Mag 262017
 

E’ partita la X edizione del Premio Start Cup Sardegna! La competizione tra business plan di idee imprenditoriali innovative maturate in contesti di ricerca, promossa dagli atenei di Cagliari e Sassari, si svolgerà da maggio a ottobre 2017. Candidature aperte entro il 30 giugno 2017.

Per partecipare bisogna avere un’idea imprenditoriale innovativa, preferibilmente basata sulla ricerca, in qualsiasi settore e indipendentemente dal suo stadio di sviluppo. E’ importante aspirare a sviluppare un progetto di impresa innovativa nel territorio regionale.

Nello specifico, possono partecipare studenti, ricercatori e partecipanti esterni al mondo universitario, organizzati in una di queste forme:
– gruppi di persone fisiche di almeno 2 componenti;
– imprese in forma di società, non costituite prima del 1 gennaio 2017 oppure costituite nel corso del 2016 ma non ancora attive o con dichiarazione inizio di attività successiva al 1 gennaio 2017.

Premi

Start Cup Sardegna assegna premi in denaro alle migliori idee di impresa espresse in forma di business plan e offre a tutti i partecipanti percorsi di apprendimento all’autoimprenditorialità e incontri per la divulgazione della cultura imprenditoriale e il networking.

Il Rotary Club Cagliari, nell’ambito della sua azione per i giovani, intende promuovere e valorizzare le eccellenze regionali nel campo delle start up sociali che affrontano il tema della dispersione scolastica anche con il recupero del patrimonio immobiliare urbano. Per questo ha istituito un premio speciale di 2.000 euro rivolto ai team Start Cup Sardegna 2017 che affronteranno questo tema. La scelta del team vincitore del premio speciale Rotary Club Cagliari verrà effettuata da una Commissione di Valutazione interna al Rotary Club Cagliari.

 

SCS 2017 si compone di 3 fasi:

Fase 1
Il primo step è l’iscrizione entro il 30 giugno 2017, compilando il form disponibile sul sito www.startcupsardegna.it. Le Business idea devono essere presentate anche tramite un video elevator pitch.

La novità di questa fase è lo scouting tour effettuato dal team Barcamper a Olbia (19/6), Sassari (20/6), Nuoro (21/6) e Cagliari (22/6). Barcamper è l’ufficio mobile di dpixel, innovation company e advisor esclusivo del fondo Barcamper Ventures. Attraverso Barcamper, il team di dpixel effettua un programma di scouting e formazione che offre competenze e strumenti concreti per trasformare idee imprenditoriali in startup di successo. Per partecipare a una delle tappe di Barcamper bisogna, dopo essersi iscritti al portale www.startcupsardegna.it e aver caricato la propria business idea, selezionare direttamente dal portale città e fascia oraria preferita per l’incontro.

Verranno ammesse alla fase successiva un massimo di 40 idee.

Fase 2
Durante questa fase saranno proposte iniziative di team building, sviluppo e focalizzazione delle business idea. Solo le migliori 15 idee potranno accedere alla fase seguente: queste dovranno caricare sulla piattaforma i business plan, gli executive summary in italiano ed inglese e i video elevator pitch entro il 5 ottobre 2017.

Fase 3
Si compone di un percorso intensivo di mentoring e della selezione dei migliori 5 progetti finalisti. Oltre alle 5 idee finaliste del percorso Start Cup, partecipano di diritto alla finale anche i finalisti del Contamination Lab Uniss e i finalisti del Contamination Lab Unica.

La sfida regionale proclamerà i tre vincitori di Start Cup Sardegna 2017 ai quali spetteranno, oltre alla formazione gratuita di cui godranno tutti i partecipanti, premi in denaro e la possibilità (riservata ai gruppi collegati al mondo della ricerca pubblica) di partecipare al 15° Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), in programma a Napoli il 30 novembre e 1 Dicembre 2017. Al PNI si concorrerà con i vincitori di tutte le “Start Cup” italiane legate ad atenei ed enti di ricerca.

Informazioni:
Sito web
info@startcupsardegna.it
Consulta il regolamento completo.

Feb 232017
 

Sardegna Ricerche ha pubblicato il “Programma di ricerca e sviluppo per l’integrazione della filiera biomed” che finanzia piccoli progetti di ricerca e sviluppo che utilizzino i laboratori e le piattaforme appartenenti a strutture di ricerca pubbliche della Regione Sardegna.

Possono partecipare tutte le imprese con sede operativa in Sardegna.

I progetti dovranno riguardare:
1. Tecnologie omiche per la medicina personalizzata
2. Sviluppo di nuovi farmaci e diagnostici
3. Medicina veterinaria
4. Tecnologie di informatica biomedica

Il programma prevede una serie di avvisi successivi e una procedura valutativa a graduatoria. Per partecipare al primo avviso è necessario far pervenire le domande entro le ore 12:00 del 13 aprile. La dotazione finanziaria iniziale è di 420.000 euro.

Il bando completo e la modulistica sono pubblicati a questo link.

Informazioni:
Giuseppe Serra serra@sardegnaricerche.it
Telefono +39 070 9243.1
Sardegna Ricerche, Edificio 2
Loc. Piscinamanna, Pula

Gen 162017
 

SR logoSardegna Ricerche ha istituito un Elenco di esperti per il conferimento di incarichi di lavoro autonomo finalizzati alla valutazione ex ante e al monitoraggio tecnico-scientifico in itinere e finale di progetti di ricerca e sviluppo, piani di sviluppo aziendale e piani di innovazione.

Obiettivo di Sardegna Ricerche è raccogliere profili professionali aventi specifiche competenze ed esperienze di valutazione cui affidare, previa procedura di selezione, incarichi di consulenza.

La prestazione richiesta al valutatore è altamente qualificata e gli esperti dovranno essere dotati di una particolare e comprovata specializzazione universitaria o professionale, in possesso di una laurea magistrale o con percorsi didattici universitari completi e definiti dai rispettivi ordinamenti, finalizzati alla specializzazione richiesta, in aggiunta alla laurea triennale.

Tra i requisiti sono inclusi:
– Iscrizione all’albo degli esperti MIUR, oppure appartenenza ad una delle seguenti categorie: professori universitari di ruolo; dirigenti di ricerca o primi ricercatori degli enti pubblici di ricerca; professionisti in possesso di documentata esperienza tecnico-scientifica, almeno quinquennale;
Non essere operanti nel territorio della Regione Sardegna.

L’Elenco degli esperti valutatori è di tipo aperto e tutti i soggetti interessati possono procedere, in un qualsiasi momento, alla richiesta di iscrizione, cancellazione o aggiornamento dei dati in esso inseriti. Le domande d’iscrizione dovranno essere presentate, secondo le modalità previste dal Regolamento, utilizzando la modulistica disponibile alla voce “Documenti correlati”.

L’iscrizione all’elenco avviene attraverso la presentazione di un Dossier di candidatura, composto da domanda di iscrizione all’elenco, curriculum vitae e copia di un documento di identità.

Scarica il regolamento e gli allegati dal sito di Sardegna Ricerche.

Informazioni:
dalle ore 10:00 alle ore 13:00 Cesare Mou mou@sardegnaricerche.it o Giuseppe Enna enna@sardegnaricerche.it
Tel. +39 070 92431

Dic 202016
 

7822101134_86190c8ed9Continuano le attività di UniCa in supporto alla partecipazione al bando Azioni Cluster “Top-down” di Sardegna Ricerche. Il bando finanzierà iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

Dopo gli incontri tematici di presentazione ai ricercatori e l’incontro con le imprese, UniCa supporterà, tramite la Direzione ricerca e territorio – UniCa Liaison Office, la ricerca delle imprese tramite la consultazione di database ed elenchi. UniCa potrà anche fare da tramite per il primo contatto alle imprese.

A questo link i ricercatori potranno scaricare l’elenco delle imprese che hanno manifestato interesse a far parte di cluster. Per ogni informazione di dettaglio e per un supporto nella ricerca di altre imprese si può scrivere a imprese@unica.it.


Come funziona il bando

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Possono partecipare al bando:
– uno o più organismi di ricerca (costituiti in ATI);
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti pubblici o privati.
Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti, mentre le imprese potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, previsti dal bando.

Dichiarazione di intenti a costituire l’ATI
In caso di progetti che prevedono UniCa capofila e altri organismi di ricerca come co-proponenti, è necessario compilare la dichiarazione di intenti a costituire l’ATI e allegarla alla domanda di partecipazione al bando: scarica il modulo.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017 alle ore 11.00.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili qui o scrivendo a imprese@unica.it.

Dic 072016
 

VISTA view of the newly discovered globular cluster VVV CL001 and its brighter companion

L’Università di Cagliari vuole presentarsi alle imprese e ascoltare le loro esigenze di ricerca e innovazione per partecipare insieme al bando Azioni Cluster “Top-down” di Sardegna Ricerche. Il bando finanzierà iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

L’appuntamento è per giovedì 15 dicembre 2016, dalle 15.30, presso l’Aula magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura, in via Marengo n.2 a Cagliari. Ci sarà spazio per ascoltare le idee progettuali dei ricercatori; le imprese che lo vorranno potranno a loro volta illustrare quali aspetti della loro attività desiderano innovare con il contributo dell’Università di Cagliari.

La partecipazione delle imprese all’evento è libera, ma è importante registrarsi online  a questo link. La registrazione è consigliata anche alle imprese che non potranno partecipare all’evento, ma sono comunque interessate a partecipare al bando.

 

—– Il bando in sintesi ——

Possono partecipare:
– uno o più organismi di ricerca;
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti, pubblici o privati.
Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali.

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti, mentre le imprese potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, previsti dal bando.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili qui o scrivendo a imprese@unica.it.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar