Ago 182014
 

Lo Urban Center Cagliari presenta dal 26 al 28 settembre a Cagliari Smart Cityness 2014, festival alla sua prima edizione centrato sul tema delle Smart City e dell’innovazione sociale e territoriale.

Il concetto di “cityness”, coniato da ricercatori del MIT di Boston, indica l’insieme di usi della città che la rendono complessa, densa, un mix di ambiente fisico e sociale completamente integrato. Smart Cityness intende sviluppare una nuova forma di cooperazione locale, coniugando le diverse dimensioni del cittadino intelligente, nel suo rapporto con spazio pubblico, mobilità, conoscenza, alimentazione e produttività locale.

Ospiterà Smart Cityness il quartiere di Castello, nei locali del Ghetto degli Ebrei e del Chiostro di Architettura.

All’interno del Ghetto, l’area meeting ospiterà sei incontri aperti al pubblico. Nella stessa location sarà allestita anche un’Area Expo per le aziende, con una parte espressamente dedicata alle start up.

Nei locali del Chiostro di Architettura, spazio invece al laboratorio di innovazione territoriale aperto ai cittadini Collabora. La partecipazione ad uno dei tavoli di Collabora permetterà di lavorare per tre giorni con un gruppo di persone eterogeneo che dovrà iniziare a progettare un contenuto innovativo per la città di Cagliari e per il territorio.

Il programma completo

Informazioni:
www.smartcityness.it
Twitter account
Facebook account

Lug 312014
 

In occasione della terza edizione di Smart City Exhibition, in programma a Bologna Fiere dal 22 al 24 ottobre 2014, viene lanciata “Tecnologie e soluzioni per la smart city”, iniziativa rivolta a imprese, amministratori pubblici, innovatori, ricercatori e associazioni per individuare modelli di applicazione del paradigma “smart city”.

L’iniziativa si declina in 3 call; la seconda riguarda, in particolare, la valorizzazione dei risultati della ricerca in chiave “smart city”. Giovani ricercatori, imprese, start up o maker sono chiamati a presentare i propri prototipi; i 10 migliori selezionati avranno uno spazio all’interno della mostra dove i visitatori potranno scoprire e toccare con mano  le nuove tecnologie. I vincitori avranno diritto anche a servizi di grafica e ufficio stampa, allestimento e assicurazione.

Gli interessati a presentare la domanda di partecipazione entro il 19 settembre 2014 dovranno compilare il form on line. Si potranno candidare prodotti realizzati per uno dei seguenti ambiti, purché non ancora proposti sul mercato:

– Nuove forme di partecipazione cittadina alla gestione di parti e servizi della città.
– Rifiuti
– Mobilità e Trasporto pubblico
– Sicurezza
– Energia
– Welfare e salute
– Edilizia a consumo energetico quasi zero e domotica
– Istruzione
– Turismo e valorizzazione dei beni archeologici, architettonici, artistici, paesaggistici.

Il Concorso è riservato a micro, piccole e medie imprese; è aperto anche a start up, ricercatori e makers che abbiamo sviluppato dei prototipi.

Informazioni:
Sito web

info@forumpa.it

tel. +39 06684251

Dic 212012
 

Cagliari è al 43esimo posto, prima fra le città del sud Italia, nella classifica “ICity rate” realizzata da FORUM PA e presentata a Bologna il 29 ottobre durante l’apertura di Smart City Exhibition. La ricerca ha esaminato 103 capoluoghi di provincia con lo scopo di capire quali fossero le città italiane più “smart”, dunque più vicine ai bisogni dei cittadini.

Gli indicatori impiegati per la redazione della classifica sono oltre 100, e si riferiscono 6 dimensioni: governance della città, economia, mobilità, ambiente, capitale sociale e qualità della vita. Le dimensioni da analizzare hanno ripreso l’analogo lavoro svolto dalla Commissione Europea, in maniera da raccogliere risultati confrontabili a livello internazionale.

Sempre considerando i capoluoghi meridionali, Cagliari è seguita da Lecce (qualificatasi al 54esimo posto della classifica generale) e da Matera (al 58esimo posto). Vale la pena evidenziare che le città ai vertici della classifica nazionale, Bologna, Parma e Trento, sono risultate “smart” su più dimensioni: questo dimostra che la strategia per le smart cities non può puntare su pochi selezionati settori né unicamente sul fronte tecnologico, ma deve applicare politiche e strategie necessariamente integrate.

La ricerca è scaricabile integralmente dal sito di FORUM PA: si evidenzia che per ogni dimensione si esplicitano gli indicatori scelti e le relative fonti dei dati.

Ott 072012
 

Il Miur ha pubblicato un nuovo avviso per la presentazione di idee progettuali per “Smart Cities and Communities and Social Innovation” rivolto a imprese, centri di ricerca, consorzi, società consortili e organismi di ricerca, purché abbiano sede operativa nel territorio nazionale. L’avviso è finanziato con 655,5 milioni di euro, di cui 170 milioni come contributo nella spesa e 485,5 milioni per il credito agevolato.

Le idee dovranno proporre interventi per affrontare e risolvere problemi di scala urbana e metropolitana in uno di questi ambiti: sicurezza del territorio, invecchiamento della società, tecnologie welfare ed inclusione, domotica, giustizia, scuola, waste management, tecnologie del mare, salute, trasporti e mobilità terrestre, logistica last-mile, smart grids, architettura sostenibile e materiali, cultural heritage, gestione risorse idriche, cloud computing technologies per smart government.

Le idee progettuali consisteranno nello sviluppo di attività di ricerca industriale e di attività (non preponderanti) di sviluppo sperimentale, e dovranno ricorrere in maniera prevalente alle tecnologie ICT. Ogni singola idea progettuale può essere presentata da un massimo di otto proponenti e deve avere un costo complessivo compreso fra 12 e 22 milioni di euro. 25 milioni di euro sono destinati ai giovani residenti in Italia fino ai 30 anni di età per progetti di innovazione sociale: tesi, cioè, allo sviluppo di soluzioni tecnologicamente innovative negli ambiti specificati sopra, da includere come work packages delle idee progettuali che verranno selezionate.

La scadenza per la presentazione delle idee progettuali è stata fissata al 9 novembre 2012, mentre c’è tempo fino al 7 dicembre per i progetti di innovazione sociale. Il 12 luglio 2012 sono state definite alcune modifiche al bando, il cui dettaglio è illustrato a questo link. Si evidenzia, in particolare, l’obbligo di stesura di Idea progettuale, piano esecutivo e progetti in lingua inglese, oltre che italiana.

Il servizio di risposta alle domande frequenti è accessibile qui e sarà aggiornato settimanalmente, con sospensione durante la pausa estiva. A questo link è invece disponibile la modulistica per la presentazione delle Idee progettuali e dei Progetti di innovazione sociale.

Informazioni:
Responsabile del Procedimento Miur, dott. Emanuele Fidora tel. +39 06 97727131
smartcitiesnazionali@miur.it
www.miur.it

Consulta il bando

Set 072012
 

Si possono inviare entro il 28 settembre 2012 le domande di partecipazione al bando Miur che cofinanzierà progetti strategici finalizzati alla costituzione di cluster tecnologici di rilevanza nazionale specializzati in queste aree: chimica verde, agrifood, tecnologie per gli ambienti di vita, scienze della vita, tecnologie per le smart communities, mezzi e sistemi per la mobilità di superficie terrestre e marina, aerospazio, energia, fabbrica intelligente.

Per le finalità di questo bando, i cluster si definiscono come “aggregazioni organizzate di imprese, università, altre istituzioni pubbliche o private di ricerca, altri soggetti anche finanziari attivi nel campo dell’innovazione (…) ivi compresi i Distretti Tecnologici già esistenti (…) guidate da uno specifico organo di coordinamento e gestione” e focalizzate su un ambito fra quelli sopra elencati.

L’avviso Miur richiede la presentazione di un Piano di Sviluppo Strategico, di durata almeno quinquennale, che includa 4 progetti di Ricerca Industriale, comprensivi di attività di sviluppo sperimentale e di formazione. Ciascuno dei 4 progetti dovrà avere una durata massima di 36 mesi e un costo complessivo compreso fra i 10 e i 12 milioni di euro. Ulteriori specifiche sono descritte nel bando.

Le domande di partecipazione al bando andranno presentate tramite lo sportello telematico SIRIO: sarà possibile iniziare la compilazione a partire dall’11 luglio; l’invio della domanda completa sarà possibile entro e non oltre le ore 17 del 28 settembre 2012 (vedere art. 7 del bando per la procedura completa).

L’elenco delle risposte alle domande frequenti è aggiornato settimanalmente ed è consultabile a questo link.
A questo link è invece possibile consultare la modulistica e capire di quali informazioni è necessario disporre per compilare correttamente la domanda.

Il bando completo.
Il 12 luglio 2012 sono state definite alcune modifiche e integrazioni al bando, il cui dettaglio è illustrato a questo link. Si evidenzia, in particolare, l’obbligo di stesura di Piano e progetti in lingua inglese, oltre che italiana.

Informazioni:
Contatti Miur: Emanuele Fidora tel. +39 06 97727131
clusternazionali@miur.it
Contatti Unica: Industrial Liaison Office, responsabile Orsola Macis tel. 070 6756502
omacis@amm.unica.it

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar