Programmi

 

32/17/054 - LINGUA ARABA 1

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
MAURA ​TARQUINI (Tit.)
Periodo
Annuale​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/17] ​ ​LINGUE E COMUNICAZIONE [17/00 - Ord. 2013] ​ ​PERCORSO COMUNE12180
Obiettivi

Il corso ha lo scopo di formare una classe di Lingua e Comunicazione in grado sia di leggere e comprendere brevi articoli di giornale e bollettini informativi delle agenzie di stampa arabe, sia di esprimersi in un arabo semplice, ma sufficientemente adeguato, in merito a questioni che riguardano il panorama politico ed economico internazionale. A tale scopo, verranno forniti agli studenti tutti gli strumenti lessicali, grammaticali e sintattici necessari.
Il corso dunque, consisterà innanzitutto in un primo nucleo didattico strettamente dedicato alla grammatica, tramite il consolidamento delle conoscenze di base precedentemente acquisite, nonché nello studio di contenuti morfologici più complessi. Per quanto riguarda la sintassi invece, si punterà all’insegnamento del periodare arabo mediamente complesso. Gli articoli di giornale che verranno studiati, saranno la base per l’apprendimento di un lessico appartenente al campo semantico della panorama politico ed economico internazionale, che costituisce, tra l’altro, l’ultimo nucleo didattico del corso. Va precisato infine, che i testi oggetto di studio, per scelta della Docente, non sono vocalizzati, al fine di rendere gli studenti edotti sulla scrittura araba consueta priva di segni vocalici graficamente trascritti.

Prerequisiti

Il corso è rivolto agli studenti di Arabo 1 con una conoscenza pregressa, grammaticale e lessicale, minima, derivante da un’idoneità conseguita a seguito di 40 ore di corso, e mira a portare la classe a un livello A2-B1.
Gli studenti che intendano frequentare il corso e/o sostenere l’esame, devono conoscere la scrittura araba, il sistema di declinazione, nozioni generali sul verbo sano arabo, la coniugazione del passato e del presente, nonché strutture sintattiche semplici, quali brevi frasi nominali, costruzioni con gli aggettivi possessivi, lo stato costrutto e la struttura che coinvolge i nomi e gli aggettivi.

Contenuti

Nello specifico, si analizzeranno le seguenti tipologie sintattiche:
la frase nominale, positiva, negativa e al passato, con le conseguenti regole di declinazioni dei casi che le diverse combinazioni di frase nominale comportano;
la frase verbale, positiva e negativa, con l’analisi non solo dell’ordine VSO dell’arabo (rispetto alla struttura SVO dell’italiano), ma anche di tutte le funzioni sintattiche ricoperte dal verbo e dal soggetto, nonché dai vari complementi che una frase contenente verbo richiede;
la frase finale;
le varie tipologie di frase relativa, con antecedente determinato e con antecedente indeterminato;
il complemento di stato e le sue diverse forme di realizzazione, per la costruzione di frasi contenenti azioni simultanee;
l’accusativo interno;
il complemento di causa.
Dal punto di vista morfologico invece, si studieranno le seguenti categorie:
lo stato costrutto, determinato, indeterminato, con aggettivi;
inna e le sue sorelle;
il passato arabo e le diverse sfumature temporali che assume nella traduzione all’italiano;
il nome verbale arabo e le sue due diverse funzioni, di infinito verbale e di sostantivo;
il verbo kana e le sue combinazioni con il passato e il presente arabi per la costruzione, rispettivamente del trapassato prossimo e dell’imperfetto italiani;
la modalità araba per la costruzione del condizionale;
le dieci forme aumentate del verbo trilittero regolare;
il verbo di prima debole alla prima forma e alle dieci forme aumentate;
il verbo di media debole alla prima forma e alle dieci forme aumentate;
il verbo sordo alla prima forma e alle dieci forme aumentate;
le varie forme di negazione del verbo a seconda del tempo verbale;
il passivo;
le negazioni degli aggettivi.
In ultima analisi, per la parte strettamente legata al lessico e quindi alla lettura e traduzione di articoli di giornale, si ci focalizzerà sulle tematiche relative al panorama economico internazionale in una prima fase e sulle Primavere Arabe in una seconda.
Infine, gli studenti verranno introdotti all’analisi logica araba, così come viene universalmente eseguita in tutto il mondo arabo.

Metodi Didattici

Il corso si articola in 60 ore di lezione complessive distribuite in 3 lezioni da 2 ore settimanali.
La parte strettamente grammaticale verterà, nelle prime lezioni, sulla revisione delle strutture morfologiche e verbali di base, quali il verbo sano, al presente e al passato, lo stato costrutto semplice. Queste saranno poi la base e lo spunto per la spiegazione e lo studio, nel corso delle lezioni, di categorie morfologiche più complesse. Periodicamente, la Docente fornirà tavole sinottiche, nonché delle esercitazioni di verifica, che consisteranno, per lo più, in griglie da compilare, preparate all’uopo.
Per quanto riguarda il lavoro sulla sintassi all’inizio si procederà, anche in questo caso, con la revisione di regole sintattiche di base, quali frasi nominali brevi, frasi contenenti aggettivi in funzione di attributo o di predicato, e si procederà gradualmente all’ampliamento delle citate tematiche con la spiegazione di categorie sintattiche più complesse, fino ad arrivare alle strutture riconosciute come più difficili della sintassi araba, ossia i complementi espressi dagli accusativi. Alla fine di ogni lezione, si eseguiranno degli esercizi pratici sull’argomento studiato e anche periodicamente si procederà a delle esercitazioni di ripasso e verifica dell’apprendimento da parte degli studenti. Per ogni tipologia di proposizione analizzata inoltre, verrà effettuata l’analisi logica in arabo dei vari elementi sintattici.
Per quanto riguarda la parte inerente ai testi da analizzare e tradurre, essi si alterneranno alle lezioni di grammatica e sintassi. Gli articoli, desunti dai principali quotidiani arabi, verranno riadattati dalla Docente, in base al livello degli studenti. Per ogni testo fornito, la lezione si svolgerà nel seguente modo: la Docente fornirà il lessico nuovo che compone ogni singola frase, sempre la Docente passerà alla spiegazione della struttura sintattica o morfologica che coinvolge la frase stessa, si lascerà agli studenti il tempo necessario per la traduzione della proposizione appena spiegata e si passerà infine alla correzione e all’eventuale chiarimento di dubbi da parte degli studenti. Non solo, per ogni frase, a seconda della sua natura, positiva o negativa, verrà chiesto agli studenti di fornire la variante opposta, in modo da stimolare l’esercitazione sulla sintassi araba.
Alla fine di ogni lezione inoltre, verrà sia effettuata l’analisi logica in arabo dei periodi che compongono il testo, sia un’esercitazione sul lessico tramite una griglia da compilare contenente tutto il vocabolario affrontato.

Verifica dell'apprendimento

L’esame finale è costituito da una prova scritta e una orale da sostenere in due giorni diversi, al fine di lasciare al Docente il tempo minimo per la correzione della prova scritta.
Per quanto riguarda la prova scritta, essa consta di cinque esercizi che insieme permetteranno la valutazione del lessico appreso, delle strutture sintattiche e della morfologia dell’arabo: un breve testo da tradurre dall’arabo all’italiano, una frase nominale e una verbale da sottoporre ad analisi logica in arabo, la trasformazione di frasi affermative in negative, un esercizio di vocalizzazione dei casi in base alla natura della proposizione e una griglia da compilare contenente il paradigma dei verbi a una delle forme aumentate.
Gli studenti che svolgeranno almeno il 50% di ciascun esercizio accederanno alla prova orale.
Per quanto riguarda la prova orale, lo studente sarà chiamato alla correzione degli errori commessi nella prova scritta, qualora presenti. Seguirà un colloquio al fine di verificare le competenze espressive in arabo. Un esercizio di lettura di uno dei testi analizzati in classe, infine, e delle domande di sintassi e grammatica inerenti al testo stesso, completeranno la valutazione sulla preparazione dello studente.
La partecipazione attiva, il rendimento e il progresso svolto dallo studente nel corso del semestre, verranno tenuti in considerazione al fine della valutazione.
Entrambe le prove, quella scritta e quella orale, concorreranno a formare il voto fiale espresso in trentesimi.
Agli studenti che dimostreranno di aver soddisfatto gli obiettivi minimi del corso (apprendimento sufficiente della grammatica, della sintassi e del lessico proposto) sarà assegnato un voto tra 18 e 24/trentesimi.
Agli studenti che dimostrano di aver soddisfatto appieno gli obiettivi del corso, sarà assegnato un voto tra 25 e 30/trentesimi.

Testi

Bibliografia:
DURAND, O., LANGONE, A. D., MION, G., Corso di arabo contemporaneo, Hoepli, Milano, 2010.
MANCA, A., Grammatica Teorico-Pratica di Arabo Letterario Moderno, Associazine Nazionale di Amicizia e Cooperazione Italo-Araba, Roma, 1989.
VECCIA VAGLIERI, L., Grammatica teorico-pratica della lingua araba, Istituto per l’Oriente, Roma, 2006.
Sitografia:
www.aljazeera.net
www.alarabiya.net
www.alwataniya.net

Altre Informazioni

L’esame può essere sostenuto in un qualunque appello tra quelli programmati per ciascuna delle sessioni. La prova orale può essere sostenuta in un appello successivo, non necessariamente dunque nella giornata immediatamente successiva alla prova scritta. Gli studenti impossibilitati a frequentare il corso sono invitati a contattare la Docente per richiesta di spiegazioni e materiale didattico.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar