Storia

 

Il gruppo di ricerca della Sezione di Microbiologia Generale e Virologia & Biotecnologie Microbiche ha avviato la propria attività agli inizi degli anni 90 grazie ai finanziamenti ottenuti nell’ambito del Progetto AIDS del Ministero della Sanità – ISS. Per dieci anni (dal ’90 al ’99) il gruppo ha potuto disporre di un flusso regolare di risorse finanziarie congrue che hanno consentito di pianificare gli investimenti in strumentazione e personale e garantito la necessaria continuità nelle attività di ricerca.

Il dipartimento

La pubblicazione dei risultati via via ottenuti nelle maggiori riviste del settore ha quindi consentito di ottenere visibilità internazionale e di partecipare a una delle iniziative di “spin off” di maggiore successo degli ultimi dieci anni negli USA: quella che ha determinato la nascita di Idenix (inizialmente Novirio) in virtù delle confluenza dei progetti di ricerca sugli antivirali di un gruppo di Farmacologi clinici dell’Università di Birmingham (Alabama, USA), di un gruppo di Chimici dell’Università e del CNRS di Montpellier (Francia), e del gruppo di Virologi dell’Università di Cagliari.

L’iniziativa ha portato alla creazione del Laboratorio Cooperativo Idenix – Università di Cagliari, che ha concentrato la propria attività di ricerca su:

  • una classe di analoghi di nucleosidi (caratterizzati da un metile nella posizione 2′ del ribosio), rivelatisi potenti inibitori delle polimerasi di alcune famiglie di RNA virus, una delle quali comprende anche il virus HCV (responsabile delle epatiti di tipo C);
  • due classi di molecole appartenenti ai cosiddetti inibitori non nucleosidici della trascrittasi inversa (NNRTI) di HIV-1 (il virus responsabile dell’AIDS);

Attualmente, derivati 2’ methyl nucleosides per la terapia delle infezioni da HCV sono in sperimentazione clinica (portata avanti da Idenix /Novartis e Pharmasset/Roche).
Anche un rappresentante della classe dei derivati degli indoli è oggetto di studi clinici Fase I (portati avanti da Idenix) per la terapia delle infezioni da HIV. Di recente, i derivati degli indoli sono stati dati in licenza a GlaxoSmithKline.
Un prototipo degli NNRTI appartenenti alla classe dei DABO è, invece, oggetto di sperimentazione nelle scimmie per la dimostrazione della sua capacità di prevenire la trasmissione per via sessuale di HIV.
In parallelo, nei Laboratori di Monserrato e di Macchiareddu, il gruppo porta avanti la sua attività di ricerca principalmente incentrata su attività antivirali e biotecnologie applicate all’ambiente.

 Scritto da alle 12:51
credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar