Programmi

 

32/17/065 - STORIA E CRITICA DEL CINEMA

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
DAVID ​BRUNI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/17] ​ ​LINGUE E COMUNICAZIONE [17/00 - Ord. 2013] ​ ​PERCORSO COMUNE1260
Obiettivi

1. Conoscenza e capacità di comprensione
Al termine del corso gli studenti conosceranno le linee fondamentali della storia del cinema. Conosceranno le diverse tipologie di testi filmici e saranno in grado di cogliere l’influenza esercitata dal contesto storico-culturale sulla produzione cinematografica. Conosceranno e comprenderanno gli elementi alla base del linguaggio cinematografico e gli strumenti metodologici utili per analizzare i film.
2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Sapranno riconoscere le caratteristiche principali dei testi filmici analizzati e collocarli all’interno del genere di riferimento. Sapranno applicare gli strumenti metodologici utili per compiere l’analisi del film. Saranno in grado di riconoscere gli elementi costitutivi di un film (le singole inquadrature e le sequenze), sapranno distinguere i sintagmi cinematografici e riconoscere la dinamica del filmico, oltre alle diverse tipologie di piani.
3. Autonomia di giudizio
Saranno in grado di formulare un giudizio su un’opera cinematografica in chiave storico-critica, evidenziando le caratteristiche peculiari dei film.
4. Abilità comunicative
Sapranno utilizzare correttamente la terminologia impiegata per identificare le diverse figure del linguaggio cinematografico e saranno in grado di esprimere un giudizio critico in forma orale o scritta.
5. Capacità di apprendere
Saranno in grado di consultare fonti e documenti in modo da mantenersi costantemente aggiornati sulle competenze acquisite anche in previsione della laurea magistrale e degli eventuali percorsi di formazione ulteriore.


Prerequisiti

Conoscenza generale degli avvenimenti storici e artistici fondamentali, con riferimento al periodo che si estende dalla fine del XIX secolo fino ai nostri giorni.

Contenuti

Introduzione alla storia del cinema e agli elementi basilari del linguaggio cinematografico.
Durante il secondo modulo del corso saranno analizzati cinque film diretti da Marco Ferreri negli anni Sessanta (Una storia moderna - L'ape regina, La donna scimmia, L'harem, Break-up o L'uomo dei cinque palloni, Dillinger è morto), dedicando una particolare attenzione alle categorie di spazio, tempo, racconto e alle metodologie di analisi.

Metodi Didattici

Lezioni frontali, visione e analisi di sequenze di film.

Verifica dell'apprendimento

Prova orale. La verifica dell’apprendimento avverrà mediante una prova orale volta a verificare le conoscenze apprese e gli strumenti metodologici acquisiti in relazione all’analisi del film.
La prova orale sarà articolata su non meno di tre domande relative al programma e all’analisi del film da un punto di vista tematico e stilistico.
Le domande iniziali verteranno sulle linee fondamentali della storia del cinema e proseguiranno sulle metodologie di analisi del film. Lo studente dovrà saper collocare correttamente la pellicola analizzata nel contesto cinematografico di riferimento.
Nella determinazione del voto finale incideranno i seguenti elementi: la padronanza degli argomenti, la capacità di applicare le nozioni acquisite, la precisione terminologica.

Testi

Bibliografia. 1) Kristin Thompson, David Bordwell, Storia del cinema. Un’introduzione (quinta edizione italiana, a cura di Elena Mosconi e David Bruni), McGraw-Hill, Milano, 2018. 
In particolare, oltre all’introduzione, si richiede la conoscenza approfondita dei seguenti capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 10, 11, 12, 14, 15, 16, 19, 20 e Appendice: il linguaggio del film. 2) Gianni Rondolino, Dario Tomasi, Manuale del film. Linguaggio, racconto, analisi, UTET, Torino 2018. 3) Un dossier sul cinema di Marco Ferreri i cui contenuti saranno disponibili online tra i “materiali didattici” (pagina del docente).
Filmografia. 1) Film dei fratelli Lumière, Il viaggio nella luna (1902, Méliès) e La grande rapina al treno (1903, Porter). 2) Un film di Griffith a scelta tra: La nascita di una nazione (1915), Intolerance (1916) e Giglio infranto (1919). 3) Un film espressionista a scelta tra: Il gabinetto del Dottor Caligari (1920, Wiene) e Nosferatu (1922, Murnau). 4) Un film di Ejzenštejn a scelta tra: Sciopero (1925), La corazzata Potëmkin (1925) e Ottobre (1928). 5) Un Chien andalou (1929, Buñuel). 6) Un film di Renoir a scelta tra: La grande illusione (1937) e La regola del gioco (1939). 7) Una commedia hollywoodiana a scelta tra: Partita a quattro (1933, Lubitsch), Accadde una notte (1934, Capra) e Susanna (1938, Hawks). 8) Un film hollywoodiano riconducibile allo “stile classico” a scelta tra: King Kong (1933, Cooper e Schoedsack), Ombre rosse (1939, Ford), Casablanca (1943, Curtiz) e Il grande sonno (1946, Hawks). 9) Quarto potere (1941, Welles). 10) Un film neorealista a scelta tra: Ladri di biciclette (1948, De Sica), La terra trema (1948, Visconti) e Riso amaro (1949, De Santis). 11) Un film di Hitchcock a scelta tra: La finestra sul cortile (1954), La donna che visse due volte (1958) e Psyco (1960). 12) Un film Nouvelle Vague a scelta tra: Hiroshima mon amour (1959, Resnais), I quattrocento colpi (1959, Truffaut), Il segno del leone (1959, Rohmer) e Fino all’ultimo respiro (1960, Godard). 13) Un film realizzato dai registi della “Nuova Hollywood” a scelta tra: Easy Rider (1969, Hopper), Il lungo addio (1973, Altman), Lo squalo (1975, Spielberg) e Taxi Driver (1976, Scorsese); 14) Un film di Kubrick a scelta tra: 2001: Odissea nello spazio (1968), Arancia meccanica (1971), Barry Lyndon (1975), Shining (1980); 15) Un film di Tarantino a scelta tra: Le iene (1992), Pulp Fiction (1994) e Bastardi senza gloria (2009). 16) Un film di Lynch a scelta tra: Strade perdute (1997), Mulholland Drive (2001) e Inland Empire (2006) +
17) Una storia moderna - L’ape regina (1963, Ferreri); 18) La donna scimmia (1964, Ferreri); 19) L’harem (1967, Ferreri); 20) Break-up o L’uomo dei cinque palloni (1968, Ferreri); 21) Dillinger è morto (1969, Ferreri).

Altre Informazioni

Il giorno e l’orario del ricevimento studenti sarà comunicato successivamente.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar