Regolamento Magistrale

 

Il Regolamento Didattico in sintesi

Accesso al Corso di Laurea

Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale occorre essere in possesso di Laurea o diploma universitario di durata triennale ovvero di altro titolo di studio, riconosciuto idoneo, anche conseguito all’estero.

L’iscrizione al corso è inoltre subordinata al possesso dei requisiti curricolari ed alla verifica della adeguatezza della preparazione personale di seguito indicati.

Eventuali integrazioni curricolari necessarie per il rispetto dei requisiti di accesso dovranno essere acquisite prima della verifica della preparazione individuale. A tal fine l’Università di Cagliari offre la possibilità di iscriversi a singoli insegnamenti impartiti presso i propri corsi di studio.

Requisiti curricolari

In base alla delibera del Consiglio di Corso di Studio (Verbale N. 4/2016), a partire dall’A.A. 2017-2018, disporranno dei requisiti curricolari richiesti per l’accesso i possessori di Laurea o diploma universitario di durata triennale, anche se conseguita all’estero e riconosciuta idonea, che abbiano conseguito un numero di crediti formativi nei settori scientifico disciplinari almeno pari ai valori minimi di seguito indicati. Per le attività formative di base (Tipologia A) è richiesto un numero minimo di 30 CFU conseguiti nei seguenti settori:

Attività formative di base (A)
MAT/03 Geometria
MAT/05 Analisi matematica
FIS/01 Fisica sperimentale
CHIM/03 Chimica generale e inorganica
CHIM/07 Fondamenti chimici delle tecnologie

 

Per le attività formative caratterizzanti (Tipologia B), è richiesto un numero minimo di 24 CFU complessivamente conseguiti nei settori scientifico disciplinari ricompresi nei seguenti due raggruppamenti B1 e B2, con un minimo di 9 CFU conseguiti in ciascuno dei due singoli raggruppamenti B1 e B2.

Attività formative caratterizzanti (Gruppo B1)
ICAR/08 Scienza delle costruzioni
ING-IND/13 Meccanica applicata alle macchine
ING-IND/14 Progettazione meccanica e costruzione di macchine
ING-IND/15 Disegno e metodi dell’ingegneria industriale
ING-IND/16 Tecnologia meccanica
ING-IND/17 Impianti industriali meccanici
Attività formative caratterizzanti (Gruppo B2)
ING-IND/06 Fluidodinamica
ING-IND/10 Fisica tecnica
ING-IND/08 Macchine a fluido
ING-IND/09 Sistemi per l’energia e l’ambiente
ING-IND/12 Misure meccaniche e termiche

 

Tali requisiti sono automaticamente soddisfatti dai laureati in Ingegneria Meccanica presso l’Università di Cagliari in possesso di lauree della classe L-9 ex DM 270/04 e della classe 10 ex DM 509/99 o diploma universitario di durata triennale.

Il requisito curriculare relativo alla conoscenza della lingua inglese si considera soddisfatto in presenza di idonea certificazione di livello B1 o superiore rilasciata da un Ente ufficiale riconosciuto dalla Facoltà o dal Centro Linguistico di Ateneo dell’Università di Cagliari.

La verifica dei requisiti curricolari è effettuata da una Commissione del Consiglio di Corso di Studio in forma deliberante che, per le lauree rilasciate dall’Università di Cagliari in classi differenti da L-9 e 10 o conseguite in altre sedi o all’estero, valuterà sulla base dei programmi delle discipline superate le possibili equivalenze con gli insegnamenti dei settori indicati nella Tabella 1. I programmi degli eventuali insegnamenti dei quali si chiede la convalida per equivalenza dovranno essere allegati alla domanda di iscrizione.

Adeguatezza della preparazione personale

Previa verifica del possesso dei requisiti curricolari effettuata con le modalità sopra indicate, è considerata adeguata la preparazione personale dei laureati che abbiano conseguito la Laurea nelle classi 8, 9 e 10 ex DM 509/99 e L-7, L-8 ed L-9 ex DM 270/04 o il corrispondente diploma universitario di durata triennale con una votazione pari o superiore a 92/110 o equivalente.

Per i laureati in tali classi con voto inferiore a 92/110 o in possesso di lauree in altre classi o di titoli esteri riconosciuti idonei la adeguatezza della preparazione individuale verrà effettuata mediante una prova scritta nella quale verrà verificata la conoscenza di argomenti relativi ai settori scientifico-disciplinari per i quali sono prescritti valori minimi dei crediti formativi. La prova di verifica  si svolgerà nel rispetto delle modalità e dei tempi previsti dai Regolamenti Didattici di Ateneo e/o di Facoltà.

Gli studenti non laureati che intendano effettuare l’iscrizione condizionata ai sensi del Regolamento Carriere Amministrative Studenti dovranno possedere i requisiti curricolari e di adeguatezza della preparazione personale al momento del conseguimento del titolo, e quindi di scioglimento della riserva. Nell’incertezza di poter raggiungere una votazione finale non inferiore a 92/110, la prova di verifica della adeguatezza della preparazione personale dovrà essere sostenuta assieme agli altri candidati già laureati. Qualora la prova non venga superata verranno comunque fatti salvi tutti i criteri di cui sopra.

Tutti gli studenti che intendono iscriversi al Corso di Laurea Magistrale dovranno, entro i termini riportati nel Manifesto Generale degli Studi, presentare la domanda di ammissione alla prova di verifica della adeguatezza della preparazione personale.La Commissione potrà esonerare dalla prova i candidati che soddisfino i requisiti su indicati di adeguatezza della preparazione personale.

 

Percorso formativo

Nel Regolamento Didattico è anche riportato il percorso formativo, contenente tutte le attività didattiche previste dal Corso di Laurea, con i risultati di apprendimento attesi espressi tramite i Descrittori Europei in relazione alle singole attività formative previste, nonché i docenti di riferimento e i docenti tutor.

Lo studente iscritto al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica si intende iscritto ad anni successivi al primo, per l’anno accademico di riferimento, con il pagamento della prima rata, indicata nel regolamento tasse e contributi, entro il termine di scadenza e nel rispetto delle altre modalità, previste annualmente nel Manifesto Generale degli Studi.

Il trasferimento ed il passaggio al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica è subordinato al possesso dei requisiti curricolari e della verifica della preparazione personale, fissati per l’accesso al primo anno di corso.  Gli studenti che richiedano anche la convalida degli esami superati durante il precedente percorso devono allegare, contestualmente alla domanda di passaggio/trasferimento, la certificazione attestante la carriera svolta con i programmi dei relativi insegnamenti.

Non sono previste propedeuticità ufficiali; tuttavia lo studente è tenuto a seguire il percorso formativo rispettando la sequenza degli insegnamenti e dei relativi esami.

L’impegno complessivo dell’apprendimento svolto in un anno da uno studente a tempo pieno è fissato convenzionalmente in 60 crediti, a ciascuno dei quali corrispondono 25 ore di impegno orario.

La frequenza alle attività formative è di norma obbligatoria. L’accertamento della frequenza avverrà secondo modalità e criteri stabiliti dal Consiglio di Corso di Studio. Potranno essere esonerati dall’obbligo della frequenza ai corsi gli studenti che ne facciano domanda con motivate e documentate ragioni.

Gli esami di profitto consistono in una prova finale di valutazione della preparazione dello studente sul programma ufficiale del corso. Essa può avere forma sia orale, sia scritta, sia mista. La prova d’esame può comprendere la discussione di elaborati, progetti ed esperienze svolti dal candidato sotto la direzione dei docenti e tenere conto, inoltre, di eventuali prove intermedie sostenute dallo studente durante il semestre.

 

Contenuti del Piano di Studio Individuale

Lo studente può presentare un piano di studi individuale, che dovrà essere approvato dal Consiglio di Corso di Studio, nel rispetto dell’ordinamento didattico vigente. Gli studenti hanno comunque l’obbligo di indicare le attività formative autonomamente scelte. A tal fine agli studenti è assicurata la libertà di scelta tra tutti gli insegnamenti attivati nell’Ateneo in corsi di laurea di pari livello (non è possibile sostenere esami dei Corsi di Laurea Magistrale), compresa l’acquisizione di ulteriori crediti formativi nelle discipline di base e caratterizzanti, purché la scelta sia coerente con il progetto formativo. La coerenza della proposta con il progetto formativo è valutata e deliberata dal Consiglio di Corso di Studi. Il Consiglio di Corso di Studio individua una lista di insegnamenti consigliati, il cui inserimento nel Piano di Studio individuale è approvato in automatico.

Lo studente può chiedere il riconoscimento, in termini di crediti, nell’ambito delle attività formative a sua scelta, di esperienze maturate al di fuori dei percorsi curriculari universitari: rientrano fra questi i tirocini, i seminari, le ulteriori conoscenze linguistiche, le attività connesse al programma Erasmus, ecc.. La presentazione dei Piani di studi individuali dovrà avvenire entro il 31 Ottobre, ovvero entro il 15 marzo per i soli studenti che regolarizzano l’iscrizione entro il 28 febbraio, salvo diversa delibera del Consiglio di Corso di Studio.

Il Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria Meccanica promuove e incoraggia le attività formative volte ad acquisire abilità utili per l’inserimento nel mondo del lavoro e ad agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta dei settori lavorativi dell’Ingegneria Meccanica favorendo lo svolgimento di tirocini formativi e stages presso Aziende, Enti e Pubbliche amministrazioni. A tale scopo, su proposta di un docente del Corso di Studi che svolge la funzione di Tutore interno, il Consiglio stipula apposite convenzioni con gli Enti ospitanti nelle quali viene indicato un dipendente dell’Ente che svolga la funzione di Tutore esterno. I corrispondenti crediti sono riconosciuti con delibera del Consiglio di Corso di Studi, sulla base della documentazione presentata.

Il Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria Meccanica promuove e incoraggia le attività formative all’estero. A tal fine specifiche convenzioni sono stipulate con Università estere sedi di Corsi di Laurea in Ingegneria Meccanica o ad esso affini. Il Consiglio di Corso di Studi riconosce i crediti maturati durante i periodi di studio all’estero previo esame dei programmi degli insegnamenti sostenuti all’estero e della loro coerenza con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica.

Secondo quanto previsto dall’articolo 5, comma 7 D.M. 270/04, possono essere riconosciuti dal Consiglio di Corso di Studi crediti formativi derivanti da conoscenze e abilità professionali certificate individualmente ai sensi della normativa vigente in materia, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l’Università abbia concorso. Il numero massimo di crediti formativi universitari riconoscibili è pari a 12.

Per essere ammessi all’esame di Laurea occorre aver superato, con esito positivo, gli esami degli insegnamenti e completato le altre attività formative previste nel piano degli studi, con le modalità stabilite dal presente regolamento, comprese quelle relative alla preparazione della prova finale, conseguendo i relativi crediti. La prova finale consiste nella discussione orale di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. In particolare, il ruolo della prova finale è soprattutto quello di fornire allo studente l’opportunità di dimostrare, con lo svolgimento di una attività progettuale o di ricerca, la capacità di operare in modo autonomo nonché le sue capacità di analisi, di sintesi, di giudizio critico e di comunicazione acquisite nel corso degli studi. La prova può consistere nella discussione di uno o più elaborati anche associati allo svolgimento di un periodo di tirocinio.

La prova finale viene valutata da una Commissione composta da 7 docenti la quale esprime un giudizio che, unitamente ai voti conseguiti nelle altre attività formative, concorre alla determinazione del voto di Laurea. La valutazione della tesi da parte della Commissione verrà effettuata dopo aver sentito i pareri del relatore e del controrelatore tenendo conto della tipologia di tesi. Il punteggio massimo è di 9 punti. In casi eccezionali e motivati la commissione può derogare dalle suddette indicazioni. Il voto di Laurea è determinato sommando il punteggio della tesi alla media pesata dei voti conseguiti nei singoli esami espressa in centodecimi. La lode viene assegnata su proposta di uno dei Commissari, a parere unanime della Commissione. La Laurea potrà essere conseguita anche prima della conclusione dell’ultimo anno del Corso di Laurea.

Regolamenti Didattici

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar