Insegnamenti e programmi

 

FA/0204 - BIOLOGIA VEGETALE

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
ANDREA ​MAXIA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[50/21] ​ ​CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE [21/00 - Ord. 2014] ​ ​PERCORSO COMUNE540
Obiettivi

Il corso darà le competenze riguardo la forma, la struttura ed il funzionamento della cellula vegetale nonché le conoscenze sui tessuti, sull’anatomia degli organi vegetali e le loro principali funzioni. Il tutto finalizzato alla comprensione delle fondamentali nozioni che permettono il riconoscimento dei tessuti vegetali e alla comprensione dell’individuo vegetale come fonte di sostanze biologicamente attive. Conoscenze: lo studente dovrà acquisire conoscenze di base sulle caratteristiche generali della cellula vegetale, le caratteristiche dei tessuti, degli organi e le loro principali funzioni. Competenze: durante le lezioni gli studenti svilupperanno competenze riguardo la forma, la struttura ed il funzionamento della cellula vegetale nonché le conoscenze sui tessuti, sull’anatomia degli organi vegetali e le loro principali funzioni.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di applicare le conoscenze acquisite relative alla forma, alla struttura ed al funzionamento della cellula vegetale, per la comprensione dei tessuti, degli organi vegetali e delle loro principali funzioni. Le conoscenze acquisite permettono il riconoscimento dei tessuti e degli organi vegetali, potranno essere applicate per la comprensione della struttura della pianta e per la caratterizzazione morfologica di parti di piante di interesse economico (farmaceutico, cosmetico e alimentare). L’applicazione delle conoscenze dei concetti istologici, anatomici e fisiologici potranno inoltre essere applicati per il riconoscimento delle droghe vegetali. Abilità nella comunicazione: lo studente dovrà acquisire capacità di comunicazione scritta e orale attraverso l’utilizzo di una corretta terminologia scientifica. Autonomia di giudizio: durante il corso, il docente distribuirà agli studenti dei questionari per verificare il livello di apprendimento e l’andamento del corso. Attraverso tale strumento, gli studenti avranno modo di verificare le conoscenze acquisite sulle tematiche oggetto di studio, al fine di colmare tempestivamente eventuali lacune. Il docente verificherà con gli stessi questionari l’efficacia del suo metodo didattico.

Prerequisiti

Chimica di base e fisica

Contenuti

Il corso intende fornire agli studenti i concetti di base per lo studio della biologia vegetale. Durante il corso verranno illustrati i fondamenti di citologia, istologia e anatomia vegetale e alcuni aspetti di fisiologia vegetale con particolare riferimento alle piante vascolari, attraverso la trattazione dei seguenti argomenti:
- cellula vegetale e principali differenze rispetto alla cellula animale; crescita e sviluppo della cellula (6 ore);
- organizzazione cellulare e formazione dei tessuti; sviluppo della pianta e formazione degli organi; anatomia e morfologia generale degli organi vegetali. Modificazioni istologiche, anatomiche e morfologiche interpretabili come conseguenza dell’interazione tra piante e ambiente (14 ore);
- fisiologia delle piante a seme. Fotosintesi e respirazione. Metabolismo e metaboliti. Movimento dell’acqua e trasporto dei nutrienti. Nutrizione delle piante e suoli. Ormoni. Fattori esogeni e crescita della pianta; riproduzione (14 ore);
- caratteri diagnostici utili nel riconoscimento delle droghe vegetali a livello citologico, istologico ed anatomico (6 ore).

Metodi Didattici

Lezioni frontali con il supporto di presentazioni in ppt, filmati e animazioni.

Verifica dell'apprendimento

Prova di verifica intermedia: test scritto con domande a risposta multipla; Esame finale orale;

Criteri di Valutazione

Giudizio finale
Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
d) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
e) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23/30)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

-R.F. EVERT, S.E EICHHORN, La Biologia delle piante di Raven. Ed. Zanichelli, Bologna, 2013.
-E. MAUGINI et al. Manuale di Botanica Farmaceutica, VIII ed. Piccin, Padova, 2006
-A. SPERANZA, G.L. CALZONI, Struttura delle piante in immagini. Ed. Zanichelli, Bologna, 1996.

Altri testi
-A. BRUNI, C. BICCHI, R. BRUNI, F. POLI, L. PISTELLI, D. ROSSI, G. SACCHETTI, M. SERAFINI, Biologia farmaceutica: biologia vegetale, botanica farmaceutica, fitochimica. Pearson Italia, Milano, 2014

Altre Informazioni

Il testo consigliato e altri di utile consultazione, sono disponibili nella biblioteca universitaria.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar