Insegnamenti e programmi

 

13208 - PATOLOGIA DELLA NUTRIZIONE

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
MONICA ​DEIANA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[50/23] ​ ​SCIENZE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE [23/00 - Ord. 2017] ​ ​PERCORSO COMUNE648
Obiettivi

CONOSCENZA E CAPACITA’ DI COMPRENSIONE: L’obiettivo del corso è quello di contribuire alla formazione di laureati con specifiche conoscenze nel settore della problematica relativa al rapporto tra malattie multifattoriali e alimentazione. L’attività formativa è indirizzata allo studio delle patologie più direttamente correlate alla nutrizione, valutando l’influenza che l’alimentazione, intesa nel senso più ampio, sia qualitativo che quantitativo, può avere tanto nell’insorgenza che nella prevenzione di tali patologie.

CAPACITA’ APPLICATIVE: Nel corso verrà fornita allo studente una panoramica su specifiche metodiche analitiche per la valutazione della tossicità o dei benefici dell’apporto di alcuni componenti alimentari in relazione a particolari patologie.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO: Le nozioni impartite permetteranno di acquisire informazioni utili a valutare in modo critico i dati provenienti dalla letteratura scientifica e dalle dirette esperienze sperimentali, al fine di elaborare, valutare e risolvere le problematiche, sia semplici che complesse, che si presentino nelle varie circostanze dell'attività professionale.

ABILITÀ NELLA COMUNICAZIONE: Il corso fornirà allo studente un bagaglio culturale accompagnato da una corretta terminologia in ambito biologico e biomedico, che gli consentirà di interagire e comunicare efficacemente, attraverso corrette forme scritte ed orali, in ambito lavorativo, con figure di diverso livello di specializzazione.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: Le nozioni impartite forniscono le conoscenze di base che consentiranno allo studente di affrontare criticamente e in autonomia argomenti più specifici relativi alla disciplina, oltreché l'aggiornamento continuo delle conoscenze scientifiche e delle abilità necessarie alla professione.

Prerequisiti

Nozioni di base di biochimica e fisiologia della nutrizione

Contenuti

- Nutrizione e stato di salute
- Iponutrizione e ipernutrizione
- Patologie associate ad una nutrizione non equilibrata
- Stati morbosi da carenza o eccesso di vitamine
- Stati morbosi da carenza o eccesso di minerali
- Stati morbosi legati ad alterazioni del metabolismo purinico: la gotta
- Stati morbosi legati ad alterazioni del metabolismo lipidico: le dislipidemie
- Aterosclerosi
- Sindrome metabolica
- Steatosi epatica e alimentazione
- Sovrappeso e Obesità
- Diabete
- Nutrizione e Patologia Neoplastica
- Nutrizione e Neurodegenerazione
- Reazioni avverse ai cibi: allergie e intolleranze alimentari
- Proprietà nutraceutiche degli acidi grassi ω3: ruolo nel processo infiammatorio e nei processi degenerativi
- Dieta mediterranea e olio extravergine di oliva: ruolo nella prevenzione delle patologie degenerative

Metodi Didattici

Il corso si svolgerà con lezioni frontali supportate da presentazioni in PowerPoint.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale: Lo studente dovrà discutere oralmente alcuni argomenti differenti
proposti dal docente avvalendosi, dove necessario, anche di schemi/rappresentazioni
grafiche. Sono valutate la conoscenza degli argomenti del corso, le capacità di
collegamento tra argomenti diversi, la capacità espressiva, l’uso di terminologia
appropriata, la capacità di sintesi.

Giudizio finale. Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un
disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni
logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e
l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule,
schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.
Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune.
capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo
coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello
elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto
stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento,
poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente;
accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità
nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di
sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato
approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa
padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili;
buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con
lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio
scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla
sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali
lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio
scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti
tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con
l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti
nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Robbins- Le basi patologiche delle malattie- PICCIN
Cocchi, Mordenti- Alimenti e salute- CLUEB
Pontieri, Russo, Frati - Patologia generale- PICCIN
Ross, Caballero, Cousins, Tucker and Ziegler, Modern Nutrition In Health and Disease, Wolters Kluwer

Altre Informazioni

Verranno fornite dal docente alcune parti di approfondimento.
Le iscrizioni si effettuano su ESSE3 e verranno chiuse tre giorni prima della data
dell’appello. Per informazioni sull’appello (orario, aula, ecc.) telefonare ai seguenti
numeri: 0706754126/4127/4185.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar