Insegnamenti e programmi

 

13211 - LEGISLAZIONE DEI PRODOTTI DIETETICI E DEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
CHIARA ​SINICO (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[50/23] ​ ​SCIENZE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE [23/00 - Ord. 2017] ​ ​PERCORSO COMUNE540
Obiettivi

Conoscenze e capacità di comprensione: lo scopo del corso è quello fornire agli studenti le conoscenze relative alla normativa nazionale e comunitaria riguardante il settore alimentare, con particolare attenzione al quadro normativo degli alimenti destinati a gruppi specifici, degli integratori alimentari e dei novel food. Il corso di propone inoltre di far acquisire agli studenti le conoscenze tecniche e metodologiche che gli consentiranno di studiare e analizzare ragionare criticamente, in modo autonomo, i testi legislativi del settore alimentare
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: per quanto si tratti di un corso di base, la capacità di lettura ed elaborazione delle fonti normative, sviluppate attraverso il corso, risultano di sicura applicazione nell'attività professionale sia nel settore della nutrizione che della produzione alimentare, attualmente regolamentate in ambito europeo da interventi legislativi in costante evoluzione.
Autonomia di giudizio: il corso fornisce allo studente i criteri per l’interpretazione delle normative nazionali e comunitarie, al fine di formulare un giudizio basato su ragionamento critico e riflessioni autonome.
Abilità comunicative: il corso indirizza lo studente a discutere le conoscenze acquisite con riferimenti precisi alle fonti normative.
Capacità di apprendimento: il corso prepara lo studente alla consultazione autonoma delle fonti per l’aggiornamento, l’approfondimento e l’interpretazione delle normative nazionali e comunitarie nell’ambito dei suoi interessi professionali.

Prerequisiti

La prima settimana del corso è dedicata all'illustrazione di concetti base preliminari sulle fonti normative nazionali e comunitarie e sull'organizzazione sanitaria italiana e comunitaria, necessari per affrontare gli argomenti del corso. Pertanto non è richiesta nessuna conoscenza pregressa specifica.

Contenuti

Organizzazione sanitaria italiana.
Prodotti di rilevanza sanitaria: categorie amministrative e finalità d’uso.
Tutela igienica dell’alimentazione.
Alimenti e bevande: fonti normative.
Direttive europee sui Novel food e OGM.
Regolamentazione della produzione e commercializzazione di alimenti destinati ad un’alimentazione particolare: alimenti per lattanti e alimenti di proseguimento; alimenti a base di cereali e altri alimenti per bambini; alimenti destinati a diete ipocaloriche per il controllo del peso; alimenti destinati a fini medici speciali.
Normativa sugli integratori alimentari

Metodi Didattici

Lezioni tradizionali con proiezioni su schermo. Ogni lezione inizia con un breve riassunto dei concetti illustrati nelle lezioni immediatamente precedenti e termina con una breve discussione in aula come verifica dell’apprendimento

Verifica dell'apprendimento

Esame orale finale. Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

P. Minghetti, M. Marchetti “Legislazione Farmaceutica” Casa Editrice Ambrosiana, Milano.

Altre Informazioni

Verranno fornite agli studenti le diapositive proiettate durante le lezioni

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar