto di vista delle figure con responsabilità educativa e in particolare di quelle professionali;
– attitudini riflessive e capacità di elaborazione critica di informazioni inerenti le suddette situazioni di cura educativa diadica;
– conoscenze e capacità di comprensione delle problematiche che intercorrono nell’attivazione, progettazione e gestione di servizi socioeducativi;
– attitudini riflessive e capacità di elaborazione critica di informazioni inerenti le suddette problematiche dei servizi socioeducativi.
Prerequisiti
Conoscenza di base in merito alla riflessione e teorizzazione pedagogica (categorie reggenti e fondamentali)
Contenuti
Corso modulare di pedagogia
Modulo: Basi teoriche e procedurali delle competenze pedagogiche (30 ore – 5 CFU)
Il lavoro educativo e pedagogico: ascolto delle emozioni, ricerca dei significati, promozione del pensiero autonomo
Il corso è concepito come un’esperienza di formazione personale e professionale, con la quale si intende promuovere una disposizione riflessiva delle figure di cura pedagogico-educativa, e un orientamento conseguente del loro agire volto a favorire lo sviluppo nelle persone in formazione, compresi gli stessi professionisti dell’educazione, di un pensiero autonomo, critico, libero.
L’approccio a cui si ispira il corso è basato sul rilievo fondamentale della dimensione relazionale nelle situazioni educative, e mira alla finalità di apprendere a stare nelle relazioni confrontandosi con la complessità e problematicità di esse.
Saranno quindi oggetto di tematizzazione durante il corso aspetti della competenza pedagogica quali il rapporto reciproco tra la propria identità e l’altrui alterità e differenza, la natura asimmetrica delle relazioni educative, l’influenza delle emozioni, dell’affettività, della corporeità sulle relazioni interumane e sulla vita della mente.
Secondo modulo: Teoria della progettazione educativa (30 ore – 5 CFU)
La dimensione progettuale del lavoro educativo e pedagogico: le relazioni di cura educativa diadica e i servizi socioeducativi
In questo secondo modulo del corso si intende spostare l’attenzione in particolare sull’analisi, sull’osservazione (teoria e teorizzazione) e sulla sperimentazione della dimensione progettuale dell’educazione e della formazione, sia nelle relazioni diadiche che nei servizi socioeducativi. Si studieranno quindi le dinamiche in gioco e i problemi emergenti nell’evoluzione di un percorso-progetto educativo-formativo. Il filo conduttore del modulo sarà comunque la valorizzazione del sapere originato dall’attività di coloro che in prima persona si occupano della cura, dell’educazione, della formazione, assumendosene quindi la responsabilità diretta, e concependo questo lavoro come necessitante una attitudine-capacità di apprendimento esperienziale e di riflessione prima, durante e dopo la sua esecuzione.

Metodi Didattici
L’attività didattica verrà sviluppata con metodologie plurime, tra cui:
-lezioni frontali;
-esercitazioni;
-seminari;
-visione di film e loro analisi in chiave pedagogica;
-giochi ed esercizi di movimento, piccolo gruppo, ecc.

Verifica dell’apprendimento
La modalità di esame sarà una prova scritta, con sviluppo di due tracce aperte, una per ciascun modulo, sui temi dei moduli stessi. Il tempo a disposizione sarà complessivamente di tre ore.
Successivamente vi sarà una convocazione per un eventuale approfondimento orale, che avrà luogo se ritenuto necessario dal docente o qualora venga richiesto dall’esaminando/a per migliorare la propria valutazione conseguente alla prova scritta.
I criteri di attribuzione del voto finale saranno:
per la prova scritta:
• capacità descrittive e argomentative;
• scrittura sintatticamente corretta e utilizzo di una terminologia appropriata;
• capacità di strutturare un testo scritto;
per la prova orale:
 padronanza espressiva, anche con riferimento al metalinguaggio della pedagogia;
 capacità di elaborazione critica dei concetti;
 utilizzo di una terminologia appropriata.
Testi
In seguito a modifica decisa in data 2017-03-15, le nuove indicazioni sono:
Testi adottati
Primo modulo: “Basi teoriche e procedurali per le competenze pedagogiche”
-MORTARI Luigina, A scuola di libertà. Formazione e pensiero autonomo, Raffaello Cortina, Milano 2008
Secondo modulo: “Teoria della progettazione educativa”
-AA. VV., Le professionalità educative. Tipologia, interpretazione e modello, Carocci, Roma 2013
-BRANDANI Walter, TOMISICH Manuela, La progettazione educativa. Il lavoro sociale nei contesti educativi, Carocci, Roma 2005

Per la preparazione complessiva dell’esame, inoltre, un testo (o più) a scelta tra
-RIVA Maria Grazia, Il lavoro pedagogico come ricerca dei significati e ascolto delle emozioni, Guerini, Milano 2005
-VILLA Laura, Il lavoro pedagogico nei servizi educativi: tra promozione, controllo e protezione, Franco Angeli, Milano 2008
-FRABBONI Franco, PINTO MINERVA Franca, Introduzione alla pedagogia generale, Laterza, Roma-Bari, parte terza “I luoghi e i tempi dell’educazione”, pp. 185-277

Inoltre, è fortemente consigliata la conoscenza di uno o più dei seguenti film e video, come esempi di situazioni educative e formative eventualmente utili per una interpretazione critica in tal senso anche in sede d’esame:
-HACKFORD Taylor, Ufficiale e gentiluomo (1981);
-WEIR Peter, L’attimo fuggente (1989);
-MANFREDONIA Giulio, Si può fare (2008);
-AMELIO Gianni, Le chiavi di casa (2004) (ispirato al libro di Giuseppe PONTIGGIA Nati due volte);
-SOS Tata, La famiglia Ricci (reperibile dal sito web della trasmissione, ottava stagione o serie).

Orario e aula delle lezioni
Il lunedì dalle 16 alle 19; il mercoledì e il venerdì dalle 9 alle 12. L’aula è sempre la 3, al piano terra del corpo centrale della Facoltà.
Ricevimento studenti
Il mercoledì e il venerdì dalle 12 alle 13, dopo le lezioni. Si consiglia comunque per questi e a maggior ragione per altri orari di contattare il docente all’indirizzo sdeiana@unica.it . Il luogo di ricevimento è lo studio del docente, stanza 32, primo piano del corpo centrale della Facoltà di Studi Umanistici.
Altre Informazioni
Eventuali altre comunicazioni saranno pubblicate sulla pagina web del docente.

 Scritto da in 2 Giugno 2017  Avvisi  Commenti disabilitati su Scheda d’insegnamento corso modulare di Pedagogia 2016-2017 aggiornata
Apr 252017
 

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI
FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI
Corso di laurea magistrale interclasse in
Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi
Corso modulare di Pedagogia (classe LM85)
Educazione degli Adulti (classe LM50)

Venerdì 28 aprile 2017 – Ore 9.00
Aula 3 – Corpo centrale della Facoltà

LAVORARE DA EDUCATRICI E DA PEDAGOGISTE
IN SARDEGNA:PROSPETTIVE E PROBLEMI

Incontro con rappresentanti delle associazioni
delle professioni pedagogico-educative

Dott. ssa Maria Gabriella SERRA
Associazione Nazionale Educatori Professionali (ANEP)

Dott.ssa Elisabetta SPIGA
Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani (APEI)

Dott. ssa Caterina PISANU
Associazione delle Professioni Pedagogiche (APP)

Dott. ssa Katiuscia SECCHI
Associazione Nazionale Pedagogisti (ANPE)

La partecipazione all’incontro è libera
e non comporta l’attribuzione di crediti formativi

Mar 262017
 

Si conferma a studenti e studentesse frequentanti il calendario, già anticipato in aula, delle prossime lezioni del corso modulare di Pedagogia per la laurea magistrale in Scienze Pedagogiche e dei Servizi Educativi – LM85:
-sono cancellate le lezioni di lunedì 27 e venerdì 31 marzo;
-avrà invece luogo la lezione di mercoledì 29 marzo, e poi tutte quelle previste da lunedì 3 a mercoledì 12 aprile compreso; dopo l’interruzione per le festività pasquali, si riprenderà mercoledì 19 e si proseguirà regolarmente sino a concludere il corso mercoledì 3 maggio, salvo imprevisti, quindi con la sola esclusione delle date del lunedì 24 aprile e del lunedì 1 maggio.
Il docente Salvatore Deiana

Mar 072017
 

Si avvisa che l’attività del corso modulare di Pedagogia per la LM85 del giorno venerdì 10 marzo 2017, prevista dalle 9 alle 12, consisterà nel seguire l’iniziativa sul tema “Adolescenti e comportamenti a rischio: dalla realtà alla realtà virtuale. Comunicare e mediare per favorire le relazioni”, ultima giornata del ciclo “GenerAzioni SocialMente Attive”, che si terrà nell’aula Capitini del corpo aggiunto, con organizzazione a cura dell’associazione pedagogica socioculturale Athanatos. Tale attività sostituirà quindi la consueta lezione in aula 3. Il docente consiglia l’iscrizione formale all’iniziativa, come da modulo e indicazioni pubblicate nella sezione Avvisi della home page del sito della facoltà di Studi Umanistici in data 16 gennaio 2017.
Il docente Salvatore Deiana

Gen 272017
 

Si avvisa che la prova scritta per il modulo di “Teoria della progettazione educativa”, secondo del corso modulare di Pedagogia per la laurea magistrale in Scienze Pedagogiche e dei Servizi educativi, LM85, è spostato da martedì 14 febbraio a
martedì 21 febbraio 2017, con inizio alle ore 9.00, in aula 13.
Rimangono valide per tale data tutte le ulteriori precisazioni già inserite in altro avviso pubblicato sulla pagina web del docente.
Salvatore Deiana

Gen 232017
 

Il 27 gennaio e 14 febbraio 2017, con inizio alle ore 10, in aula 13, si terrà la prova scritta relativa al modulo di Teoria della progettazione educativa (programmi anni 2014-2015 e 2015-16), facente parte del Corso modulare di Pedagogia per il corso di laurea magistrale interclasse in Scienze pedagogiche e dei servizi educativi (codice 30/44), con il docente Salvatore Deiana. La prova avrà la durata di due ore e consisterà nello sviluppo di una traccia aperta indicata dal docente.
Si precisa inoltre che il corso modulare di Pedagogia è un esame unitario, comprensivo di entrambi i suoi due moduli, per cui il voto definitivo emergerà dalla media di questa prova con l’altra relativa al modulo di Basi teoriche e procedurali per le competenze pedagogiche con la docente Claudia Secci, dopo il superamento di entrambe.
Nelle stesse date, orario e aula sopra indicate si svolgeranno anche le prove scritte per gli studenti che eventualmente dovessero sostenere i seguenti esami, sempre con il docente Salvatore Deiana:
-Corso modulare di Pedagogia, programmi anni 2011-12, 2012-2013, 2013-14: durata tre ore, svolgimento di due tracce aperte indicate dal docente, una per ciascun modulo del corso;
e anche le eventuali prove scritte per i seguenti esami di corsi di laurea disattivati:
magistrale in Pedagogia (30/40):
-Pedagogia dei processi comunicativi (due ore);
magistrale in Programmazione e gestione dei servizi educativi (30/37):
-Corso modulare di Pedagogia (tre ore);
specialistica in Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi (30/32):
-Basi teoriche e procedurali per le competenze pedagogiche (due ore);
-Pedagogia dei cambiamenti culturali e degli stili di vita (due ore).
Si invitano coloro che dovessero presentarsi in tali appelli a contattare preventivamente il docente all’indirizzo email sdeiana@unica.it , specificando il programma con cui intendono sostenere l’esame, preferibilmente allegando relativa scheda di insegnamento con tutte le informazioni utili, o perlomeno indicando i testi adottati per la preparazione dell’esame.
Successivamente alle prove scritte il docente leggerà e valuterà i compiti e pubblicherà gli esiti sulla propria pagina web del sito della facoltà di Studi Umanistici, indicando il voto in corrispondenza del numero di matricola di studenti/esse e convocando per un eventuale approfondimento orale. Tale approfondimento orale potrà essere richiesto dal docente, qualora ritenga di aver bisogno di ulteriori elementi per valutare la preparazione, oppure dallo/a studente/ssa che non sia soddisfatto/a dell’esito della prova scritta e voglia provare a migliorare il giudizio del docente.
Il docente
Salvatore Deiana

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar