Nov 142016
 

Sarà l’Università di Modena e Reggio Emilia a ospitare l’edizione 2016 del Premio Nazionale dell’Innovazione – PNI, la più importante competizione nazionale tra progetti d’impresa hi-tech provenienti principalmente dalla ricerca accademica. L’appuntamento è per l’1° e il 2 dicembre 2016 a Modena.

Come da tradizione, il PNI si divide in due fasi: la prima, a livello regionale, ha visto le università, gli incubatori soci e gli enti che collaborano con l’Associazione PNICube ospitare le Business Plan Competition locali (le Start Cup); la seconda fase, a livello nazionale, vedrà i progetti vincitori delle varie Start Cup concorrere a Modena per aggiudicarsi il Premio Nazionale per l’Innovazione.

Il PNI 2016 ha istituito quattro categorie di premi più due menzioni speciali:

  • Premio Life Sciences (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone);
  • Premio ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media);
  • Premio IREN Cleantech & Energy (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia);
  • Premio Industrial (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato).

Sono poi previste le menzioni speciali per il miglior progetto di “Innovazione Sociale” e il miglior progetto di “Pari Opportunità” volto a favorire l’imprenditorialità femminile.

Parteciperanno al PNI i finalisti della Start Cup Sardegna:

Yenetics, un innovativo test non invasivo per le 100 malattie genetiche più diffuse al mondo. A partire dalla 9a settimana di gestazione, alla coppia di futuri genitori basta fare nella loro clinica di fiducia un piccolo prelievo di sangue per essere più sicuri e consapevoli della salute del loro bimbo. I risultati hanno un’attendibilità superiore al 99% ed arrivano in soli 7 giorni.

BXTAR, la luce posteriore smart pensata per soddisfare le esigenze di sicurezza del ciclista urbano. Grazie a un sistema integrato di luce posteriore, luci laterali e applicazione dedicata, rende il ciclista più visibile soprattutto in particolari situazioni di criticità, come le scarse condizioni di luce ambientale, quando frena e quando attraversa gli incroci.

NURKARA prodotti biologici liofilizzati: un’attività imprenditoriale sostenibile che mette insieme tutta la filiera dello zafferano e mira ad ottimizzare i processi di essiccazione e confezionamento, che condizionano l’uniformità della qualità del prodotto commercializzato, impiegando tecnologie innovative e stabilendo un protocollo standard.

Consulta il Regolamento del Premio Nazionale dell’Innovazione 2016

Il Programma di PNI 2016

pni2016

Ott 282016
 

lvr8w6sqYenetics, BXTAR e Nurkara sono le tre business idea vincitrici di Start Cup Sardegna: per loro premi in denaro e la partecipazione al Premio nazionale dell’innovazione a Modena. Si è così conclusa nella serata di giovedì 27 ottobre 2016 la nona edizione della manifestazione organizzata dalle Università di Sassari e Cagliari per dimostrare che ricerca e innovazione, insieme, possono costituire una risorsa economica e un’occasione di sviluppo.

I rappresentanti dei 10 gruppi finalisti (a questo link le schede di tutti i gruppi) hanno presentato le idee di business nei pitch: 4 emozionanti minuti per illustrare in modo chiaro e convincente l’innovatività delle proposte.

La Commissione di esperti (Antonello Bartiromo di Dpixel; Carlo Mannoni della Fondazione di Sardegna; Giuseppe Pirisi del Banco di Sardegna; Franco Rabitti di Sardaleasing SpA; Giuseppe Serra di Sardegna Ricerche; Alessandro Vagnozzi di Jservice) ha espresso i voti basandosi sui business plan presentati, dei quali sono state valutate l’originalità, l’innovatività e la sostenibilità economica, ambientale e sociale.

14523090_325052594526871_9199280666664729838_n

Ma scopriamo qualcosa di più delle tre idee sul podio: la Business idea vincitrice della Start Cup Sardegna 2016 è Yenetics. Nata dal gruppo composto da Chiara Saba e Amit Kumar, creatosi all’interno del Contamination Lab Unica, risolve un problema di molte donne in gravidanza che non sanno se effettuare, o addirittura rifiutano, i test diagnostici invasivi a causa dei rischi che comportano. Yenetics ha creato un innovativo test non invasivo che testa le 100 malattie genetiche più diffuse e che testa anche il padre, escludendo ogni rischio e garantendo la massima accuratezza dei risultati. A partire dalla 9ª settimana di gestazione, basta fare un piccolo prelievo di sangue per essere più sicuri e consapevoli della salute del bimbo. I risultati hanno un’attendibilità superiore al 99% ed arrivano in soli 7 giorni. Yenetics si è aggiudicata anche il trofeo stampato con tecnologia di stampa 3D presso il FabLab dell’Università di Sassari,

Il secondo posto è per BXTAR, idea nata dal gruppo composto da Simone Scalas, Mirko Podda, Michela Mari e Alberto Unali, anche questo “figlio” del Contamination Lab dell’Università di Cagliari, ha lo scopo di incentivare la mobilità sostenibile e intelligente: BXTAR è infatti una luce posteriore smart che migliora l’esperienza su strada del ciclista urbano. BXTAR è pensata per soddisfare le esigenze di sicurezza del ciclista con l’obiettivo di ridurre il tasso di incidenti nei contesti urbani. Grazie a un sistema integrato di luce posteriore, luci laterali e applicazione dedicata rende il ciclista più visibile soprattutto in particolari situazioni di criticità, come le scarse condizioni di luce ambientale, quando frena e quando attraversa gli incroci.

Al terzo posto si è classificata NURKARA, che offre prodotti biologici liofilizzati. Il gruppo è composto da Giovanni Arru, Guy D’hallewin, Paola Di Bella, Federico Garau, Antonio Masala e Leonardo Sechi. Nurkara è un progetto ma anche un’attività sostenibile che ottimizza tutta la filiera dello zafferano, dal produttore al consumatore. In Sardegna lo zafferano ha trovato condizioni ottimali per la coltivazione; manca, però, la standardizzazione del processo di essiccazione e confezionamento che condiziona l’uniformità della qualità del prodotto commercializzato. Nurkara mira ad ottimizzare il processo impiegando tecnologie innovative. Tramite la creazione di una rete di produttori, vuole inoltre mettere a punto un protocollo produttivo standardizzato.

I gruppi si aggiudicano i premi in denaro di € 8.000, € 4.000 e € 2.000, messi a disposizione da Fondazione di Sardegna e Sardaleasing SpA. Le 3 idee vincitrici, tutte legate al mondo della ricerca accademica, rappresenteranno la Sardegna al 13° Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), la fase nazionale della competizione, che coinvolgerà circa 50 atenei italiani e il CNR: appuntamento a Modena l’1 e 2 dicembre 2016.

Vincono lo “Special Prize Sardegna Ricerche”, del valore di € 15.000, utilizzabile per attuare un percorso di validazione della propria idea d’impresa e l’acquisizione di competenze (“duro lavoro”, nelle parole di Giuseppe Serra) Spime, mooVet e Nurkara.

Set 222016
 

startcup

Riscaldate i motori: l’appuntamento con la finale regionale di Start Cup Sardegna 2016 è per giovedì 27 ottobre a Sassari dalle 16.30. I finalisti delle sfide locali di Cagliari e Sassari si contenderanno i primi tre posti e i premi da €8000, €4000 e €2000.

I gruppi collegati al mondo della ricerca pubblica avranno anche la possibilità di rappresentare la Sardegna all’14° Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) che quest’anno si terrà a Modena il 1 e 2 dicembre 2016.

Anche Sardegna Ricerche assegnerà un Premio speciale alle tre idee d’impresa selezionate tra quelle in finale in base ai criteri di Innovatività, Impatto sociale, Identificazione del mercato di riferimento e Capacità tecniche e gestionali dei soggetti coinvolti. I premi, dell’importo massimo di 15.000 euro, dovranno essere impiegati per svolgere un percorso di validazione dell’idea imprenditoriale e per la realizzazione di un Minimum Viable Product (prodotto minimo funzionante).

Ospiterà la finale la Fondazione di Sardegna, in via Carlo Alberto 7 a Sassari. Ecco il programma:

• Saluti di apertura
• Interventi
Opportunità e strumenti per le start up innovative in Sardegna: Giuseppe Serra – Sportello Start Up Sardegna Ricerche
Fondo di Venture Capital Regione Sardegna: Roberto Saba – Direttore Generale Assessorato Industria RAS
Nove anni di Start Cup Sardegna: numeri, risultati e prospettive: Francesco Meloni – Responsabile Ufficio Trasferimento Tecnologico Uniss
• Elevator Pitch: presentazione delle idee in gara
Presenta Carlo Mannoni – Direttore Generale Fondazione di Sardegna
Premiazione
Aperitivo di networking

Modera Gabriele Mulas, Delegato al trasferimento tecnologico Uniss.

Ma quali sono le business idea in gara? Eccole in sintesi:

BautifulBox (settore: Altro)
BautifulBox risolve il problema di quei padroni che lasciano il proprio cane solo in casa per ore, intrattenendolo con dei giochi educativi che dovrà risolvere autonomamente utilizzando i suoi sensi e soprattutto l’olfatto. E’ una piattaforma composta da un Hub al quale vengono sincronizzati diversi tool che permettono di differenziare le attività di gioco dell’animale.

BiiHar (settore: Sociale)
BiiHar nasce per facilitare la comunicazione a livello professionale tra medici specialisti che collaborano nello stesso team e i pazienti da loro seguiti nella lotta contro l’obesità.
Il sistema è composto da due parti fondamentali: un’app per i pazienti comunicante con una parte desktop, in condivisione tra i professionisti.

BXTAR (settore: Information and Communication Technology)
BXTAR è la luce posteriore smart pensata per soddisfare le esigenze di sicurezza del ciclista urbano. Grazie a un sistema integrato di luce posteriore, luci laterali e applicazione dedicata, rende il ciclista più visibile soprattutto in particolari situazioni di criticità, come le scarse condizioni di luce ambientale, quando frena e quando attraversa gli incroci.

Escursì – The best outdoor Experience (Settore: Turistico)
Una piattaforma digital-social ideata per le persone amanti della natura e del mondo delle escursioni. Permette di visionare tipologie diverse di escursioni e averne a disposizione un’adeguata e dettagliata descrizione e consente a ogni cliente di valutare la propria esperienza. Dentro Escursì le Aziende troveranno una vetrina accessibile, chiara, multilingue e quindi visibile da tutto il mondo.

Greta Tulipani (Settore: Artistico-culturale)
Greta Tulipani è una linea di abbigliamento femminile che nasce dall’incontro del design italiano arricchito dalla semplicità e forza dei tessuti e stampe tipici del continente africano. Presenta una innovazione nella consumer industry in quanto offre un prodotto che risponde ad un nuovo modello di sviluppo, dove il valore culturale e sociale del nuovo deve necessariamente conciliarsi con il valore culturale ed economico della sostenibilità.

mooVet (Settore: Salute)
Una applicazione gratuita destinata ai proprietari di animali da compagnia per aiutarli a prendersi cura del loro animale. L’app è supportata da una piattaforma gestita dai veterinari e una timeline della vita dell’animale consentirà di condividere foto e video, creare gruppi. In caso di smarrimento si potrà inviare un s.o.s. agli iscritti, in modo da allertare gli utenti in zona ed estendere le ricerche.

NURKARA prodotti biologici liofilizzati (Settore: Agro-alimentare)
Un’attività imprenditoriale sostenibile che mette insieme tutta la filiera dello zafferano e mira ad ottimizzare i processi di essiccazione e confezionamento, che condizionano l’uniformità della qualità del prodotto commercializzato, impiegando tecnologie innovative e stabilendo un protocollo standard.

Spime (Settore: ICT)
Spime è un servizio che permette agli utenti di consultare ed elaborare una enorme quantità di informazioni aggregate in maniera geo-crono referenziata muovendosi nel tempo e nello spazio attraverso un interazione digitale su una mappa ed una linea temporale e scoprire come queste siano interconnesse e relazionate con altri punti nello spazio e nel tempo.

UrbisMap (settore: Altro)
UrbisMap è il primo motore di ricerca su mappa per i dati e le normative urbanistiche. Un unico luogo dove consultare, in modo semplice tutti i piani e le normative rappresentative del territorio, quali Piani Urbanistici, Piani Paesaggistici, Piani Idrogeologici, Vincolistica, Normative, ecc.
Con UrbisMap puoi ottenere le informazioni urbanistiche e territoriali con 1 solo click.

Yenetics (settore: Biotecnologie)
Yenetics è un innovativo test non invasivo per le 100 malattie genetiche più diffuse al mondo. A partire dalla 9a settimana di gestazione, alla coppia di futuri genitori basta fare nella loro clinica di fiducia un piccolo prelievo di sangue per essere più sicuri e consapevoli della salute del loro bimbo. I risultati hanno un’attendibilità superiore al 99% ed arrivano in soli 7 giorni.

Giu 242016
 

startcupBautiful Box, BiiHar, BXTAR, UrbisMap, Yenetics sono le idee vincitrici della finale cagliaritana della Start Cup Sardegna 2016. Ora c’è tempo fino al 10 ottobre per lavorare al business plan, che verrà sviluppato dai cinque team con il supporto dell’Ordine dei Dottori commercialisti della provincia di Cagliari, che, come di consueto, patrocinano l’iniziativa.

Le 5 business idea accedono a Ottobre alla finale regionale, dove competeranno con le cinque idee finaliste di Sassari: la sfida regionale proclamerà i tre vincitori di Start Cup Sardegna 2016 cui spetteranno premi da 8000, 4000 e 2000 euro.

I gruppi collegati al mondo della ricerca pubblica avranno anche la possibilità di rappresentare la Sardegna al 14° Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) che quest’anno si terrà a Modena il 1 e 2 dicembre, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Ma scopriamo più da vicino le finaliste di Cagliari:

BautifulBox (settore: Altro)

BautifulBox risolve il problema di quei padroni che lasciano il proprio cane solo in casa per ore, intrattenendolo con dei giochi educativi che dovrà risolvere autonomamente utilizzando i suoi sensi e soprattutto l’olfatto.
E’ una piattaforma composta da un Hub al quale vengono sincronizzati diversi tools che permettono di differenziare le attività di gioco dell’animale. Questi, assieme all’abbonamento facoltativo (capsule odorifere che si inseriscono nella Box) favoriscono la fidelizzazione dei clienti.

Team: Maurizio Piredda, Daniele Lecis

 

BiiHar (settore: Sociale)

BiiHar nasce per facilitare la comunicazione a livello professionale tra medici specialisti che collaborano nello stesso team e i pazienti da loro seguiti nella lotta contro l’obesità.
Il sistema è composto da due parti fondamentali: un’app per i pazienti comunicante con una parte desktop, in condivisione tra i professionisti.
L’idea nasce da un’esperienza di vita personale e muove dall’intenzione di abbattere le mura che impediscono ai professionisti di comunicare e scambiarsi informazioni sui pazienti in ogni istante del proprio lavoro in team; inoltre, l’idea permette ai pazienti di essere in costante contatto con i professionisti, incrementando la propria percezione di accoglimento e contenimento durante il percorso, senza invadere la vita privata del professionista.

Team: Marco Casto, Maria Giovanna Lovicu, Lorenzo Fiori, Matteo Murtas, Federico Stella, Salvatore Chillotti
BXTAR (settore: Information and Communication Technology)

BXTAR è la luce posteriore smart pensata per soddisfare le esigenze di sicurezza del ciclista urbano. Grazie a un sistema integrato di luce posteriore, luci laterali e applicazione dedicata, rende il ciclista più visibile soprattutto in particolari situazioni di criticità, come le scarse condizioni di luce ambientale, quando frena e quando attraversa gli incroci.
BXTAR si pone l’obiettivo di ridurre il tasso di incidenti su bicicletta nei contesti urbani. Inoltre, grazie all’analisi dei dati raccolti dall’applicazione dedicata (regimi di guida, strade percorse, segnalazione aree critiche), vuole incentivare la mobilità sostenibile e intelligente, migliorando l’esperienza su strada per il ciclista urbano.

Team: Simone Scalas, Mirko Podda, Michela Mari, Alberto Unali
UrbisMap (settore: Altro)

UrbisMap è il primo motore di ricerca su mappa per i dati e le normative urbanistiche. Un unico luogo dove consultare, in modo semplice tutti i piani e le normative rappresentative del territorio, quali Piani Urbanistici, Piani Paesaggistici, Piani Idrogeologici, Vincolistica, Normative, ecc.
Con UrbisMap puoi ottenere le informazioni urbanistiche e territoriali con 1 solo click: l’alternativa attuale nel processo di consultazione dei piani e delle norme impone, ad un professionista, di dedicare per la stessa attività da una a 3/4 giornate lavorative.

Team: Enrico Craboledda, Maria Laura Craboledda
Yenetics (settore: Biotecnologie)

Oggi molte donne in gravidanza rifiutano i test genetici, a causa del rischio che le metodologie invasive comportano per il feto. Yenetics è un innovativo test non invasivo per le 100 malattie genetiche più diffuse al mondo. I nostri competitors ne testano solo 15. Inoltre è il primo a testare anche il padre, garantendo così la massima accuratezza dei risultati.
A partire dalla 9a settimana di gestazione, alla coppia di futuri genitori basta fare nella loro clinica di fiducia un piccolo prelievo di sangue per essere più sicuri e consapevoli della salute del loro bimbo. I risultati hanno un’attendibilità superiore al 99% ed arrivano in soli 7 giorni.
Le cliniche private comprano il kit di analisi prenatale Yenetics; ci forniscono poi i campioni di sangue dei due genitori; Yenetics analizza questi campioni e poi restituisce un report informatizzato sulle condizioni genetiche del feto.

Informazioni:
www.startcupsardegna.it

Apr 042016
 

startcupE’ partita la nona edizione di Start Cup Sardegna, la competizione tra business plan nata dalla collaborazione tra l’Università di Sassari e l’Università di Cagliari.

Per partecipare è necessario elaborare un’idea imprenditoriale a contenuto innovativo, preferibilmente basato sulla ricerca, in qualsiasi campo e indipendentemente dal suo stadio di sviluppo, purché frutto del lavoro originale di un singolo o di un gruppo di individui. Per idea imprenditoriale si intende un vero progetto di impresa, da cui risulti evidente l’intenzione dei proponenti di costituire una società di capitali per realizzare il progetto stesso.

Possono partecipare a Start Cup Sardegna gruppi di almeno due persone e le imprese in forma di società, purché non costituite prima del 1 gennaio 2016 (oppure costituite nel corso del 2015 ma non ancora attive o con dichiarazione inizio di attività successivo al 1 gennaio 2016).

SCS si svolge da marzo a ottobre 2016 e si articola in due fasi: una sfida locale, in parallelo nelle due sedi di Cagliari e Sassari con finale a giugno e una sfida regionale tra i migliori 5 business plan presentati nei due Atenei, con finale a ottobre 2016. La finale regionale proclamerà i tre vincitori, cui spetteranno premi da €8.000, €4.000 e €2.000 e la possibilità (riservata ai gruppi collegati al mondo della ricerca pubblica) di partecipare alla fase nazionale, il 14° Premio Nazionale per l’Innovazione, in programma il 1° e 2 dicembre a Modena.

Consulta il regolamento completo e ricorda: le iscrizioni alla fase locale chiudono il 13 giugno 2016!

Informazioni:
www.startcupsardegna.it
info@startcupsardegna.it
Su Twitter: @StartCupSardegn

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar