Feb 222011
 

Cari tutti,

la commissione statuto si è riunita ieri per la prima volta in rettorato. La riunione è durata un paio d’ore nelle quale c’è stata una discussione generale sul come procedere. Il Rettore ha proposto una cadenza quindicinale delle sedute plenarie intervallata da sedute di una commissione “ristretta” con il compito di redigere nel concreto quanto discusso nelle sedute plenarie.

Diverse persone, a partire dal sottoscritto, hanno manifestato al Rettore l’esigenza di intensificare in queste prime settimane di attività le sedute per permettere alla commissione di definire un quadro generale e strategie secondo le quali muoversi, ma questa esigenza non è stata raccolta.

La posizione del Rettore su questo punto è stata che siccome gli organi di governo (CdA e SA) hanno definito le linee guida alle quali la commissione si deve attenere, senza dimenticare il fatto che, stando alle linee guida stesse, la commissione dovrebbe avere un ruolo sostanzialmente esecutivo delle decisioni prese in CdA e SA, il cammino della commissione sarebbe orientativamente già tracciato. Starà quindi ai componenti della commissione presentare per la prossima seduta tra 15 giorni (martedì 8 marzo 2011, ore 16:30), se lo riterranno opportuno, nuovi documenti che propongano modelli per l’ateneo diversi da quello attualmente approvato da CdA e SA. Questi documenti verranno quindi esaminati e valutati dalla commissione.

Il problema dei dipartimenti e delle strutture di raccordo è stato discusso ma la commissione non ha, per il momento, pareri omogenei sulla questione. Sono stati messi in evidenza diversi punti critici che andranno esaminati con attenzione, dalle risorse umane alla gestione delle attività, che la commissione esaminerà in seguito.

Il Rettore ha anche proposto che i lavori della commissione procedano con le modifiche di statuto sostanzialmente seguendo lo disposizione strutturale dello statuto attuale, procedendo quindi per titoli e rivedendo la struttura dell’ateneo dal vertice in giù. Su questo punto ci sono state diverse osservazioni legate al fatto che pare difficile definire anche semplicemente la struttura del senato se prima o contemporaneamente non si fa un discorso sull’assetto dei dipartimenti e delle strutture di raccordo. La discussione non ha tuttavia portato a conclusioni definite.

Martedì prossimo la commissione “ristretta” si riunirà per redigere i principi generali che verranno poi portati in discussione nella seduta “plenaria” dell’8 marzo.

Cordialmente,

Guido Mula

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar