Curriculum

 

MICHELE CAMEROTA

Michele Camerota insegna Storia della Scienza all’Università di Cagliari. È autore di numerosi articoli e di diversi volumi sulla cultura scientifica della prima età moderna, tra cui:

  • Gli scritti ‘De motu antiquiora’ di Galileo Galilei: il Ms. Gal. 71. Un’analisi storico-critica, Cagliari, CUEC, 1992;
  • All’alba della scienza galileiana. Michel Varro e il suo ‘De motu tractatus’ (con M.O. Helbing), Cagliari, CUEC, 2000;
  • Galileo e il Parnaso tychonico (con O. Besomi), Firenze, Olschki, 2000;
  • Cronologia galileiana. 1564-1642, Firenze-Cagliari, Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze-CUEC, 2003;
  • Galileo Galilei e la cultura scientifica nell’età della Controriforma, Roma, Salerno, 2004,
  • G. Galilei, Scienza e religione. Scritti copernicani (con M. Bucciantini), Roma, Donzelli, 2009;
  • Il telescopio di Galileo. Una storia europea (con M. Bucciantini e F. Giudice), Torino, Einaudi, 2012;
  • Le Opere di Galileo Galilei. Edizione Nazionale. Appendice, volume II. Carteggio, (con P. Ruffo), Firenze, Giunti, 2015;
  • Galileo’s Telescope. A European Story, Cambridge Mass., Harvard University Press, 2015;
  • G. Galilei, Antologia di testi, a cura di M. Camerota, Roma, Carocci, 2017.

Insieme a Massimo Bucciantini e Franco Giudice dirige la rivista Galilaeana. Studies in Renaissance and Early Modern Science.

 

BREVE CURRICULUM VITAE

 

 

1992

 

Ottiene una fellowship dalla Foundation for Intellectual History.

 

 

 

1992

 

 

 

É tra i relatori del Second Postgraduate seminar (Wolfenbüttel, 31 agosto-15 settembre), dedicato al tema Method in Sixteenth Century Aristotle Commentaries.

 

1994

 

 

Vince il concorso per un posto di ricercatore universitario presso la Facoltà di Magistero (attualmente Facoltà di Scienze della formazione) dell’Università di Cagliari, dove prende servizio il 1° luglio 1994.
 

1995-1996

 

 

 

Lavora a Berlino presso il Max Planck Institut für Wissenschaftsgeschichte. In particolare, cura il progetto di edizione elettronica di un manoscritto di Galileo (Ms. Gal. 72), attendendo alla trascrizione e alle note storiche e bibliografiche. Il progetto è stato portato a compimento nel 1998. In quello stesso anno ha ricevuto il Pirelli International Award.
 

1996

 

 

 

 

È membro del comitato scientifico e organizzativo del convegno internazionale di studi Testi e contesti galileiani (Ascona, 28 ottobre – 2 novembre 1996), promosso dalla Cattedra di Letteratura italiana del Politecnico federale di Zurigo, dall’Istituto e Museo di Storia della scienza di Firenze e dal Max Planck Institut für Wissenschaftsgeschichte di Berlino.
 

 

1997

In qualità di curatore del lessico tecnico-scientifico dell’epistolario, partecipa alla realizzazione dell’edizione elettronica del carteggio dell’Accademia del Cimento, promossa dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e dall’Istituto e Museo di storia della scienza. Il lavoro è stato completato nella primavera del 1998, e può attualmente consultarsi presso il seguente indirizzo internet: http://www.bncf.firenze.sbn.it/cgi-galileo/thesaurus.cgi

 

 

1998

 

 

Entra nel comitato di redazione della rivista Nuncius. Annali di storia della scienza.

1998-1999 È ospite per un anno dell’Istituto e Museo di Storia della scienza di Firenze.

 

 

 

1999-2003

Coordina un progetto di archivio elettronico integrato di risorse per gli studi galileiani (testi, documenti, immagini, cataloghi, bibliografie, lessici, repertori e apparati), denominato Galileo//thek@, promosso dall’Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze. Oltre al coordinamento editoriale dell’intero progetto, cura la parte relativa alla Cronologia e ai Documenti. Il progetto Galileo//thek@ è stato completato nel 2003, ed è attualmente consultabile in rete (http://moro.imss.fi.it:9000/struts-aig/primoIngresso.do).

 

2001 Consegue l’idoneità a professore associato per il settore scientifico-disciplinare M08E – Storia della scienza.

 

2004 Insieme a Massimo Bucciantini promuove e dirige la rivista Galilaeana. Journal of Galilean Studies, il cui primo numero esce nel 2004.

 

2004 Consegue l’idoneità a professore ordinario per il settore scientifico-disciplinare M-STO/05 – Storia della scienza.

 

 

2004

Insieme a Massimo Bucciantini e Sophie Roux, e con il patrocinio della European Science Foundation e dell’Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze, organizza il Convegno Internazionale di Studi “Mechanics and Cosmology in the Medieval and Early Modern Period” (Firenze, 25-27 Novembre 2004).

 

 

2006

È nominato membro del Comitato Nazionale per le celebrazioni del IV centenario dell’invenzione del cannocchiale di Galileo Galilei, istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

 

 

2006

È nominato membro della Commissione incaricata di curare l’Aggiornamento della Edizione Nazionale delle Opere di Galileo Galilei, istituita dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

 

 

2007

In collaborazione con Massimo Bucciantini, coordina il progetto di Aggiornamento della Edizione Nazionale delle Opere di Galileo Galilei.

 

2007 Viene incaricato di redigere la voce Galileo per il New Dictionary of Scientific Biography

 

2008 È nominato socio corrispondente della Accademia di Scienze, Lettere e Arti di Modena.

 

2012 Assume la carica di Direttore del Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell’Università di Cagliari.

 

2013 È finalista del premio Galileo per la divulgazione scientifica per il volume Il telescopio di Galileo. Una storia europea (Torino, Einaudi, 2012, scritto insieme a M. Bucciantini e F. Giudice.

 

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar