Ago 102017
 

Ecco le 15 idee di impresa che potranno partecipare alla Tech Week, la terza e più impegnativa fase della Start Cup Sardegna 2017.

Partecipano alla terza fase:

3W house
BioPetAntimicrobials
BonEATo
Business Creator
Cleeko
CRUISEadvisors.it, informati, scegli, salpa!
Edilcozze
Heart of Sardinia
Hole Silent System
Il Fico d’India per la produzione di cosmetici naturali
Malia Delivery
MindPot
MO.NAT
Osteo-Lab
Waggin

Il percorso si terrà a Sassari dal 18 al 22 settembre e prevede un accompagnamento orientato a favorire l’acquisizione da parte dei team di competenze tecniche e manageriali per una pianificazione efficace della propria proposta di business. In particolare verrà approfondita la pianificazione economico-finanziaria.

L’intervento di tutoraggio sarà realizzato nei confronti di ogni gruppo e includerà una fase di raffinamento dell’idea imprenditoriale, sessioni di brainstorming e il vero e proprio supporto alla preparazione della presentazione della business idea.

Al termine saranno selezionati i migliori 5 progetti che andranno direttamente alla finale SCS 2017.

Info sul sito di Start Cup Sardegna

Mag 262017
 

E’ partita la X edizione del Premio Start Cup Sardegna! La competizione tra business plan di idee imprenditoriali innovative maturate in contesti di ricerca, promossa dagli atenei di Cagliari e Sassari, si svolgerà da maggio a ottobre 2017. Candidature aperte entro il 30 giugno 2017.

Per partecipare bisogna avere un’idea imprenditoriale innovativa, preferibilmente basata sulla ricerca, in qualsiasi settore e indipendentemente dal suo stadio di sviluppo. E’ importante aspirare a sviluppare un progetto di impresa innovativa nel territorio regionale.

Nello specifico, possono partecipare studenti, ricercatori e partecipanti esterni al mondo universitario, organizzati in una di queste forme:
– gruppi di persone fisiche di almeno 2 componenti;
– imprese in forma di società, non costituite prima del 1 gennaio 2017 oppure costituite nel corso del 2016 ma non ancora attive o con dichiarazione inizio di attività successiva al 1 gennaio 2017.

Premi

Start Cup Sardegna assegna premi in denaro alle migliori idee di impresa espresse in forma di business plan e offre a tutti i partecipanti percorsi di apprendimento all’autoimprenditorialità e incontri per la divulgazione della cultura imprenditoriale e il networking.

Il Rotary Club Cagliari, nell’ambito della sua azione per i giovani, intende promuovere e valorizzare le eccellenze regionali nel campo delle start up sociali che affrontano il tema della dispersione scolastica anche con il recupero del patrimonio immobiliare urbano. Per questo ha istituito un premio speciale di 2.000 euro rivolto ai team Start Cup Sardegna 2017 che affronteranno questo tema. La scelta del team vincitore del premio speciale Rotary Club Cagliari verrà effettuata da una Commissione di Valutazione interna al Rotary Club Cagliari.

 

SCS 2017 si compone di 3 fasi:

Fase 1
Il primo step è l’iscrizione entro il 30 giugno 2017, compilando il form disponibile sul sito www.startcupsardegna.it. Le Business idea devono essere presentate anche tramite un video elevator pitch.

La novità di questa fase è lo scouting tour effettuato dal team Barcamper a Olbia (19/6), Sassari (20/6), Nuoro (21/6) e Cagliari (22/6). Barcamper è l’ufficio mobile di dpixel, innovation company e advisor esclusivo del fondo Barcamper Ventures. Attraverso Barcamper, il team di dpixel effettua un programma di scouting e formazione che offre competenze e strumenti concreti per trasformare idee imprenditoriali in startup di successo. Per partecipare a una delle tappe di Barcamper bisogna, dopo essersi iscritti al portale www.startcupsardegna.it e aver caricato la propria business idea, selezionare direttamente dal portale città e fascia oraria preferita per l’incontro.

Verranno ammesse alla fase successiva un massimo di 40 idee.

Fase 2
Durante questa fase saranno proposte iniziative di team building, sviluppo e focalizzazione delle business idea. Solo le migliori 15 idee potranno accedere alla fase seguente: queste dovranno caricare sulla piattaforma i business plan, gli executive summary in italiano ed inglese e i video elevator pitch entro il 5 ottobre 2017.

Fase 3
Si compone di un percorso intensivo di mentoring e della selezione dei migliori 5 progetti finalisti. Oltre alle 5 idee finaliste del percorso Start Cup, partecipano di diritto alla finale anche i finalisti del Contamination Lab Uniss e i finalisti del Contamination Lab Unica.

La sfida regionale proclamerà i tre vincitori di Start Cup Sardegna 2017 ai quali spetteranno, oltre alla formazione gratuita di cui godranno tutti i partecipanti, premi in denaro e la possibilità (riservata ai gruppi collegati al mondo della ricerca pubblica) di partecipare al 15° Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), in programma a Napoli il 30 novembre e 1 Dicembre 2017. Al PNI si concorrerà con i vincitori di tutte le “Start Cup” italiane legate ad atenei ed enti di ricerca.

Informazioni:
Sito web
info@startcupsardegna.it
Consulta il regolamento completo.

Mar 062017
 

C’è tempo fino a venerdì 31 marzo 2017 per presentare le candidature per la nuova edizione di Italian Master Startup Award 2017, competizione promossa dall’Associazione PNICube rivolta alle giovani imprese innovative  nate, ospitate o legate da rapporti di collaborazione con le università e gli incubatori italiani.

L’edizione 2017 del Premio sarà organizzata in collaborazione con l’Università degli Studi Palermo e con il Consorzio ARCA (incubatore di imprese partecipato dall’Università degli Studi di Palermo) e si terrà a Palermo il 19 maggio 2017.

Partecipanti

Possono partecipare le società che si sono costituite dopo il 01/01/2012 con almeno due bilanci di esercizio conclusi appartenenti a una delle seguenti categorie:

  1. start-up che hanno partecipato o che si sono costituite in seguito alla partecipazione ad una delle business plan competition associate al Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI);
  2. start-up che hanno usufruito dei servizi di uno degli incubatori universitari, delle Università o degli Enti che fanno parte della rete PNICube;
  3. spin-off universitarie, ossia start-up fondate da un ricercatore di un’università o Ente Pubblico di Ricerca con il supporto e/o l’approvazione dell’università stessa.

Premi
La società vincitrice ottiene un premio in denaro del valore di € 5.000, erogato dall’Associazione PNICube.

UniCredit offre minimo un “Premio UniCredit Start Lab”, che consiste in servizi di mentoring, coaching e networking con possibili investitori. I settori di interesse includono: ICT/Digital/Web, Life Science, Clean Tech, Innovative Made in Italy.

Mosaicoon Spa offrirà all’azienda vincitrice la realizzazione di un video da selezionare tra i video presenti sulla propria piattaforma.

L’Ambasciata di Francia in Italia offre il Premio “Franci@Startup” per permettere di conoscere meglio le opportunità d’oltralpe per sviluppare la propria attività o per favorire la realizzazione di collaborazioni tecnologiche con enti/aziende francesi. Al vincitore verrà data la possibilità di un soggiorno in Francia per incontrare gli attori dell’innovazione e/o potenziali partner.

Il Department for International Trade, la divisione italiana del governo britannico per la promozione dell’export e degli investimenti esteri, assegnerà il Premio speciale “London Tech Week” – Ambasciata Britannica ad una start-up del settore “Technology” che consiste nella partecipazione ad una missione di due giorni a Londra in occasione della London Technology Week.

Come partecipare
Il termine per la presentazione delle candidature è fissato per le ore 12:00 di venerdì 31 marzo 2017. Le candidature devono essere presentate tramite i soci e dei partner di PNICube (nel nostro caso, tramite UniCa Liaison Office), pertanto i  candidati dovranno inviare i moduli scaricabili dal sito, da compilare sia in lingua italiana che in lingua inglese, all’indirizzo unicaliaisonoffice@unica.it.

questo link sono disponibili il regolamento e la modulistica.

Informazioni:
PNI Cube Dott.ssa Lidia Noto, tel. 393 8647711
Hahstag: #IMSA_2017

Nov 142016
 

Sarà l’Università di Modena e Reggio Emilia a ospitare l’edizione 2016 del Premio Nazionale dell’Innovazione – PNI, la più importante competizione nazionale tra progetti d’impresa hi-tech provenienti principalmente dalla ricerca accademica. L’appuntamento è per l’1° e il 2 dicembre 2016 a Modena.

Come da tradizione, il PNI si divide in due fasi: la prima, a livello regionale, ha visto le università, gli incubatori soci e gli enti che collaborano con l’Associazione PNICube ospitare le Business Plan Competition locali (le Start Cup); la seconda fase, a livello nazionale, vedrà i progetti vincitori delle varie Start Cup concorrere a Modena per aggiudicarsi il Premio Nazionale per l’Innovazione.

Il PNI 2016 ha istituito quattro categorie di premi più due menzioni speciali:

  • Premio Life Sciences (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone);
  • Premio ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media);
  • Premio IREN Cleantech & Energy (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia);
  • Premio Industrial (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato).

Sono poi previste le menzioni speciali per il miglior progetto di “Innovazione Sociale” e il miglior progetto di “Pari Opportunità” volto a favorire l’imprenditorialità femminile.

Parteciperanno al PNI i finalisti della Start Cup Sardegna:

Yenetics, un innovativo test non invasivo per le 100 malattie genetiche più diffuse al mondo. A partire dalla 9a settimana di gestazione, alla coppia di futuri genitori basta fare nella loro clinica di fiducia un piccolo prelievo di sangue per essere più sicuri e consapevoli della salute del loro bimbo. I risultati hanno un’attendibilità superiore al 99% ed arrivano in soli 7 giorni.

BXTAR, la luce posteriore smart pensata per soddisfare le esigenze di sicurezza del ciclista urbano. Grazie a un sistema integrato di luce posteriore, luci laterali e applicazione dedicata, rende il ciclista più visibile soprattutto in particolari situazioni di criticità, come le scarse condizioni di luce ambientale, quando frena e quando attraversa gli incroci.

NURKARA prodotti biologici liofilizzati: un’attività imprenditoriale sostenibile che mette insieme tutta la filiera dello zafferano e mira ad ottimizzare i processi di essiccazione e confezionamento, che condizionano l’uniformità della qualità del prodotto commercializzato, impiegando tecnologie innovative e stabilendo un protocollo standard.

Consulta il Regolamento del Premio Nazionale dell’Innovazione 2016

Il Programma di PNI 2016

pni2016

Ott 282016
 

lvr8w6sqYenetics, BXTAR e Nurkara sono le tre business idea vincitrici di Start Cup Sardegna: per loro premi in denaro e la partecipazione al Premio nazionale dell’innovazione a Modena. Si è così conclusa nella serata di giovedì 27 ottobre 2016 la nona edizione della manifestazione organizzata dalle Università di Sassari e Cagliari per dimostrare che ricerca e innovazione, insieme, possono costituire una risorsa economica e un’occasione di sviluppo.

I rappresentanti dei 10 gruppi finalisti (a questo link le schede di tutti i gruppi) hanno presentato le idee di business nei pitch: 4 emozionanti minuti per illustrare in modo chiaro e convincente l’innovatività delle proposte.

La Commissione di esperti (Antonello Bartiromo di Dpixel; Carlo Mannoni della Fondazione di Sardegna; Giuseppe Pirisi del Banco di Sardegna; Franco Rabitti di Sardaleasing SpA; Giuseppe Serra di Sardegna Ricerche; Alessandro Vagnozzi di Jservice) ha espresso i voti basandosi sui business plan presentati, dei quali sono state valutate l’originalità, l’innovatività e la sostenibilità economica, ambientale e sociale.

14523090_325052594526871_9199280666664729838_n

Ma scopriamo qualcosa di più delle tre idee sul podio: la Business idea vincitrice della Start Cup Sardegna 2016 è Yenetics. Nata dal gruppo composto da Chiara Saba e Amit Kumar, creatosi all’interno del Contamination Lab Unica, risolve un problema di molte donne in gravidanza che non sanno se effettuare, o addirittura rifiutano, i test diagnostici invasivi a causa dei rischi che comportano. Yenetics ha creato un innovativo test non invasivo che testa le 100 malattie genetiche più diffuse e che testa anche il padre, escludendo ogni rischio e garantendo la massima accuratezza dei risultati. A partire dalla 9ª settimana di gestazione, basta fare un piccolo prelievo di sangue per essere più sicuri e consapevoli della salute del bimbo. I risultati hanno un’attendibilità superiore al 99% ed arrivano in soli 7 giorni. Yenetics si è aggiudicata anche il trofeo stampato con tecnologia di stampa 3D presso il FabLab dell’Università di Sassari,

Il secondo posto è per BXTAR, idea nata dal gruppo composto da Simone Scalas, Mirko Podda, Michela Mari e Alberto Unali, anche questo “figlio” del Contamination Lab dell’Università di Cagliari, ha lo scopo di incentivare la mobilità sostenibile e intelligente: BXTAR è infatti una luce posteriore smart che migliora l’esperienza su strada del ciclista urbano. BXTAR è pensata per soddisfare le esigenze di sicurezza del ciclista con l’obiettivo di ridurre il tasso di incidenti nei contesti urbani. Grazie a un sistema integrato di luce posteriore, luci laterali e applicazione dedicata rende il ciclista più visibile soprattutto in particolari situazioni di criticità, come le scarse condizioni di luce ambientale, quando frena e quando attraversa gli incroci.

Al terzo posto si è classificata NURKARA, che offre prodotti biologici liofilizzati. Il gruppo è composto da Giovanni Arru, Guy D’hallewin, Paola Di Bella, Federico Garau, Antonio Masala e Leonardo Sechi. Nurkara è un progetto ma anche un’attività sostenibile che ottimizza tutta la filiera dello zafferano, dal produttore al consumatore. In Sardegna lo zafferano ha trovato condizioni ottimali per la coltivazione; manca, però, la standardizzazione del processo di essiccazione e confezionamento che condiziona l’uniformità della qualità del prodotto commercializzato. Nurkara mira ad ottimizzare il processo impiegando tecnologie innovative. Tramite la creazione di una rete di produttori, vuole inoltre mettere a punto un protocollo produttivo standardizzato.

I gruppi si aggiudicano i premi in denaro di € 8.000, € 4.000 e € 2.000, messi a disposizione da Fondazione di Sardegna e Sardaleasing SpA. Le 3 idee vincitrici, tutte legate al mondo della ricerca accademica, rappresenteranno la Sardegna al 13° Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), la fase nazionale della competizione, che coinvolgerà circa 50 atenei italiani e il CNR: appuntamento a Modena l’1 e 2 dicembre 2016.

Vincono lo “Special Prize Sardegna Ricerche”, del valore di € 15.000, utilizzabile per attuare un percorso di validazione della propria idea d’impresa e l’acquisizione di competenze (“duro lavoro”, nelle parole di Giuseppe Serra) Spime, mooVet e Nurkara.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar