Apr 262018
 

Sardegna Ricerche ha pubblicato il secondo avviso del bando “Aiuti per Progetti di Ricerca e Sviluppo“, che favorisce l’innovazione delle imprese regionali attraverso il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo.

I soggetti beneficiari sono micro, piccole e medie imprese, la cui attività rientra nell’elenco indicato nell’allegato D.
Le imprese possono presentare domanda singolarmente o in forma congiunta con un organismo di ricerca, come l’Università di Cagliari. Il valore del progetto presentato deve essere compreso tra 100.000 e 600.000 euro. Il bando prevede una procedura di tipo valutativo a sportello. La dotazione complessiva è di 5.000.000 di euro.

A partire dal 14 maggio 2018 sarà possibile, accedendo al sistema SIPES, compilare la domanda online e allegare la documentazione prevista dal bando. Completato l’inserimento dei dati e degli allegati previsti, il sistema genera un file che va firmato digitalmente, dal legale rappresentante o suo procuratore, e ricaricato nel sistema. Attivando la convalida della domanda registrata, il proponente riceve una PEC con un codice di convalida che dovrà conservare per la successiva trasmissione al momento dell’apertura del bando.

A partire dalle ore 12:00 del 28 maggio 2018 il proponente, accedendo alla pagina dedicata, deve trasmettere il codice ricevuto: solo in quel momento la domanda è considerata correttamente presentata.

La domanda deve essere presentata per via telematica attraverso il sistema informatico della Regione Sardegna SIPES (Sistema Informativo per la gestione del Processo di Erogazione e Sostegno) accessibile al link:
http://bandi.regione.sardegna.it/sipes/login.xhtml

La modulistica completa è disponibile a questo link.

– Modulistica Università di Cagliari  – 

Docenti e ricercatori di UniCa interessati a partecipare dovranno:
– compilare l’Allegato B – Relazione descrittiva del progetto di ricerca e sviluppo utilizzando questo file precompilato [file.rtf]

– compilare l’Allegato F – Lettera di intenti per la costituzione dell’A.T.I. utilizzando questo file precompilato F[file.rtf]

– inviare i documenti per la firma del prorettore all’indirizzo unicaliaisonoffice@unica.it entro il 25 maggio p.v.

Informazioni:
Giorgia Diana 070 675 6503 unicaliaisonoffice@unica.it

Apr 262018
 

Sardegna Ricerche ha pubblicato un programma che finanzia progetti di ricerca e sviluppo nel settore “Agroindustria“. Il programma favorisce gli investimenti delle imprese in attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, sostenendo lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi innovativi.

Possono beneficiare degli aiuti le aggregazioni di imprese ed organismi di ricerca, come l’Università di Cagliari, costituite da almeno:
– due organismi di ricerca;
tre imprese tra loro indipendenti, operanti nei settori di attività economica di cui alla sezione C (Attività manifatturiere), sezione J settore 62 (Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse), sezione M settore 72 (Ricerca scientifica e sviluppo), di cui alla classificazione delle attività economiche Ateco 2007.
Almeno una delle imprese deve operare nei settori di attività economica di cui alla sezione C (Attività manifatturiere), settore 10 (Industrie Alimentari) e/o settore 11 (Industrie delle Bevande) di cui alla classificazione delle attività economiche Ateco 2007.

In merito agli organismi di ricerca, il team di progetto deve operare attraverso una stabile organizzazione in Sardegna o assumere l’impegno a stabilire una sede operativa in Sardegna. I progetti, definiti in base a uno studio di fattibilità, dovranno riguardare attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale svolte in Sardegna e dovranno riguardare una o più delle seguenti priorità e ambiti tecnologici nell’ambito del tema “Agroindustria”:

  1. Innovazione e valorizzazione di prodotto, attinente alla qualità, tipicità e sicurezza delle produzioni e delle filiere agroindustriali;
  2. Innovazione e valorizzazione dei sottoprodotti ivi compresa anche l’industrializzazione dei processi per la produzione non-food (inclusa la valorizzazione degli scarti);
  3. Innovazione di processo, mediante anche il rafforzamento della qualità e salubrità delle produzioni, il rafforzamento dell’immagine, del packaging (anche in termini di riciclo e riutilizzo) e della presenza su Internet dei prodotti agroalimentari.

I progetti devono avere durata non superiore a 28 mesi e avere un contributo alla spesa compreso tra € 400.000 e € 1.150.000. Il programma prevede una procedura valutativa a graduatoria.

Le domande di ammissione devono essere compilate esclusivamente online, secondo le modalità previste dal bando e accedendo al sistema informatico della Regione Sardegna SIPES all’indirizzo: http://bandi.regione.sardegna.it/sipes/login.xhtml entro le ore 12 del 15 giugno 2018.

Modulistica e bando completo disponibili a questo link.

 

– Modulistica Università di Cagliari  – 

Docenti e ricercatori di UniCa interessati a partecipare dovranno:

–  utilizzare per l’Allegato 1 – Formulario per la presentazione dei progetti il file scaricabile a questo link

– compilare la dichiarazione dei requisiti dell’organismo di ricerca precompilata scaricabile da questo link:
Allegato 4.2 Dichiarazione requisiti organismo di ricerca

– sottoscrivere la dichiarazione d’impegno a costituire ATI scaricabile da questo link:
Allegato 5 – Impegno a costituire ATI

– far sottoscrivere ai soggetti partner l’Allegato 8  riguardante la disciplina della proprietà intellettuale;

– Inviare i documenti per la firma del prorettore all’indirizzo unicaliaisonoffice@unica.it entro l’11 giugno 2018.

Informazioni:
Giorgia Diana 070 675 6503
unicaliaisonoffice@unica.it

Apr 052018
 

Avviso di manifestazione di interesse per l’individuazione di partner privati da inserire nel costituendo Centro di competenza ad alta specializzazione coordinato dall’Università degli studi di Cagliari

L’Università di Cagliari intende raccogliere manifestazioni d’interesse da parte dei soggetti privati interessati ad aderire alla proposta promossa dall’Ateneo per la creazione di un Centro di competenza ad alta specializzazione, nella forma del partenariato pubblico-privato, avente lo scopo di promuovere e realizzare progetti di ricerca applicata, di trasferimento tecnologico e di formazione su tecnologie avanzate, nel quadro degli interventi connessi al Piano nazionale Industria 4.0.

L’avviso, pubblicato in ottemperanza all’art. 1, comma 1, lettera d) del decreto direttoriale Mise del 29/01/2018, ha lo scopo di acquisire manifestazioni d’interesse per l’individuazione di soggetti privati in possesso dei requisiti previsti dal decreto e di valutarne le capacità tecnico-professionali e organizzative, nonché le proposte progettuali, per selezionare i potenziali partner nell’ambito del Centro di competenza ad alta specializzazione.

Le manifestazioni di interesse presentate nell’ambito dell’avviso hanno lo scopo di comunicare la disponibilità a essere successivamente invitati ad aderire al partenariato previsto dalla proposta di Centro di competenza ad alta specializzazione, ferma restando da parte dell’Università di Cagliari la verifica dei requisiti di ammissibilità, la valutazione delle capacità tecnico-professionali ed organizzative e la valutazione delle proposte presentate.

La scadenza per la presentazione delle manifestazioni di interesse, da inviare via posta elettronica certificata è fissata al 9 aprile 2018.

Responsabile del procedimento: Orsola Macis.

Gli allegati per la presentazione della propria candidatura sono disponibili a questo link.

Mar 072018
 

Il Consiglio di amministrazione di UniCa ha approvato  la proposta di costituzione del primo “junior spinoff” dell’Ateneo: si tratta di “Little Alienz”, la srl composta da Sarah Pinna, studentessa di Scienze della Formazione Primaria, e Valentina Bellotti e Mauro Cuccu, studenti di Economia, e nata all’interno del Contamination Lab Cagliari.

Little Alienz ha sviluppato un gioco in grado di permettere lo screening della dislessia. L’innovazione riguarda la creazione di un primo screening degli indicatori di rischio tramite un sistema integrato di gioco da svolgere a scuola e a casa, senza che ciò produca stress, grazie all’esperienza di gioco.

L’approccio di Little Alienz consente di stabilire precocemente dei percorsi di potenziamento personalizzati per ciascun bambino, a prescindere dalla presenza o meno di una futura diagnosi. La ricerca alla base del progetto ha coinvolto il dipartimento di Pedagogia, Psicologia e Filosofia (con i docenti Donatella Petretto e Eraldo Nicotra), scuole dell’Infanzia e scuole primarie, al fine di standardizzare il pattern statistico che consentirà di creare l’algoritmo su cui si baserà lo screening.

Mentre esistono da tempo spin off costituiti da docenti, ricercatori e personale, per la prima volta all’Università di Cagliari viene costituita una società “junior spin off”. Secondo il regolamento dell’Ateneo possono proporre di costituire junior spinoff gli studenti o i dottorandi, gli specializzandi o gli iscritti ai master dell’Università, gli assegnisti di ricerca, i titolari di borse post lauream o post doc e gli studenti iscritti a percorsi formativi ad accesso selettivo inerenti la creazione di imprese innovative (o persone che abbiano già completato questo percorso).

 

Feb 122018
 

Tra aprile e maggio 2018 il progetto LAB BOAT, promosso dal CRS4 con il contributo della Fondazione Banco di Sardegna, porterà la barca a vela Adriatica, famosa per la trasmissione televisiva “Velisti per caso”, a circumnavigare la Sardegna con un fitto programma di laboratori
didattico-scientifici, dimostrazioni e seminari dedicati agli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, alle loro famiglie e a tutte le persone interessate ai temi della ricerca scientifica.

I partner scientifici, tra i quali l’Università di Cagliari, animeranno i porti di approdo trasformandoli in luoghi di sperimentazione, di dibattito e di scambio culturale: l’arrivo di Adriatica darà il via a una serie di iniziative divulgative e trasformerà i porti in festival della scienza.

UniCa parteciperà a LAB BOAT nelle tappe del:

· 23 aprile 2018 a Cagliari;
· 5 maggio 2018 a Oristano;
· 8 maggio 2018 a Carloforte.

Durante ciascuna tappa, di mattina verranno organizzate attività laboratoriali rivolte alle scuole secondarie di primo e secondo grado, mentre il pomeriggio ospiterà seminari divulgativi rivolti a tutti.

Ricercatori e docenti  interessati a partecipare possono candidarsi a presentare le proprie attività di ricerca durante a una o più tappe, compilando il form di adesione a questo link entro  domenica 18 febbraio 2018.

Qualora le manifestazioni di interesse superassero la disponibilità di spazio, la Direzione per la ricerca e il territorio potrà effettuare una selezione sulla base della rispondenza delle proposte agli obiettivi del progetto, in particolare valutando l’interattività delle attività della mattina e l’innovatività delle proposte per il pomeriggio.

Il progetto Lab Boat prevede una campagna di comunicazione su tv, radio, giornali, web e social. Ogni porto verrà allestito con specifico materiale divulgativo e promozionale, realizzato a cura e a spese dell’ateneo sulla base dei contenuti testuali e fotografici forniti da docenti e ricercatori.

Informazioni:
Paola Carboni tel. 070 675 6511 pcarboni@amm.unica.it
Laura Poletti tel. 070 675 8440 laura.poletti@amm.unica.it 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar