Faq

 

Frequently Asked Questions

NDomandaRisposta
NDomandaRisposta
1Quali sono le conoscenze richieste per l’accesso al Corso di Laurea Triennale ?Per essere ammessi al Corso di Laurea Triennale occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito all’estero riconosciuto idoneo. È richiesto altresì il possesso o l’acquisizione di un’adeguata preparazione iniziale: le conoscenze richieste sono indicate nel Regolamento.
Tutti coloro che intendono iscriversi al primo anno, anche se provenienti da altro Corso di Laurea o da altro Ateneo, dovranno sostenere una prova di accesso secondo le modalità previste nel bando di selezione.
2Come si verifica la preparazione iniziale ?Gli studenti che intendono iscriversi al Corso di Laurea Triennale, devono presentare apposita domanda in risposta al relativo bando di selezione. La selezione sarà regolata da un’apposita prova di accesso, volta ad accertare il livello di preparazione di base. Oltre alla prova di accesso gli studenti devono obbligatoriamente sostenere anche una prova di conoscenza della lingua inglese. La prova di accesso ha finalità selettive, per limitare l’iscrizione degli studenti entro il numero indicato nel Regolamento. Per partecipare alle prove di accesso occorre presentare domanda di iscrizione on-line, che è la sola procedura consentita. La modalità, i termini e la documentazione necessaria per la presentazione della domanda di iscrizione alla prova di accesso sono riportate nel Manifesto generale degli studi dell’Università di Cagliari, nel bando di selezione e sono disponibili nei servizi on-line per gli studenti del sito dell’Ateneo. Le prove si terranno con le modalità indicate nel Regolamento.
3Quali sono i requisiti per l’ammissione al primo anno del Corso di Laurea Magistrale ?Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale occorre essere in possesso di Laurea o diploma universitario di durata triennale ovvero di altro titolo di studio, riconosciuto idoneo, anche conseguito all’estero.
L’iscrizione al corso è inoltre subordinata al possesso dei requisiti curricolari ed alla verifica della adeguatezza della preparazione personale indicati nel Regolamento.
Tali requisiti sono automaticamente soddisfatti dai laureati in Ingegneria Meccanica presso l’Università di Cagliari in possesso di lauree della classe L-9 ex DM 270/04 e della classe 10 ex DM 509/99 o diploma universitario di durata triennale.
Il requisito curriculare relativo alla conoscenza della lingua inglese si considera soddisfatto in presenza di idonea certificazione di livello B1 o superiore rilasciata da un Ente ufficiale riconosciuto dalla Facoltà o dal Centro Linguistico di Ateneo dell’Università di Cagliari.
La verifica dei requisiti curricolari è effettuata da una Commissione del CCSIM in forma deliberante che, per le lauree rilasciate dall’Università di Cagliari in classi differenti da L-9 e 10 o conseguite in altre sedi o all’estero, valuterà sulla base dei programmi delle discipline superate le possibili equivalenze con gli insegnamenti dei settori indicati nel Regolamento . I programmi degli eventuali insegnamenti dei quali si chiede la convalida per equivalenza dovranno essere allegati alla domanda di iscrizione.
4A chi mi devo rivolgere per avere delle informazioni circa il Corso di Studi ?Gli studente possono rivolgersi ad uno dei Docenti Tutor indicati nel Regolamento del CdS.
5Che cosa sono i CFU (Crediti Formativi Universitari) ?L’impegno complessivo dell’apprendimento svolto in un anno da uno studente a tempo pieno è fissato in 60 crediti, a ciascuno dei quali corrispondono 25 ore di impegno orario. Ad ogni credito formativo corrispondono non più di 10 ore di lezioni frontali o attività didattiche equivalenti, rimanendo le restanti da dedicare allo studio individuale. Nel caso di attività formative di elevato contenuto sperimentale o pratico, ad un credito corrispondono da un minimo di 10 ad un massimo di 20 ore mentre le restanti ore sino al raggiungimento delle 25 ore totali previste sono da dedicare allo studio e alla rielaborazione personale. Infine, per attività individuali di studio o per attività in laboratorio ad ogni credito corrispondono 25 ore di impegno effettivo dello studente.
6La frequenza è obbligatoria ?La frequenza alle attività formative è di norma obbligatoria. L’accertamento della frequenza avverrà secondo modalità e criteri stabiliti dal CdS. Potranno essere esonerati dall’obbligo della frequenza ai corsi gli studenti che ne facciano domanda con motivate e documentate ragioni.
7E' possibile modificare il Piano di Studio ?Lo studente può presentare un piano di studi individuale che dovrà essere approvato dal CdS. Sono esonerati dal presentare il piano di studi individuale gli studenti che si attengono a quanto indicato nel Manifesto degli studi in vigore nell’anno accademico di immatricolazione.
8Cosa bisogna fare per sostenere gli esami a scelta ?Gli studenti hanno l’obbligo di indicare le attività formative autonomamente scelte. Agli studenti è assicurata la libertà di scelta tra tutti gli insegnamenti attivati nell’Ateneo, purché la scelta sia coerente con il progetto formativo. La coerenza della proposta con il progetto formativo è valutata e deliberata dal CdS. Lo studente può chiedere il riconoscimento, in termini di crediti, nell’ambito delle attività formative a sua scelta, di esperienze maturate al di fuori dei percorsi curriculari universitari: rientrano fra questi i tirocini, i seminari, le ulteriori conoscenze linguistiche, il programma Erasmus, ecc.
9Quali sono gli esami a scelta ?Agli studenti è assicurata la libertà di scelta tra tutti gli insegnamenti attivati nell’Ateneo, purché la scelta sia coerente con il progetto formativo. Tuttavia, a partire dall'AA 2013/'14 su questo sito viene pubblicata la lista degli esami consigliati dal Consiglio e per i quali lo studente non deve chiedere il riconoscimento.
10A chi e quando va indirizzata la domanda per la modifica del Piano di studi e l'indicazione delle attività a scelta ?Le domande devono essere presentate alla Segreteria Studenti utilizzando l'apposita modulistica. La domanda deve contenere Nome, Cognome, Numero di matricola completo ed Anno di immatricolazione dello studente, oltre la richiesta da sottoporre all'esame del Consiglio.
Per le scadenze si veda la voce "Scadenze" sul menu del sito.
11Il CdS riconosce dei CFU per conoscenze e abilità professionali certificate ?Possono essere riconosciuti dei CFU derivanti da conoscenze e abilità professionali certificate individualmente ai sensi della normativa vigente in materia, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l’Università abbia concorso. Il numero massimo di crediti formativi universitari riconoscibili è pari a 12.
12Esistono delle propedeuticità ?Per gli studenti del Corso di Laurea Magistrale e per quelli della Triennale immatricolati prima dell'AA 2011/'12 non esiste alcuna propedeuticità.
Gli studenti della Laurea Triennale immatricolati dall'AA 2011/'12 dovranno rispettare le seguenti propedeuticità:
non si può sostenere l’esame di Matematica 2 se non si è superato l’esame di Matematica 1;
non si può sostenere l’esame di Fisica 2 se non si è superato l’esame di Fisica 1;
non si possono sostenere gli esami degli insegnamenti del secondo anno se non si sono superati gli esami di Matematica 1 e Fisica 1;
non si possono sostenere gli esami degli insegnamenti del terzo anno se non si sono superati gli esami di Matematica 2 e Fisica 2.
13Come si calcola il voto della Laurea Triennale ?L'esame di Laurea viene valutato da una Commissione costituita da 7 membri, che attribuisce un voto in trentesimi. Si calcola poi la media di tutti i voti, compreso quello di Laurea, ognuno pesato con il relativo CFU. Il risultato viene trasformato in centodecimi, moltiplicandolo per 4 e non per 11/3, con un premio automatico del 9%. Agli studenti che si laureano in tre anni, la Commissione aggiunge un punto di premio. La lode viene assegnata, su proposta di uno dei Commissari, a parere unanime della Commissione. Agli studenti dell'ordinamento DM 509 che si laureano senza presentare la tesi, viene attribuito un voto di laurea pari a quello della media pesata dei restanti esami.
14Come si calcola il voto della Laurea Magistrale ?La valutazione della tesi da parte di una Commissione costituita da 7 membri, verrà effettuata dopo aver sentito i pareri del relatore e del controrelatore tenendo conto della tipologia di tesi. Il punteggio massimo è di 9 punti. In casi eccezionali e motivati la Commissione può derogare dalle suddette indicazioni. Il voto di Laurea è determinato sommando il punteggio della tesi alla media pesata in centodecimi. La lode viene assegnata su proposta di uno dei Commissari, a parere unanime della Commissione.
Risposta alle domande più frequenti

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar