Insegnamenti e programmi

 

FA/0116 - BIOPSICOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
MARIA ROSARIA ​MELIS (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[50/23] ​ ​SCIENZE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE [23/20 - Ord. 2017] ​ ​NUTRIZIONE432
Obiettivi

CONOSCENZA E CAPACITA’ DI COMPRENSIONE: Il corso si propone di fornire agli studenti un’approfondita conoscenza della biopsicologia del comportamento alimentare, in condizioni normali e patologiche, a partire dai meccanismi ormonali, neurochimici, neuroormonali e genetici che vengono svolti dal tratto gastroenterico a quelli centrali che determinano la sensazione della fame e della sete e della sazietà e ai meccanismi più psicologici, che sono basati sul potere incentivante del cibo e che spesso portano all’assunzione di cibo e liquidi anche quando si è già sazi, e che assieme all’eccessiva disponibilità di cibo, nelle società opulente, porta all’obesità già dall’infanzia assieme ad una sequela di patologie associate.

CAPACITA’ APPLICATIVE: Il corso fornisce allo studente competenze applicative di tipo metodologico e strumentale per la valutazione del ruolo di specifici meccanismi ormonali, neurochimici, neuro ormonali e genetici nella determinazione del peso corporeo allo scopo di mettere in atto strategie di controllo di quest’ultimo e mantenere uno stile di vita salutare.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO: Interpretazione e comparazione di dati scientifici.

ABILITÀ NELLA COMUNICAZIONE: Esposizione critica di dati ricavati da pubblicazioni scientifiche. Capacità di relazionarsi con altri professionisti della nutrizione e con gli utenti dei servizi e delle aziende del settore alimentare.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: Consultazione in autonomia delle fonti di aggiornamento professionale relative alla disciplina (banche dati, pubblicazioni e fonti informative accreditate a livello nazionale e internazionale).

Prerequisiti

Nozioni di base di fisiologia, neurofisiologia e neuroanatomia

Contenuti

Programma

Riepilogo dell’anatomia, fisiologia e endocrinologia del tratto gastroenterico: dall’assunzione del cibo e dei liquidi alla sua interazione con il sistema nervoso centrale
Meccanismi periferici e Meccanismi centrali.
La teoria dei due centri e dei valori critici del glucosio e dei grassi corporei.
Il superamento della teoria dei due centri
Stato dell’arte sul controllo del comportamento alimentare a livello centrale in base alle scoperte più recenti
Le teorie basate sul potere incentivante dei cibi e dei liquidi.
Ruolo dei sistemi centrali della gratificazione nell’assunzione del cibo e dei liquidi
La ricerca attuale sull’alimentazione: studi neurochimici e genetici
Patologie del comportamento alimentare: anoressia, bulimia, malattia da abbuffate (binge eating disorders)

Metodi Didattici

Il corso si svolgerà con lezioni frontali che prevedono l’uso di presentazioni in PowerPoint.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale: Lo studente dovrà discutere oralmente alcuni argomenti differenti proposti dal docente avvalendosi, dove necessario, anche di schemi/rappresentazioni grafiche. Sono valutate la conoscenza degli argomenti del corso, le capacità di collegamento tra argomenti diversi, la capacità espressiva, l’uso di terminologia appropriata, la capacità di sintesi.
Giudizio finale. Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.
Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica più che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Neil R. Carlson. Fisiologia del comportamento, Piccin Editore, 2007, 2014.

John P.J. Pinel. Psicobiologia.2007. Il Mulino.

Augusto Innocenti e Carlo Pruneti. Principi di psicolobiologia della nutrizione e dello stress. 2012. Società Editrice Esculapio.

Altre Informazioni

Verranno fornite dal docente alcune parti di approfondimento.
Le iscrizioni si effettuano su ESSE3 e verranno chiuse il venerdì precedente la data dell’appello. Per informazioni sull’appello (orario, aula, ecc.) telefonare ai seguenti numeri: 0706754317.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar