Insegnamenti e programmi

 

3779 - STRATEGIA E POLITICA AZIENDALE

Anno Accademico 2018/2019

ALDO PAVAN (Tit.)
Secondo Semestre 
Convenzionale 
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[11/80]  ECONOMIA MANAGERIALE [80/15 - Ord. 2017]  Amministrazione e Controllo636
[11/80]  ECONOMIA MANAGERIALE [80/25 - Ord. 2017]  Direzione e Creazione d'Impresa636
Obiettivi

Il corso di Strategia e Politica Aziendale mira a sviluppare la capacità di analisi e di risoluzione dei problemi relativi alla strategia e alle politiche aziendali. Questo obiettivo viene raggiunto attraverso l’apprendimento dei principali approcci teorici alla strategia aziendale e dei fondamentali metodi e tecniche di analisi strategica e previsionale.

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale in Economia Manageriale, i risultati dell’apprendimento attesi sono altresì declinabili in base a tutti i Descrittori di Dublino, secondo lo schema seguente:
1) Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso permette di studiare le tecniche e gli approcci teorici alla strategia e alla politica aziendale.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione. I concetti studiati saranno applicati in aula e nel lavoro a casa attraverso l’utilizzo di casi ed esercitazioni preparate ad hoc. L’obiettivo è quello di mettere gli studenti in grado di applicare le tecniche e gli strumenti di analisi strategica a casi reali e simulati.
3) Autonomia di giudizio. Durante le lezioni gli studenti saranno chiamati, attraverso l’utilizzo di casi studio ed esercitazioni, ad applicare autonomamente e in gruppo le conoscenze acquisite. In particolare sarà loro richiesto di utilizzare strumenti di analisi strategica e previsione finanziaria.
4) Abilità comunicative. Gli studenti saranno stimolati ad intervenire in classe presentando le proprie decisioni sui casi discussi, motivandole e sostenendole nella dialettica con altri colleghi. Attraverso lo svolgimento di esercitazioni e il commento ai testi utilizzati, gli studenti impareranno ad articolare e strutturare con rigore e precisione non soltanto la conoscenza dei contenuti ma anche il linguaggio tecnico necessario per il superamento della prova finale.
5) Capacità di apprendimento. L’utilizzo di casi aziendali, anche attraverso seminari, le lezioni teoriche e le esercitazioni permetteranno di migliorare e perfezionare le capacità di apprendimento degli studenti.

Prerequisiti

Pur in assenza di propedeuticità formali, si ritiene che lo studente che segue il corso di Strategia e Politica Aziendale debba possedere conoscenze di Economia aziendale (“Importante”), di Analisi di Bilancio e programmazione e controllo (“Importante).

Contenuti

Il corso ha una durata di 36 ore comprendenti lezioni frontali, esercitazioni, seminari e presentazione dei lavori degli studenti frequentanti.
1. Il concetto di strategia (2 ore)
2. Economicità e generazione del valore (2 ore)
3. Analisi di settore, risorse, capacità distintive e competenze (4 ore)
4. La natura e le fonti del vantaggio competitivo (4 ore)
5. Strategie di impresa in settori e contesti diversi (internazionalizzazione, diversificazione. alleanze, fusioni ed acquisizioni) (6 ore)
6. Strategie di gruppo, globali e imprese multinazionali (4 ore)
7. Business plan, analisi e previsione finanziaria (6 ore)
8. La realizzazione della strategia (Seminari) (4 ore)
9. Presentazione lavori (4 ore)

Metodi Didattici

L’insegnamento si svolge per lezioni frontali, esercitazioni e seminari; vengono utilizzati supporti visivi; tutto il materiale è disponibile sulla pagina web dell'insegnamento.

Verifica dell'apprendimento

L’esame si svolge con una prova scritta e una orale e, per gli studenti che frequentano regolarmente il corso, con la partecipazione attiva al corso. La partecipazione attiva al corso esonera lo studente dalla prova scritta.

In entrambe le prove, e coerentemente con i descrittori individuati negli obiettivi formativi, verranno valutate:
1) la comprensione dei contenuti inerenti i principali approcci teorici e strumenti di analisi strategica. (valutazione conoscenza e comprensione).
2) la capacità di rielaborare i concetti e di spiegarli, anche attraverso il confronto con i casi reali affrontati in classe o approfonditi dallo studente in modo individuale (valutazione capacità di applicare conoscenza e comprensione).
3) la capacità di applicare le conoscenze apprese in casi simulati (valutazione autonomia di giudizio).
4) La chiarezza espositiva, la capacità di sintesi e l’utilizzo del linguaggio tecnico proprio dell’analisi strategica (valutazione abilità comunicative)
5) la conoscenza delle principali teorie e strumenti di analisi strategica aziendale (valutazione capacità di apprendimento).

Il punteggio della prova d’esame è espresso in trentesimi.
L’intervallo di attribuzione del voto finale va:
- dai 18/30: per un livello di conoscenza elementare della materia, ovvero quando lo studente riesce solo a inquadrare la tematica senza riuscire a dettagliarne il contenuto e a mostrare le interrelazioni tra diversi argomenti utilizzando un linguaggio poco tecnico.
- ai 30/30, con eventuale lode, se lo studente saprà sistematizzare in maniera logica e coerente le conoscenze che si presuppone abbia acquisito durante il corso, in merito agli approcci teorici ed ai principali strumenti di analisi strategica e saprà supportare la restituzione dei contenuti con un’adeguata padronanza di linguaggio tecnico ed economico.

Testi

• Grant – Jordan, Fondamenti di strategia, Il Mulino, ultima edizione.

• A. Pavan, Dispense a uso esclusivo degli stidenti, disponibili nella pagina web dell’insegnamento.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar