Apr 042017
 

L’Assessorato regionale della Programmazione, nell’ambito della strategia regionale 2 “Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese” del Piano regionale di sviluppo 2014-2019, è interessato ad acquisire proposte per la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo collaborativi.

Possono presentare proposte le medie e grandi imprese che:
–  hanno un’elevata importanza a livello internazionale nel loro settore di riferimento;
– effettuano significativi investimenti in progetti di ricerca e sviluppo (R&S);
– sono capaci di coinvolgere efficacemente nello sviluppo del progetto le Pmi regionali e nazionali e/o di attivare partnership con imprese leader a livello internazionale;
– sono capaci di individuare ambiti di intervento in accordo con organismi di ricerca o infrastrutture di ricerca che operano in Sardegna;
– propongono progetti nell’ambito della Smart specialization strategy (S3) della Regione Sardegna, che si declina nei settori: ICT, Reti intelligenti per la gestione efficiente dell’energia, Agrifood, Aerospazio, Biomedicina, Turismo e beni culturali e ambientali, Bioeconomia/Economia circolare.

La Manifestazione di interesse può essere presentata:

  • da imprese che abbiano già individuato sul territorio regionale un organismo (o infrastruttura) di ricerca con cui collaborare;
  • da imprese che non abbiano già individuato un partner di ricerca. In questo caso, in fase negoziale si fornirà supporto all’individuazione di un partner progettuale adatto presso il sistema della ricerca isolano.

Le imprese potranno far pervenire la manifestazione di interesse fino al 31 dicembre 2018 tramite posta elettronica certificata (pec) all’indirizzo: crp@pec.regione.sardegna.it.

Il bando e la modulistica sono disponibili a questo link.

Informazioni:
Ufficio relazioni con il pubblico del Centro regionale di Programmazione
via Cesare Battisti, Cagliari
tel.+39 070 6067028 o email crp.urp@regione.sardegna.it.

Feb 232017
 

Sardegna Ricerche ha pubblicato il “Programma di ricerca e sviluppo per l’integrazione della filiera biomed” che finanzia piccoli progetti di ricerca e sviluppo che utilizzino i laboratori e le piattaforme appartenenti a strutture di ricerca pubbliche della Regione Sardegna.

Possono partecipare tutte le imprese con sede operativa in Sardegna.

I progetti dovranno riguardare:
1. Tecnologie omiche per la medicina personalizzata
2. Sviluppo di nuovi farmaci e diagnostici
3. Medicina veterinaria
4. Tecnologie di informatica biomedica

Il programma prevede una serie di avvisi successivi e una procedura valutativa a graduatoria. Per partecipare al primo avviso è necessario far pervenire le domande entro le ore 12:00 del 13 aprile. La dotazione finanziaria iniziale è di 420.000 euro.

Il bando completo e la modulistica sono pubblicati a questo link.

Informazioni:
Giuseppe Serra serra@sardegnaricerche.it
Telefono +39 070 9243.1
Sardegna Ricerche, Edificio 2
Loc. Piscinamanna, Pula

Feb 132017
 

Sardegna Ricerche ha pubblicato il bando “Aiuti per Progetti di Ricerca e Sviluppo” che favorirà l’innovazione delle imprese regionali finanziando progetti di ricerca e sviluppo che introducano innovazioni di prodotto e di processo nelle aree di specializzazione identificate dalla Smart Specialization Strategy della Regione Sardegna.

I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese la cui attività rientra nei settori merceologici specifici elencati nell’allegato D del Bando.

Collaborazione con organismi di ricerca
Le imprese possono presentare domanda singolarmente o con un unico organismo di ricerca (costituendo una associazione temporanea di impresa – ATI).

 

Intensità dell’aiuto
Il valore del progetto presentato deve essere compreso tra 100.000 e 800.000 euro. Il cofinanziamento per ciascun beneficiario copre il 50% dei costi ammissibili per la ricerca industriale e il 25% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale, ma può essere aumentata fino a un massimo dell’80% dei costi ammissibili in questi casi:

a) + 10 punti percentuali per le medie imprese e + 20 punti percentuali per le piccole imprese;
b) + 15 punti percentuali se il progetto prevede la collaborazione tra un’impresa e un organismo di ricerca e di diffusione della conoscenza (se tali organismi sostengono almeno il 10% dei costi ammissibili e hanno il diritto di pubblicare i risultati della propria ricerca).
Nel caso di ATI, l’Organismo di Ricerca non può sostenere più del 30% dei costi ammissibili del progetto proposto.

Il Progetto deve essere realizzato in una sede operativa in Sardegna. Una quota del progetto non superiore al 10% può essere realizzata in unità operative non ubicate in Sardegna purché si dimostri che si tratti di attività strettamente necessarie al raggiungimento degli obiettivi e che il progetto presenti effetti indotti sulla diffusione dell’innovazione a vantaggio della Regione Sardegna.

 

Come presentare domanda
La procedura per la presentazione della domanda sarà attiva dalle ore 12 del 27 marzo 2017 fino all’esaurimento delle risorse disponibili. La domanda deve essere presentata attraverso il sistema informatico della Regione Sardegna SIPES (Sistema Informativo per la gestione del Processo di Erogazione e Sostegno) accessibile a questo link.

L’istruttoria, a sportello, prevede una verifica di ammissibilità formale e una successiva valutazione tecnico-scientifica, secondo quanto dettagliato nel bando. La dotazione complessiva del bando è di 6.500.000 euro.

Questo bando NON prevede alcuna premialità per la partecipazione ai Cluster Top Down ricerca e imprese.

 

Informazioni
Bando completo e modulistica sono disponibili a questo link.
Le richieste di chiarimenti possono essere presentate all’indirizzo email protocollo@cert.sardegnaricerche.it.
Per garantire trasparenza e parità di condizioni, le risposte ai quesiti saranno pubblicate in forma anonima nelle FAQ, reperibili a questo link.

Gen 162017
 

SR logoSardegna Ricerche ha istituito un Elenco di esperti per il conferimento di incarichi di lavoro autonomo finalizzati alla valutazione ex ante e al monitoraggio tecnico-scientifico in itinere e finale di progetti di ricerca e sviluppo, piani di sviluppo aziendale e piani di innovazione.

Obiettivo di Sardegna Ricerche è raccogliere profili professionali aventi specifiche competenze ed esperienze di valutazione cui affidare, previa procedura di selezione, incarichi di consulenza.

La prestazione richiesta al valutatore è altamente qualificata e gli esperti dovranno essere dotati di una particolare e comprovata specializzazione universitaria o professionale, in possesso di una laurea magistrale o con percorsi didattici universitari completi e definiti dai rispettivi ordinamenti, finalizzati alla specializzazione richiesta, in aggiunta alla laurea triennale.

Tra i requisiti sono inclusi:
– Iscrizione all’albo degli esperti MIUR, oppure appartenenza ad una delle seguenti categorie: professori universitari di ruolo; dirigenti di ricerca o primi ricercatori degli enti pubblici di ricerca; professionisti in possesso di documentata esperienza tecnico-scientifica, almeno quinquennale;
Non essere operanti nel territorio della Regione Sardegna.

L’Elenco degli esperti valutatori è di tipo aperto e tutti i soggetti interessati possono procedere, in un qualsiasi momento, alla richiesta di iscrizione, cancellazione o aggiornamento dei dati in esso inseriti. Le domande d’iscrizione dovranno essere presentate, secondo le modalità previste dal Regolamento, utilizzando la modulistica disponibile alla voce “Documenti correlati”.

L’iscrizione all’elenco avviene attraverso la presentazione di un Dossier di candidatura, composto da domanda di iscrizione all’elenco, curriculum vitae e copia di un documento di identità.

Scarica il regolamento e gli allegati dal sito di Sardegna Ricerche.

Informazioni:
dalle ore 10:00 alle ore 13:00 Cesare Mou mou@sardegnaricerche.it o Giuseppe Enna enna@sardegnaricerche.it
Tel. +39 070 92431

Dic 202016
 

7822101134_86190c8ed9Continuano le attività di UniCa in supporto alla partecipazione al bando Azioni Cluster “Top-down” di Sardegna Ricerche. Il bando finanzierà iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

Dopo gli incontri tematici di presentazione ai ricercatori e l’incontro con le imprese, UniCa supporterà, tramite la Direzione ricerca e territorio – UniCa Liaison Office, la ricerca delle imprese tramite la consultazione di database ed elenchi. UniCa potrà anche fare da tramite per il primo contatto alle imprese.

A questo link i ricercatori potranno scaricare l’elenco delle imprese che hanno manifestato interesse a far parte di cluster. Per ogni informazione di dettaglio e per un supporto nella ricerca di altre imprese si può scrivere a imprese@unica.it.


Come funziona il bando

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Possono partecipare al bando:
– uno o più organismi di ricerca (costituiti in ATI);
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti pubblici o privati.
Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti, mentre le imprese potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, previsti dal bando.

Dichiarazione di intenti a costituire l’ATI
In caso di progetti che prevedono UniCa capofila e altri organismi di ricerca come co-proponenti, è necessario compilare la dichiarazione di intenti a costituire l’ATI e allegarla alla domanda di partecipazione al bando: scarica il modulo.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017 alle ore 11.00.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili qui o scrivendo a imprese@unica.it.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar